La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Convegno per il 70° Anniversario di fondazione della POVS 3-5 novembre 2011 Domus Pacis, ROMA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Convegno per il 70° Anniversario di fondazione della POVS 3-5 novembre 2011 Domus Pacis, ROMA."— Transcript della presentazione:

1 Convegno per il 70° Anniversario di fondazione della POVS 3-5 novembre 2011 Domus Pacis, ROMA

2 Io ho scelto voi Sacerdoti per il nostro tempoIo ho scelto voi Sacerdoti per il nostro tempo

3 Accanto a situazioni difficili, che pur è necessario guardare con coraggio e verità, vanno registrati alcuni segnali di ripresa, soprattutto dove si formulano proposte chiare e forti di vita cristiana. (PVMS 2) 1. Pastorale vocazionale: una sfida permanente per la Chiesa

4 a. Tre strani pellegrini Nella ricerca condotta con sforzo e tenacia, due sono i tesori che possiamo raggiungere: la Verità e il Bene. In essi possiamo vedere realizzato il nostro infinito desiderio di Consapevolezza e di Felicità.

5 b. La fatica della scelta Quanto paurosa é la notte della vita, non squarciata dal bagliore di una lampada! E necessario avere con sé una riserva dolio, perché le nostre lampade risplendano. E necessario avere dentro di sé molto amore, per riscaldare le nostre notti fredde. (F. Mauriac)

6 1. La testimonianza delle comunità cristiane, che sappiano rendere ragione della fede (PVMS 3) 2. La famiglia come prima ed essenziale comunità per la trasmissione della fede cristiana. (PVMS 3) 3. La testimonianza di sacerdoti felici del loro ministero e fraternamente uniti (PVMS 3) 4. La dinamica della chiamata, presente in alcuni pescatori di Galilea che, incontrato Gesù, «si lasciarono conquistare dal suo sguardo, dalla sua voce ed accolsero questo pressante suo invito: Seguitemi, vi farò diventare pescatori di uomini (Mc 1,17; cf. Mt 4,19)» (PVMS 5)

7 2. Pastorale vocazionale: una crescita in umanità «La vera formazione consiste nello sviluppo armonioso di tutte le capacità delluomo e della sua vocazione personale, in accordo ai principi fondamentali del Vangelo e in considerazione del suo fine ultimo, nonché del bene della collettività umana di cui luomo è membro e nella quale è chiamato a dare il suo apporto con cristiana responsabilità» (Paolo VI°, 1971) 1. Dimensione olistica 2. Dimensione dinamica 3. Dimensione relazionale

8 3. Pastorale vocazionale: vie di impegno a. Formati per formare Gratuità: per farci costantemente memoria che tutto è grazia Umiltà: come consapevolezza della propria povertà e del proprio limite che possono divenire risorsa di accoglienza. Passione: come full immersion nella promessa che, come afferma lo scrittore russo Fedor Dostoevskij: Non la forza, ma la bellezza, quella vera, salverà il mondo.

9 Vie irrinunciabili di pastorale vocazionale La forza della sinergia tra pastorale giovanile e vocazionale Il Centro diocesano vocazioni che ha il compito di promuovere le vocazioni di speciale consacrazione nel contesto di tutte le vocazioni e di suscitare e diffondere nel popolo di Dio una cultura vocazionale. Nelle diocesi e nelle parrocchie sono da incentivare e sostenere i gruppi vocazionali (PVMS 12)

10 b. Annunciatori del Vangelo della Vocazione Siate seminatori di fiducia e di speranza. E infatti profondo il senso di smarrimento che spesso vive la gioventù di oggi. Non di rado le parole umane sono prive di futuro e di prospettiva, prive anche di senso e di sapienza. Eppure, questa può essere lora di Dio (Benedetto XVI° )

11 Raccontare la bellezza e lo stupore di una vita donata E' chiaro che il dono trasmesso per l'imposizione delle mani va sempre ravvivato (PVMS 8) La partecipazione attiva alla vita di una comunità cristiana può contribuire ad evitare nuove forme di clericalismo, situazioni di accentramento pastorale inopportuno, servizi pastorali part-time, scelte ministeriali ritagliate su bisogni individuali (PVMS 9)

12 c. Testimoni credibili della chiamata Occorre privilegiare la via dellascolto e saper perdere più tempo ad ascoltare i loro problemi. Siamo chiamati ad essere una chiesa di martiri e di santi nel quotidiano. Siamo chiamati ad essere martiri della gioia e della fatica. Tutto è speranza, perché tutto è fatica (don Lorenzo Milani).

13 4. Pastorale vocazionale: annuncio di Speranza Essere lampionai della Speranza significa saper accendere nel cuore dei giovani una luce di Speranza viva, soddisfare la loro attesa e ricerca profonda di senso e di felicità, far nascere sul loro volto un sorriso di meraviglia e di stupore, per un Sì dAmore donato al Signore.

14 Per essere lampionai della Speranza occorre saper ripartire da se stessi: le cose vere e grandi della vita nascono sempre dal di dentro, perché solo nell'interiorità e nel silenzio esse possono crescere e maturare senza forzature e manipolazioni.

15 Ama la vita più della sua logica e della ricerca delle certezze; solo allora ne capirai il senso e vedrai oltre le apparenze, seminando sguardi nuovi sulla terra (F. Dostoevskij)

16 Buon cammino a voi tutti! Nico Dal Molin

17

18

19 Dalle passioni tristi allessere lampionai di speranza Occorre partire da se stessi per imparare ad accendere in cuore la speranza. Le cose vere della vita nascono solo nella interiorità e nel silenzio. Questo ci porta a percorrere tre sentieri: 1. Il sentiero della convinzione 2. Il sentiero della accoglienza 3. Il sentiero della compagnia E qui le nostre parole sulla speranza lasciano spazio alle parole del silenzio

20 Vivo, ma non più io, vive in me Cristo In Gal 2,20 appare la dimensione mistica di Paolo, la sua Confessio amoris. Egli fa esperienza del Cristo che lo ha preceduto con un amore assolutamente gratuito, totale, sconcertante… E Paolo è un torrente quando ne parla, come se le parole non gli bastassero. Ricorre allora ad una cascata di domande: Chi ci separerà dallamore di Cristo? Spirito, amore, libertà: tre prospettive impossibili da separare in Paolo…

21 Pellegrini sulla via dellamore Possiamo chiederci: quale fisionomia presenta lamore in Paolo? Come si esprime? Cosa contrasta lamore, cosa lo soffoca e lo impedisce? Siamo pellegrini chiamati a percorrere litinerario dellamore: 1.La via della accoglienza 2.La via della gratuità 3.La via della comunicazione

22 Conclusioni Laffermazione di Paolo Finchè sia formato Cristo in voi,chiama in causa direttamente la persona di Gesù come roccia su cui è poggiata la nostra esistenza di credenti. In un tempo difficile come lattuale siamo chiamati a riscoprire lessenziale, a reinterpretarlo per loggi, ad affidare al Signore la nostra esistenza. Con il cuore leggero,come persone libere da ogni preoccupazione per se stesse, scrutiamo la vita per cogliere in essa la direzione che Dio le sta imprimendo.


Scaricare ppt "Convegno per il 70° Anniversario di fondazione della POVS 3-5 novembre 2011 Domus Pacis, ROMA."

Presentazioni simili


Annunci Google