La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura di Renato Brunetta TACI CHE LO SPREAD TI ASCOLTA, O FORSE NO Michael Spence e Wolfgang Munchau 9 luglio 2012 i dossier www.freefoundation.com 103.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura di Renato Brunetta TACI CHE LO SPREAD TI ASCOLTA, O FORSE NO Michael Spence e Wolfgang Munchau 9 luglio 2012 i dossier www.freefoundation.com 103."— Transcript della presentazione:

1 a cura di Renato Brunetta TACI CHE LO SPREAD TI ASCOLTA, O FORSE NO Michael Spence e Wolfgang Munchau 9 luglio 2012 i dossier 103

2 2 «In effetti è piuttosto strano questo brusco cambio di opinione dei mercati, prima entusiasti dei risultati di Bruxelles e poi disillusi fino a questo punto. Secondo me c' è stato alla base un grossolano e macroscopico errore di comunicazione da parte dei leader europei». Michael Spence, economista della New York University, ha vinto il Nobel nel 2001 per i suoi studi sulle informazioni "asimettriche" che arrivano sui mercati: quello che è successo in settimana è per lui un caso da laboratorio. Allora, professore: chi ha sbagliato a comunicare cosa? «Diciamo che hanno sbagliato tutti nel dare un' immagine calcistica di quello che è successo a Bruxelles, complice la coincidenza con i campionati veri. Non era un match. 2 Un errore di comunicazione dei leader dietro il cambio di rotta dei mercati, Michael Spence Eugenio Occorsio, Repubblica, 8 luglio 2012

3 3 Se mi è permesso, il primo a sbagliare è stato il vostro premier quando, consapevole o no, ha dato l' impressione di dire: abbiamo vinto noi. Ma vinto cosa? Vinto la possibilità di avere interventi sui bond italiani da parte del fondo salva Stati senza i controlli della Troika? Oppure con la Troika lasciata fuori dai confini nazionali? Lasci stare che poi Monti abbia detto: però l' Italia non ne ha bisogno. Resta che la lettura più immediata è stata: allora vengono dati soldi facili all' Italia. D' accordo che Roma non vuole farsi imporre le riforme da Bruxelles, ma chi presterebbe soldi a qualcuno senza poterlo controllare? 3 Un errore di comunicazione dei leader dietro il cambio di rotta dei mercati, Michael Spence Eugenio Occorsio, Repubblica, 8 luglio 2012

4 4 E qui ha sbagliato la Merkel nel non aver voluto chiarire i termini dell' accordo, e nell' aver fatto un pasticcio quando si è vista attaccata da una parte della sua maggioranza al Bundestag. Come se non bastasse, i finlandesi hanno fatto la loro parte nell' intorbidare il quadro. E si è tornati al punto di partenza ». Già, andavano precisati i termini dell' accordo, ma quali sono? «La verità è che tutto è ancora lasciato nel vago. Non solo, ma con delle trappole che sembrano fatte apposta per attirare gli speculatori. Per esempio, l'Efsf non può per statuto comprare i bond se non all' unanimità, a maggioranza potrà farlo l' Esm che non si sa neanche se avrà la licenza bancaria e in ogni caso, visti i tempi a cui ci ha abituato l' Eurogruppo, non è affatto sicuro quando nascerà. 4 Un errore di comunicazione dei leader dietro il cambio di rotta dei mercati, Michael Spence Eugenio Occorsio, Repubblica, 8 luglio 2012

5 5 E poi l' intervento diretto sulle banche spagnole: la Merkel si è ricordata a metà settimana di dire che non lo permetterà finché la Bce non avrà la vigilanza. Ancora: quali sono i tempi? Speriamo che qualcosa si chiarisca domani, ma con queste premesse la vedo durissima ». 5 Un errore di comunicazione dei leader dietro il cambio di rotta dei mercati, Michael Spence Eugenio Occorsio, Repubblica, 8 luglio 2012

6 6 Mi sono sempre chiesto chi compri titoli rischiosi dopo una di queste storiche dichiarazioni del Consiglio europeo. A volte il rally dura per ore. Altre volte dura per giorni. L'ultimo si è concluso dopo meno di una settimana; spread italiani e spagnoli sono ora al di sopra dei livelli pre-vertice. Il pensiero condiviso tra gli osservatori era stato che l'UE aveva compiuto un passo importante nella giusta direzione, concordando un percorso verso ununione bancaria, ma che non aveva fatto abbastanza per la risoluzione della crisi. Non sono d'accordo con tale affermazione. Penso che sia stato un passo molto grande - nella direzione sbagliata. Il vertice ha prodotto una concreta decisione di risoluzione della crisi subordinata ad una decisione futura, che sarà ancora più difficile da raggiungere, e quindi con più probabilità di fallire. 6 Perché non risolveremo la crisi delleurozona per i prossimi 20 anni Wolfgang Munchau, Financial Times, 9 luglio 2012

7 7 Si è convenuto che non vi sarà alcuna comune ricapitalizzazione delle banche fino a quando non sarà istituita una piena unione bancaria. E la Bundesbank ci ha ricordato che questultima non è realizzabile senza una unione politica. La conseguenza logica è che non risolveremo la crisi per i prossimi 20 anni. Quello che sappiamo ora è che la Germania non accetterà di mutualizzare lassicurazione sui depositi. Non può neanche accettare di dare allEsm una licenza bancaria in modo che possa sfruttare se stesso. Se la Germania non può fare il minimo necessario ora, perché qualcuno dovrebbe pensare che può essere d'accordo su ununione politica? Questo è meno credibile della promessa di un alcolista di smettere di bere in cinque anni. 7 Perché non risolveremo la crisi delleurozona per i prossimi 20 anni Wolfgang Munchau, Financial Times, 9 luglio 2012

8 8 La politica del salvataggio dell'euro ha superato una soglia importante in Germania. Una risicata maggioranza è ancora a favore dell'euro, ma la gran parte è contro ulteriori salvataggi. Un gruppo di 160 economisti, guidati da Hans-Werner Sinn, Presidente dell'istituto economico Ifo, la scorsa settimana hanno pubblicato un manifesto contro lunione bancaria. Era pieno di rumore e di furore, ma l'importanza di questo documento è che riflette un punto di vista condiviso. Stava rivelando la risposta di Angela Merkel. La cancelliera ha detto loro che non c'è nulla di cui preoccuparsi. Che l'unione bancaria riguardava un controllo congiunto. 8 Perché non risolveremo la crisi delleurozona per i prossimi 20 anni Wolfgang Munchau, Financial Times, 9 luglio 2012

9 9 Non ci sarà alcuna assicurazione sui depositi comune. Lei ha una visione molto diversa di unione bancaria rispetto alla Banca centrale europea. Al massimo, mi aspetto che questa nuova unione bancaria copra le 25 banche più importanti, e lasci quei cajas e Landesbanken sotto il controllo nazionale. Questo è come un alcolizzato che promette di bere dora in avanti solo i migliori cognac. L'unione bancaria richiesta è quella che la Germania non accetterà: regolazione centrale e di vigilanza, un fondo di ristrutturazione comune e una comune assicurazione sui depositi. Ci vorrebbero anni per crearla. 9 Perché non risolveremo la crisi delleurozona per i prossimi 20 anni Wolfgang Munchau, Financial Times, 9 luglio 2012

10 10 Se fatto correttamente, sarebbe necessario un cambiamento delle costituzioni nazionali e dei trattati europei, se non altro per ridefinire il ruolo della BCE. È pura follia rendere la risoluzione della crisi subordinata al successo di quello che sarebbe il più grande esercizio di integrazione europea nella storia. Con i tassi di interesse dei titoli di Stato a 10 anni oltre 6 %, né l'Italia né la Spagna possomo sostenere la loro appartenenza alla zona euro. Questo è ciò che Mario Monti e Mariano Rajoy avrebbero dovuto chiarire ad Angela Merkel al vertice. Avrebbero dovuto dire che i loro governi farebbero i preparativi per un ritiro dalla zona euro se non ci fosse alcun cambiamento nella politica. 10 Perché non risolveremo la crisi delleurozona per i prossimi 20 anni Wolfgang Munchau, Financial Times, 9 luglio 2012

11 11 Una soluzione impone sia eurobond - o qualche altra forma di mutualizzazione del debito - nel settore pubblico e privato, che lacquisto di titoli da parte della BCE. La Germania non accetta il primo. La BCE non accetta il secondo. Se qualcosa non è né sostenibile, né auto-correttiva, rimangono solo due linee di azione. La prima è quella di attendere pazientemente fino a quando la situazione collassa. Questa è la strategia perseguita dal Consiglio europeo - e dagli alcolisti. L'alternativa è quella di iniziare a fare i preparativi - e fare attenzione a non innescare una rottura nel processo. 11 Perché non risolveremo la crisi delleurozona per i prossimi 20 anni Wolfgang Munchau, Financial Times, 9 luglio 2012

12 12 È difficile immaginare unuscita senza violare centinaia di leggi nazionali ed europee. Questo è il motivo per il quale nessuno lo sta facendo. Da un lato si dovrebbe utilizzare una maggiore forza difensiva. Dallaltro non è possibile prepararsi a un evento del genere. Ci sono voluti dieci anni per creare l'euro. Ci vorrà più di un lungo weekend per disfarlo. Un crollo costituirebbe il più grande shock economico della nostra epoca. Ma fra un elenco di scelte di rottura cattive, alcune sono meglio di altre. Già a novembre, ho scritto che il Consiglio europeo aveva dieci giorni per salvare l'euro. Se allora avessero gettato le basi per ununione bancaria e fiscale, sarebbero ora in grado di concordare una strategia efficace di risoluzione delle crisi - composta da ricapitalizzazione delle banche e acquisti di titoli. 12 Perché non risolveremo la crisi delleurozona per i prossimi 20 anni Wolfgang Munchau, Financial Times, 9 luglio 2012

13 13 Non lo hanno fatto allora. E non sono in grado di risolvere la crisi ora. Il messaggio che ho portato via dal vertice è che la zona euro non risolverà la crisi. In questo senso, si trattava effettivamente di un incontro storico. 13 Perché non risolveremo la crisi delleurozona per i prossimi 20 anni Wolfgang Munchau, Financial Times, 9 luglio 2012


Scaricare ppt "A cura di Renato Brunetta TACI CHE LO SPREAD TI ASCOLTA, O FORSE NO Michael Spence e Wolfgang Munchau 9 luglio 2012 i dossier www.freefoundation.com 103."

Presentazioni simili


Annunci Google