La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Attivazione del telelavoro ----- Lesperienza concreta dellAzienda Ospedaliera della provincia di Pavia Provincia di Monza-Brianza Congresso del 20/10/2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Attivazione del telelavoro ----- Lesperienza concreta dellAzienda Ospedaliera della provincia di Pavia Provincia di Monza-Brianza Congresso del 20/10/2010."— Transcript della presentazione:

1 Attivazione del telelavoro Lesperienza concreta dellAzienda Ospedaliera della provincia di Pavia Provincia di Monza-Brianza Congresso del 20/10/2010 Sede provinciale Enrico Cuoco Dirigente Responsabile del Sistema Informatico Aziendale

2 AO di Pavia / CED

3 Definizione Telelavoro: può essere inteso come un modo di lavorare indipendente dalla localizzazione geografica dell'ufficio o dellAzienda, facilitato dall'uso di strumenti informatici e telematici e caratterizzato da una flessibilità sia nellorganizzazione, sia nelle modalità di svolgimento. Si tratta di un concetto fortemente legato allevoluzione delle tecnologie informatiche e quindi soggetto ad una continua trasformazione. Le moderne tecnologie sono molto più di un optional e rappresentano laspetto più importante in assoluto per consentire lo sviluppo del telelavoro. (fonte Wikipedia)

4 Per chi è il telelavoro? EtaDonneUomini Totale Totale2.874 Il telelavoro è sicuramente più apprezzato dai giovani e quindi quasi potenziali fruitori … Il telelavoro è sicuramente più apprezzato dalle giovani donne e quindi oltre potenziali fruitrici … … ma, tra tutta la PA, il settore sanità è quello che meno si presta alla possibilità di telelavoro …

5 Lorganico aziendale AreaDonneUomini Medica Infermieristica Altra (area sanitaria) Tecnica Amministrativa15439 Totale Totale2.874 Il 71% della forza lavoro è rappresentata da donne … Analizzando le varie figure professionali sono circa 100 i potenziali telelavoratori

6 Come nasce il progetto Nasce per iniziativa del Sistema Informatico Aziendale che per primo ha sperimentato, per lintero 2009, la concreta possibilità di telelavorare (dopo anni di turni di reperibilità notturna e festiva). Si consolida per volontà della Direzione Aziendale che, previa condivisione con le RSU/OOSSAA, con specifico atto deliberativo (gennaio 2010), estende la possibilità di telelavoro, su base volontaria, anche ad altre figure professionali tecniche ed amm.ve individuando alcune regole fondamentali. Il telelavoro, per avere successo, deve garantire vantaggi a 3 soggetti: 1. al Lavoratore (azzeramento tempo e costi trasferta casa-lavoro-casa, azzeramento del rischio incidentalità su strada); 2. all Azienda (incremento della produttività individuale, maggiore garanzia di attività di servizio, possibilità di razionalizzazione degli spazi, minor onere economico derivante dalla riduzione dei consumi energetici e del servizio mensa); 3. alla Collettività (maggior presenza in famiglia, abbattimento delle emissioni inquinanti, riduzione del traffico)

7 Le regole adottate 1/2 Le principali caratteristiche del telelavoro in AO Pavia: 1. possono telelavorare solo alcuni profili professionali di area tecnica ed amministrativa; 2. il lavoratore aderisce alliniziativa aziendale su base volontaria; 3. il telelavoratore riceve dallAzienda una postazione di lavoro portatile (che sostituisce la sua postazione fissa); 4. il lavoratore effettua una giornata a settimana in telelavoro, da concordare di volta in volta con il proprio Dirigente (45 giornate di telelavoro/anno); 5. il lavoratore che partecipa al telelavoro dispone presso il proprio domicilio di una connettività ad internet a larga banda (xDSL domestica) di tipo flat, che utilizzerà per lo svolgimento dellattività;

8 Le regole adottate 2/2 6. il lavoratore che aderisce al telelavoro sottoscrive una sorta di contratto integrativo della durata di un anno, rinnovabile; 7. il telelavoratore si fa carico dei (limitati) consumi energetici necessari al funzionamento della postazione di lavoro; 8. il lavoratore, quando opera a distanza, effettua le medesime articolazioni orarie dei propri colleghi in Azienda; 9. il telelavoratore, nella giornata in cui opera dal proprio domicilio, rinuncia al diritto alla mensa o al ticket restaurant;

9 Questioni tecniche Non è ipotizzabile applicare il telelavoro in assenza di alcuni prerequisiti tecnici e tecnologici: garanzia di connessione allAzienda con modalità sicura; tracciabilità e conservazione storica degli accessi; possibilità di utilizzare TUTTI i sottosistemi informativi da remoto; forte spinta verso alcune azioni tecnologiche: convergenza dati/fonia (VoIP) su unica infrastruttura; protocollo elettronico (oltre 1,2 milioni di documenti on line); file server aziendale (oggi ospita oltre 9,6 milioni di documenti on line); sportello self service del dipendente (cartellino e stipendio on line, richiesta ferie e permessi on line, ecc.); fax virtuale (poter visionare, da qualsiasi luogo, i fax che giungono in ufficio); segreteria telefonica virtuale (poter ascoltare, da qualsiasi luogo, i messaggi); telefono virtuale (poter utilizzare sempre linterno telefonico, in uscita e in entrata, tracciando tutto il traffico su apposito sistema di registrazione del medesimo); servizi di firma digitale per poter garantire la continuità operativa (per i Dirigenti).

10 Limiti alla diffusione Attualmente il telelavoro è ancora limitato al solo personale del Sistema Informatico poiché i sistemi informativi operanti in sanità a supporto dellarea risorse umane non sono ancora pronti per gestire il telelavoro … la timbratura del cartellino, allinterno della P/A, è un vincolo stringente e gli attuali impianti non sono in grado di gestire la timbratura virtuale. Il sistema è attualmente in corso di reingegnerizzazione ed introdurrà il concetto di lettore badge virtuale a partire dai primi mesi del Da quel momento il telelavoro potrà essere esteso anche a figure professionali tecnico-amministrative esterne al Sistema Informatico Aziendale.

11 B GAssistente Tecnico256, , B AAssistente Tecnico7218, , B MAssistente Tecnico41, , C FAssistente Tecnico16442,646, , C EAnalista Dirigente17445,246, , F Assistente Tecnico174, , G NAssistente Tecnico8822, , G FCoadiutore Amm.vo82, , G FAssistente Tecnico10026, , M Assistente Tecnico41, , P MAssistente Tecnico5213, , P AAssistente Tecnico369, , S Assistente Tecnico51, , T CAssistente Tecnico205, , T PAssistente Tecnico205, , TOTALI Km quotidianamente percorsi casa-lavoro-casa Costo chilometrico per ogni giorno di lavoro Costo pedaggio per ogni giorno di lavoro Minuti impiegati per il percorso casa-lavoro-casa Emissioni co2 (grammi per Km percorso) Kg emissioni co2 evitati con 1 giornata di telelavoro Kg emissioni co2 evitate in 1 anno Risparmio economico in per il telelavoratore in 1 anno Ore di viaggio risparmiate dal telelavoratore in 1 anno Sui 15 lavoratori indicati in tabella 3 telelavorano con costanza settimanale: sono coloro che sostengono i maggiori oneri economici e che percorrono le piu elevate distanze. Perchè alcuni dipendenti, pur avendone la possibilità, non hanno sfruttato lopportunità del telelavoro? 1.Perchè abito a pochi Km dalla sede di lavoro; 2.Perchè abito in un mono/bilocale e non dispongo di un idoneo spazio in cui poter telelavorare; 3.Perchè il territorio in cui abito non è servito da larga banda; 4.Perchè andare in Azienda è anche uno svago, almeno esco di casa; 5.Perchè devo già uscire la mattina per portare i bimbi a scuola; 6.Perchè preferisco stare in gruppo con i miei colleghi.

12 Conclusioni …. Grazie per lattenzione Enrico Cuoco Traguardi futuri: a regime il telelavoro potrà essere esteso a circa persone allinterno dellAzienda Ospedaliera; possibilità di estendere il telelavoro fino a due giornate alla settimana (elevando da 45 a 90 le possibili giornate/anno individuali ed arrivando così fino a giornate/anno);


Scaricare ppt "Attivazione del telelavoro ----- Lesperienza concreta dellAzienda Ospedaliera della provincia di Pavia Provincia di Monza-Brianza Congresso del 20/10/2010."

Presentazioni simili


Annunci Google