La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esempi di relazioni di valutazione di qualità di siti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esempi di relazioni di valutazione di qualità di siti."— Transcript della presentazione:

1 Esempi di relazioni di valutazione di qualità di siti

2

3 INDICE Parte Prima – COS’è LIFEGATE 1) TIPO DI SITO 1.1 – La Home Page..quasi un vaso di Pandora 1.2 – La Mission Il link “Portale” 1.3 – Localizzazione 1.4 – Mappa del Sito

4 Parte Seconda – VALUTAZIONE di QUALITA’ 1) ACCESSIBILITA’ 1.1 – Url 1.2 – Prestazioni di Accesso 1.3 – Motori di Ricerca 1.4 – Collegamenti 1.4.1– ad altri siti – da altri siti 2) GESTIONE 2.1 – Le 3 Variabili 2.2 – Aggiornamento 2.3 – “Le Agevolazioni” 3) FUNZIONALITA’ 3.1 – Il sito funziona? 3.2 – Navigazione 4) CONTENUTO 4.1 – Intro… 4.2 – Tematiche – La Clinica Olistica – Impatto Zero

5 4.3 – Informazione e Intrattenimento Lifegate Radio Lifegate Magazine Lifegate Restaurant e Cafè Lifegate Insurance I Link 4.4 – Struttura dei contenuti Organizzazione dei contenuti Etichette 5) COMUNICAZIONE 5.1 – Stile 6) USABILITA’ 6.1 – Dare il controllo all’utente 6.2 – Ridurre lo sforzo mnemonico 6.3 – Rendere l’interfaccia consistente

6 Parte Terza – MEDIA E ASPETTO GRAFICO 1) Audio 2) Immagini 3) Testo 4) Interattività 5) Animazioni

7 Parte Quarta – IL TEST DI USABILITA’ 1) PREPARAZIONE DEL TEST 1.1- Definizione del campione 1.2- Compiti da svolgere 1.3- Domande 1.4- Come valutare 2) ESECUZIONE DEL TEST 3) RISULTATI Parte Quinta – VALUTAZIONE di QUALITA’ IN SINTESI

8 Cos’è LIFEGATE

9 Nasce nel 2000 come concretizzazione di un progetto che affonda le proprie radici nell’esperienza della Fattoria Scaldasole fondata nel 1986 da Marco Roveda e divenuta il simbolo di una filosofia che promuove uno stile di vita etico,ecocompatibile ed equosolidale.Lifegate è di fatto una piattaforma culturale e un centro di aggregazione per le persone che credono nella possibilità di costruire un mondo migliore

10 TIPO DI SITO:Chi,come e perché

11 “La home page… “La home page… La home page del sito è dominata graficamente dal logo del progetto- che è peraltro reiterato in ogni pagina del sito stesso al fine di contraddistinguerla inequivocabilmente-a cui è affiancato uno slogan che ne definisce chiaramente la tipologia e ne sintetizza lo scopo

12 Da ciò si deduce facilmente anche la categoria di utenti a cui il sito si rivolge:di seguito si vedrà che il target di Lifegate è ampiamente e meglio descritto nella mission del sito(categoria d’utenti primaria).Il che tuttavia non costituisce un ripetersi ma un chiarimento necessario, poiché la home page offre,ad un primo impatto visivo,una serie di spunti ed elementi che,pur rimanendo entro le coordinate del suo brand,sembrano esulare da quello che è il tema di base di quest’ultimo.La griglia di elementi che costituisce,dal punto di vista grafico,la parte principale della home page contiene infatti dei Links che rimandano ad argomenti,a prima vista,tra i più disparati e che sembrano non avere grandi relazioni né gli uni con gli altri,né con lo slogan di cui sopra.La prima impressione del visitatore è duplice:da una parte un certo smarrimento, poiché il soggetto si ritrova a mettere in discussione una certezza,cioè il logo,che solo un istante prima gli aveva regalato il conforto di trovarsi nel posto giusto;dall’altra uno stimolo non indifferente ad approfondire il ventaglio di opzioni(divise tra “Network” e “Attività”) che ha a disposizione …quasi un vaso di Pandora”

13 .Quest’ultimo,a mio parere, uno dei punti di forza del sito.E lo smarrimento viene meno in pochi secondi cliccando a piacimento:il logo ritorna rassicurante e si delinea così l’identità complessa di che,da sito ambientalista dal messaggio un po’ utopistico,si rivela essere invece un portale dalla ricchezza di contenuto esaltante,la cui mission diventa il filo conduttore di ogni possibile digressione culturale e il denominatore comune per i singoli partners (dal network,al ristorante,alla clinica olistica..)che,pur avendo uno statuto indipendente,aderiscono per comunanza di finalità e contenuti.www.lifegate.it Da ciò si capisce come il bacino d’utenza potenziale si ampli,consentendo e favorendo la possibilità che siano coinvolti anche soggetti non direttamente interessati alle tematiche portanti del sito(categoria d’utenti secondaria) ma che da queste possano essere attratti in qualche modo e possano così contribuire a quella che è la ragion d’essere della piattaforma culturale,di fatto la diffusione e la condivisione sempre maggiore di determinati principi sociali

14 LA MISSION Le fondamenta grafiche del logo-slogan del sito sono costituite da una lista ordinata di link. Nell’omogeneità cromatica dell’intera pagina, essa è divisa in due parti grazie ad un’intelligente variazione di sfumatura del colore:una tonalità più chiara per tutti i link che consentono all’utente di avere un ruolo attivo,e una tonalità più scura per i link che descrivono nei particolari cos’è Lifegate in concreto: Chi è,in che cosa consiste il progetto,come contattare chi di dovere etc.Uno di questi link è dedicato ad esplicitare in modo esaustivo la mission del sito.La si potrebbe definire quasi un manifesto poiché descrive in poche semplici e chiare parole qual è lo scopo del sito e schematicamente ne elenca i principi L’essenzialità grafica di questa e delle altre pagine appartenenti alla stessa categoria di link,l’assoluta mancanza,anzi, di seduttività grafica possono essere intese da un lato come un difetto- e di fatto lo sono poiché il loro aspetto grafico contrasta con quello invece ricco e curato della home page,tappa appena precedente del percorso di navigazione,-,peraltro possono considerarsi volutamente scarne nella forma perchè molto ricche nel contenuto.

15 LA MISSION Un progetto per un mondo migliore, in armonia con l'ecosistema LifeGate è un centro di aggregazione, un punto di riferimento per le persone che credono ci sia la possibilità di costruire un mondo migliore, che credono nella civiltà della coscienza e non nella civiltà dei consumi e quindi scelgono di vivere e lavorare secondo nuovi valori in modo consapevole, ricercando un nuovo equilibrio tra uomo e ambiente, tra materia e spirito. La Mission è: Diffondere la consapevolezza che l'uomo deve vivere facendo parte dell'ecosistema e non alle spalle della natura i concetti della qualità della vita, perché è la strada per raggiungere la felicità un nuovo modello d'impresa e di comunicazione che esprima i valori etici, ecosostenibili, equosolidali.

16 E’ infatti al link “Portale” che si esplica a pieno la funzione di sito-portale appunto:la pagina a cui si accede rimane senza equivoci all’interno del circuito di Lifegate.it poiché ritorna come già detto il logo della home page ma l’impressione che se ne trae è quella di aver avuto accesso alla home page di un sito indipendente,di un altro sito insomma,se non fosse per il logo appunto che ci riporta in carreggiata.L’idea è quella di essersi persi o quella ancor più “inquietante”di avere una nuova,una sorta di seconda home page associata allo stesso url.La cosa a mio parere disorienta l’inesperto,spazientisce l’esigente e rende la navigazione impegnativa per chi cerchi specifiche informazioni.Si aprono una sorta di bazar di informazioni e un numero imprecisato di percorsi possibili che si rivelano essere poi non così tanti visto che: elenchi di link ripropongono tra gli altri tutti quelli già proposti nella home page di partenza e in questa pagina molti sono presenti due volte. un selettore manuale (provare)promette sbocchi inaspettati e si rivela invece essere una strada alternativa per la stessa meta. Alcuni tra i link hanno effettivamente poco a che fare con le tematiche di fondo del sito(si veda “ricerca del parter”) Identiche opportunità di navigazione sono proposte anche in altre pagine dello stesso sitoil che denota un certo disordine nell’impostazione dei nodi,per concetto perfettamente coerenti con i principi dell’ipertesto,di fatto non così esaltanti.

17 Tuttavia c’è da segnalare il fatto che il link “Portale”,nonostante non abbia uno stile grafico particolarmente originale né attraente,garantisce una buona dose di multimedialità all’interfaccia:alla voce “ascolta” si ha l’opportunità di accedere onLine alle frequenze di Lifegate Radio, emittente associata,dalle eccellenti qualità sotto ogni profilo. E’ inoltre disponibile un doppio motore di ricerca,uno interno al sito stesso,il secondo collegato al noto ed efficiente motore di ricerca “Google” che consente una prospettiva globale. Vi è poi annesso un “Notiziario” ricco di link ad articoli e approfondimenti su argomenti di carattere generale e sull’informazione globale,nella sua varietà di contesti.(Contesti d’uso occasionali) Infine si nota come la denominazione di “Portale Eco-culturale”,perfettamente in linea con le tematiche e lo scopo di Lifegate,non sia comunque smentita dagli spunti che sono messi in primo piano all’interno della pagina.(contesto d’uso prevalente).

18 LOCALIZZAZIONE Lifegate.it è stato progettato nell’ottica di un background culturale tipicamente italiano ma ha un’impostazione tale da consentire un allargamento di prospettiva per l’utente nostrano,in direzione di contesti diversi,favorendo in tal modo un ampliamento dei propri “confini” culturali. Questo tuttavia non significa che il sito abbia un’impostazione globale:non è escluso che Lifegate,nella sua impostazione, non possa avere successo in differenti culture,ma è più evidente che punti piuttosto a rendere altre culture più accessibili alla nostra.In questo risiede la portata innovatrice di Lifegate. Il contesto italiano è stato dunque considerato adatto a recepire input di vario genere e provenienza,ma la comunicazione rimane ancorata alla localizzazione del sito.Lifegate non pubblicizza propriamente un prodotto,ma,come si è più volte sottolineato, ha come fine la condivisione di una serie di principi di vita.Questi,pur trovando il loro terreno più fertile in teorie e stili di vita di culture molto diverse dalla nostra (in primo luogo quella orientale,senza sottovalutare anche quanto oggi siano di tendenza certi “marchi di provenienza”),sono volti a sollecitare delle esigenze che sono scaturite da problematiche ambientali e sociali strettamente legate al nostro paese.Quando l’utente è attratto dall’olismo,dall’agopuntura,dal Protocollo di Kyoto,egli forse si dimentica che Lifegate è in qualche modo figlio di una tradizione agricola e industriale italiana che oggi si mette in discussione,alla luce di nuove tecnologie e metodologie che arrivano da altre culture e da nuovi esiti e soluzioni in altre parti del mondo.Le intenzioni che muovono tutto l’impianto di Lifegate sono insomma una critica indiretta a certi aspetti della cultura italiana e alle sue tipicità,attraverso la proposta di vere altrnative.Si risponde dunque ad una strategia di localizzazione,la cui credibilità è data da un intelligente adattamento dei contenuti,linguistici e non.

19 MAPPA DEL SITO La mappa del sito chiarisce meglio la complessità di Lifegate.it e la sua notevole ricchezza di contenuto.In particolare si può definire la Home Page come un importante punto di partenza per un numero indefinito di percorsi possibili.Nello specifico la Home Page mette a disposizione dell’utente 3 grandi canali di navigazione. Queste possibili vie di partenza sono: 1) la griglia dei link più strettamente legati alla Home page e direttamente associati al logo del sito 2)Il complesso dei link accorpati entro la denominazione “Network”,ovvero i link Radio,Portale,Magazine 3)il gruppo di link che compongono la sezione “Attività” Si comprende dunque come questa suddivisione risponda ad una logica di differenziazione delle tematiche(1 Lifegate in senso stretto legata alle questioni dell’ecosistema;2 info-cultura a 360 gradi;3 intrattenimento e tempo libero) finalizzata a determinare delle tipologie di fruizione più definite,anche se di fatto facilmente missabili l’una con l’altra e tutte compatibili. E inoltre si chiariscono alcuni perché: A ) L’identità un po’ fuorviante della pagina-link”Portale” trova adesso una sua giustificazione:.la sezione Network gode di una home page a pieno titolo,home di uno dei tre grandi filoni di Lifegate.it,il punto di partenza per gli utenti che cercano un’informazione a 360 gradi B)La mediocrità grafica delle pagine legate ai link descritti al punto 1 è volta a differenziare un certo tipo di contenuto specifico da altri contenuti più flessibili.

20

21 Valutazione di Qualità

22 ACCESSIBILITA’ ACCESSIBILITA’ VALUTAZIONE DI QUALITA’

23 URL Il sito punta in maniera chiara a denominarsi,a racchiudere la propria vastità di contenuti entro una nominazione che tutti li comprenda,che abbia il potere di identificare la molteplicità dei suoi principi con qualcosa che più che un nome è un concetto,dalla grande forza evocativa.Questa denominazione è ovviamente LIFEGATE, e così per esteso è riportato nell’url: è dunque l’indirizzo Internet del sito,nella successione di domini più elementare possibile e quindi anche più facilmente ricordabile.Talvolta ritengo che basti qualche segno grafico in più,seppur semplice,per creare ostacolo alla memoria dell’utente.

24 PRESTAZIONI DI ACCESSO Un url facilmente ricordabile è senza dubbio un buon inizio,ma sono diversi i fattori che contribuiscono a rendere buona l’accessibilità ad un sito:tra questi rientrano a pieno titolo i motori di ricerca,ma sono soprattutto le prestazioni del sito al momento dell’accesso a ricoprire un ruolo fondamentale:quanto più facile sia accedere ad un sito in termini di tempi e di qualità dell’eventuale attesa,tanto più risulterà gratificante per l’utente la navigazione.Lifegate.it è un sito che non presenta né gravi carenze,né possiede particolari pregi a riguardo.Non ci sono applicazioni o giochi,né animazioni particolarmente complesse,di conseguenza i tempi di caricamento della home page sono condizionati solo dal peso dei file gif e jpeg.Altre pagine del sito sono invece animate e richiedono tempi di caricamento leggermente più lunghi.Queste considerazioni riguardano però la connessione modem56k:in questo caso i tempi di attesa sono certi,specie per l’intervallo di caricamento della pagina dedicata a Lifegate Restaurant in quanto animata.Nonostante ciò,si tratta di tempi accettabili poiché rimangono nell’ordine dei secondi e non tendono a spazientire l’utente-così come ha confermato l’usability test –Sono assenti infatti accorgimenti grafici di varia natura con la funzione di intrattenere l’utente nell’attesa.La connessione ADSL non dimostra tempi di attesa tali da essere presi in considerazione.

25 MOTORI DI RICERCA La posizione dell’url digitando: / 6 / / / / Lifegate Impatto Zero Equosolidale

26 Per constatare se e come il sito sia referenziato dai motori di ricerca più comuni è stato adottato come criterio l’individuazione della posizione nella quale il motore di ricerca pone l’url è valutata dunque la visibilità che ogni singolo motore concede al sito,anche in base a come l’utente imposta la ricerca,scegliendo cioè le keywords specifiche e generiche che,con ogni probabilità,l’utente può inserire come termini efficaci per la ricerca:www.lifegate.it il primo termine specifico è :Lifegate il secondo termine specifico è : Impatto Zero il terzo termine generico è : equosolidale (confrontato però più volte con parole generiche similari)

27 Google: Digitando il temine “Lifegate”,l’url è dato alla posizione numero 1.Risulta anche nella posizione numero 2.La posizione numero 3 consente di accedere al sito con url in versione.com.Il risultato dell’accessibilità è dunque ottimo.E’ emerso che nelle prime 70 posizioni proposte dal motore sono indicati indirizzi di altri siti che referenziano il nostro e che consentono,nella maggior parte dei casi un collegamento a Lifegate.Tra queste posizione sono forniti anche collegamenti diretti a pagine interne del sito, tangenti la home page. Questo è stato rilevato in tutti i motori di ricerca esaminati.www.lifegate.it Digitando il termine “Impatto Zero”,si è visto che alla posizione 1 c’è il collegamento all’url indiretto al sito è dato in posizione 2 con l’indirizzo servizi.lifegate.it/newimpattozero/. Le successive posizioni propongono collegamenti ad altri siti che trattano l’argomento e che,anche qui,consentono al loro interno di accedere al sito di Lifegate.Non è stato rilevata la presenza dell’url della home page.www.impattozero.it Il termine più generico “equosolidale” ha dato un esito inaspettato: se viene scritto equo solidale, cioè staccando i due termini che compongono la parola, non ci sono collegamenti neppure oltre la 50° posizione.Mantenendo invece attaccate le due parole c’è un collegamento all’url della home in posizione 67.Poichè ha molto stupito che uno dei termini chiave del sito dia risultati di accesso tanto scarsi,si è voluto verificare l’esito di parole similari.Il termine “ecologia” non concede accesso a Lifegate nelle prime 90 posizioni,idem per il termine “sviluppo sostenibile”

28 Altavista: Il termine Lifegate concede anche qui di trovare l’url in posizone n. 1.La versione.com è data in posizione 4.Le prime 13 posizioni,inoltre,collegano direttamente a pagine interne del sito. Impatto Zero comporta in posizione n.1 l’url del sito di riferimento mentre il collegamento a Lifegate.it è dato in posizione n. 6,mentre alla posizone n.3 troviamo un collegamento alla pagina interna del sito che tratta l’argomento. Nelle successive 20 posizioni ci sono collegamenti a siti che referenziano l’argomento Il termine Equosolidale non concede accesso a Lifegate nelle prime 90 posizioni Virgilio: Anche con questo motore di ricerca si ottengono ottimi risultati di accesso digitando la parola Lifegate:troviamo il nostro url in prima posizione e la versione.com in posizione n.4 Con Impatto Zero troviamo nuovamente l’url di riferimento in prima posizione mentre in 2° e 3° posizione sono proposti collegamenti a pagine interne del sito di Lifegate ma non c’è il collegamento alla home La parola Equosolidale ci collega al nostro url solo dopo,anche qui, la 67° posizione Yahoo: Yahoo conferma l’url in posizione n.1 con il termine Lifegate in posizione n.4 l’indirizzo.com.Sono poi concessi collegamenti a pagine interne del sito per le successive 12 posizioni Il termine Impatto Zero dà in prima posizione l’url di riferimento:si ripropone qui il nostro url in 6° posizione e in 3° il collegamento alla pagina interna del sito sull’Impatto Zero. Il termine Equosolidale non concede accesso nelle prime 90 posizioni Licos: Lifegate ancora consente di trovare l’url della home in posizione n.1 e la versione.com in 3° posizione.Collegamenti interni sono dato nelle successive 10 posizioni Impatto Zero dà ancora l’url di riferimento in prima posizione,il nostro url in 6° posizione e il collegamento interno in 3° posizione Equosolidale non concede alcun accesso dopo 90 posizioni ed è importante sottolineare che è indipendente,qui e altrove,che lo si scriva con i termini attaccati o meno.Si è provato ad inserire un altro termine similare importante che è “Eco-compatibile”:questo fornisce un collegamento ad una pagina interna del sito di Lifegate solo in posizione 32

29 COLLEGAMENTI Collegamenti ad altri siti Non determinante per l’accessibilità,ma importante in termini di qualità è la presenza all’interno del sito di collegamenti ad altri siti internet. Il caso di Lifegate.it si può definire emblematico a riguardo,poiché la possibilità di link ad altri indirizzi è una delle opzioni più esaltanti concesse all’utente.Questa importante caratteristica passa sicuramente inosservata ad una prima esplorazione,dato che l’etichetta “Link utili” non è mai messa in prima piano e non ci sono url evidenti a cui si inviti ad accedere. Senza considerare collegamenti esterni tutti i casi in cui i contenuti di Lifegate possiedono un proprio dominio,i primi collegamenti esterni sono: 1) attraverso l’accesso diretto durante una ricerca selezionando Google come motorewww.google.it RICERCA LifeG ate Goog le

30 2) il sito 3) il sito 4) un collegamento diretto al sito attraverso l’ascolto della radio 5) la sezione Ecolink,nella quale si inizia a delineare la “filosofia di collegamento”di Lifegate.it e cioè la proposta sottoforma di elenco in base all’argomento 6) la pagina dedicata alle Agevolazioni,che offre spunti di collegamento interessanti divisi per categorie 7) Ma c’è una sezione del sito di notevole rilevanza per l’utente che cerchi all’interno di Lifegate delle indicazioni su come raggiungere altri siti.Già citata in precedenza,si tratta della sezione”Servizi”della pagina Portale:la voce “Link utili” –disponibile anche tra quelle del selettore manuale- stupisce per la quantità di collegamenti a disposizione: Ci sono più di 300 collegamenti disponibili tra i vari argomenti proposti,cioè più di 10 link per ciascun argomento

31 Collegamenti da altri siti Numerosi sono anche i collegamenti a Lifegate da parte di altri siti. Attraverso i motori di ricerca si è verificato che non solo è considerevole il numero di siti che fanno riferimento a Lifegate.it per poi concederne l’accesso,ma che la tipologia di questi siti è molto varia,tanto quanto vari sono gli ambiti che Lifegate.it prende in considerzione.La maggior parte dei siti collega a Lifegate poichè tratta il tema dell’Impatto Zero” Di seguito alcuni esempi:

32

33 GESTIONE VALUTAZIONE DI QUALITA’

34 LE TRE VARIABILI Si può affermare, prendendo come metro di valutazione le tre variabili indipendenti obiettivi/utenti/contesto d’uso, che il sito nel suo complesso, sia correttamente gestito.E’ da notare infatti che: a)Contesto d’uso:Ad un’esplorazione più accurata dei contenuti,superata l’esitazione che può essere indotta dall’essenzialità grafica delle pagine che presentano il progetto e i soggetti interessati,l’attività svolta dall’intero impianto Lifegate è descritta chiaramente nei termini della gestione,definendo così il ruolo del portale eco-culturale ed inserendolo all’interno di una struttura armoniosa: Lifegate inteso ora non più come piattaforma culturale contenitore di valori e principi,bensì,in senso stretto,come Network.Esso è composto dal portale Internet in questione,dall’emittente radiofonica,dal magazine.La gestione del sito appare dunque strettamente collegata agli altri due elementi e ad essi collaterale. b)Obiettivi:Come già detto in precedenza,gli obiettivi del sito sono descritti e messi in luce ampiamente e in vario modo:dall’enunciazione a mò di comandamento,alla forma breve e incisiva di uno slogan,infine alla descrizione attraverso link e articoli.Non si corre il rischio di incappare in qualche equivoco,soprattutto grazie anche qui ad una corretta gestione delle tematiche di fondo:ogni argomentazione,che sia una sorta di dettame o più semplicemente uno spunto a riflessioni più o meno impegnative,è supportata da una notevole quantità di approfondimenti e contenuti-chiave.Ogni pagina del sito,per quanto sia da rilevare una notevole eterogeneità sia dal punto di vista formale, sia da quello dei contenuti-cornice,ha il suo punto focale nell’approfondimento degli obiettivi e delle tematiche di base regalando di volta in volta numerosi risvolti in ambiti pratici e fortemente concreti,il tutto condito con una buona dose di coerenza.Si vedrà come questo consenta anche una buona funzionalità del sito. c)Utenti: Dunque si è detto che l’utente è continuamente stimolato nella sua curiosità e condotto quasi per mano nella scoperta di informazioni sempre più specifiche e in qualche modo sempre nuove,nonostante sia tutto riconducibile ed improntato agli stessi concetti e valori straripetuti. L’aspetto importante da rilevare è che l’utente è messo di fronte a progetti concreti,che possono vederlo come protagonista.In particolare mi riferisco alla sezione del sito che descrive i progetti”Impatto zero”,la Clinica Olistica,”Lifegate Restaurant”,”Lifegate cafè”,vere opportunità per l’utente di avere un ruolo attivo nella dimensione del quotidiano,tutte gestite direttamente attraverso il sito. Questo denota dunque un’impostazione gestionale incentrata sull’utente

35 I Contenuti- Chiave A

36 I Contenuti- Chiave B

37 AGGIORNAMENTO Lifegate.it è costantemente attivo,anche in relazione al fatto che i componenti dell’intero progetto vedono un continuo ampliamento delle proprie potenzialità comunicative.Questa considerazione riguarda in particolare il partner delle Assicurazioni e l’emittente Lifegate Radio che punta ad allargare i propri confini -che a oggi corrispondono a quelli della Lombardia-a più regioni d’Italia e ha già realizzato una copertura nazionale e mondiale, seppur virtuale grazie alla possibilità di collegamento alle frequenze attraverso internet:questa opzione esiste non solo attraverso il sito che ben referenzia Lifegate.it(si veda a questo proposito la sezione dedicata all’accessibilità) ma ovviamente anche e soprattutto sul nostro sito che dunque si impegna ad essere attivo costantemente per garantire questa prestazione.www.libero.it Nonostante non sia presente alcuna indicazione riguardo alla data dell’ultimo aggiornamento,il sito appare sempre ben aggiornato:se la data completa riportata “in tempo reale” non è elemento sufficiente per provare un costante aggiornamento,la home page offre già alcuni spunti per non dubitare che ciò avvenga:le sezioni “Novità Lifegate” ed “Eco news” e molte altre,che riportano link ad articoli e pagine su tematiche di attualità,manifestazioni,appuntamenti e le ultimissime sui vari scenari di riferimento,sono tutte aggiornate quotidianamente???.Aggiornamento significa anche miglioramento:nel tempo l’aspetto del sito muta(pur senza variazoni strutturali considerevoli) dal punto di vista grafico e formale,e viene aggiornata e rinnovata anche buona parte dei contenuti,in ragione di un’informazione sempre nuova e attendibile

38 Si illustrano di seguito le variazioni e rinnovamenti che sono stati riscontrati in un arco di tempo di circa tre mesi:essi riguardano l’aspetto formale e contenutistico La nuova home page di Lifegate

39 Le novità più evidenti che emergono dal confronto con l’home page che è stata presa come riferimento fino a questo punto dell’analisi sono: inserimento di un nuovo link nel complesso dei link che appartengono al filone 1: è la voce “Ricerca del partner”,che collega alla pagina “Affinità”. Non si comprende il senso di questo link. Sempre nello stesso blocco di link appare adesso il form per accedere direttamente dalla home alla Mail personal zone. Appare un nuovo link anche alla sezione attività: si tratta di un capitolo nuovo di Lifegate dedicato all’energia rinnovabile. Si è riscontrata la presenza di numerose fotografie e immagini nuove nei soggetti ma non nello stile:in particolare si evidenzia una nuova immagine-logo per la pagina Portale e una nuova mascherina di presentazione nella home Infine tra la sezione “Eco News” ed “Eco Consigli” ne è stata inserita una terza,denominata “Da LifeGate”,che va ad ampliare il numero di articoli a cui si accede dalla home.

40 AGEVOLAZIONI Uno spunto interessante in termini di gestione e di interazione è costituito dalla sezione del sito che tratta le agevolazioni.Contenuto della pagina in questione è fondamentalmente la descrizione delle modalità per effettuare una registrazione al sito di Lifegate:questa operazione non si esaurisce in una semplice iscrizione ad un portale ma dà modo all’utente di diventare socio effettivo di Lifegate.La voce”Richiedi la supporter card” rappresenta forse il fattore che meglio denota come il sito sia impostato e gestito per essere l’unico tramite ad un contatto diretto per l’utente con il complesso di Lifegate:dunque i contenuti di vario genere che sono a disposizione dell’utente durante la navigazione non sono solo improntati all’ottica di una informazione e una diffusione fini a se stesse ma puntano a creare una rete sempre più fitta di finanziatori per l’intero progetto.Si comprende quale sia il ruolo del sito in questo senso:direi proprio che serve a realizzare questo obiettivo.Il fatto che l’attenzione,nella pagina,sia puntata alle agevolazioni è da notare, in quanto:.

41 esse rappresentano un mezzo per incentivare e persuadere l’utente ad associarsi preferendo l’opzione “Supporter card” all’iscrizione gratuita,che naturalmente non le contempla.Una basica ma efficace strategia di marketing,peraltro,a mio parere,interessante sotto il profilo dell’offerta. Esse dimostrano come il raggio d’azione consentito all’utente sia di fatto di ampio respiro poiché si espande in contesti non legati direttamente a Lifegate,tantomeno al sito, ma riguardanti attività proprie del tempo libero.Inoltre vi è la possibilità di proporre nuovi tipi di agevolazioni,cosa che amplia ancora la prospettiva di interazione con e attraverso il sito e denota quanto siano potenzialmente ottimizzabili le dinamiche di fruizione. Vista la varietà di settori in ambito culturale e commerciale disponibili ad agevolazioni tramite Lifegate, il sito e tutto l’impianto risultano ben referenziati.

42 VALUTAZIONE DI QUALITA’ FUNZIONALITA’

43 IL SITO FUNZIONA? Lifegate.it si può definire un sito nell’insieme complesso,perlomeno articolato sufficientemente per un sito che aspiri ad essere a pieno titolo un portale Internet.Questa complessità non compromette la buona funzionalità: alla domanda se il sito funziona la risposta è,a mio parere,affermativa. In paricolare: Non è stata riscontrata la presenza di pagine in costruzione,deludenti e giustamente evitate poiché indice di provvisorietà. Non vi sono link “spezzati”,collegati cioè a pagine inesistenti:fanno eccezione solo il caso descritto nel paragrafo dedicato a Lifegate Radio,in cui un link collega alla pagina in cui lo stesso link è posto e il caso analogo riscontrato nell’analisi della sezione “Ecolink”.La possibilità di accesso ad altri siti è concessa in modo decisamente frequente ei collegamenti interni sono ben curati.Tuttavia questi ultimi risultano talvolta fuorvianti,come nelle fattispecie del link alla pagina dedicata al”portale di eco-cultura”,come precedentemente riscontrato e descritto( si veda:Il link”Portale”), nel caso della pagina che descrive il partner Lifegate Radio e nella sezione “Ecolink”. Sono assenti quasi del tutto casi di funzioni incomplete o mancanti. Risulta,da un’analisi complessiva,che le funzionalità del sito siano adeguate ai suoi scopi[.A questo proposito si rimanda alle considerazioni fatte riguardo alla gestione del sito,in particolare al punto “b)” sulla valutazione in base alla variabile degli obiettivi,nonché al paragrafo “Agevolazioni”] Operazioni di tipo commerciale(acquisto ondine,versamento per iscrizione,sezione Insurance) non sembrano essere ostacolate. Tuttavia non è altrettanto positivo il giudizio sulla navigazione

44 NAVIGAZIONE Sotto il profilo della navigazione,emergono tuttavia delle carenze. Come accennato in precedenza, e come meglio si vedrà in seguito nell’analisi dei contenuti,nel sito di Lifegate ci sono tre possibili rotte,tre filoni di contenuto(cfr.Intro contenuti) che descrivono quella che è la struttura del sito.Essi sono: 1) “ Link Lifegate” come progetto ambiente 2) La sezione “Network”(contenuti chiave A) 3) La sezione “Attività” (contenuti chiave B) La navigazione può dunque partire da una di queste tre vie,che si distinguono in ragione dei diversi contenuti,tuttavia intersecabili l’uno con l’altro.Essa è consentita attraverso bottoni e immagini che costituiscono link ai contenuti a cui rimandano,sempre però accompagnate da testo. Infine si accede agli articoli e alle pagine di approfondimento tramite porzioni di testo e didascalie che si attivano al passaggio del cursore del mouse.Dunque massima intuitività e facilità nel cogliere i collegamenti;caso isolato di testo ingannevole s’incontra alla pagina dedicata al Magazine,in cui il testo è inattivo,ma appare nella forma identico a quello attivo delle altre pagine del sito. Si è in precedenza accennato a fenomeni di disorientamento dell’utente e in seguito si approfondirà questo discorso,specie nell’analisi dei contenuti. Emergerà che tutta la sezione “Network” è stata organizzata attraverso link e collegamenti che sono risultati fuorvianti per l’utente:rientrano in questa critica la pagina di Lifegate Radio,a causa di incoerenze a livello di contenuti,la home page del Portale,come si è accennato nella prima parte, l’intera sezione Ecolink a causa di una disposizione non ordinata dei link “Essere” “Salute” “Alimentazione” “Ambiente”(si veda l’approfondimento al capitolo “Contenuto”)

45 Entrambe le sezioni “Network” e “Attività” possiedono dei difetti che rendono faticosa la navigazione e tendono a influire negativamente sull’usabilità. A questo punto è necessario riportare l’attenzione su una considerazione fatta in precedenza,che ha trovato peraltro un riscontro importante durante lo svolgimento del test di usabilità:nel paragrafo dedicato al link “Portale” si era ipotizzata una difficoltà dell’utente ad orientarsi all’interno di una pagina come quella del Portale,che si presenta chiaramente come una seconda home page. Questa ipotesi è stata confermata dall’analisi sulla navigazione,da cui è emerso che Lifegate.it possiede effettivamente due home page:la prima è quella cui si accede attraverso l’url seconda è,appunto, la pagina del Portale(www.lifegate.it/portale) a cui si accede dalla suddetta Prima home page. Infatti:www.lifegate.itwww.lifegate.it/portale

46 1)Partendo dalla prima home page,-quella “principale” e più esterna-si può accedere alle diverse sezioni senza assolutamente dover passare dalla seconda home page,che non è distinta come tale ma equiparata graficamente alle altre parti di Network e di Attività. Tuttavia le pagine raccolte nell’una e nell’altra sezione non consentono mai di usare la funzione del pc “Indietro” in quanto inattiva.Ogni pagina ha però un link interno alla Home: a questo punto l’utente si aspetta sempre di ritornare alla home page da cui è partito-come è logico aspettarsi- che in questo caso è la Prima home,poiché è da qui che la sua navigazione è iniziata.Il collegamento è invece alla SECONDA home page,cioè la Pagina del Portale.Il disorientamento è inevitabile,così come si è verificato durante il test.(“come faccio a uscire???”) 2)Partendo invece dalla seconda Home Portale,la funzione Indietro è sempre disponibile e questo è finalmente un pregio,ma si è notato che l’utente preferisce impostare la navigazione dagli spunti presentati nella Prima home page,poiché i percorsi sono molto più facilmente individuabili.E lo sono effettivamente, poiché la Home Portale consente sì di collegarsi alla sezione Attività,ma non lo esplica certo in maniera chiara,dato che i link sono pressocchè invisibili.Per tornare alla Prima Home,all’utente non rimane altra possibilità che chiudere ogni volta la pagina che sta visitando,provando la sensazione di “perderla” o quella ancor peggiore di stare chiudendo il browser.

47 3) Pur adattandosi a questo “complicato” funzionamento( si tratta obiettivamente di piccoli difetti,ma di fatto l’utente tende a non trarne giovamento e questo,in termini di usabilità,non è mai un bene.Fortunatamente questo sito è forte di molti altri pregi!) l’utente viene colto nuovamente in fallo quando incontra pagine il cui funzionamento smentisce le dinamiche precedenti.Esempio di questo è dato dalla pagina “Link utili” a cui si accede dalla home Portale:questa pagina propone,come le altre,un link “Home”:esso collega alla Home page principale,e non a quella del Portale,da cui si parte e a cui ormai ci si aspetterebbe di tornare. 4) L’utente che stia visitando la pagina di Lifegate Restaurant,può accedere da qui alla pagina Impatto Zero,ma giuntovi, non può più tornare indietro e deve ricominciare nonché reinventare il proprio percorso. 5) Manca la mappa del sito

48 VALUTAZIONE DI QUALITA’ CONTENUTO

49 INTRO.. Nel corso dell’analisi fin qui condotta,sono state più volte fatte considerazioni riguardo alle caratteristiche dei contenuti di Lifegate.it.In particolare si ritiene che la sezione del sito in cui è riportata la mission dia già degli spunti molto importanti per comprendere quali siano gli argomenti trattati e le tematiche di fondo.Abbiamo poi visto come queste siano la base portante per tutti i vari tipi di contenuti.E’ emerso inoltre che il sito intende essere un tramite importante e utile per dare voce al progetto “Lifegate”; infatti ogni tipologia di contenuto,pur nella varietà caleidoscopica,si pone chiare finalità a priori:in sintesi, la diffusione di valori,la mobilitazione dell’attenzione su problemi comuni all’intera società attuale, la proposta di modelli di comportamento.Si è notato che il rapporto tra importanza e quantità dei contenuti in una pagina e la cura dell’aspetto grafico della stessa è di natura inversamente proporzionale. Infine si ripropone una suddivisione dei contenuti a grandi linee,come segue: 3 filoni principali:1)link Lifegate come progetto-ambiente 2)Network  contenuti-chiave A 3)Attività  contenuti-chiave B

50 TEMATICHE Come in precedenza evidenziato, le tematiche di base sono concepite nell’ottica temporale della contemporaneità,tuttavia non corrono il rischio di diventare obsolete se non,e forse, in una prospettiva di decenni. Altri argomenti trattati nel sito sono invece fortemente legati all’attualità e,in parte, alla novità,intesa anche come innovazione.A questo proposito gli esempi più efficaci sono: a) La parte dedicata alla “Clinica olistica” b) La sezione dedicata al progetto” Impatto Zero”

51 Tra le novità rientra sicuramente il progetto legato alla clinica Olistica.Si tratta di:biotransenergetica.Questo quello che si riesce a trarre dalla pagina del sito che presenta la Clinica.Certo non dice molto,giusto un neologismo di difficile comprensione ma la curiosità che stimola è notevole:a soddisfarla ci sono ben 21 link a disposizione che chiariscono esaurientemente ogni dubbio e forniscono all’utente tutte le informazioni necessarie per fruire del servizio,o perlomeno per saperne un po’ di più a proposito.La disposizione e l’aspetto grafico dei link si possono definire concettualmente in linea con l’impostazione globale del sito:risulta infatti che quelli di colore più chiaro siano volti a spiegare che cosa sia la clinica,a descrivere la mission,le attività,gli istituti:i soggetti si presentano,ora da due punti di vista(“chi siamo”/”dicono di noi”).I link di colore più scuro sono invece quelli che vedono l’utente come protagonista:terapie,listini,corsi e anche una serie di consigli.Tutti i contatti e le coordinate per interagire e per fruire del servizio sono presenti in maniera chiara.La pagina è inoltre ben aggiornata,come confermano le sezioni “Primo piano”e “Speciali salute”. Dunque una notevole ricchezza di contenuto che rendono questa sezione del sito quasi indipendente proprio per la sua strutturazione molto articolata.Comunque il fatto che campeggi al centro pagina l’indirizzo chiarisce all’utente che si accorga di trovarsi presso un altro url(www.clinicaolistica.it), che il tutto è sempre collegato alla home page di partenza e ad essa dipendente. (si tratta infatti di un link della home ad un contenuto-chiave,uno tra quelli inseriti nell’ambito del filone 3)” attività”)www.lifegate.it

52 Tra i contenuti legati strettamente all’attualità e all’innovazione rientra anche il progetto “Impatto Zero”,anche questo ampiamente descritto in una sezione del sito esclusivamente dedicata all’argomento.Anche questo è un link che rimanda ad un contenuto- chiave.In questo caso è forse più facile per l’utente comprendere di che cosa si tratti:infatti,come se si considerasse il visitatore ormai abituato al tipo d’impostazione del sito,qui ritorna un logo e uno slogan così come avviene nella home page.E non è semplicemente un accorgimento grafico:si vuole sintetizzare in maniera chiara il contenuto della pagina e definire il target.Se consideriamo le tre variabili contesto d’uso/obiettivi/utenti,si può affermare che in questa pagina esse siano facilmente definibili e riscontrabili, sia graficamente che per contenuto.E poiché è quest’ultimo che interessa:

53 a) il contesto è chiaro:sono qui descritte le tematiche più strettamente legate all’ecologia e all’ambiente,secondo i principi che lifegate promuove,in primis lo sviluppo sostenibile,l’attività eco- compatibile,il rispetto dell’ecosistema nello svolgimento di tutte le attività produttive e non solo.Il progetto è inserito in una prospettiva mondiale e in linea con l’UE:lo denota subito il simbolo dell’Unione Europea ( si veda ),che contribuisce peraltro a dare una buona credibilità all’argomento,-s’intende per coloro che non ne abbiano mai sentito parlare. b) Gli obiettivi sono trasparenti: la proposta di modelli di comportamento,essi stessi fine e mezzo di un obiettivo di portata ancor maggiore,che è l’impatto zero in senso stretto,ovvero la riduzione progressiva dell’impatto che l’anidride carbonica ha sull’atmosfera.

54 c) Si presuppone che l’utente personalmente interessato al problema ambientale dell’impatto dell’anidride carbonica trovi qui un luogo privilegiato del suo navigare per il web alla ricerca di informazioni sempre più specifiche e settoriali sull’argomento e abbia una sua propensione naturale a visitare questo sito e questa sua pagina.Proprio per questo,e sembra un paradosso,egli non è il target di questa sezione. L’utente ideale non è di nicchia:lo dimostra il fatto che il progetto è presentato immediatamente dallo slogan,è spiegato nei dettagli attraverso i link di approfondimento proprio nell’ottica di informare il visitatore profano, ed esortarlo ad aderire.L’utente-tipo è,a mio parere,quello che ancora non sa niente di “Impatto Zero”,ma sta visitando Lifegate.it perché ha forse un bagaglio di conoscenze e di interessi coerenti con i contenuti del sito e dunque può trovare in questa pagina un esito importante del suo percorso di navigazione.O forse è un utente che non possiede affatto certi interessi,è su Lifegate.it solo perché ascolta lifegate Radio e,incuriosito dalla varietà di spunti, si intrattiene presso l’url della nostra analisi e approda infine anche alla pagina Impatto Zero.La lascerà appesantito di quel bagaglio di informazioni che prima non aveva. In ogni caso questa è una pagina vincente.

55 L’INFORMAZIONE E L’INTRATTENIMENTO Pur distinti secondo una logica di navigazione,i filoni 2) e 3) sono facilmente intersecabili,vista la vastità di argomenti da entrambe la parti.Informazione e intrattenimento diventano insieme “Cultura”,nel senso ampio del termine. E allora appare chiaro che si proponga di fare prima di tutto informazione,in diversi ambiti.www.lifegate.it Un’informazione legata ai valori che promulga,lo si è dimostrato ampiamente.Ora si può affermare che sia un’informazione legata anche all’intrattenimento e finalizzata a promuovere il ruolo dei partners:

56 50%informazione 50%intrattenimento Lifegate Radio è forse il tramite più importante ed efficace con il pubblico.I radioascoltatori sono un potenziale notevolissimo:tramite la radio si viene a conoscenza dell’esistenza di Lifegate come piattaforma culturale e non solo come emittente e gli input che si ricevono riguardo a tutti i settori d’interesse di Lifegate sono tanti e tali da indurre l’ascoltatore a visitare il sito.Anche solo per il fatto che accedendo al sito si può ascoltare la radio.Esempio questo di come due media riescano,se ben gestiti,ad interagire molto bene.La pagina dedicata alla radio appare molto curata sotto il profilo grafico:riesce ad essere attraente e ricca di spunti visivi nonostante non sia dinamica e abbia uno stile semplice.Si vedrà che altre pagine del sito possiedono uno stile molto più accattivante e originale.Punti di forza di questa pagina restano comunque i contenuti,numerosi anche qui,tanto da giustificare il fatto di considerare questa sezione, dotata di una sua identità,come una sorta di “sotto-sito”:in pratica, la home page di un sito dedicato alla radio.

57 Analizzare nel dettaglio i contenuti di questo grande portale significa dover riconoscere continuamente una dualità intrinseca a tutta la struttura,che è quasi una dicotomia:da un lato sono trattati talmente tanti argomenti che spesso si ha difficoltà a comprendere quale sia il filo conduttore vero di tutto ed è difficile negare il fatto che talvolta si provi un senso di disordine e di disorientamento.Contemporaneament e,dall’altra parte,c’è una coerenza formale in tutta la struttura,uno schema non tanto grafico quanto concettuale che ritorna in ogni sezione del sito,e quindi una sorta di ordine predefinito sempre rispettato,seppur non palesemente,tanto da provocare serie difficoltà a fare una valutazione sempre univoca.La pagina in esame è l’emblema di tutto ciò.Infatti:

58 a)ritorna la struttura logo-slogan,coerentemente non solo con le pagine per cui questo particolare è stato messo in luce,ma con tutte le pagine del sito:tutte,pur con accorgimenti grafici diversi,utilizzano questo schema formale e mentale b)stiamo visitando il sito di un’emittente radiofonica:c’è tutto quello che ci potremmo aspettare e anche molto di più,poiché i link inerenti a questo settore sono numerosi e tutti estremamente interessanti, completi, aggiornati e coerenti.Una nuova conferma insomma di quello che già dalle prime pagine aveva fatto breccia anche tra i più esigenti,e cioè una ricchezza di contenuti entusiasmante per ogni tipologia di tematica trattata. c)L’utente-tipo è l’appassionato di musica ma il target è anche qui potenzialmente ampliabile a chiunque. d)Ci sono anche qui informazione,intrattenimento,interazione:le modalità e le motivazioni sono sempre le stesse TUTTAVIA:

59 a)C’è, in posizione dominante nella pagina, una sequenza di link i cui contenuti esulano totalmente dal settore radio e riguardano argomenti a carattere molto generale,tutti con un denominatore comune,ma comunque eccessivamente vari.Questi link sono riproposti senza modifiche o adattamenti,anche in altre pagine legate alla sezione Network.Essi sono: un link alla home page(la pagina“Portale”),”Essere”,”Salute”,”Alimenta zione”,”Ambiente”,”Radio”:si stenta a cogliere il nesso che accomuna queste tematiche con la radio,intendendo la pagina nel suo complesso e anche il link facente parte di questa lista(che peraltro nella pagina in esame costituisce caso isolato di link spezzato). b)C’è un selettore manuale:viene proposta così un’altra lista di link (provare),stavolta ben più numerosi e privi di quel denominatore comune che prima si poteva tentare di individuare e completamente incoerenti e tra loro e circa la radio.Tra l’altro sono gli stessi link che troviamo in parte anche alla pagina del Portale,il che dimostra disorganizzazione e un disordine che andrà ad influire negativamente sull’usabilità. HOME PORTALEHOME PORTALE | ESSERE | SALUTE | A LIMENTAZIONE | AMBIENTE | RA DIOESSERESALUTEA LIMENTAZIONEAMBIENTERA DIO

60 Si riscontrano così gli stessi difetti e le medesime incongruenze che sono state sottolineate,per esempio, a proposito del link”Portale”,e che serpeggiano inevitabilmente lungo tutta la struttura del sito. Dunque ad un’impostazione formale ordinata risponde quasi specularmente una struttura di contenuti disordinata.E questo avviene spesso.A subire le conseguenze di questa “doppiafaccia”è,come già osservato,la funzionalità e l’usabilità del sito,sebbene solo in parte e non in modo compromettente. La pagina dedicata alla radio presenta,nonostante tutto,un miglior raziocinio grafico rispetto alla pagina del portale eco-culturale descritta in precedenza,che presentava la varietà dei temi senza una logica gerarchica.Qui tutto quello che riguarda Lifegate Radio è chiaramente messo in primo piano.

61 60%informazione 40%intrattenimento Ruolo di primo piano per le finalità informative del progetto è ricoperto da Lifegate Magazine. La rivista è direttamente associata al progetto “Impatto Zero”:l’utente lo comprende immediatamente e senza dubbi poiché al logo del magazine è associato quello di Impatto Zero e lo slogan-che come sempre ritorna-lo afferma esplicitamente. Ed è qui che pare essersi ristabilito l’ordine:infatti sono qui ripresentati tutti quegli argomenti che,per la loro varietà,avevano creato disagio analizzando la pagina di Lifegate Radio e abbiamo visto essere proposti anche alla pagina del Portale.Qui,nell’ambito di una rivista,rientrano perfettamente tematiche e contenuti circa la salute,l’alimentazione,ambiente(coerenti ovviamente con l’ecologia e l’impatto zero) e argomenti svariati che spaziano dalla musica,al cinema,al teatro e via dicendo,tutto quello insomma che pareva essere fuori luogo altrove. La ricchezza di contenuti trova qui dunque una sua ragion d’essere,un ordine,un contesto,il tutto così come compete ad una rivista.Ora,la pagina in questione ha lo scopo di descrivere e presentare,nonché,in qualche modo,pubblicizzare,la rivista di Lifegate,che non è virtuale ma reale e distribuita presso una rete commerciale di settore,cioè legata a finalità medesime a Lifegate o comunque destinata a promuovere il sodalizio,peraltro molto di tendenza,tra ciò che è inteso come cultura e le attività commerciali(rientrano in questa rete associazioni,ristoranti,negozi). La pagina serve inoltre a favorire l’interazione diretta con tutti coloro che ritengano di rientrare a far parte di questa rete:l’utente del caso può compilare un form,descrivere la propria attività e contribuire alla diffusione di Lifegate Magazine.Unico tramite il sito.

62 Strettamente legate all’aspetto commerciale sono le sezioni Lifegate Restaurant e Lifegate Cafè.Le pagine in questione sono attraenti dal punto di vista grafico,con un design minimalista e con belle animazioni.Notevoli anche i contenuti,completi e molto vari anche in questo contesto così settoriale,come è una pagina dedicata ad un ristorante.Infatti il primo link è denominato “filosofia”e,come è facile intuire,vuole richiamare in prima istanza i valori e i principi di Lifegate sui quali tutto,coerentemente,si fonda.Il secondo e i seguenti sono dedicati a ciò che più strettamente concerne l’attività di ristorazione,dai cibi alle bevande,per passare poi ad una photogallery e,contrariamente alle consuetudini,le presentazioni sono alla fine(ritorna la formula ‘dicono di noi’).Si può continuare a fare affidamento sui soliti punti fermi:un logo-slogan,la forte personalità anche di questa pagina come per le altre,e cioè la personalità che si addice ad una home page( possiede infatti un proprio l’url).L’utente trova risposta a buona parte delle sue possibili curiosità e soprattutto può da subito completare la ricerca delle informazioni più importanti,grazie al link ‘info’ e al fatto che indirizzo e numero di telefono del ristorante campeggiano a centro pagina,discreti ma ben visibili. 90%intrattenimento 10%informazione

63 Tra i partners commerciali quello di spicco è senza dubbio Lifegate Insurance, società del gruppo Ras associata a Lifegate con un programma di assicurazioni personalizzato per i soci,in particolare esclusiva riservata agli aderenti con Supporter Card(si veda,a questo proposito,la sezione “Agevolazioni”).Nel descrivere i contenuti di questa pagina è necessario,in qualche modo,ripetersi:in breve: 1)torna,senza eccezioni,il logo-slogan 2)si ripropone una sorta di home page ricca di link 3)c’è completezza di contenuti e grande coerenza(qui più che altrove) 4)non manca il richiamo alle tematiche portanti di Lifegate,questa volta in una prospettiva etica. 100% informazione

64 ESSERE | SALUTE | ALIMENTAZIONE | AMBIENTE | ESSERE | SALUTE | ALIMENTAZIONE | AMBIENTE | ESSERESALUTE ALIMENTAZIONEAMBIENTEESSERESALUTE ALIMENTAZIONEAMBIENTE Nel corso della riflessione sui contenuti si è sottolineato come spesse volte emerga una dualità ordine-disordine.E,se l’ordine è dato da una logica di strutturazione formale,il disordine si è visto causato: A)dalla molteplicità di contenuti che talvolta non concordano gli uni con gli altri in quanto a pertinenza,pur rientrando nella stessa sezione, B) dalla distribuzione dei vari link,che spesso sembra casuale.Con quest’ultima notazione ci si riferisce in particolare a tutte quelle opzioni che si sono incontrate sia alla pagina dedicata alla Radio,sia alla pagina del Portale di eco-cultura e cioè i link:

65 Questi link contribuiscono a mio parere,a creare disorientamento in quanto si ritrovano,si è detto,solo nelle sezioni Radio e Portale(anche alla sezione Magazine ma qui non costituiscono link):nella pagina del portale,questi link sono proposti due volte:da una parte,sono stati posti nella” barra degli strumenti” della pagina,dall’altra parte si trovano all’interno della pagina stessa e sono affiancati ad un altro link che conduce alla pagina degli “speciali”.

66 In quest’ultima pagina degli Speciali,li ritoviamo nuovamente nella barra degli strumenti,con lo stesso aspetto grafico,peraltro,che avevano al livello precedente. Inoltre,accedendo alla sezione “Servizi” della pagina “Portale”,li ritroviamo anche cliccando per esempio su “check up in casa”

67 Ad un analisi più approfondita li rincontriamo anche in un’altra sezione,quella degli ecolink,anche questa situata all’interno della pagina del Portale,e qui sono di nuovo proposti due volte.

68 Infine,ogni pagina dei link propone al suo interno i link alle altre rimanenti pagine dello stesso tipo(esempio: la pag.”Salute” propone “Essere” “Alimentazione” “Ambiente”),nonché un link a se stessa,comprensibilmente inutile. Insomma, andando in profondità non si capisce qual è la posizione gerarchica di questi link. Manca poi una collocazione precisa di queste sezioni:sarebbe più opportuno riservare per esse una chiara singola e precisa postazione a cui si acceda da uno degli snodi principali. Per esempio la pagina del Portale,che è la loro effettiva home page che,nella sua poliedricità di argomenti le contiene con coerenza (la sezione Radio,in luogo di coerenza,le contiene a fatica).Si dovrebbe dunque riservare un luogo privilegiato a questi link e soprattutto solo uno. E’ evidente allora che la navigazione non trae certo vantaggio da questa distribuzione dei contenuti,né tantomeno è facilitata poiché la sensazione è quella di perdersi o di non sapere più ricostruire l’esatto percorso che ha portato fino a quel punto. HOME HOME | ESSERE | SALUTE | ALIMENTAZIONE | AMBIENTE | RADIO | ESSERE SALUTE ALIMENTAZIONE AMBIENTE RADIO

69 Le pagine “Essere” “Salute” “Alimentazione” “Ambiente” sono tutte costruite con lo stesso identico schema,che tra l’altro ricalca l’impostazione formale di tutto il sito con i suoi caratteri già ampiamente descritti: -c’è un logo,in questo caso,doppio: infatti ritorna quello di lifegate,uguale in tutte le pagine,e poi ognuna ne possiede uno proprio,un disegno simbolo e un colore di riferimento che contraddistinguono ogni pagina e anche l’intera sezione di questi link. -si riconosce anche qui la struttura tipica di una home page -vi sono numerosi link per un’altrettanta ricchezza di contenuti relativi ad ognun argomento -c’è quel selettore manuale che troviamo in ogni pagina di questa sezione e di tutto il sito,che rimanda agli argomenti più disparati già citati e tutti racchiusi anche nella pagina Portale.

70 Il punto di forza di tutta questa sezione è la quantità di argomenti trattati e di approfondimenti a disposizione dell’utente, tutti questa volta molto coerenti con il tema di partenza,nonostante la notevole varietà. Per facilitare la consultazione degli articoli da parte dell’utente queste pagine propongono un percorso di lettura a partire dai link “I più letti”. C’è poi un sezione “Promo”,la possibilità di ricerca interna delle tematiche e un “notiziario”. Le denominazioni “Essere” “Ambiente” e via dicendo,sono senza dubbio vaghe e intendibili in vari modi:stimolano così la curiosità dell’utente e lo spingono ad accedere a queste sezioni.Le tematiche trattate sono effettivamente molteplici ma si nota un raffinato lavoro di selezione che punta ad indirizzare tutto verso l’originalità e il carattere colto degli articoli. Promo S.O.S. Naturale! Partecipa alla discussione sul forum S.O.S. Naturale su Epiqr, software per un'eco-gestione degli immobili I più letti

71 LA STRUTTURA DEI CONTENUTI La tipologia di sito web in cui Lifegate rientra è il portale internet,portale “sui generis”,poiché racchiude informazione,intrattenimento,tempo libero,business,servizi,ma tutto presentato nell’ottica settoriale dell’ecologia.E’ dunque un portale specializzato

72 l’organizzazione dei contenuti: Si riscontra un’impostazione generale basata su schemi organizzativi incentrati su contenuti per lo più ambigui,cioè legati ad argomenti e utenza.Alcune parti tuttavia sono organizzate dal punto di vista cronologico,ad esempio la sezione “archivio” all’interno della pagina dedicata a Lifegate Radio. La struttura organizzativa è prevalentemente di tipo gerarchico.La mappa del sito denota chiaramente come l’albero dei contenuti sia caratterizzato da notevole profondità e poca ampiezza,e di conseguenza si può definire la struttura come una rete dotata di grande ipertestualità e poca sequenzialità.Si è notato come quest’ultima caratteristica sia una delle cause del disorientamento che non raramente coglie l’utente. La suddivisione del sito in tre grandi sezioni risponde ad una logica di raggruppamento per similarità di tematiche,ma già in precedenza si è messo in luce come nell’approfondimento dei contenuti emergano con frequenza incoerenze dovute alla grande varietà di argomenti anche molto diversi tra loro e comunque trattati e proposti all’interno della stessa sezione. C’è dunque raggruppamento per similarità di argomenti a livello macroscopico,a cui corrisponde però una carenza di similarità a livello microscopico.

73 Etichette: Sono presenti tutti i tipi di etichettature: -La tipologia dei link contestuali è quella maggiormente utilizzata:ogni pagina propone parole chiave- con sottolineatura sia fissa sia attivabile con il cursore del mouse- e/o image map che portano ad approfondimenti: frequentemente si tratta di vere e proprie frasi incipit degli articoli che trattano un determinato argomento.I collegamenti disponibili sono numerosissimi.Talvolta si tratta di iperlink a blocchi di informazione su altre pagine -Si riscontra un largo uso di titoli che presentano senza equivoci le sezioni a cui è possibile accedere e svolgono una funzione fondamentale,laddove non siano dei collegamenti,nel descrivere il contenuto che segue così come avviene nella stampa,quindi anche con la finalità di indurre il visitatore ad approfondire i contenuti che il titolo stesso anticipa

74 -Sono sempre presenti link strutturali di navigazione:in particolare è sempre possibile,da qualsiasi pagina si stia visitando,tornare alla home page,accedere alle sezioni principali e agli snodi di navigazione cruciali,spostarsi su pagine subordinate rispetto alla pagina corrente. --Sono frequenti rimandi alternativi a pagine dal contenuto simile a quello della pagina che si sta visitando,link associativi che lo approfondiscono e lo completano e talvolta indirizzano l’utente facilitando la ricerca di informazioni dettagliate. A livello di contenuto tuttavia si nota a volte una certa ripetitività:molte tematiche sono spesso riproposte e,seppur approfondite, a mutare è soprattutto l’aspetto formale. In generale non sono state riscontrate gravi incongruenze tra le etichette dei collegamenti e i contenuti a cui esse rimandano:i link a disposizione,si è detto,sono decisamente numerosi, più di un centinaio,dunque è plausibile che non tutte le etichette siano chiare ed esaustive nella loro forma.Laddove si incontrino spunti poco delineati,si può affermare però che questo non costituisca un difetto ma piuttosto una scelta formale finalizzata a stimolare la curiosità del visitatore.D’altra parte si risponde anche ad un’esigenza di brevità delle formule di presentazione dei contenuti data la severità degli spazi grafici.

75 COMUNICAZIONE VALUTAZIONE DI QUALITA’

76 STILE Una prima considerazione riguardo allo stile della comunicazione adottato nel sito di Lifegate riguarda il logo della piattaforma culturale,che si può definire come un vero e proprio marchio di fabbrica,un brand dalla grande forza comunicativa e con la chiara finalità di diventare,in breve, facilmente ricordabile per l’utente.Si tratta infatti di un’immagine che ritorna nella maggior parte delle pagine del sito,e ad essa è affiancato una tagline con la funzione di slogan

77 Lifegate è un sito che non possiede un utente di riferimento specifico:sicuramente si potrebbe indicare come target l’individuo personalmente interessato alle tematiche ambientali,ma si è già messo in luce come,data la varietà degli argomenti trattati,l’utente potenziale/reale non si possa racchiudere entro una tipologia definita.Si può tuttavia ipotizzare che l’utente reale appartenga ad una categoria molto ampia ma con tratti delineabili,che portano ad escludere tutti quegli individui i cui interessi esulino completamente da ogni ambito “culturale”.Infatti,ponendo a confronto con Lifegate un altro sito portale legato a Lifegate,e cioè nota immediatamente come entrambi abbiano un tratto comune,ossia la eterogeneità dei contenuti,ma che Libero abbia una portata decisamente più ampia in quanto a utenza,proprio perché tratta anche tematiche “pop” come lo sport o il gossip,tematiche che su Lifegate non ci si aspetterebbe ragionevolmente di trovare- salvo eccezioni. Posta questa premessa,si può affermare che il linguaggio è appropriato in ogni caso,talvolta ricercato laddove si incontrino parole straniere, parole colte ma al contempo affascinanti,e termini e contenuti “di tendenza” Il tutto contribuisce a stimolare l’approfondimento dei contenuti.www.libero.it » Matrimonio come espansione del sé » Psicologia Transpersonale Colori e geometrie del sogno Ogni pittura aborigena è un dreaming, sogno della creazione, spiegazione dell'origine della vita, principio generativo del presente. Attiva il potere di esseri mitici, esprime l'identità di ogni comunità, le relazioni tra individuo e territorio. Che cos'è il Feng Shui Una tradizione di più di cinquemila anni, di origine cinese e tibetana, per trovare una giusta armonia tra uomo, abitazione e ambiente.

78 Non si incontrano frasi e slogan colloquiali ma lo stile non si può definire formale,soprattutto grazie al fatto che è caratterizzato da una ricorrente referenzialità:ci si rivolge all’utente usando il discorso diretto, con volontà spesso esplicativa e che sempre tende a invitare l’utente in una certa direzione.Questo in particolare,per quanto riguarda l’iscrizione a Lifegate con l’opzione “Supporter Card”. Infine si sottolinea la presenza di parole e concetti chiave,sempre espressi in modo semplice e diretto,talvolta con tono esortativo o descrittivo.Esempio più lampante di questo è costituito dai tanti slogan che contraddistinguono le altrettante pagine del sito. Il sito raggiunge così i suoi obiettivi di comunicazione:il brand,loghi,simboli sono comunicati bene,lo scopo è immediatamente comprensibile dalla sua home page e lo stile è coerente con gli obiettivi che il sito si pone.

79 USABILITA’ VALUTAZIONE DI QUALITA’

80 La valutazione di qualità ha messo in luce pregi e difetti del sito in base ai diversi punti di vista.Uno sguardo complessivo sulle considerazioni fatte fin’ora soddisfa in buona parte la valutazione delle caratteristiche del sito nell’ottica dell’usabilità,ovvero la concreta possibilità di usare al meglio un’applicazione multimediale. Il caso specifico di Lifegate.it ha dato modo di confrontarsi con un’applicazione molto articolata che,in ragione della sua complessità,tende inevitabilmente a celare difetti e talvolta anche pregi,inducendo all’ipercriticismo.Si vogliono allora prendere in considerazione i tre parametri fondamentali dell’usabilità riappropriandosi di una prospettiva globale, più vicina a quella dell’utente reale che usa in concreto l’applicazione

81 DARE IL CONTROLLO ALL’UTENTE Si può dunque affermare che l’utente abbia nel complesso, un buon controllo dell’interfaccia. L’utente esperto ha dimostrato di sapersi destreggiare tra il notevole flusso di input che riceve,grazie al fatto che è consentita una manipolazione diretta degli oggetti nella maggior parte dei casi,e che la possibilità di scelta è decisamente ampia.Tuttavia considerazioni precedenti hanno trovato parziale ma sufficiente conferma durante il test di usabilità,da cui è emerso ancora che la navigazione non è sempre agevolata da percorsi chiari e talvolta all’utente non è consentita di trovare facilmente vie d’uscita.L’utente meno esperto ha incontrato difficoltà a muoversi all’interno del sito,anche se l’esito è stato poi positivo.Si è evidenziato poi che in certi casi le possibili dinamiche di navigazione per raggiungere una determinata informazione o per compiere un’azione non sono esclusive.Il tutto va dunque ad influire non positivamente sull’efficienza del sito

82 RIDURRE LO SFORZO MNEMONICO All’utente non è richiesto uno sforzo mnemonico considerevole Infatti,nonostante ci sia una quantità di informazioni e opzioni rilevante,l’utente ha sempre a disposizione lungo tutto il sito le più importanti.Vi sono anche metodi veloci per aprire certe attività.Il test non ha dimostrato necessità per l’utente di memorizzare passaggi o percorsi,tuttavia si è ipotizzato in precedenza che in svariati casi si verifichi disorientamento.

83 RENDERE L’INTERFACCIA CONSISTENTE L’interfaccia è omogenea nei comportamenti e risponde ad una logica di ordine formale già descritta.Questo facilita l’utente a raggiungere i propri obiettivi in maniera completa,a vantaggio dell’efficacia del sito.Infine il sistema è accessibile con comfort e il test ha chiaramente dimostrato che nell’80% dei casi l’utente si è ritenuto soddisfatto

84 Media e Aspetto Grafico

85 AUDIO Il sito non presenta un rilevante uso dell’audio L’unica eccezione di rilievo è costituita dalla possibilità di connettersi alle frequenze di Lifegate Radio e ascoltare così la programmazione musicale dell’emittente tramite il sito web,usando come parametro di qualità dell’ascolto le caratteristiche del tipo di connessione alla rete di ogni singolo utente.In particolare si è verificato che,con una connessione modem a 56kbps,la qualità dell’ascolto è accettabile,ma non per tempi prolungati poichè vi sono con regolarità momenti afoni. La qualità dell’audio dipende invece dalle caratteristiche del pc che si sta usando

86 IMMAGINI Per contro vi è un largo uso di immagini di alta qualità,buona risoluzione e curate nella scelta anche dal punto di vista della resa estetica:ad immagini e fotografie che ritraggono scenari del mondo reale,se ne affiancano altrettante dalla chiara funzione decorativa,sorta di cornici al testo.In particolare:

87 - sono presenti fotografie elaborate tramite sovrapposizioni e montaggi con la funzione di creare uno spunto grafico interessante sotto il profilo estetico-artistico che serva a meglio presentare le tematiche,come se l’aspetto accattivante della parte figurativa,con un sapiente lavoro di accostamento dei colori e delle forme,potesse coinvolgere maggiormente il visitatore e condurlo all’approfondimento della parte testuale.Sono fotografie in formato jpeg e gif

88 - Numerose sono anche fotografie di tipo documentaristico,cioè che ritraggono contesti e situazioni reali, usate per correlare molti articoli e comunque sempre scelte con cura per la loro valenza estetica.Svariate e aggiornate nel tempo sono anche le fotografie che completano gli articoli di informazione:si va da ritratti di personaggi,alla copertina di un disco,scenari del mondo e via dicendo.Le fotografie sono inserite con estensione.jpg

89 -Ogni pagina è poi ricca di immagini.gif che contestualizzano e danno ad ognuna un aspetto gradevole per l’osservatore.

90 Nel complesso si può dunque affermare che l’aspetto grafico sia molto curato:ciò che colpisce maggiormente è l’uso dei colori:vi è infatti una policromia notevolissima,con abbinamenti e combinazioni vincenti e seducenti.Talvolta il colore distingue diverse sezioni:è il caso delle pagine a cui si accede attraverso i link Essere,Salute,Alimentazione, Ambiente,in cui ad ogni argomento è associato un colore di riferimento

91 Un uso del colore decisamente indovinato si riscontra,a mio parere,soprattutto nella home page: l’utente può essere facilmente conquistato da questa pagina di partenza poiché vi è armonia cromatica tra lo sfondo della pagina,il logo e i link –il blu in varie sfumature,e anche qui il colore svolge la funzione di distinguere le varie sezioni e i percorsi di navigazione- sfumature di blu per quelli che abbiano denominato “link Lifegate”,l’arancione vivo per la sezione “Network”,il verde acceso per “Attività”

92 Si può infine dedurre che la scelta di determinati colori per alcuni argomenti sia stata fatta in base alla teoria cromatica per cui ad alcuni colori sono associate determinate sensazioni:un esempio efficace di questo è fornito da tutte quelle pagine che trattano temi inerenti alla salute e al benessere in cui i colori sono utili a predisporre l’animo e l’attenzione del visitatore a questo tipo di tematiche.E allo stesso modo si può ritenere che la scelta del blu in vari toni come colore predominate nella home page e in molte altre pagine,nonché per il logo,sia un indiretto richiamo a elementi naturali quali il cielo,l’acqua e molti altri-e identico discorso vale anche per l’uso del verde- e al mondo naturale in generale,che il progetto pone come fondamenta di se stesso.Ulteriore conferma di questo è data da quelle pagine inerenti al business,che cioè esulano da tematiche strettamente ambientali, come nel caso della pagina di Lifegate restaurant,in cui spicca il rosso granata(#480d00),tonalità scura dai rimandi profondamente diversi rispetto ai precedenti esempi. #1c9add # #b4d88b

93 TESTO Tra le componenti principali del sito rientra sicuramente il testo: la prima notazione importante riguarda il fatto che si riscontra un notevole equilibrio tra testo colore e immagini. Sono infatti tre fattori prevalenti nella maggior parte delle pagine e sono tutti sapientemente dosati e proporzionati l’uno con l’altro.Rientrano in queste considerazioni anche quelle pagine in cui il colore ha un ruolo predominante,come per esempio la home page e altre pagine di presentazione,e che per questo riducono la loro portata testuale a parole e frasi con funzione di link a testi più articolati.In questi casi però la predominanza del colore ha la funzione di accompagnare il testo,di creare per esso uno sfondo appropriato. Eccezione di rilievo è costituita da quelle pagine che si trovano all’interno del circuito dei “link Lifegate”,in cui,si è detto,l’aspetto grafico è evidentemente curato in modo minore rispetto alle altre pagine del sito,e in cui la parte testuale è quella preponderante. I tipi di font usati sono:

94 Risulta dunque che tutti i browser riconoscano questi caratteri. Si può inoltre affermare che tutte le pagine abbiano una buona leggibilità.In particolare si è riscontrato che c’è una buona combinazione di testo e colore di sfondo:la maggior parte del testo è infatti di colore nero o comunque scuro su sfondo chiaro e viceversa. Vi è un uso prevalente del carattere minuscolo normale.Inoltre non ci sono testi eccessivamente lunghi o che si possano definire estesi oltremodo l’economia di una pagina che riporta un articolo,che per sua natura possiede una certa estensione. I titoli sono tendenzialmente brevi e concisi,li si è definiti come degli slogan. Infine c’è un uso intelligente del grassetto e del sottolineato,laddove servano ad evidenziare sottotitoli o sezioni di testo rilevanti per la corretta esplorazione dei contenuti,sempre mantenendo una buona uniformità grafica.

95 INTERATTIVITA’ Come accennato in precedenza,all’utente è data una discreta possibilità di interazione. Parte dei link hanno infatti lo scopo di favorirla e in qualche modo di indurla:invitano infatti l’utente a contattare il sito,a registrarsi,dando anche modo di farlo “in concreto”,che in questo caso significa associarsi di fatto e non solo “virtualmente”,richiedendo la “Supporter Card”: la cosa comporta un versamento in denaro e permette di diventare ospiti privilegiati di Lifegate, soci attivi e aventi diritto a vantaggi relativi alle varie attività commerciali,a ricevere gratuitamente un mensile e quant’altro e soprattutto permette agli associati di divenire a pieno titolo sostenitori attivi della causa e dei principi di Lifegate. Altra opportunità di interazione è data dalla possibilità di connettersi alle frequanze di Lifegate radio,a discrezione dell’utente

96 Come è buona norma di tutti i portali on-line,ormai anzi prassi,anche Lifegate.it mette a disposizione dell’utente una casella forum attivo 24 ore su 24 e,dettaglio meno scontato ma dall’intuibile finalità,consente di impostare in maniera quasi automatica la home page come pagina iniziale sul pc dell’utente.E’ inoltre possibile il download di sfondi,loghi per il cellulare,vignette e simili,anche questa una prassi trita di tutti i portali e i siti in generale,specie per quelli che hanno potenzialità commerciali.D’altro canto mi sembra evidente che la pagina di riferimento per quest’ultima notazione sull’interattività del sito abbia un’identità sua propria.Infine alla sezione “servizi” della pagina “Portale” l’utente trova numerose possibilità di interazione assolutamente interessanti e utili

97 ANIMAZIONI Le animazioni sono sapientemente dosate:non sono eccessive,non tendono mai a distrarre l’utente dai contenuti ma semmai a focalizzare meglio l’attenzione su di essi e soprattutto sono molto utili a rendere accattivanti le pagine,specie quelle che rientrano nell’ambito più commerciale.Questo conferma una considerazione fatta in precedenza circa il rapporto inversamente proporzionale tra l’aspetto grafico e i contenuti:l’importanza di certe tematiche supplisce alla mancanza di pregi grafici e viceversa. Non ci sono animazioni particolarmente complesse né sbalorditive:esse sono misurate sia in quantità sia dal punto di vista qualitativo.Ad essere animato è prevalentemente il testo: la tendenza è quella di selezionare blocchi di testo rilevanti che modificano il loro aspetto in modo reiterato e molto rapido.La finalità è ovvia,ossia attirare lo sguardo del soggetto su un determinato messaggio,secondo una logica pubblicitaria.Si tratta infatti di un topos del web,che sottintende l’uso di script:scritte che “rimbalzano” a mò di fionda sul monitor o che scorrono come schegge per poi bloccarsi davanti agli occhi pochi secondi e scomparire.Niente di eclatante per l’abituèe ma tecnica sempre efficacissima. Si trova un esempio di questo alla pagina delle Assicurazioni,in cui il messaggio che invita a registrarsi non smette mai di saltellare e ingrandirsi e accompagna l’immagine della Supporter card,anch’essa in movimento rotatorio Talvolta le lettere delle parole si snocciolano una dietro l’altra a formare una scritta:è il caso della pagina di Lifegate Restaurant,forse la pagina con la grafica più attraente e inconsueta rispetto alle altre:lo sfondo è scuro e tutta la pagina è percorsa da oggetti in movimento,come linee e immagini del ristorante che fanno ingresso nella pagina in sequenza,formando un mosaico irregolare.La scritta “Lifegate” entra rapida lateralmente e spicca poichè la pagina non concede quasi altro spazio al testo,in uno stile definito già minimalista. Altro esempio di animazione è dato dalla pagina”Communication”,in cui si attiva qualche effetto cliccando con il cursore del mouse sui link a disposizione:testo e immagini scorrono contemporaneamente da destra e sinistra a comporre letteralmente il punto focale della pagina,per poi uscire al nuovo click.In modo analogo troviamo un banda di immagini in scorrimento che compare accedento alla sezione “Impatto Zero”e alla neonato settore sull’energia rinnovabile.

98 Test di Usabilità

99 PREPARAZIONE DEL TEST Si è voluto valutare attraverso un campione di utenti le caratteristiche di in termini di qualità della navigazione e dell’usabilità del sito,ponendo come finalità ultima quella di considerare il tipo di giudizio dato dall’utente. Gli utenti sono stati invitati a svolgere determinati compiti all’interno del sito e a commentare le azioni svolte.Sono poi state poste loro alcune domande in forma diretta per meglio delineare ogni singolo giudizio in senso positivo o negativo. Definizione del campione Il test è stato condotto su 5 persone che rientrano nella tipologia di utente potenziale,le cui caratteristiche sono state considerate come parametri adottati per questa selezione.Questi sono: un livello medio/alto di istruzione,un’età compresa tra i 15 e i 50 anni,una certa familiarità/propensione verso la tecnologia informatica,infine una professione o un hobby che si potesse,almeno in parte, conciliare con i contenuti trattati dal sito.

100 Utente 1 Nome: Davide Età: 32 Professione:musicista Conoscenza del sito: sì Conoscenza di internet: buona Utente 2 Nome: Rosalba Età: 50 Professione funzionario statale Conoscenza del sito: no Conoscenza di internet: molto scarsa Utente 3 Nome: Giulia Età: 26 Professione medico Conoscenza del sito:no Conoscenza di internet: buona Utente 4 Nome: Ignazio Età: 33 Professione geologo Conoscenza del sito: no Conoscenza di internet: buona Utente 5 Nome: Giacomo Età: 15 Professione studente Conoscenza del sito: no Conoscenza di internet: molto buona

101 Compiti da svolgere 1.Descrivere,senza accedere a nessun link, che cosa è Lifegate analizzando visivamente solo la Home Page del sito 2.Definire un argomento o un tema di cui mai si è sentito parlare prima e riguardo al quale non si possiede alcuna informazione.Poi descrivere,alla fine di un percorso di navigazione approfondito, quante informazioni si sono raccolte e quanto si può affermare che si sia imparato a riguardo.(qualità dell’informazione) 3.Usare il motore di ricerca interno al sito partendo dalla home page e impostare la ricerca digitando un argomento qualsiasi che potenzialmente potrebbe essere trattato nel sito,ma di cui si ha la certezza che effettivamente lo sia (quantità dell’informazione) 4.Iscriversi a Lifegate.it 5.Provare a connettersi alle frequenze di Radio Lifegate partendo dalla Home page.

102 Domande 1.Esprimere un giudizio di gradimento del sito (molto buono,buono,sufficiente,insufficiente) 2.Si ritiene che il sito esponga gli argomenti trattati in modo da stimolare ad approfondire le tematiche più attinenti all’ecologia o porti in altre direzioni quali,ad esempio,l’intrattenimento o le operazioni commerciali? (porta all’ecologia,porta in altre direzioni-in tal caso specificare quali-) 3.E’ probabile che personalmente si utilizzerà in futuro Lifegate.it come fonte di informazioni di vario genere? (sì no non so)

103 Come valutare I parametri sono i seguenti: 1.Informazione trovata/non trovata-Compito svolto/svolto = success rate (sì/no) 2.Tempo impiegato 3.errori commessi – esito positivo/negativo 4.soddisfazione dell’utente (sì/no)

104 Success Rate Success Rate Tempo Tempo Error ErrorSoddisfazione Comp 1 Sì –info trovata RISPOSTA:”E’ un portale internet per la serie di opzioni e la mail, 15’’ motore di ricerca considerato assente nel sito Sì Comp 2 Argomento scelto: LIFEGATE RESTAURANT Info trovata 4’12’’ esito positivo Sì (esauriente) Comp 3 Compito svolto Cercato: “VINO” 20’’/30’’ Difficoltà a trovare il form per digitare termine-ricerca  Sì Trovati: 98 articoli Comp 4 Compito svoltoTempo medio 20’’ L’opzione Supporter Card considerata come unica ipotesi Sì Comp 5 Compito svolto Tempo Medio 10’’ esito positivo Sì Davide

105 Success Rate Success Rate Tempo Tempo Error ErrorSoddisfazione Comp 1 Sì–info trovata RISPOSTA:” sito di cultura globale  sguardo sul mondo/ambiente 12’’ Non è stato riconosciuto come portale internet sì Comp 2 Argomento scelto: CLINICA OLISTICA Info trovata 5’40’’ esito positivo sì (esauriente) Comp 3 Compito svolto Cercato: “POESIA” 20’’/30’’ Difficoltà a trovare il form per digitare termine-ricerca  sì Trovati: 29 articoli Comp 4 Compito svoltoTempo medio 20’’ L’opzione Supporter Card considerata come unica ipotesi sì Comp 5 Compito svoltoTempo Medio 10’’ esito positivo Sì Rosalba

106 Success Rate Success Rate Tempo Tempo Error ErrorSoddisfazione Comp 1 Sì – info trovata in parte RISPOSTA:”tutto riguarda il biologico a 360°” 10’’ Non è stato riconosciuto come portale internet Sì Comp 2 Argomento scelto: IMPATTO ZERO Info trovata 3’ esito positivo Sì (esauriente) Comp 3 Compito svolto Cercato: “MODA VINTAGE” 20’’/30’’ Difficoltà a trovare il form per digitare termine-ricerca  NO Non trovato Comp 4 Compito svoltoTempo medio 20’’ esito positivo Sì Comp 5 Compito svoltoTempo Medio 10’’ Sì Giulia

107 Success Rate Success Rate Tempo Tempo Error ErrorSoddisfazione Comp 1 NO – Info non trovata 10’’ RISPOSTA:”E’ organizzazione di ecologisti” / Comp 2 Argomento scelto: LIFEGATE RESTAURANT Infi trovata 1’20’’ esito positivo Sì (esauriente) Comp 3 Compito svolto Cercato: “SPORT” 20’’/30’’ Difficoltà a trovare il form per digitare termine-ricerca  Sì Trovato: 52 articoli Comp 4 Compito svoltoTempo Medio 20’’ esito positivo Sì Comp 5 Compito svoltoTempo Medio 10’’ esito positivo Sì Ignazio

108 Success Rate Success Rate Tempo Tempo Error ErrorSoddisfazione Comp 1 NO – Info non trovata 8’’ RISPOSTA:” sito ” no global” NO Comp 2 Argomento scelto: PORTALE  MUSICA  RADIO Effettuato ascolto-info trovata 13’ esito positivo Sì (grande soddisfazione dell’utente) Comp 3 Compito svolto Cercato:” THAIBOXE” 20’’/30’’ Difficoltà a trovare il form per digitare termine-ricerca  NO Non trovato Comp 4 Compito svoltoTempo Medio 20’’ esito positivo Sì Comp 5 Compito svoltoTempo Medio 10’’ esito positivo Sì Giacomo

109 Esito domanda 1

110 Esito domanda 2

111 Esito domanda 3

112 Valutazione Di Qualità In Sintesi

113 Valutazioni 0 = insufficiente 1 = scarso 2 = sufficiente 3 = discreto 4 = buono 5 = ottimo ACCESSIBILITA’ Punti di forza url breve e facilmente memorizzabile ottima organizzazione dei collegamenti a/da altri siti buona referenza dei motori di ricerca in termini specifici Punti di debolezza Caricamento lento con modem56k Scarsa referenza dei motori di ricerca in termini generici Voto : 4

114 Valutazioni 0 = insufficiente 1 = scarso 2 = sufficiente 3 = discreto 4 = buono 5 = ottimo GESTIONE Punti di forza Impostazione incentrata sull’utente Il sito è mezzo di comunicazione fondamentale tra il progetto Lifegate e i suoi fruitori/sostenitori Aggiornamento continuo sia grafico che contenutistico Agevolazioni Voto. 5

115 Valutazioni 0 = insufficiente 1 = scarso 2 = sufficiente 3 = discreto 4 = buono 5 = ottimo FUNZIONALITA’ Punti di forza Assenza di pagine in costruzione e funzioni incomplete Funzionalità adeguate agli scopi Funzioni coerenti ed adeguate alla natura del sito di portale internet Punti di debolezza Navigazione non facile:percorsi poco chiari,assenza di vie d’uscita Disorientamento Presenza di link spezzati Voto: 2

116 Valutazioni 0 = insufficiente 1 = scarso 2 = sufficiente 3 = discreto 4 = buono 5 = ottimo CONTENUTO Punti di forza Quantità e qualità notevoli dell’informazione Buona dose di intrattenimento Efficace suddivisione dei contenuti in 3 filoni principali Adeguato livello culturale Ordine formale Punti di debolezza Incoerenze e disordine nell’organizzazione dei contenuti Disorientamento Voto : 4

117 Valutazioni 0 = insufficiente 1 = scarso 2 = sufficiente 3 = discreto 4 = buono 5 = ottimo COMUNICAZIONE Punti di forza Stile adeguato agli scopi del sito Brand forte Buona strutturazione formale Voto: 5

118 Valutazioni 0 = insufficiente 1 = scarso 2 = sufficiente 3 = discreto 4 = buono 5 = ottimo USABILITA’ Punti di forza Alta percentuale di soddisfazione per l’utente Sforzo mnemonico limitato Interfaccia consistente Punti di debolezza Controllo dell’utente migliorabile Voto : 4

119 Valutazioni 0 = insufficiente 1 = scarso 2 = sufficiente 3 = discreto 4 = buono 5 = ottimo MEDIA E ASPETTO GRAFICO Punti di forza Ottimo uso del colore e alta qualità delle immagini sotto diversi profili Stile accattivante per le sezioni più commerciali Punti di debolezza Scarsa cura dell’aspetto grafico della sezione legata al progetto Lifegate Voto : 4

120


Scaricare ppt "Esempi di relazioni di valutazione di qualità di siti."

Presentazioni simili


Annunci Google