La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Celiachia: qual e la verità? A cura di: Stefania Norbedo Specializzanda in Pediatria, Clinica Pediatrica, Trieste.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Celiachia: qual e la verità? A cura di: Stefania Norbedo Specializzanda in Pediatria, Clinica Pediatrica, Trieste."— Transcript della presentazione:

1 Celiachia: qual e la verità? A cura di: Stefania Norbedo Specializzanda in Pediatria, Clinica Pediatrica, Trieste

2 IL PASSATO Rara 1:1000/ 1:10000 Quadro clinico: ben caratterizzato; enteropatia glutine- dipendente Patogenesi: non compresa Diagnosi: lungo iter; 3 biopsie Celiachia Prevenzione: ritardare lintroduzione del glutine. Malattia celiaca

3 EMA & anti tTG AUTOIMMUNE ALTA PREVALENZA AMPIO SPETTRO CLINICO GENETICA (HLA DQ2/DQ8) FORMA LATENTE AUTOIMMUNITA GLUTINE DIPENDENTE

4 Manifestazioni cliniche associate alla Celiachia Iron deficient anaemia Failure to thrive Short stature Osteopenia IDDM Autoimmune thyreopathy Gluten Ataxia Coeliac Hepatitis Autoimmune hepatitis CEC Multiple miscarriages Dental Enamel Defect Alopecia Biliary Cyrrosis Sjogren, JCA Macroamylasemia idiopathic dilatative cardiomyopathy MALASSORBIMENTOAUTOIMMUNITA Down Turner Williams IgA deficiency ALTRO

5 Prevalenza della Celiachia prima e dopo lo screening PaeseDiagnosi clinicaScreening SVEZIA1:3001:100 FINLANDIA1:10001:110 IRLANDA1:10001:100 DANIMARCA1:40001:250 OLANDA1: :150 USA1: :111 ITALIA1:500/80001:100

6 Più frequente di quanto pensi! Tre screening nel mondo Fasano, Arch Int Med 2003 Fasano, Arch Int Med : Trevisiol, JPGN 2004 Trevisiol, JPGN : Tommasini, Arch Dis Child 2004 Tommasini, Arch Dis Child :96

7 BUONO COME IL RISO!!

8 Criteri per screening di popolazione (Cochrane) La malattia deve essere diffusa Ci deve essere un trattamento I test di screening devono essere sensibili e specifici Ci devessere la possibilità di riconoscere la malattia nelle fasi latenti o silenti Se non riconosciuta la malattia può causare serie complicazioni (alta morbilità)

9 Terapia Frumento Orzo Farro Segale Eliminazione dalla dieta di…

10 Test di screening Test Sensibilità Specificità IgA antigliadin Abs (AGA) IgG antigliadin Abs (AGA) IgA Antiendomysial Ab (EMA) IgA anti-transglutaminase (TTG) Attenzione!!.... Pazienti celiaci hanno una maggior frequenza di deficit IgA totali!!

11 Negative Negative Siero celiac GFD contr sens spec IgM-IgG-IgA 99/99 3/32 9/ % 92% Goccia celiac GFD contr sens spec Sangue IgA 93/99 0/32 0/114 93% 100% Sensitivity and specificity of simple and rapid commercial assays for the diagnosis of coeliac disease Not et al Clin.Chem, 2005 Not et al Am.J Gastr GFD= Gluten free diet

12 Gastroenterology1999;117:297.

13

14 Mortality Excess in Individuals with Elevated IgA Anti- Transglutaminase Antibodies: The KORA/MONICA Augsburg Cohort Study Eur J Epidemiol 2006 Apr pz in studio retrospettivo 63 TTG IgA+ (1,4%) 15 deceduti (11M e 4 F) tra aumento della mortalità in rapporto TTG IgA+, soprattutto per i ca gatrointestinali Dopo 10 anni

15 Importanza dello screening Studio Dionisos :Cormons (FVG) 2200 adulti seguiti tra Differenze in soggetti EMA+ ed EMA- in termini di: Endoscopie p < Anemia p < Terapia marziale p < Protesi dentaria p < BMI p < 0.02 Fertilità p < 0.02

16 Screening di popolazione per la celiachia Frequente Alta mortalità/morbidità Casi persi senza screening Terapia possibile Test: facile da eseguire e predittivo Diagnosi non attuabile negli asintomatici Bassa compliance nei casi diagnosticati per screening Età di screening Prevenzione Certezze Dubbi

17 Studio case finding in FVG Baby cell pediatri di famiglia assistiti Pazienti reclutati 447 tTG pos/celiaci 15 (1: 29) Anemia 1:13 Familiarità 1: 17 Autoimmuni 1:27 Astenia 1:8 Celiachia prima 1:827 Celiachia dopo 1: :575 Sma-C Medici di Medicina Generale assistiti Pazienti reclutati 1041 tTG pos/celiaci 22 (1:47) Anemia 1:35 Familiarità 1:20 Infertilita / Aborti 1:35 Osteopenia 1:12 Epilessia resistente 1:11 Celiachia prima 1:1506 Celiachia dopo 1: : 775 Berti et al Dig Liv Dis, 2006

18 E la prevenzione? Lintroduzione del glutine a 4 o 6 mesi provoca differenze nel senso di una maggior prevalenza di celiachia sintomatica, ma non per quel che concerne la prevalenza della malattia stessa Prevalence of celiac disease: before and after a national change in feeding reccomendations Scand J Gastroenterol 2006 May

19 Compliance alla dieta : buona comunque Franzil et al Dig Liv Dis 2003

20 IL PRESENTE Frequente :1:100 Quadro clinico Ampio spettro clinico Patogenesi: Autoimmune Diagnosi: Ab, 1 biopsia Intolleranza al glutine Prevenzione: introduzione precoce e case-finding IL PASSATO Rara 1:1000/ 1:10000 Quadro clinico: ben caratterizzato; enteropatia glutine- dipendente Patogenesi: non compresa Diagnosi: lungo iter; 3 biopsie Celiachia Prevenzione: ritardare lintroduzione del glutine.


Scaricare ppt "Celiachia: qual e la verità? A cura di: Stefania Norbedo Specializzanda in Pediatria, Clinica Pediatrica, Trieste."

Presentazioni simili


Annunci Google