La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’energia è la capacità di un corpo a compiere un lavoro,essa non si crea né si distrugge, ma passa da un corpo all’altro sotto ogni tipo di forma . L’energia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’energia è la capacità di un corpo a compiere un lavoro,essa non si crea né si distrugge, ma passa da un corpo all’altro sotto ogni tipo di forma . L’energia."— Transcript della presentazione:

1 L’energia è la capacità di un corpo a compiere un lavoro,essa non si crea né si distrugge, ma passa da un corpo all’altro sotto ogni tipo di forma . L’energia è un grosso problema perché si spreca moltissimo:dalle lampadine,agli elettrodomestici e anche l’acqua che non è rinnovabile Noi tutti sprechiamo molta energia con le luci, l’acqua, anche,per esempio, con i carica cellulari,se rimane attaccato alla presa,senza telefonino, comunque spreca energia, poi anche l’utilizzo degli elettrodomestici che sono in standby, comunque sprecano. L’impiego dei combustibili fossili ha prodotto danni ambientali e ha portato un problema enorme:l’energia si può esaurire. Ma grazie alla biomassa (insieme di materiale organico che proviene da residui agricoli) si possono trasformare questi materiali in polvere a mattonelle che possono essere usati come combustibile .La biomassa può diminuire l’effetto serra perché le piante coltivate contribuiscono a”prendere” l’anidride carbonica presente nell’atmosfera. I paesi più importanti che usano la biomassa sono: Cina Brasile Finlandia Svezia e Austria. L’energie rinnovabili sono dette energie fluenti e sono:i raggi del sole, il vento, ‘acqua e il vapore geotermico. Si dicono fonti rinnovabili perché non si esauriscono mai ed esisteranno per sempre (si esauriscono,ma fra tantissimo tempo è perciò influente alla società umana.) Queste sono minori delle fonti non rinnovabili, infatti le energie rinnovabili cercano di eliminare quelli non rinnovabili. La più importante energia è quella solare che ha il vantaggio di essere inesauribile, abbondante e pulita. Però ci sono anche alcuni ostacoli come la discontinuità del tempo e la bassa concentrazione. La centrale fotovoltaica utilizza cellule fotovoltaiche che convertono l’energia in elettricità. Sono importanti anche l’energia eolica (del vento),idroelettrica, geotermica e fluviale.Il problema delle energie è concentrato in tutto il mondo. Esistono molte soluzioni: la prima è quella di usare le lampadine a basso consumo energetico,di spegnere la luce appena esci da una stanza o spegnere il rubinetto mentre ti lavi i denti,queste sono piccole cose di ogni giorno, che però servono molto perché se lo fanno in milioni di persone abbassano il fabbisogno energetico mondiale. La difficoltà delle energie rinnovabili è che costano molto di più di quelle non rinnovabili. Per esempio non hanno messo le auto ad idrogeno, perché, anche se non inquina,costano troppo;anche le energie nucleari non si cambiano perché costano poco( anche se sono molto pericolose).A Londra c’è un progetto che prevede di portare nelle case di 4 milioni di abitanti inglesi, entro il 2010, energia pulita derivata dall’energia eolica, coprendo così il 5% del fabbisogno energetico. Ci sono alcune leggi politiche che fanno in modo che ogni nazione produca il 20% di energia rinnovabile , questa è stata una importante decisione dall’Unione Europea. Le energie non rinnovabili sono dei combustibili fossili (gas,petrolio,carbone); si dicono combustibili perché bruciano in presenza di ossigeno e producono calore e fossili perché si sono formate migliaia di anni fa, esse sono esauribili e anche inquinanti. La più inquinante,secondo me, è il petrolio che è un liquido nero e denso che pesa meno dell’acqua, è un miscuglio di idrocarburi. Dal petrolio si ricavano combustibili e carburanti. Il gas naturale è incolore e inodore. È formato dal 90% da metano e altri idrocarburi, viene trasportato dai gasdotti e metanodotti. Il gas naturale è anche usato come uso domestico e industriale Il carbone è una roccia sedimentaria di coloro bruno nero. Le miniere di carbone sono giacimenti formati da strati paralleli di carbone alternati con la roccia. Esistono molti tipi di carbone. Il suo impiego principale è il vapore che veniva (nel 1750 i n Inghilterra) usato per azionare le macchine. Oggi è al terzo posto (dopo gas e petrolio) e viene utilizzato nelle centrali termoelettriche e nei centri siderurgici, per esempio a Genova c’è un centro termoelettrico a carbone vicino alla lanterna. Poi ci sono anche l’energia nucleare, radioattiva,combustione,atmosfera,elettriche e termoelettriche.

2 L’energia e una grandezza caratteristica dei sistemi isolati, cioè resta costante al variare dello stato del sistema. La maggior parte delle forme di energia che ci sono sulla Terra sono l’energia elettromagnetica,poiché le forze che legano le molecole,gli atomi,gli elettroni nei diversi stati di aggregazione della materia sono tutte di natura elettromagnetica. Sono forme di energia elettromagnetica: energia di legame,energia elastica,energia sonora,energia superficiale,energia chimica. Le fonti di energia si distinguono in fonti primarie e secondarie. Le fonti primarie si dividono in rinnovabili e non rinnovabili. Sono fonti rinnovabili:l’energia solare,l’energia idraulica o idrica,l’energia chimica,l’energia termica. Sono fonti primarie non rinnovabili:l’energia chimica nei combustibili fossili,l’energia nucleare nei materiali radioattivi fossili. All’epoca dei romani non c’era il problema di cercare fonti di energia naturale in quanto si sfruttava prevalentemente l’energia umana,cioè quella degli schiavi. Durante l’epoca carolingia invece vengono ricercate tutte le fonti di energia naturale come acqua,legno,animale e successivamente anche maree e vento. Il problema energetico è particolarmente sentito nei paesi sottosviluppati nel sud del mondo,cioè Africa,America Latina,America centrale,India,il sud-est asiatico e molti paesi del medio ed estremo oriente. Lo sviluppo del mondo occidentale è legato al petrolio ma oggi siamo sempre più consapevoli del bisogno di indirizzare la ricerca verso l’utilizzo di energie alternative a quelle tradizionali. La produzione di petrolio infatti non durerà a lungo inoltre l’autonomia energetica oltre a rendersi indipendenti dai Paesi produttori di petrolio ci consentirebbe di sviluppare l’utilizzo di fonti di energia “pulita” nel tentativo di limitare il problema dell’inquinamento ambientale. L’Italia è un paese che dispone di poche fonti energia a dipende fortemente da altri Paesi. Nel 1991 l’ Italia ha varato una legge per regolare l’uso dell’energia per il riscaldamento di tutte le abitazioni. Nel 1992 a Rio De Janeiro si è tenuto il primo summit della Terra per trattare i problemi legati all’ utilizzo di energia da parte dei paesi industrializzati con produzione di tossine e rifiuti velenosi responsabili del cambiamento climatico globale,valutare le risorse di energia alternativa per rimpiazzare l’abuso di combustibile fossile ed altre tematiche come i sistemici trasporto pubblico al fine di ridurre le emissioni di veicoli,la congestione delle grandi città e i problemi di salute causati dallo smog. Il risultato di questa conferenza fu la stesura del protocollo di Kyoto e l’accordo di non installare attività produttive in terre abitate da indigeni tali da segregare l’ambiente in cui vivono o da risultare inappropriate culturalmente. Sicuramente l’intento di utilizzare energie rinnovabili rappresenta un inizio molto importante e molti di questi Paesi,come la Germania,utilizzano impianti ad energia solare o eolica. Un altro passo importante sarebbe quello di sviluppare l’impiego della biomassa,cioè ogni sostanza organica derivante direttamente o indirettamente dalla fotosintesi clorofilliana. L’energia prodotta dalle biomasse è illimitata perché l’uomo continuerà a produrre rifiuti organici,il grosso problema è l’adeguamento degli impianti di produzione che implica una grossa spesa iniziale.

3 L’energia è indispensabile per quasi tutti gli uomini, perché è usata per tantissime attività umane quotidiane. Ad esempio l’illuminazione di ogni notte che ha bisogno di energia. Alcuni problemi dell’energia sono l’inquinamento perché per produrre l’energia si producono gas inquinanti, a parte quando si usano le energie rinnovabili; un altro problema delle energie non rinnovabili è che usano risorse che prima o poi finiranno, quindi risorse finite e un altro problema sono le scorie che vengono prodotte dalle energie non rinnovabili. Infine un altro grande problema dell’energia è che non viene prodotta in tutto il mondo. In Africa, ad esempio, non viene prodotta abbastanza energia e soprattutto non viene prodotta in certe aree. E’ emblematico il caso di costruzione di dighe sui pochi fiumi dell’Africa sub- sahariana per vendere l’energia ricavata a paesi esteri. Il problema delle scorie e dell’inquinamento è presente soprattutto nei paesi in via di sviluppo, come la Cina, la Russia e la Francia. Una soluzione a tutto questo sarebbero le energie rinnovabili che sfruttano il sole, l’acqua e il vento, quindi risorse che non finiranno mai. Alcune energie rinnovabili sono: - quella solare che sfrutta il sole e il calore che produce; - l’energia eolica che sfrutta il vento grazie a delle pale che girano mosse dal vento, producono un moto che viene poi convertito in energia; - quella idroelettrica che grazie al passaggio dell’acqua in delle turbine produce energia, come nell’energia eolica solo che sfrutta l’acqua.I pro sono che non inquinano e non finiranno mai, i contro che costa molto costruire gli impianti per le energie rinnovabili. Una legge dell’Unione Europea dice che almeno il 20% dell’energia prodotta in ogni Paese dell’Unione deve essere prodotta dalle energie rinnovabili.

4 Funzione: L’energia è la capacità di un corpo o di un sistema di corpi a compiere un lavoro; l’energia non si crea né si distrugge ma passa da una forma all’altra. Cerchiamo di capire i 3 concetti fondamentali legati all’energia. Corpo: l’energia può abitare in un corpo qualsiasi: nell’aria in movimento, nel legno dell’albero, nell’acqua riscaldata, nella ruota che gira. Forma: l’energia può assumere diverse forme: il vento ha energia meccanica, il legno ha energia chimica, l’acqua termica, la ruota meccanica Passaggio: L’energia può passare da un corpo all’altro: dalla radiazione del Sole (luminosa) alle foglie delle piante (chimica); dall’albero che brucia (termica) all’acqua calda (termica); dal getto di vapore (meccanica) alle pale di una turbina (meccanica). Passando da un corpo all’altro l’energia cambia forma. Non rinnovabili: combustibili fossili (petrolio, gas naturale, carbone), si dicono combustibili perché bruciano in presenza di ossigeno e producono calore e fossili perché si sono formate milioni di anni fa nel sottosuolo, sono esauribili (non rinnovabili) perché una volta consumate non si riformano più. Attualmente i combustibili fossili forniscono l’80% dell’energia così suddiviso (petrolio 55%, gas naturale 27%, carbone 7%). Petrolio: è un liquido denso e oleoso, di colore che va dal nero al giallo bruno che pesa meno dell’acqua (sull’acqua galleggia). E’ un miscuglio di idrocarburi (idrogeno 9-15%, carbonio 80-90%, ossigeno, azoto, zolfo). Dal petrolio si ricavano combustibili e carburanti (benzina, gasolio, kerosene). Origine del petrolio deriva da cumuli di sostanze organiche (viventi) che decomponendosi si sono trasformate in sostanze ricche di energia. La trasformazione è iniziata milioni di anni fa e si possono distinguere 3 fasi 1° accumulo di masse di plancton e trasformazione in petrolio; 2° nascita di trappole di roccia 3° riempimento dei giacimenti cioè accumulo del petrolio nelle trappole. Ricerca del p. i geologi inviano onde nel sottosuolo, se individuano una trappola, trivellano per vedere se contiene petrolio, se ne vale la pena creano un campo petrolifero. Trasporto del p. dalle cisterne del campo petrolifero, viene immesso nelle tubazioni dell’oleodotto che lo portano direttamente nelle raffinerie. Prodotti petroliferi li possiamo dividere in 4 categorie: 1° carburanti servono per azionare i motori: benzina per automobili e aerei; gasolio per motori diesel; kerosene per turbine aerei a reazione. 2° combustibili riscaldamento di abitazioni e impieghi industriali, vengono bruciati nelle caldaie. 3° lubrificanti usati nelle parti in movimento di motori e macchine. 4° altri prodotti vaselina (farmacia e creme) paraffina (cera e lucidi) asfalto. Gas naturale: è incolore e inodore, pesa la metà dell’aria. Formato da metano 90% ed altri idrocarburi. Il gas naturale è il combustibile fossile più pulito, usato anche nelle abitazioni. Come per il petrolio si trova in giacimenti (i più importanti sono in Russia, Medio Oriente, Stati Uniti, Mare del Nord). Viene trasportato tramite i gasdotti o metanodotti con tubazioni via via più piccole fino ad arrivare alle compagnie che ne gestiscono la distribuzione e poi nelle nostre case. Uso del metano: non contiene praticamente prodotti nocivi, quindi ne viene fatto un uso domestico nelle case per la cottura dei cibi, la produzione di acqua calda, il riscaldamento ed un uso industriale per i forni per la cottura di ceramiche e porcellane, per la fusione del vetro, etc. Carbone: è una roccia sedimentaria di color bruno nero. Origine del carbone deriva da grandi cumoli di vegetali, soprattutto alberi che hanno subito un processo di carbonizzazione. Il processo iniziato milioni di anni fa si divide in 3 fasi: 1° crescita di grandi foreste in zone paludose; 2° sprofondamento del terreno e copertura delle foreste con strati di sedimenti; 3° decomposizione del legno e carbonizzazione. Miniere di c. un giacimento è formato da molti strati paralleli di carbone alternati a strati di roccia. Le miniere possono essere sotterranee o a cielo aperto. Tipi di c. esistono molte varietà di carbone, la cui qualità dipende dal grado di carbonizzazione, i carboni più antichi sono molto ricchi di carbonio e hanno un maggior potere calorifico. Uso del c. L’uso del carbone è iniziato in Inghilterra verso il 1750 ed ebbe un ruolo fondamentale durante la Rivoluzione industriale, il suo impiego principale fu nella produzione del vapore che veniva utilizzato per azionare le macchine delle fabbriche, le navi a vapore, le locomotive a vapore, il riscaldamento nelle case. Oggi è al terzo posto dopo petrolio e gas naturale e viene utilizzato nelle centrali termoelettriche e nei centri siderurgici

5 Energia nucleare: è l’energia che tiene unita la parte interna dell’atomo, cioè che formano il nucleo. Per ricavare energia dall’atomo abbiamo 2 metodi opposti 1° la fissione (divisione) del nucleo pesante dell’uranio dove si crea una reazione a catena dalla rottura del primo nucleo si crea energia e si liberano 3 neutroni che rompono altri 3 nuclei e così via. L’uranio può esser arricchito e si crea la bomba atomica o si fa funzionare un reattore nucleare 2° la fusione (unione) di nuclei leggeri di idrogeno. Questa è la reazione che si crea nel Sole e che può esser creata in maniera incontrollata con la bomba HInquinamento radioattivo: negli anni sono state costruite molte centrali nucleari per produrre energia elettrica con l’uranio, ma dopo l’incidente di Černobyl nel 1986 che causò la morte di 31 persone, la contaminazione di 299, e controlli periodici a vita per altre , si decise di non aprire altre nuove centrali e di mantenere solo quelle già in funzione. Una centrale produce ogni anno molte tonnellate di materiale radioattivo che resta radioattivo per lungo tempo e molte tonnellate di scorie radioattive che devono essere sistemate in luoghi sicuri che è molto difficile trovare, per questo spesso le scorie vengono accumulate in certe zone della Terra in attesa di una sistemazione definitiva. E’ di questi giorni un accordo tra Francia, (che non ha mai abbandonato il progetto nucleare e a tutt’oggi ha 50 reattori funzionanti che le forniscono il 50% dell’energia) e Italia che intende riprendere il progetto nucleare con centrali di terza generazione. Inquinamento da combustione: I combustibili fossili quando liberano energia termica rilasciano anche sostanze di scarto dannose per l’ambiente e l’uomo. Tra petrolio, gas naturale e carbone, il meno inquinante è il gas naturale e il più inquinante è il carbone. Tra le principali sostanze inquinanti rilasciate troviamo monossido di carbonio, biossido di carbonio, ossidi di zolfo. Inquinamento dell’atmosfera: l’atmosfera è il guscio d’aria che avvolge il nostro pianeta. E’ costituita da gas principali (ossigeno 21%, azoto 78%, gas nobili 0,9%) e gas di traccia (anidride carbonica, ozono, etc. per un totale di 0,1%). I gas di traccia hanno importanti funzioni di protezione, ma negli ultimi 100 anni hanno subito delle variazioni a causa dei seguenti fattori: 1° Buco nell’ozono riduzione della fascia dell’ozono causata dall’emissione di gas inquinanti come i Cloro Fluoro Carburi (contenuti nelle bombolette spray), la conseguenza è che passa una maggior quantità di raggi ultravioletti che possono creare danni all’uomo e all’ambiente. 2° Effetto serra è un fenomeno naturale che mantiene una temperatura sulla terra che permette la vita, negli ultimi anni questo fenomeno è aumentato portando ad un eccessivo riscaldamento dell’aria in tutte le zone della Terra Le gravi conseguenze potrebbero essere per esempio lo scioglimento dei ghiacci ai poli, l’avanzamento dei deserti. 3° Piogge acide, che comprendono pioggia, neve, grandine, contengono acidi, sono causate dallo zolfo liberato dalla combustione di carbone, gasolio, etc. Centrali elettriche Una centrale elettrica è un impianto dove si utilizza una fonte di energia (petrolio, carbone, acqua in pressione, uranio) per produrre energia elettrica. La potenza di una centrale si misura in MW (megawatt) Una potenza di 1000 MW può soddisfare i consumi elettrici di abitanti. Il ciclo produttivo dell’industria elettrica comprende 3 fasi: 1° la produzione avviene nelle centrali; 2° il trasporto viene effettuato mediante i cavi dell’alta tensione sospesi su tralicci che attraversano tutto il paese; 3° la distribuzione viene realizzata mediante i cavi a bassa tensione installati sotto i marciapiedi della città. L’elettricità è una forma di energia straordinaria: è ecologica (non emette fumi o ceneri); si trasporta facilmente su cavi metallici alla velocità della luce; è facile da usare perché basta un apparecchio poco costoso per avere luce, calore o forza. Abbiamo diversi tipi di centrali alcune legate a forme di energia non rinnovabile che sono le Centrali termoelettriche: sono al 1° posto (78% della produzione totale), sono impianti che bruciano un combustibile fossile cioè nafta o carbone per produrre vapore ad alta pressione che viene utilizzato per produrre energia elettrica; le Centrali elettronucleari che hanno smesso di funzionare in Italia nel 1987 a seguito di un referendum popolare. E’ di questi giorni un accordo tra Francia, (che non ha mai abbandonato il progetto nucleare e a tutt’oggi ha 50 reattori funzionanti che le forniscono il 50% dell’energia) e Italia che intende riprendere il progetto nucleare con centrali di terza generazione. In una centrale elettronucleare l’acqua viene fatta bollire in un contenitore a pressione (reattore) in cui avviene la fissione dell’uranio.

6 Fonti di energia rinnovabili: dette anche Energie fluenti sono i raggi del Sole, il vento, l’acqua dei fiumi, e il vapore geotermico. Possiedono energia in forma fluente, da “catturare” nel momento in cui si manifesta per produrre elettricità. Sono fonti rinnovabili perché non si esauriscono mai ed esisteranno fin quando ci saranno il Sole e la Terra. Oggi le energie dolci sono fonti minori che servono come integrazione per risparmiare combustibili. La più sfruttata è l’energia idrica che alimenta le centrali idroelettriche. Il vento è una fonte rinnovabile, il cui utilizzo è in rapida crescita. L’energia solare stenta a decollare perché il suo sfruttamento comporta ancora oggi costi troppo elevati. Centrali geotermiche: hanno la sala macchine uguale a quella di una c. termoelettrica convenzionale, con la turbina a vapore e il condensatore. Cambia l’elemento che genera il vapore che è naturale: in terreni di origine vulcanica si forma una sorta di “pentola naturale” che raccoglie l’acqua piovana che si riscalda fino a diventare vapore. In Italia la geotermia è sfruttata in Toscana nella zona di Larderello. Centrale idroelettrica: situata nelle zone di montagna dove si può creare un serbatoio d’acqua ad alta quota. La potenza dell’impianto dipende da 2 fattori: 1° la capacità del serbatoio; il dislivello tra il serbatoio e la centrale. Più forte è il dislivello, maggiore è la pressione che acquista l’acqua. L’acqua si accumula in un serbatoio naturale ad alta quota bloccato da una diga; le condotte sono tubi che portano l’acqua fino alla centrale che è un edificio su 2 livelli: a livello inferiore ci sono le turbine mantenute in rotazione dal getto d’acqua, al piano superiore c’è la sala degli alternatori che generano la corrente elettrica. Centrale fluviale: questo impianto sfrutta la portata d’acqua di un fiume che viene sbarrata da una diga per ottenere un dislivello di 10m. Dentro la diga o sulla riva del fiume è costruita la centrale, con molte turbine e alternatori in fila. Queste centrali in Italia sono poco usate, invece negli Stati Uniti e in Russia i grandi fiumi sono sbarrati da dighe lunghe più di 1km. e le centrali hanno alternatori. In Francia si trova l’unica centrale al mondo che sfrutta il dislivello della marea. Energia eolica: il vento è una fonte d’energia con molti vantaggi: è rinnovabile, perché si forma in continuazione con l’irraggiamento del Sole; è pulita (non produce alcun inquinamento), è abbondante perché disponibile in molti luoghi della Terra. Tra gli svantaggi ricordiamo che non è costante perché può diminuire di intensità o cessare del tutto. Il vento è una fonte rinnovabile che sta iniziando ad esser utilizzata ora e che col tempo diventerà competitiva con le fonti di energia tradizionali. La Centrale eolica è formata da generatori eolici che sono costituiti da una torre che può esser alta anche 50m. da una navicella che è un guscio affusolato che contiene il generatore e da un rotore formato dalle pale fissate su un mozzo. I generatori eolici possono portare a problemi di inquinamento acustico dovuto al fruscio del vento contro le pale. Energia solare: ha il vantaggio di essere inesauribile, abbondante e pulita. Tuttavia esistono 2 ostacoli al suo sfruttamento su larga scala: la bassa concentrazione e la discontinuità nel tempo. Per raccogliere l’energia proveniente dal Sole in grosse quantità servirebbero milioni di apparecchi captanti, da sistemare su enormi territori, questi apparecchi sono ancora molto costosi e ricavare energia dal Sole costerebbe 10 volte di più che dal petrolio. La Centrale fotovoltaica utilizza le celle fotovoltaiche che convertono direttamente l’energia del Sole in elettricità. Una cella fotovoltaica è una lastrina trasparente di silicio quadrata con dei fili nei quali si raccoglie l’energia. Un modulo è costituito da più celle unite fra loro. Un pannello sono pèiù moduli. Una stringa di più di 10m. è costituita da più moduli e fornisce una potenza di 3kW in grado di dare corrente ad un appartamento.

7 L'energia è l'invenzione più utile per l'uomo, questa da lavoro, illuminazione, riscaldamento e la corrente elettrica. Ci sono due tipi di energia: rinnovabile e non rinnovabile ( petrolio, benzina ecc...). Nel mondo l'energia, come l'acqua, non è tanta e molti usano energia non rinnovabile; qui nasce il problema: l'energia non rinnovabile non dura per sempre perchè è una risorsa della natura solo che è limitata e gli uomini dovrebbero usare energia rinnovabile perchè quella non finisce mai. In quasi tutto il mondo l' umanità non usa risorse come il sole, il vento o l'acqua per produrre energia ma usa petrolio o altre sostanze chimiche per produrla. Quindi non si dovrebbero più usare queste energie non rinnovabili ma metterle da parte e usarle in momenti più importanti e sfruttare le risorse della natura. Però alcuni problemi ci sarebbero per sfruttare queste risorse: ad esempio la spesa per fornire le pale eoliche o i pannelli solari che non costano poco. Invece i pro sarebbero che non si inquinerebbe più con le sostanze chimiche ma si userebbero queste risorse, che non hanno, in natura, grandi costi economici.

8 L’energia è una grandezza fisica che ha la capacità di compiere un lavoro.
L’energia si distingue in due forme: cinetica, che è posseduta dai corpi in movimento, ed energia potenziale, prodotta da una reazione di elementi. Dal punto di vista generale esiste in molte forme diverse: termica (come riscaldamento), chimica (come la reazione chimica), elettrica (come l’elettricità) ed atomica (nucleare). Le energie possono essere rinnovabili e non rinnovabili; le rinnovabili sono quelle inesauribili come il sole, il mare, il vento ed il calore della terra. Invece le energie non rinnovabili sono le fonti di energia derivate da risorse che tendono ad esaurirsi; energie non rinnovabili sono il carbone, il petrolio ed il gas naturale. L’energia è un problema perché ne serve molta e se non la produciamo in modo pulito danneggiamo l’ambiente. L’elettricità la usiamo per molte cose come: la luce, il riscaldamento, l’acqua calda, il carburante per le auto, i treni, gli aerei e gli ospedali. Producendo energia danneggiamo l’ambiente perché per produrla si producono delle scorie come i gas degli scarichi che aumentano la temperatura dell’aria producendo l’effetto serra . Alla fine queste scorie finiscono sotto terra ed arrivano fino alle falde acquifere se non si trattano e non si mettono in posti sicuri. In certe aree del mondo estraggono energie non rinnovabili, ad esempio: nel Medio Oriente ed in Africa si estrae il petrolio, in Brasile il legno ed in Russia il carbone, che è molto inquinante. Si stanno cercando delle soluzioni per produrre energia senza inquinare come: sfruttare il movimento del mare, il vento ed il sole, anche perché questi possono avere una durata illimitata. Ci sono dei pro e contro per le soluzioni adottate: pro perché è l’unico modo per avere energia , contro per lo smaltimento di scorie ed anche perché fabbricare gli impianti (come quello eolico) è costoso ed ha un rendimento scarso. Esistono poche leggi al mondo per tutelare la salute e per eliminare le scorie prodotte dall’energia. I paesi più industrializzati sono i più sviluppati nelle tutele: per esempio in India ed in Cina non c’è niente che limiti l’inquinamento per la produzione di energia.

9 L'energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro.
La parola energia deriva dal tardo latino energīa, a sua volta dal greco energheia, parola usata da Aristotele nel senso di azione efficace, e si usava per indicare la forza espressiva. Le energie rinnovabili sono quelle che si rigenerano o che non sono esauribili. Sono dunque generalmente considerate "fonti di energia rinnovabile" il sole, il vento, il mare, il calore della Terra, ovvero quelle fonti il cui utilizzo attuale non ne pregiudica la disponibilità nel futuro, mentre quelle "non rinnovabili", (in particolare fonti fossili quali petrolio, carbone, gas naturale), sono limitate nel futuro. Le fonti rinnovabili generalmente dette "classiche" sono quelle che vengono sfruttate per la produzione di energia elettrica fin dall'inizio dell'età industriale. Sebbene "non fossile", l'energia nucleare non è tradizionalmente considerata rinnovabile in quanto di Per lungo tempo (fino a circa i primi anni '60) la produzione energetica italiana è stata in larga parte rinnovabile, grazie in particolare alle centrali idroelettriche dell'arco alpino e, in misura minore, dell'Appennino . Oggi tuttavia, a causa dell'accresciuta richiesta di energia, nonché al quasi esaurimento della possibilità di nuove grandi installazioni idroelettriche, le rinnovabili rappresentano solo quote marginali della produzione. Ogni luogo in cui l' essere umano svolge le sue attività giornaliere, ha bisogno di energia. Non ci facciamo più caso, ma ogni nostra attività presuppone il consumo di energia artificiale. Quando accendiamo una lampadina, o il televisore, quando ci riscaldiamo o ci facciamo la doccia consumiamo energia. Questo provoca l’effetto-serra perché l’anidride carbonica appesantisce l’aria provoca un surriscaldamento del pianeta. Bisogna cercare di risparmiare energia magari chiudendo luci, computer, lo stand-by della tv e molte altre cose che possono sembrare piccolezze, ma sono fondamentali.

10 Marta Casagrande Quello dell’ energia è un problema globale.
Abbiamo bisogno di tutta l’ energia disponibile e per far questo dobbiamo affrontare il problema concretamente . Bisogna distinguere tra l’ uso e la produzione dell’ energia elettrica. Il consumo dell’ energia nel mondo è aumentato del 70% negli ultimi 30 anni e cresce del 2% all’ anno. Queste energia fossili (petrolio , carbone e gas hanno impiegato milioni di anni per formarsi e non possono rinnovarsi. Tra 40 – 80 anni potremmo non avere più petrolio , tra 60 – 70 potremmo non avere più gas mentre le riserve di carbone sono più abbondanti. Già si stanno vedendo le conseguenze dell’ imminente esaurimento delle energie fossili , i prezzi aumentano e gli uomini si battono per queste energie. Ad esempio la guerra del Golfo nel 1991. L’ Italia a differenza della Francia con il referendum del Novembre 1987 ha scelto di non utilizzare l’ energia nucleare , ma il governo attuale dopo vent’ anni sta riprendendo questa possibilità. L’ energia nucleare ha un grosso vantaggio , non emette CO2 ma produce rifiuti radioattivi. Per non dover dipendere dalle energie fossili che si esauriscono, bisogna sostituirle con energie rinnovabili .Ne esistono diverse che per giunta non inquinano: energia eolica , solare , nucleare . Eolica pro = economica e rinnovabile , contro = produce poca energia e non tutte le zone sono adatte. Solare pro = si può fare ovunque e produce molta energia contro = è molto costosa. nucleare pro = costa poco contro = ci sono rischi per il problema dello smaltimento delle sue radioattive.

11 Giorgia Redoano L'energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro. Dal punto di vista strettamente termodinamico l'energia è definita come tutto ciò che può essere trasformato in calore a bassa temperatura.La parola energia deriva dal tardo latino energīa, a sua volta dal greco energheia, parola usata da Aristotele nel senso di azione efficace, composta da en, particella intensiva, ed ergon, capacità di agire. Fu durante il Rinascimento che, ispirandosi alla poesia aristotelica, il termine fu associato all'idea di forza espressiva. Ma fu solo nel 1619 che Keplero usò il termine nell'accezione moderna di energia.L'energia esiste in varie forme, ognuna delle quali possiede una propria equazione dell'energia. Le principali forme di energia (non tutte fondamentali) sono: Energia cinetica;Energia potenziale ;Energia potenziale gravitazionale;Energia chimica;Energia nucleare;Energia libera;Energia elettromagnetica, definita come somma di energia elettrica e magnetica L'energia elettromagnetica di un'onda elettromagnetica è chiamata anche energia raggiante o radiante, e nel caso della luce, energia luminosa;Energia di massa ,Energia elastica

12 L' energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro. in poche parole e tutto ciò che può essere trasformato in colore a bassa temperatura . L'unità di misura derivata dal sistema internazionale per l'energia e il lavoro è il joule chiamata così in onore del fisico inglese james prescott joule ed dei suoi esperimenti sull'equivalente meccanico del calore. 1 joule esprime l'energia usata per esercitare una forza di Newton per una distanza di un metro. quindi un Joule equivale a 1 newton metro. dal punto di vista della fisica ogni sistema contiene o immagazzina o è costituito da un determinato quantitativo di una proprietà scalare, continua chiamata energia . l'energia premette di fare altre previsioni infatti grazie alla legge di conservazione dell'energia valido anche per sistemi chiusi si può determinare lo stato cinetico di un sistema sottoposto ad una sollecitazione quantificabile. oltre le leggi affermano che l'energia non si crea e non si distrugge, ben si si trasforma e si degrada. il primo tipo di previsioni che l'energia permette di fare sono legate a quanto lavoro un sistema è in grado di compiere.

13 L'energia è la capacità di un corpo o di un sistema di compiere un lavoro ed è definita come tutto ciò che può essere trasformato in calore a bassa temperatura. Ci sono varie fonti d'energia, che si racchiudono in due gruppi: l'energia rinnovabile ( acqua,sole,vento....) ; l'energia non rinnovabile ( carbone, petrolio.....). Le energie non rinnovabili sono fonti energetiche derivate da risorse finite che tendono ad esaurirsi, diventando troppo inquinanti o costose per l'uomo e l'ambiente, al contrario di quelle rinnovabili che vengono reintegrate nell'ambiente senza conseguenze. Le fonti non rinnovabili sono oggi quelle più sfruttate dall'umanità perchè in grado di produrre le maggiori quantità di energie con impianti tecnologicamente semplice collaudati. Nella maggior parte dei casi però ,le fonti non rinnovabili sono quelle che inquinano di più danneggiando l'ambiente con le scorie o i gas tossici che vengono inevitabilmente prodotti. Sin dall'inizio della Rivoluzione Industriale, il consumo di energia nel mondo è cresciuto ad un ritmo sostenuto. Nel 1890 il consumo di carburanti fossili eguagliava approssimativamente la quantità di combustibile da biomassa che veniva bruciato nelle case e dall'industria. Nel 1900, il consumo di energia globale ammontava di molto. Secondo stime del 2006 fatte dall'agenzia americana EIA i combustibili fossili forniscono l'86% dell'energia consumata dal mondo. Molte persone stanno cercando tante soluzioni per consumare di meno le energie non rinnovabili, e sono state attuate da politiche importanti, come il protocollo di Kioto. Ormai le soluzioni per il risparmio energetico sono considerate da molta gente, che inventa oggetti a basso consumo. Per esempio la Micron Technology ha lanciato il portafoglio di memoria per dispositivi portatili a basso consumo energetico ed elevata performance intese ad accrescere la performance e a ridurre il consumo energetico della memoria per applicazioni quali cellulari tradizionali. Il protocollo di Kioto e la sua conferenza sono stati aperti nel Alla conferenza si approvò, per consenso, la decisione (1/CP.3) per l'adozione di un protocollo secondo il quale i paesi industrializzati si impegnano a ridurre,per il periodo , il totale delle emissioni di gas ad effetto serra almeno del 5% rispetto ai livelli del Questi impegni, giuridicamente vincolanti, produrranno una reversione stoica della tendenza ascendente delle emissioni che detti paesi hanno da circa 150 anni.

14 L' energia è un elemento che anima il mondo, che da movimento alla materia e che riempe il nostro universo. Se non ci fosse l' energia , ogni cosa, ogni particella di materia sarebbe ferma e fredda. L'energia si manifesta attraverso il movimento dei corpi. Se non ci fosse l'energia tutto rimarrebbe uguale a se stesso e immobile. Il risparmio energetico è un modo per ridurre i consumi dell' energia necessaria allo svolgimento delle varie attività umane. Il risparmio può essere ottenuto sia modificando i processi in modo che ci siano meno sprechi sia utilizzando tecnologie in grado di trasformare l'energia da una forma all' altra in modo più efficiente o anche mediante l' auto produzione. Anche negli impianti di riscaldamento degli edifici ci sono accorgimenti più o meno semplici per risparmiare energia, come l'uso delle valvole termostatiche e tante altre cose. Si può usare anche l'energia solare. Infatti esistono dei pannelli solari che attraggono il sole e la trasformano in energia.

15 è un elemento che riesce a spostare o a trasformare un corpo
è un elemento che riesce a spostare o a trasformare un corpo . Energia è un problema, perché il gas, il petrolio e il carbone, queste energie non rinnovabili hanno causato un grande inquinamento sulla terra, ma la cosa ancora più grande che queste energie si stanno esaurendo. Ma per fortuna ci sono delle fonti rinnovabili e non inquinanti che si stanno diffondendo, ma con fatica, e così sono un' alternativa alle fonti di energia tradizionali. Sono l'energia proveniente della biomassa, quella geotermica, solare, eolica. La biomassa : insieme di materie organiche che provengono da residui della produzione agricola e dell'industria forestale o da coltivazioni apposite. Il vantaggio energetico nella produzione tramite la biomassa è che esso diminuisce l'effetto serra perché, le piante coltivate, ( che sono trasformate in mattonelle o polvere), contribuiscono a prendere la numerosa anidride carbonica (dell'atmosfera). I maggiori paesi che si occupano della biomassa sono : Cina Brasile Finlandia Svezia Austria Un altro problema è che nel mondo i paesi che inquinano di più, sono quelli che hanno più energia. L'Africa non inquina molto, perché hanno bisogno proporzionalmente poca energia cioè sono quelli più a rischio. I Paesi più a rischio sono: l'Italia, la Cina, ed altri perché dipendono energicamente dall'estero. Energie rinnovabili sono: energia colica, energia solare, energia raggiotermica, energia idraulica. Energie non rinnovabili sono: energia nucleare, l'uranio, il gas, il petrolio, il carbone. Energie rinnovabili sono forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica si rendono e non sono esauribili nella scala dei tempi umani e per estensione, il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future. Sono dunque generalmente considerate '' fonti di energia rinnovabili '' il sole, il vento il mare, il colore della terra. Energie non rinnovabili : sono quelle fonti di energia derivate da risorse finite che tendono esaurirsi sulla scala dei tempi umani, diventando troppo costose e troppo inquinanti per l'ambiente. Le fonti non rinnovabili sono oggi quelle più sfruttate dell'umanità perché in grado di produrre le maggiori, quantità di energia con impianti tecnologicamente semplici. Nelle maggior parti dei casi però, le fonti non rinnovabili, sono quelle che inquinano di più danneggiando l'ambiente con i gas tessili che vengono inetabilmente prodotti. Un'altra energia ( quella luminosa) è un problema perché tutte le luci, il lampioni che sono per strada, inquinano il cielo è coperto da una coppa lattiginosa coprendo le stelle. In Europa si sta cercando una soluzione per l'energia nucleare, ma in America Barak Obama ha detto che bisognava fermare l'energia nucleare. Prendendo queste informazioni ho capito che c'è un grande problema in tutto il mondo dal punto di vista dell'energia e il mondo è nelle nostre mani e io do ragione a Barak Obama che cerca di migliorare il mondo.

16 L’energia è la capacità di un corpo a compiere un lavoro,essa no si crea né si distrugge, ma passa da un corpo all’altro sotto ogni tipo di forma. L’energia può assumere diverse forme e può abitare da un corpo all’altro,passandoci cambia forma. L’energia è un grosso problema perché si spreca moltissimo:dalle lampadine,agli elettrodomestici e anche l’acqua che non è rinnovabile. Noi tutti sprechiamo molta energia con le luci, l’acqua, anche,per esempio, con i carica cellulari,se rimane attaccato alla presa,senza telefonino, comunque spreca energia, poi anche l’utilizzo degli elettrodomestici che sono in standby, comunque sprecano. L’impiego dei combustibili fossili ha prodotto danni ambientali e ha portato un problema enorme:l’energia si può esaurire. Ma grazie alla biomassa (insieme di materiale organico che proviene da residui agricoli) si possono trasformare questi materiali in polvere a mattonelle che possono essere usati come combustibile. La biomassa può diminuire l’effetto serra perché le piante coltivate contribuiscono a”prendere” l’anidride carbonica presente nell’atmosfera. I paesi più importanti che usano la biomassa sono: Cina Brasile Finlandia Svezia e Austria. L’energie rinnovabili sono dette energie fluenti e sono:i raggi del sole, il vento, ‘acqua e il vapore geotermico. Si dicono fonti rinnovabili perché non si esauriscono mai ed esisteranno per sempre (si esauriscono,ma fra tantissimo tempo è perciò influente alla società umana.) Queste sono minori delle fonti non rinnovabili, infatti le energie rinnovabili cercano di eliminare quelli non rinovabili. La più importante energia è quella solare che ha il vantaggio di essere inesauribile, abbondante e pulita. Però ci sono anche alcuni ostacoli come la discontinuità del tempo e la bassa concentrazione. La centrale fotovoltaica utilizza cellule fotovoltaiche che convertono l’energia in elettricità. Sono importanti anche l’energia eolica (del vento),idroelettrica, geotermica e fluviale. Il problema delle energie è concentrato in tutto il mondo. Esistono molte soluzioni: la prima è quella di usare le lampadine a basso consumo energetico,di spegnere la luce appena esci da una stanza o spegnere il rubinetto mentre ti lavi i denti,queste sono piccole cose di ogni giorno, che però servono molto perché se lo fanno in milioni di persone abbassano il fabbisogno energetico mondiale. La difficoltà delle energie rinnovabili è che costano molto di più di quelle non rinnovabili. Per esempio non hanno messo le auto ad idrogeno, perché, anche se non inquina,costano troppo;anche le energie nucleari non si cambiano perché costano poco( anche se sono molto pericolose). A Londra c’è un progetto che prevede di portare nelle case di 4 milioni di abitanti inglesi, entro il 2010, energia pulita derivata dall’energia eolica, coprendo così il 5% del fabbisogno energetico. Ci sono alcune leggi politiche che fanno in modo che ogni nazione produca il 20% di energia rinnovabile , questa è stata una importante decisione dall’Unione Europea. Le energie non rinnovabili sono dei combustibili fossili (gas,petrolio,carbone); si dicono combustibili perché bruciano in presenza di ossigeno e producono calore e fossili perché si sono formate migliaia di anni fa, esse sono esauribili e anche inquinanti. La più inquinante,secondo me, è il petrolio che è un liquido nero e denso che pesa meno dell’acqua, è un miscuglio di idrocarburi. Dal petrolio si ricavano combustibili e carburanti. Il gas naturale è incolore e inodore. È formato dal 90% da metano e altri idrocarburi, viene trasportato dai gasdotti e metanodotti. Il gas naturale è anche usato come uso domestico e industriale. Il carbone è una roccia sedimentaria di coloro bruno nero. Le miniere di carbone sono giacimenti formati da strati paralleli di carbone alternati con la roccia. Esistono molti tipi di carbone. Il suo impiego principale è il vapore che veniva (nel 1750 i n Inghilterra) usato per azionare le macchine. Oggi è al terzo posto (dopo gas e petrolio) e viene utilizzato nelle centrali termoelettriche e nei centri siderurgici, per esempio a Genova c’è un centro termoelettrico a carbone vicino alla lanterna. Poi ci sono anche l’energia nucleare, radioattiva,combustione,atmosfera,elettriche e termoelettriche.


Scaricare ppt "L’energia è la capacità di un corpo a compiere un lavoro,essa non si crea né si distrugge, ma passa da un corpo all’altro sotto ogni tipo di forma . L’energia."

Presentazioni simili


Annunci Google