La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Cassino Pavia, 15 luglio 2009 Seconda riunione di coordinamento del programma di ricerca PRIN 2008-2010 coordinatrice nazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Cassino Pavia, 15 luglio 2009 Seconda riunione di coordinamento del programma di ricerca PRIN 2008-2010 coordinatrice nazionale."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Cassino Pavia, 15 luglio 2009 Seconda riunione di coordinamento del programma di ricerca PRIN coordinatrice nazionale prof.ssa Beatrice Ligorio - Università degli Studi di Bari Partecipano: Stani Smiraglia & Daria Grimaldi (Uni. Cassino); Susanna Annese, Paola Spadaro, Marta Traetta, Feldia Loperfido, Nadia Sansone, Gianvito DAprile, Stefania Cucchiara (Uni. Bari) Presenta: Giuseppe Ritella (Uni. Bari)

2 Università degli Studi di Cassino Costruire e sperimentare un modello di formazione blended in cui il processo di apprendimento coinvolga i processi identitari, di appartenenza e di costruzione collettiva di artefatti culturali Obiettivo dellUnità locale Bari-Cassino

3 Università degli Studi di Cassino Lobiettivo potrà essere efficacemente raggiunto grazie alla diversità dei corsi blended attivati dalle due sedi componenti lunità. Infatti il modello si fonderà sul confronto tra elementi comuni e differenti BariCassino-Napoli Numero discenti:15-25 studenti studenti Strumenti online:SynergeiaBlog + ebook scriptaweb Materia dinsegnamento: Psicologia dell elearning Psicologia sociale e Psicologia sociale delle comunicazioni di massa Tutorship:Tutor onlineTutor on e offline Principali caratteristiche dei corsi delle due sedi:

4 Università degli Studi di Cassino Fase 4. Raccolta ed analisi dei dati Fasi di ricerca Fase 1. Analisi delle interazioni tra studenti in corsi universitari blended. Fase 2. Progettazione di un modello di formazione blended Fase 3. Sperimentazione del modello di formazione progettato.

5 Università degli Studi di Cassino MetodoStrumentoAnalisi Analisi del contenuto -Atlas-Ti -Accordo intergiudici -Analisi multidimensionale dei dati (Analisi delle componenti principali) - Social network analysis Analisi del discorso clausole metadiscorsiv e Analisi interpretative Social network analysis NetminerSNA Principali metodi e strumenti utilizzati nelle due sedi: Fase 1

6 Università degli Studi di Cassino Cosa abbiamo fatto: Bari Analisi del primo modello formativo Individuazione del legame tra discussioni offline ed online attraverso le clausole metadiscorsive Analisi del tutoraggio distribuito e dei suoi effetti nella permanenza di ruolo (Analisi del contenuto) Analisi delle valutazioni degli studenti rispetto al corso ed alla sua efficacia (questionari, focus, schede di autovalutazione, analisi dei forum) in funzione della progettazione del corso elearning 2010

7 Università degli Studi di Cassino Cosa abbiamo fatto: Bari Analisi dei processi di appartenenza Confronto delle strategie di partecipazione online ed offline (Analisi del contenuto e SNA) Analisi delle dinamiche di leadership attraverso lanalisi di clausole metadiscorsive Analisi dei processi identitari Individuazione dei posizionamenti identitari online e offline (Analisi del contenuto e SNA)

8 Università degli Studi di Cassino Cosa abbiamo fatto: Cassino Analisi del primo modello formativo Analisi longitudinale comparata dei precedenti corsi blended per lindividuazione di buone prassi (mediante Analisi Componenti Principali) Definizione ed implementazione degli strumenti di valutazione aperta Analisi della web usability degli strumenti online - blog ed e-book - attraverso questionari strutturati Analisi delle valutazioni degli studenti rispetto al corso ed alla sua efficacia in funzione della progettazione del corso 2010 Analisi dei processi di appartenenza Studio delle modalità di partecipazione online ed offline attraverso lutilizzo di questionari strutturati Individuazione degli stili di partecipazione online mediante indagine qualitativa sui commenti dei discenti nel blog didattico (ATLAS.ti)

9 Università degli Studi di Cassino Cosa faremo 1. Stili di partecipazione e apprendimento 2. Competenze trasversali 3. Ruolo del tutoring 4. Efficacia del Blended 5. Valutazione del processo 6. Sistema di analisi

10 Università degli Studi di Cassino Obiettivi: favorire la partecipazione spontanea degli studenti; favorire strategie peculiari delle comunità di pratica (cooperazione, costruzione, orientamento ai pari, analisi critica); incrementare la trasparenza delle modalità di valutazione; favorire lautovalutazione degli studenti circa partecipazione e apprendimento 1. Stili di partecipazione e apprendimento

11 Università degli Studi di Cassino 1. Stili di partecipazione e apprendimento Modalità esplicitare gli obiettivi dei corsi e i metodi di valutazione; chiarire le modalità possibili di partecipazione (modellamento dei ruoli, netiquette, attività, proattività, compiti, ecc.); utilizzare le-portfolio come strumento di valutazione e autovalutazione della partecipazione e dellapprendimento; ristrutturare e semplificare gli strumenti di rilevazione dellefficacia dei corsi (schede di autovalutazione, questionari finali, ecc.); analizzare i prodotti e le iniziative degli studenti (dimensioni da valutare e i relativi indicatori)

12 Università degli Studi di Cassino Obiettivi Sostenere nellambito dellapprendimento lo sviluppo di competenze trasversali; Favorire la consapevolezza delle possibili competenze trasversali maturate; 2. Competenze trasversali

13 Università degli Studi di Cassino Modalità formare gli studenti sul concetto di competenze trasversali (seminari, materiale didattico, ecc.); utilizzare le-portfolio come strumento di riflessione sulle competenze apprese; focalizzare gli strumenti di rilevazione dellefficacia dei corsi (schede di autovalutazione, questionari finali, iniziative degli studenti, focus group, ecc.) anche sulle competenze trasversali; 2. Competenze trasversali

14 Università degli Studi di Cassino Obiettivo misurare limpatto della tutorship sulla comunità di apprendimento Modalità attraverso lanalisi incrociata dello stile di tutoraggio (analisi del contenuto) con: la rete di interazioni sociali dellintera comunità (SNA) il processo di costruzione di conoscenza (attraverso i prodotti del gruppo) 3. Ruolo del tutoring

15 Università degli Studi di Cassino Obiettivo garantire leffettivo intreccio delle attività online e offline Modalità riprogettazione dei corsi che preveda linnesto di ulteriori attività blended (ruoli, discussioni, elaborazione di prodotti) Le analisi condotte (attraverso le clausole riformulative) hanno rilevato che una progettazione mirata favorisce la connessione tra attività online/offline e la riflessione metacognitiva da parte degli studenti. 4. Efficacia del Blended

16 Università degli Studi di Cassino Obiettivo individuare criteri di valutazione del modello di formazione blended proposto al fine di giustificarne lutilizzo Metodi questionario di valutazione degli studenti osservazione dellefficacia ed efficienza del processo 5. Valutazione del processo

17 Università degli Studi di Cassino Mettere a punto un sistema di analisi: efficiente per diversi contesti BL adatto a rilevare le dinamiche psicosociali e psicoeducative in modelli formativi blended 6. Sistema di analisi

18 Università degli Studi di Cassino Abbiamo fatto tanto e tanto ancora faremo… (Ligorio, 2009) Conclusioni


Scaricare ppt "Università degli Studi di Cassino Pavia, 15 luglio 2009 Seconda riunione di coordinamento del programma di ricerca PRIN 2008-2010 coordinatrice nazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google