La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Andrea Saltarello [IDevGuro] Corrado Cavalli [DevGuro(Of T)]

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Andrea Saltarello [IDevGuro] Corrado Cavalli [DevGuro(Of T)]"— Transcript della presentazione:

1 Andrea Saltarello [IDevGuro] Corrado Cavalli [DevGuro(Of T)]
Da VB a VB.NET Andrea Saltarello [IDevGuro] Corrado Cavalli [DevGuro(Of T)]

2 Sponsor

3 Golden migration rule... .Non migrare! VB.NET è un nuovo linguaggio
Il wizard fa del suo meglio ma non fa i miracoli

4 Scelta di un Project Template
Windows Application Class Library Windows Control Library ASP .NET Web Application / Service / Control Library Console Application Windows Service Smart Device App Office App (VSTO)

5 Overview del .NET Framework
Visual Basic C++ C# J# Visual Studio .NET Common Language Specification .NET Framework

6 Struttura di un Progetto
Solution Files (.sln, .suo) Project Files (.vbproj) Local Project Items Classi, Form, Moduli, ecc. (.vb) Web Project Items XML Web services (.asmx) Web Form (.aspx) Global application classes (.asax)

7 Il linguaggio Visual Basic .NET
Parte #1 Il linguaggio Visual Basic .NET

8 Definire classi In VB6, una classe: In VB.NET, una classe:
è un file .cls Ha come nome il nome del file (es: Customer.cls) In VB.NET, una classe: È un blocco di codice Class…End Class In un unico file ci possono essere più classi

9 VB.NET=OOP! <Scope> Class Car … End Class File Class1.vb
Public Class Car Public Sub Start() End Sub End Class VB 2005 Dim T As New Car() T.Start() T.Stop() VB 2005 File Class2.vb Public Partial Class Car Public Sub Stop() End Sub End Class VB 2005

10 Uso dei Costruttori Sub New rimpiazza Class_Initialize Viene eseguita quando l’oggetto è istanziato Public Sub New( ) intValue = 1 End Sub Possiamo specificare più costruttori per la stessa classe (Overload) Public Sub New(ByVal i As Integer) intValue = i End Sub

11 Distruzione degli oggetti
Sub Finalize rimpiazza l’evento Class_Terminate La usiamo per liberare le risorse usate dall’oggetto Viene eseguita quando il GC distrugge l’oggetto Usiamo x = Nothing per permettere la Garbage Collection Attenzione: la distruzione potrebbe non avvenire immediatamente! Protected Overrides Sub Finalize( ) ‘Rilascio delle risorse End Sub

12 Dichiarazione di Funzioni
Stessa Sintassi di Visual Basic 6.0 Una classe può contenere metodi con stesso nome e signature differente una alternativa ai parametri Optional più robusti: errori a compile time Non deve esistere ambiguità I metodi non possono differire solo per il tipo di ritorno o argomenti opzionali Public Function ToInt(ByVal o as Object) As Integer End Sub Public Function ToInt(ByVal s as String) As Integer

13 Dichiarazione di Proprietà
Sintassi differente da quella di Visual Basic 6.0 Public Property MyData( ) As Integer Get Return intMyData 'Restituisce una variabile locale End Get Set (ByVal Value As Integer) intMyData = Value ‘Memorizza il valore in una variabile End Set End Property Keyword ReadOnly e WriteOnly Public ReadOnly Property MyProperty( ) As Integer Get Return _MyProperty End Get End Property

14 VB.NET=Ereditarietà Classi con funzionalità e interfacce molto simili ad un altra Modifica della classe (errori,interfaccia non congrua) Copia e Incolla Il codice potrebbe non essere disponibile Eredità per delega (favour object composition over inheritance – cit.) Parecchio codice per il wrapping della classe interna SuperCar Start 4 Start Faster Car

15 Ereditarietà Creare una classe che eredita da un altra
Eredita Interfaccia e Implementazione Inherits Non è necessario Source Code Stesso linguaggio (C# <-> VB.NET) Public Class SuperCar Inherits Car End Class Dim sc as New SuperCar sc.Start() Sc.Faster() 4 Public Class SuperCar Inherits Car Public Sub Turbo End Sub End Class Dim sc as New SuperCar sc.Start() ‘Car sc.Faster() ‘Car sc.Turbo() ‘SuperCar

16 Ereditarietà Concetti Una classe può ereditare da una sola classe base
La classe da cui si eredita è definita classe Base Posso ereditare da qualsiasi classe .NET (che lo permette) Tutte le classi in .NET ereditano da System.Object Si definisce una relazione “Is a” (é un) In .NET tutto è Object Public Class SuperCar Inherits Car Public Sub Turbo End Sub End Class Dim c as Car= New SuperCar c.Start() c.Turbo() ‘Errore 4 Una classe può ereditare da una sola classe base Single Inheritance

17 Override La classe che eredita può modificare il comportamento della classe base Ridefinendone i metodi/proprieta/eventi La classe base deve permetterne la redifinizione Overridable Public Class Car Public Overridable Sub Faster Console.WriteLine(“base”) End Sub End Class Public Class SuperCar Inherits Car Public Overrides Sub Faster Console.WriteLine(“Inherited”) End Sub End Class 4 Dim c as New SuperCar c.Faster() ‘Inherited

18 Override Un metodo dichiarato Overrides: MyBase
E’ automaticamente Overridable Si può usare NotOverridable per modificarne il comportamento Public Class SuperCar: Inherits Car Public NotOverridable Overrides Sub Faster Console.WriteLine(“Inherited”) End Sub End Class MyBase Rappresenta la classe da cui si sta ereditando 4 Public Class SuperCar: Inherits Car Public Overrides ReadOnly Property Model as String Return MyBase.Model + “ Super” End Sub End Class

19 Override I costruttori non vengono ereditati
No problem se non avete dei costruttori parametrici (usa default) Dovete invocarli esplicitamente (prima istruzione) Public Class Car Public Sub New (cilindrata as Integer) End Sub End Class Public Class SuperCar: Inherits Car Public Sub New (cilindrata as Integer) MyBase.New(cilindrata) ‘Inizializzo la classe base End Sub End Class 4

20 Override, classe base e Me
Quando associate un istanza di una classe ereditata ad una variabile di tipo base, la classe base “vede” l’implementazione dei metodi della classe ereditata Public Class Car Public Overridable Sub Faster Console.WriteLine(“base”) End Sub End Class Public Class SuperCar: Inherits Car Public Overrides Sub Faster Console.WriteLine(“Inherited”) End Sub End Class Dim c as Car= New SuperCar c.Faster()’ Inherited 4 Public Class Car Private Sub IncreaseSpeed Me.Faster() End Sub End Class Me non indica il contesto corrente

21 MyClass MyClass permette di specificare che il contesto di esecuzione sia quello della classe base e non quello di eventuali overrides in classi ereditanti da essa Public Class Car Private Sub IncreaseSpeed MyClass.Faster() End Sub End Class Viene eseguito il metodo Faster della classe Car Non disponibile in C# 4

22 Shadows Overrides funziona se il metodo della classe base è virtual
Potrebbe non esserlo (I metodi Overridable sono più ‘lenti’) Potremmo non poterlo modificare Shadows Permette di ridefinire metodi già presenti nella classe base Sono a tutti gli effetti delle nuove implementazioni Sono ignorate dalla classe base (no ereditarietà) Va usato per ridefinire membri Shared Public Class SuperCar: Inherits Car Public Shadows Sub Faster Console.WriteLine(“Inherited”) End Sub End Class 4 Dim c as Car= New SuperCar c.Faster()’ base In alcuni casi potremmo non volere che qualcuno erediti la nostra classe

23 NotInheritable e MustInherit
Indica che la classe non è ereditabile (sealed class) Public Class SuperCar Inherits Car ‘Errore End Class Public NotInheritable Class Car End Class MustInherit Non può essere istanziata (abstract class) Può essere usata solo ereditando da essa Spesso contiene dei metodi definiti MustOverride Permette di definire delle classi che hanno funzionalità parziale 4 Public MustInherit Class Car Public MustOverride Sub Faster End Sub End Class

24 Classe Astratta: CollectionBase
System.Collection.CollectionBase Permette di creare collezioni tipizzate Public Class Cars : Inherits CollectionBase Public Sub Add(ByVal item As Car) MyBase.InnerList.Add(item) End Sub Default Property Item(ByVal index As Integer) As Car Get Return DirectCast(MyBase.InnerList(index), Car) End Get Set(ByVal Value As Car) MyBase.InnerList(index) = Value End Set End Property End Class 4 Dim l as New Cars() l.Add(new Car) ‘ok l.Add (New Truck) ‘Errore

25 Override di eventi La classe base deve essere strutturata in maniera opportuna Public Class Car Public Event LowOil() Public Overridable Sub Faster If (Me.OilLevel<5) Then Me.OnLowOil() End Sub Protected Overridable Sub OnLowOil() RaiseEvent LowOil() End Class Public Class SuperCar: Inherits Car Protected Overrides Sub OnLowOil() Me.Signal(“Low oil”) MyBase.OnLowOil() End Sub End Class 4

26 VB Generics Permettono di definire dei tipi “generici” che verrano “completati” a compile time Public Class Car(Of T) Private _Navigator As T Public ReadOnly Property Navigator As T Get Return _Navigator End Get End Class Public Class Car Private _Navigator As T Public ReadOnly Property Navigator As T Get Return _Navigator End Get End Class Placeholder Public Class TomTom Public Sub RouteTo():End Sub End Class Public Class Garmin Public Sub NavigateTo():End Sub 4 Dim Car1 As New Car(Of TomTom) Dim Car2 As New Car(Of Garmin) Car1.Navigator.

27 VB 2005 – Generics Collections
Public Class List(Of T) Private elements() As T Private count As Integer Public Sub Add(ByVal element As T) If count = elements.Length Then Resize(count * 2) elements(count) = element : count += 1 End Sub Public Default Property Item(ByVal Index _ As Integer) As T Get Return elements(index) End Get Set (value as T) elements(index) = value End Set End Property End Class Public Class List Private elements() As Object Private count As Integer Public Sub Add(ByVal element As Object) If count = elements.Length Then Resize(count * 2) elements(count) = element : count += 1 End Sub Public Default Property Item(ByVal Index _ As Integer) As Object Get Return elements(index) End Get Set (value as object) elements(index) = value End Set End Property End Class Dim intList As New List() intList.Add(1) ‘ Boxing! intList.Add(2) ‘ Boxing! intList.Add(“Pippo") ‘ No error…  i = CInt(intList(0)) ‘ Richiesto cast Dim intList As New List(Of Int32) intList.Add(1) ‘ No Boxing! intList.Add(2) ‘ No Boxing! intList.Add(“Pippo") ‘ Error…  i = intList(0) ‘ Non serve castare

28 Generics Collections Collection Classes Collection Interfaces
List (of T) Dictionary (Of K,V) SortedDictionary (Of K,V) Stack(Of T) Queue(Of T) Collection Classes Public Class TypedCollection(Of T) _ Inherits System.Collections.ObjectModel.Collection(Of T) ... End Class Dim Coll as New TypedCollection(Of DataTable) Coll.Add(new DataTable()) Dim coll As New List(Of DataTable) List (of T) IDictionary (Of K,V) ICollection (Of T) IEnumerable (Of T) IEnumerator (Of T) IComparable(Of T) IComparer(Of T) Collection Interfaces Collection Base Classes Collection (Of T) KeyedCollection (Of T) ReadOnlyCollection(Of T)

29 VB 2005 – Generics Methods Public Function MyIIF (Of T)(cond As Boolean, _ trueP As T, falseP As T) As T If (cond) Then Return trueP Else Return falseP End If End Sub Dim X As Int32 = 3 Dim Y As Int32 = 4 Dim Z As Int32 = IIf(X>Y,X,Y) ‘Error Dim Z As Int32 = MyIIF(Of Int32)(X>Y,X,Y) ‘No cast! Dim Z As Int32 = MyIIF(X>Y,X,Y) ‘ Type inferencing

30 VB 2005 – Generics Constraints
Public Class Car(Of T As New) Private _Navigator As New T Public ReadOnly Property Navigator As T Get Return _Navigator End Get End Class Public Class Car(Of T) Private _Navigator As T Public ReadOnly Property Navigator As T Get Return _Navigator End Get End Class Public Class Car(Of T) Private _Navigator As New T Public ReadOnly Property Navigator As T Get Return _Navigator End Get End Class Dim Car1 As New Car(Of TomTom) Car1.Navigator.RouteTo()’ Error Public Class Car _ (Of T As {New,BaseClass,I1,I2,Class,Structure}) Private _Navigator As New T Public ReadOnly Property Navigator As T Get Return _Navigator End Get End Class

31 VB.NET: Approfondimenti
“Da VB a VB.NET”, Andrea Saltarello, workshop 14/11/2001 “Language Revolution”, Corrado Cavalli e Raffaele Rialdi, “Whidbey workshop” An Introduction to Visual Basic 2005, Jay Roxe e Sean Draine, “Whidbey (Reloaded) workshop”

32 Classi Attributo Le classi attributo:
dal punto di vista dell’utilizzatore, sono espressioni utili per decorare porzioni di codice Dal punto di vista del realizzatore, sono classi che specializzano System.Attribute E’ raccomandato l’uso del suffisso Attribute nella definizione del nome delle suddette classi Il suffisso può essere omesso in fase di decorazione del codice Public Class ReportManager <Obsolete(“Dovresti usare PrintLabel(Int32)”)> _ Public Sub PrintLabel() PrintLabel(1) End Sub Public Sub PrintLabel(ByVal copies As Integer) End Class

33 Attributi: approfondimenti
“Componenti "Alternativi": le classi Attributo”, Andrea Saltarello, workshop “Component Development”

34 Parte #2 VB.NET vs. Windows Forms

35 Localizzazione in VB6 VB6 No local/region aware
Aggiunta di un file .res al progetto Utilizzo del resource editor Localizzare testo usando LoadResString LoadResPicture LoadResData No local/region aware Difficile integrare culture diverse Difficile estendere la localizzazione No locale adaptive UI

36 Localizzazione in .NET VB.NET ResourceManager Tools
Si appoggia su files xml (.resx) ResGen.exe .resx -> .resources ResourceManager Cerca le assembly satellite utilizzando la cultura della UI Probing <language-culture> <language> Neutral / Default culture Tools WinRes.exe Lutz Roeder’s Resourcer (http://www.aisto.com/roeder/dotnet/) Al.exe

37

38 Localizzazione: Approfondimenti
“Applicazioni Windows Forms localizzate”, Corrado Cavalli, articolo.

39 Applicazioni MDI Proprietà IsMdiContainer = True per “promuovere” un form allo stato di contenitore MDI Nessun limite sul numero di form MDI per applicazione Proprietà MdiParent = mdiform per “incastrare” il form MDI child un form MDI può ospitare *qualsiasi* controllo sulla sua superficie

40

41 SubClassing in VB6 VB6: SetWindowLong (GWL_WNDPROC )
Private Sub Form_Load() _OldWindowProc = SetWindowLong(Me.hwnd, GWL_WNDPROC, _ AddressOf NewWindowProc) End Sub Public Function NewWindowProc(ByVal hwnd As Long, ByVal msg As Long, ByVal wParam As Long, lParam As Any) As Long ... NewWindowProc = CallWindowProc( _ OldWindowProc, hwnd, msg, wParam, lParam) End Function Private Sub Form_Unload(Cancel As Integer) SetWindowLong _ hwnd, GWL_WNDPROC, _ OldWindowProc

42 SubClassing in VB6 Svantaggi Alternative IDE Molto fragile
Debug difficile Facile sbagliare Alternative MsgHook MsgBlaster

43 SubClassing in .NET NativeWindow
La classe Control espone WndProc (protected) Alla WndProc viene passata la struttura Message E’ possibile intercettare i messaggi, modificarli e/o passarli alla classe base NativeWindow Permette il subclassing quando non si ha accesso alla WndProc Permette il riutilizzo del subclassing IMessageFilter Permette di intercettare messaggi prima che vengano inviati a Form/Controllo Application.AddMessageFilter Application.RemoveMessageFilter

44

45 Controlli Owner drawn Alcuni controlli (es: Menu, ListBox e ComboBox) espongono la proprietà DrawMode, che può essere impostata a: Normal OwnerDrawFixed OwnerDrawVariable L'evento DrawItem riceve un riferimento all’elemento (es: l’indice) e un oggetto Graphics

46

47 Delegate Le delegate sono dei puntatori a funzione:
Managed. Non abbiamo in mano un vero puntatore a funzione, ma un oggetto in grado di rintracciarlo. Il GC non ci preoccupa: CLR e FX sono in combutta e mantengono valido il “puntatore” type-safe. Le funzioni devono rispettare la firma della delegate

48

49 Multithreading Il framework offre la classe Thread, che accetta in ingresso una istanza della delegate ThreadStart

50

51 Asyncronous Programming
Il cliente vuole applicazioni “veloci” Ottimizzare la velocità apparente Collo di bottiglia... Attendere prego... Applicazione Freezed Application.DoEvents() Eseguire l’operazione in un thread separato Non è consentito accedere a controlli Windows da threads diversi da quello in cui il controllo è stato creato Gli unici metodi thread-safe di un controllo windows sono Invoke BeginInvoke EndInvoke CreateGraphics ISyncronizeInvoke InvokeRequired,Invoke,BeginInvoke,EndInvoke Control implementa ISyncronizeInvoke

52 InvokeRequired Ritorna True se il thread che invoca la proprietà è diverso da quello che ha creato il controllo Non siamo sicuri se è safe accedere al controllo Metodi always safe public readonly property InvokeRequired() as boolean get Dim procId as Integer Dim WinThId = GetWindowThreadProcessId(Me.Handle, procId) return AppDomain.GetCurrentThreadId()<>WinThId end get End property

53 Asyncronous Delegates
I delegates possono essere utilizzati per eseguire operazioni asincrone BeginInvoke Ritorna IAsyncResult IAsyncResult.IsCompleted BeginInvoke (AsyncCallback,Object) Invoca AsyncCallback al termine dell’operazione AsyncCallback(ByVal ar as IAsyncResult) Object viene passato alla procedura di callback In AsyncCallback deve essere invocato EndInvoke AsyncCallback viene invocata in un thread separato Il thread proviene dal ThreadPool BeginInvoke/EndInvoke posson generare delle eccezioni Non è possibile interropere BeginInvoke

54

55 GUI Asincrona: Approfondimenti
“Accesso Thread-Safe a controlli Windows Forms”, Corrado Cavalli, articolo.

56 Parte #3 Accesso ai dati

57 Prerequisiti v1.x: deploy manuale di MDAC 2.7+
v2.0: non necessitano di MDAC: Classi base, comuni (System.Data.Common) e disconnesse .NET managed provider per SQL Server e Oracle v2.0: usano MDAC, senza particolari requisiti: Managed provider OLEDB e ODBC Vanno bene le versioni 2.6, 2.7, 2.8 o… 9.0

58 Struttura di ADO .NET ADO .NET è composto da:
Namespace System.Data: racchiude le primitive indipendenti dalla tipologia di base dati. Sono tutte disconnesse .NET Managed Provider: implementano le primitive necessarie all’accesso a specifiche basi dati System.Data.SqlClient per l’accesso a SQL Server 7+ System.Data.OleDb per connettersi usando un OleDb Provider System.Data.OracleClient System.Data.Odbc

59 Common Provider Model ADO.NET v1.0/1.1 è basato su alcune interfacce
E’ problematico scrivere codice indipendente dalla base dati ADO .NET 2.0 è basato su classi base condivise dai provider E’ una estensione, non introduce incompatibilità La sintassi SQL è comunque specifica per la base dati! Architettura basata sul pattern Factory

60 .NET Data Providers Implementano un insieme comune di interfacce esponendo le classi: Connection: permette la connessione ad una base dati Command: permette l’esecuzione di comandi SQL e Stored Procedure DataReader: implementa un cursore forward-only, read-only, client side DataAdapter: permette di “riempire” un contenitore disconnesso

61 Classe Connection Simile ad ADO old-style La Connection String:
Può essere specificata mediante un costruttore parametrico Utilizza le stesse keyword di ADODB Richiede attenzione nella specifica del Provider: SqlClient non lo accetta System.Data.OleDb non supporta ODBC Dim conSQL As New SqlConnection( ) conSQL.ConnectionString = "Integrated Security=True;" & _ "Data Source=LocalHost;Initial Catalog=Pubs;" conSQL.Open( )

62 Classe Command Possiamo creare un comando:
Mediante il costruttore Mediante metodo CreateCommand Possiamo eseguire un comando mediante i metodi: ExecuteReader: restituisce il DataReader in base ad una query ExecuteScalar: è il metodo preferibile se il risultato è un singleton ExecuteNonQuery: esegue un comando di azione Dim commSQL As New SqlCommand( ) commSQL.Connection = conSQL commSQL.CommandText = "Select Count(*) from Authors" MessageBox.Show(commSQL.ExecuteScalar( ).ToString)

63 Invocare Stored Procedure
Creare un oggetto Command Impostare CommandType al valore StoredProcedure Impostare la proprietà CommandText Usare il metodo Add per creare e aggiungere parametri Impostare la proprietà ParameterDirection Invocare ExecuteReader Consumare i record, e chiudere il DataReader Leggere i parametri di output e il valore di ritorno

64 Usare un DataReader Per usare un DataReader, possiamo:
Avanzare alla posizione successiva mediante il metodo Read(), che ritorna True finchè non si sono consumati tutti i dati Leggere i valori dei campi mediante la proprietà Item, oppure mediante i metodi GetXYZ() Un DataReader impegna la propria connessione, quindi: Non è possibile utilizzarla per eseguire comandi Dobbiamo ricordarci di chiuderlo mediante il metodo Close()

65

66 M.A.R.S. In v2.0, Multiple Active Results Sets:
Mantiene disponibile una connessione quando apriamo un SqlDataReader al fine di poter: Eseguire un’altra query per ottenere un DataReader/XmlReader Eseguire comandi DML permette differenti result set contemporaeamente attivi: alternare fetch ad ogni reader Alternare query che non restituiscono reader Mediante MARS, è sufficiente una sola connessione se: I dati risiedono nello stesso database Usiamo SQL Server 2005/MDAC9 Trying to open more than one results set, or executing more than one "update" query, on a single Connection raises an exception in ADO.NET v 1.x. In v 2.0 with SQL Server 2005, you can open more than one rowset over the same connection, and access the the individual readers in any sequence to get the next row form that reader. Or you can open a DataReader on the connection, then fire of one or more ExecuteNonQuery methods while the DataReader is still open. You can also execute multiple commands that manipulate the database itself, such as creating/modifying/deleting items (providing you have the relevant permission). If you have more than one DataReader or XmlReader open, you can access the rows/elements by interleaving calls to the Read methods in whatever sequence you wish. NOTE: You cannot access the rows within an individual reader in a different order to that in the rowset they come from – MARS only allows interleaving of reads to the open readers.

67 M.A.R.S. Dim parentReader As DataReader = Command1.ExecuteReader()
While parentReader.Read() ' process parent row data here ' then get rowset from child table = parentReader("id") Dim childReader As DataReader = Command2.ExecuteReader() ' process child rows here childReader.Close() End While parentReader.Close() This code opens a DataReader over the parent table and calls the Read method until there are no more rows in the parent table. For each row in the parent table, it sets a parameter on the second Command and then fetches the matching child rows over the same connection using another DataReader. After processing the child rows, the second DataReader is closed, and the first DataReader advances to the next parent row.

68 La classe DataTable E’ il contenitore dati disconnessi di ADO.NET
La classe DataTable espone le proprietà: Columns: è una collezione di istanze di DataColumn Rows: è una collezione di istanze della classe DataRow Una istanza della classe DataRow: Mette a disposizione il contenuto delle proprie colonne mediante la proprietà Item

69 Popolare una DataTable
Popolare una DataTable accedendo ad un RDBMS Creare una DataTable in via programmatica Dim adaptSQL As New SqlClient.SqlDataAdapter( _ "Select * from authors", conSQL) Dim datPubs As DataTable = New DataTable( ) adaptSQL.Fill(datPubs, "NewTable") Dim tblAuthors As DataTable = New DataTable("authors") tblAuthors.Columns.Add("AuthorID", GetType (Integer))

70 Scorrere una DataTable
Dim numeroRighe As Int32 = unaTabella.Rows.Count Dim indiceRiga As Int32 Dim unaRiga As DataRow For indiceRiga = 0 To numeroRighe - 1 unaRiga = unaTabella.Rows(indiceRiga) Dim nomeAutore As String = _ unaRiga.Item("au_fname").ToString() Next

71 Modificare una DataTable
Aggiungere righe Modificare righe Cancellare righe Dim drNewRow As DataRow = myDataTable.NewRow 'Populate columns datPubs.Tables("Titles").Rows.Add(drNewRow) drChangeRow.BeginEdit( ) drChangeRow("Title") = drChangeRow("Title").ToString & " 1" drChangeRow.EndEdit( ) myDataTable.Rows.Remove(drDelRow)

72

73 La classe DataAdapter E’ il collegamento tra il “mondo” connesso e quello disconnesso Può “riempire” DataSet/DataTable avvalendosi di una connessione chiusa Dim adaptSQL As New SqlClient.SqlDataAdapter( _ "Select * from authors", conSQL) Dim datPubs As New DataSet( ) adaptSQL.Fill(datPubs, "miaTabella") ' Accesso ai dati adaptSQL.Update (datPubs, "miaTabella")

74 Aggiornare il database
Possiamo ripercuotere le modifiche effettuate al DataSet sul DB: Esplicitando il comando di aggiornamento Generando automaticamente il comando di update Dim comm As New SqlClient.SqlCommand("Insert titles" & _ "(title_id, title, type) adaptSQL.InsertCommand = comm adaptSQL.Update(datPubs, "titles") Dim sqlCommBuild As New SqlCommandBuilder(adaptSQL) MsgBox(sqlCommBuild.GetInsertCommand.CommandText) adaptSQL.Update(datPubs, "titles")

75 La classe DataSet E’ un contenitore disconnesso
E’ assimilabile ad un “vettore di matrici” Permette di specificare vincoli e relazioni tra i dati contenuti E’ accessibile in scrittura Permette di propagare le modifiche su un DB Supporta nativamente la (de)serializzazione in formato XML

76 ADO.NET: Approfondimenti
“ADO.NET Primer”, Andrea Saltarello, workshop “Data Management”. “ADO.NET 2.0: what’s new”, Andrea Saltarello, workshop “Data Management”.

77 Big picture ... In ADO.NET le sorgenti dati disconnesse non hanno più il concetto di record corrente. Il binding di dotnet è gestito da un intermediario tra controllo e sorgente dati Qualunque oggetto che implementi IList può essere utilizzato come sorgente dati La presenza di un unico intermediario per bindare più controlli garantisce il sync tra questi Sync Data BindingManagerBase

78 Sincronizzazione tra controlli
E se non volessimo i due controlli sincronizzati? E se volessimo scorrere i dati indipendentemente sui due controlli? Risposta: bisogna avere due intermediari BindingManagerBase Sync Data BindingManagerBase

79 se è null viene usato ToString()
Simple binding Associa un qualsiasi tipo ad un controllo in modo da semplificare la presentazione di un valore e poterlo aggiornare Il binding con un singolo elemento implica l'uso di PropertyManager La proprietà Position sarà sempre 0 Il binding con una lista di elementi implica l'uso di CurrencyManager che ha il concetto di 'record corrente'. Si usa Position per navigare le righe mostrate Non si usa Position per leggere la posizione perchè la lista potrebbe contenere elementi che non vengono mostrati (es. filtro sulla dataview) Si usa Current per leggere l'elemento nella lista sottostante (datasource) Proprietà controllo DataMember DataSource int i=5; myLabel.DataBindings.Add("Text", i, null); se è null viene usato ToString()

80

81 Data binding: Approfondimenti
“Windows Forms Databinding”, Raffaele Rialdi, workshop “Data Management”.

82 Denkiù!

83 Links http://www.ugidotnet.org http://forum.ugidotnet.org


Scaricare ppt "Andrea Saltarello [IDevGuro] Corrado Cavalli [DevGuro(Of T)]"

Presentazioni simili


Annunci Google