La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE ARMI DI GHEDDAFI Cosa fanno gli italiani in Libia Ovada, 6 maggio 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE ARMI DI GHEDDAFI Cosa fanno gli italiani in Libia Ovada, 6 maggio 2011."— Transcript della presentazione:

1 LE ARMI DI GHEDDAFI Cosa fanno gli italiani in Libia Ovada, 6 maggio 2011

2 Gheddafi arriva a Roma in visita ufficiale (10 giugno 2009)

3 Cosa ha detto Napolitano (10 giugno 2009) «PAROLE RESPONSABILI» - Anche Napolitano ha sottolineato che la visita di Gheddafi può «contribuire a dare il via a una nuova fase di relazioni fra i due Paesi»: «Sulle questioni africane ho ascoltato da Gheddafi parole di grande moderazione e responsabilità - ha detto -. Occorre uno sforzo congiunto Italia-Libia in particolare per la Somalia. L'obiettivo di rendere il Mediterraneo un'area di pace, stabilità e benessere è altrettanto condiviso» ha concluso, facendo esplicito riferimento alla necessità di «riconoscere le ragioni palestinesi e israeliane secondo la formula di due popoli, due Stati».

4 Si celebra il 1° anniversario del Trattato di amicizia, partenariato e cooperazione tra la Repubblica Italiana e la Grande Giamahiria araba libica popolare socialista (firmato a Bengasi il 30 agosto 2008)

5 Due punti qualificanti: 1. Italia e Libia «promuoveranno la realizzazione di un sistema di controllo delle frontiere terrestri libiche, da affidare a società italiane in possesso delle competenze tecnologiche necessarie. L'Italia si è impegnata a sostenere il 50% dei costi di realizzazione di tale sistema, mentre per il restante 50% Italia e Libia chiederanno all'Unione europea di farsene carico»

6 Nel luglio 2008, Selex Sistemi Integrati (Finmeccanica) firma un contratto da 300M di per un sistema di protezione e sicurezza da installare nel Sud libico

7 2. Il Trattato avviava anche la collaborazione nel settore della difesa, «prevedendo la finalizzazione di specifici accordi relativi allo scambio di missioni tecniche e di informazioni militari, nonché lo svolgimento di manovre congiunte. Le Parti si impegnano, altresì, ad agevolare la realizzazione di un forte e ampio partenariato industriale nel settore della difesa e delle industrie militari»

8 Primo risultato: la crescita dell'export militare italiano verso la Libia

9 Le manovre congiunte si effettuano con le sei motovedette italiane (classe Bigliani) contro l'immigrazione

10 Gli acquisti libici: 10 Agusta AW109 Power (tra 2006 e 2007). Valore: 75M di

11 Ammodernamento dei CH47: 54M di

12 2008: un ATR42 Maritime Patrol. Valore: 29,8M di

13 2009: due (più altri 3) AW 139 per la Sicurezza Generale. In totale: 62,3M di

14 2009: 3M di di ricambi per Alenia Aermacchi F260W

15 Agosto 2010: AgustaWestland (25%), Finmeccanica (25%) e LIATEC Libyan Company for Aviation Industry (50%) inaugurano l'impianto di Abou Aisha Amedeo Caporaletti Pierfrancesco Guarguaglini

16 Cosa doveva fare ad Abou Aisha LIATEC, joint nata nel genn. 2006? Assemblaggio finale per elicotteri Assistenza (ripristino, riparazione, revisione) per AW119Ke, AW109 e AW139 Addestramento (anche a Tajura) in missione per elicottero e aeroplano (iniziale e avanzato), addestramento di transizione, addestramento di manutenzione Cooperazione in R&S con aziende e università locali

17 Contratti e affari si prospettano per ENI, Fincantieri, Intermarine, ma i maggiori sono destinati a Finmeccanica Il fondo sovrano libico LIA Libyan Investment Authority diviene il secondo azionista di Finmeccanica (2,01%, preceduto solo dal Ministero dell'Economia): gennaio 2011 BCL Banca Centrale Libica entra in Unicredit (ottobre 2008) e raggiunge il 4,988%. Poi rastrella sul mercato, superando il 7%: è il primo azionista di una banca che è tra le prime 15 del mondo LIA possiede l'1% di ENI, e ha investito 500M di $ nelle aziende italiane in difficoltà tramite Mediobanca LAFICO è azionista di FIAT e possiede il 7,5% di Juventus F.C.

18 Il tesoro libico è di Gheddafi o dei ribelli? Si calcola che i capitali libici investiti in Occidente siano tra 60 e 80 miliardi di $ Con la risoluzione del l'ONU ha congelato soltanto i fondi attribuibili direttamente a Gheddafi e alla sua famiglia L'industria italiana vanta un credito con la Libia i 160M di $ Il vicepresidente di Unicredit è ancora al suo posto

19 Il bazar militare di Gheddafi La Libia è stata uno dei maggiori acquirenti di armi sovietiche Gran parte dell'arsenale libico è obsolet 200 carri armati sovietici T-72 sono stati modernizzati nel 2010 l'artiglieria è di fabbricazione occidentale, sovietica, ceca i sistemi missilistici franco-tedeschi, sovietici, italiani

20 La difesa aerea: un patchwork poco efficiente 22 MiG-17, 68 MiG-25, 90 Su-22, 8 Mirage III: in parte fuori servizio I sistemi anti-aerei risalgono agli anni '60 e '70, e non sono stati aggiornati Wikileaks ha riportato di colloqui Libia-USA per l'acquisto di elicotteri, sistemi terra-aria, blindati (dic. 2009) La Gran Bretagna – dopo il rilascio dell'attentatore di Lockerbie – ha venduto armi e addestramento (forze speciali)

21 8 km a SE di Ras Lanuf, 6 marzo 2011

22 Il Sukhoi SU-24MK Fencer, un jet per bombardamento a bassa quota dell'era sovietica: l'aeronautica di Gheddafi ne aveva 6 in servizio

23 Dopo la fine dell'embargo (2004) totale ITALIA Francia UK Germania Malta Belgio Portogallo Spagna

24 Cosa succede a Malta? Ammu and fuses Tear gas, chem weapons, radio- active Electronic equip Military planes Small guns TOTALE Italia Francia UK Germania Malta Belgio


Scaricare ppt "LE ARMI DI GHEDDAFI Cosa fanno gli italiani in Libia Ovada, 6 maggio 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google