La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MISURE DI EFFETTO misurare la frequenza o lincidenza di una malattia è solo linizio di un processo epidemiologico Secondo passo: confrontare la frequenza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MISURE DI EFFETTO misurare la frequenza o lincidenza di una malattia è solo linizio di un processo epidemiologico Secondo passo: confrontare la frequenza."— Transcript della presentazione:

1 MISURE DI EFFETTO misurare la frequenza o lincidenza di una malattia è solo linizio di un processo epidemiologico Secondo passo: confrontare la frequenza in un gruppo di esposti e di non esposti COME ? Rapporto fra rischi Misure deffetto Differenze fra rischi

2 EFFETTO: Quantità di cambiamento nella frequenza della malattia causata da uno specifico fattore Esempi: * I fumatori hanno un rischio 4 volte maggiore rispetto i non fumatori di sviluppare Ca al polmone *La mortalità per ulcera in USA nel 1950 era 3 volte più elevata rispetto il 1990 *Ogni anno lallattamento al seno dei bambini nati da madri infette da HIV è responsabile della trasmissione a 200*1000 bambini nati da tali madri

3 RISCHIO RELATIVO Rapporto fra: - Incidenze - Rischi Esempi: 1) Il rischio di Ca al polmone nei fumatori è 0.1; nei non fumatori è 0.01 RR=0.1/0.01=10 2) La mortalità per ulcera negli USA nel 1950 era 93 per persone-anno, nel 1990 era 31 per persone-anno RR=93 per /31 per =3 NB: RR=1 indica assenza di rischio

4 ODDS RATIO Rapporto fra: - Odds Esempi: 1) In uno studio sulla relazione tra esposizione ad asbesto e Ca al Polmone è stato stimato un OR=2.3. 2) Un OR=1.7 di Ca allendometrio è stato stimato per donne con utilizzo di contraccettivi orali vs. donne che non ne facevano uso E una stima del Rischio Relativo

5 Il rischio relativo: * dimostra quante volte è più grande il rischio degli esposti rispetto i non esposti * misura la forza della associazione tra esposizione e malattia * è utilizzato per verificare se una associazione tra esposizione e outcome è CAUSALE (etiologia)

6 (continua) * non adatto per stimare quanto della malattia presente in una popolazione è causata dal fattore di rischio * questo dipende da quanto comune è la malattia tra i non esposti e dalla distribuzione del fattore di rischio nella popolazione * stimare limpatto che il fattore ha sulla malattia è di importanza per la salute pubblica

7 RISCHIO ATTRIBUIBILE Differenza fra: - Incidenze - Rischi Esempi: 1) Linfezione da HIV in bimbi nati da madri infette non allattati al seno è 180 per 1000 bambini-anno, e 380 per 1000 bambini-anno tra quelli allattati: RD= =200 per 1000 bambini-anno 2) In Giappone lincidenza per Ca gastrico è 20 per persone-anno, in Europa è 10 per persone-anno.. RD=(20-10) per PY=10 per PY NB: RR=0 indica assenza di rischio attribuibile

8 Il rischio attribuibile: * serve a valutare il beneficio che si otterrebbe se tutte le persone esposte divenissero non esposte * è una misura utile per valutare limpatto di un fattore di esposizione sulla salute pubblica


Scaricare ppt "MISURE DI EFFETTO misurare la frequenza o lincidenza di una malattia è solo linizio di un processo epidemiologico Secondo passo: confrontare la frequenza."

Presentazioni simili


Annunci Google