La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA QUOTATURA NEL DISEGNO TECNICO (parte 3) Presentazione a cura di Giorgio Garuti UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura UNI 4820/89 definizioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA QUOTATURA NEL DISEGNO TECNICO (parte 3) Presentazione a cura di Giorgio Garuti UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura UNI 4820/89 definizioni."— Transcript della presentazione:

1 LA QUOTATURA NEL DISEGNO TECNICO (parte 3) Presentazione a cura di Giorgio Garuti UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura UNI 4820/89 definizioni e principi di quotatura

2 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 1) La presente norma stabilisce i principi generali della quotatura secondo UNI 3973, UNI 3974 e UNI 4820 si applicano a casi particolari Scopo e campo di applicazione

3 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 1 e 2) angoliarchicorde

4 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 2) Le quote di diametri, devono essere generalmente precedute dal simbolo ø Diametri

5 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 2) Ciò non è necessario nel caso in cui … appaia già con sufficiente chiarezza che la quota in oggetto si riferisce ad un diametro. Con riferimento alla fig. non si devono tracciare più di due linee di misura relative a diametri passanti per uno stesso centro Diametri

6 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 2) Le quote devono essere precedute dal simbolo R Raggi

7 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 3) … sono quotate mediante il diametro o il raggio, precedute rispettivamente dai simboli Sø o SR. Parti sferiche

8 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 3) La quota relativa al lato di parti a sezione quadrata devono essere precedute dal simbolo . Parti quadre

9 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 3) Ciò non è necessario se il disegno evidenzia chiaramente che si tratta di un quadro. Parti quadre

10 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 4) Smussi Gli smussi devono essere quotati mediante laltezza della superficie smussata ed il semiangolo al vertice. Quando il semiangolo al vertice è di 45°, la quotatura viene semplificata come in figura.

11 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 4) Elementi ripetuti Quando in un disegno compaiono elementi ripetuti equidistanti, o regolarmente disposti, per semplicità possono essere usate indicazioni come nelle figure che seguono:

12 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 5) Elementi ripetuti Qualora elementi diversi … si trovino sullo stesso disegno, si possono usare lettere di richiamo.

13 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 5) Filettature Le filettature si quotano con riferimento al diametro esterno.

14 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 6) Disegni di insieme … le quote devono essere raggruppate, per quanto possibile, in modo da facilitare la relativa lettura; per esempio: le linee di misura delle parti interne distinte da quelle esterne.

15 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 6 e 7) Curvatura di profili I profili possono essere individuati mediante: -Centri e raggi di curvatura -Coordinate … di un determinato numero di punti

16 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 7) Quotatura di parti simmetriche Nelle viste e nelle sezioni disegnate solo fino allasse, le linee di misura devono sorpassare di poco lasse. Nel caso di oggetti di grandi dimensioni, …, le linee di misura stesse possono essere disposte come in figura.

17 Quotatura UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura (pag. 7) Quotatura di dimensioni non reali Le quote delle parti che non sono disegnate in scala devono essere sottolineate.

18 Quotatura UNI 4820/89 definizioni e principi di quotatura (pag. 1) La presente norma stabilisce le definizioni e i principi generali di quotatura da applicare in tutti i tipi di disegni tecnici. Scopo e campo di applicazione

19 Quotatura UNI 4820/89 definizioni e principi di quotatura (pag. 1) Disegno tecnico: E una rappresentazione grafica di un oggetto in un suo stato di utilizzazione e contiene le indicazioni relative alla sua funzione o utilizzazione. … Oggetto: E tutto ciò che presenta forme atte ad assolvere determinate esigenze, … Elemento: E una parte caratteristica di un oggetto, quale una superficie piana, …, una filettatura, un contorno. Elemento funzionale: E un elemento essenziale nel funzionamento delloggetto al quale appartiene. … definizioni

20 Quotatura UNI 4820/89 definizioni e principi di quotatura (pag. 1) Quotatura: E linsieme delle quote e di tutte le informazioni grafiche ed alfanumeriche necessarie a definire quantitativamente gli elementi e il loro posizionamento. Quota: E linsieme della linea di misura con gli opportuni riferimenti e del valore numerico che definisce quantitativamente una dimensione nel disegno. Essa deve essere espressa in una ben definita unità di misura la quale generalmente è il millimetro. … definizioni

21 Quotatura UNI 4820/89 definizioni e principi di quotatura (pag. 2) Quota funzionale: E … essenziale alla funzione di un oggetto. Quota non funzionale: E … non essenziale alla funzione di un oggetto. … Quota ausiliaria: E indicata a solo titolo informativo. Essa è deducibile dalla combinazione di altre quote, …, fornite nel disegno. Le quote ausiliarie devono essere indicate tra parentesi. definizioni

22 Quotatura UNI 4820/89 definizioni e principi di quotatura (pag. 2) 1. Tutte le indicazioni quantitative … devono essere scritte direttamente sul disegno. 2. Le quote di un disegno devono essere, di regola, espresse nella stessa unità di misura. 3. Non si deve dedurre una quota funzionale da altre quote, né rilevare dal disegno una quota mediante la scala dimensionale. 4. Le quote devono essere disposte sulle viste o sulle sezioni che rappresentano il più chiaramente possibile lelemento da quotare. 5. Ciascun elemento non deve essere quotato più di una volta sul disegno. Non devono essere indicate più quote di quanto non sia necessario per la definizione completa dellelemento. … 6. … 7. … Principi generali


Scaricare ppt "LA QUOTATURA NEL DISEGNO TECNICO (parte 3) Presentazione a cura di Giorgio Garuti UNI 3975/89 convenzioni particolari di quotatura UNI 4820/89 definizioni."

Presentazioni simili


Annunci Google