La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEZIONE 5 DELLA SCUOLA DEL SABATO GESÙ E I SUOI DISCEPOLI PER IL SABATO 2 AGOSTO 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEZIONE 5 DELLA SCUOLA DEL SABATO GESÙ E I SUOI DISCEPOLI PER IL SABATO 2 AGOSTO 2008."— Transcript della presentazione:

1 LEZIONE 5 DELLA SCUOLA DEL SABATO GESÙ E I SUOI DISCEPOLI PER IL SABATO 2 AGOSTO 2008

2 Matteo, 10: 7 Matteo, 3: 2 Marco, 1: 15

3 Ora, proprio prima della venuta di Cristo nelle nuvole dei cieli, si deve realizzare un'opera simile a quella di Giovanni il Battista. Il Signore chiama uomini che preparino un popolo fedele per il Gran Giorno del Signore. Il messaggio che precedette il ministero pubblico di Cristo fu: "Ravvedetevi, pubblicani e peccatori; Ravvedetevi, farisei e sadducei; ravvedetevi, perche il regno dei cieli è vicino" (matteo 3:2). come popolo che crede nell'imminente manifestazione di Cristo, abbiamo un messaggio da dare: "Preparatevi per l'incontro con il vostro Dio". Ellen White (Alza tus ojos, 21 ottobre)

4 Non provvedetevi d'oro, né d'argento, né di rame, né di sacca da viaggio, né di due tuniche, né di calzari, né di bastone, perché l'operaio è degno del suo nutrimento. Informatevi se vi sia là qualcuno degno di ospitarvi, e abitate da lui Se quella casa ne è degna, venga la vostra pace su di essa Se qualcuno non vi riceve, scotete la polvere dai vostri piedi siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe Quello che io vi dico nelle tenebre, ditelo nella luce; e quello che udite dettovi all'orecchio, predicatelo sui tetti Quale applicazione pratica possono trovare oggi le parole di Gesù di Matteo 10?

5 Perché Gesù vietò di predicare, inizialmente, a samaritani e gentili? La verità era per i giudei. Loro erano ancora un popolo eletto. Israele era un popolo disperso fra tutti i popoli. Se avessero accettato il Vangelo, si sarebbe esteso velocemente a tutti i popoli della terra. La verità era per i giudei. Loro erano ancora un popolo eletto. Israele era un popolo disperso fra tutti i popoli. Se avessero accettato il Vangelo, si sarebbe esteso velocemente a tutti i popoli della terra.

6 Perché Gesù permise in seguito la predicazione ai samaritani? Erano i più vicini alla verità. Le loro menti erano più predisposte al messaggio di coloro che non conoscevano Dio.

7 Perché ordinó infine di predicare a tutto il mondo, gentili compresi? Perché il Vangelo non può restringersi ad una cultura o ad un popolo. È universale. La Buona Novella deve arrivare ad ogni angolo del nostro pianeta.

8 Quando predichiamo il Vangelo a culture diverse dalla nostra, dobbiamo essere attenti a non offendere chi ci ascolta, ed allo stesso tempo, trasmettere Gesù come nostro Salvatore personale.

9 Avevo timore di venire in questo paese, avevo sentito dire che le nazioni europee sono singolari e devono essere raggiunte in una determinata maniera. Però Dio ha promesso la sua saggezza a coloro che la chiedono... Guardate Gesù, fratelli, imitate il suo modo di essere e il suo spirito e non incontrerete problemi per raggiungere le persone... Se il fratello italiano, il fratello francese ed il fratello tedesco cercano di essere simili a Cristo appoggeranno i loro piedi sul fondamento della verità; lo spirito che dimora in uno, dimorerà nell'altro: Cristo in loro, la speranza di gloria. E.G.W. (Manoscritto 135, 24 settembre 1885, sermone predicato in Basilea, Svizzera)

10 GuariteGuarite gli ammalati, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni; gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. date. (Matteo 10: 8)

11 Gesù avvertì dei problemi che avrebbero incontrato (Matteo 10:16-39), però assicurò: io vi dico in verità che non perderà affatto il suo premio (Mattto 10: 42) Non preoccupatevi di come parlerete o di quello che dovrete dire; perché in quel momento stesso vi sarà dato ciò che dovrete dire. Poiché non siete voi che parlate, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. Lafflizione produce pazienza, la pazienza esperienza e lesperienza speranza. Chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato.

12

13


Scaricare ppt "LEZIONE 5 DELLA SCUOLA DEL SABATO GESÙ E I SUOI DISCEPOLI PER IL SABATO 2 AGOSTO 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google