La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA VERA VERITA SULLE PENSIONI di GIOVANNI PALLADINO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA VERA VERITA SULLE PENSIONI di GIOVANNI PALLADINO."— Transcript della presentazione:

1 LA VERA VERITA SULLE PENSIONI di GIOVANNI PALLADINO

2 DAL DIRITTO … Art. 38 della Costituzione I LAVORATORI HANNO DIRITTO CHE SIANO PREVEDUTI E ASSICURATI MEZZI ADEGUATI ALLE LORO ESIGENZE DI VITA IN CASO DI INFORTUNIO, MALATTIA, INVALIDITÀ E VECCHIAIA

3 … AL DOVERE LO STATO SOCIALE NON DEVE SOFFOCARE GLI INCENTIVI, LE OPPORTUNITÀ E IL SENSO DI RESPONSABILITÀ DEI LAVORATORI, MA PIUTTOSTO DEVE INCORAGGIARE GLI SFORZI INDIVIDUALI PER CONSEGUIRE UN LIVELLO DI VITA SUPERIORE AI LIVELLI MINIMI GARANTITI DALLA PREVIDENZA SOCIALE William Beveridge, 1946 Fondatore del Welfare State

4 SI PASSA DAL SISTEMA CONTRIBUTIVO (MANICA STRETTA) LA GENEROSA RIFORMA BRODOLINI DEL 1969 AL SISTEMA RETRIBUTIVO (MANICA LARGA) AL SISTEMA RETRIBUTIVO (MANICA LARGA)

5 UNA PROFEZIA SBAGLIATA Questa riforma non chiede niente ai padroni, niente, neppure una lira! On. G. POLOTTI (21 Marzo 1969)

6 INFATTI … (Aliquota di contribuzione INPS per i lavoratori dipendenti del settore privato) % 20% % RIFORMA BRODOLINI

7 UN ROSSO POCO CONOSCIUTO Fonte: Nucleo Valutazione Spesa Previdenziale - Ministero del Lavoro Miliardi di euro DISAVANZO

8 C. RAPPORTO (B/A) C. RAPPORTO (B/A) LANOMALIA ITALIANA A. NUMERO PENSIONATI (MILIONI) B. NUMERO CONTRIBUENTI (MILIONI) ITALIA 18241,41 FRANCIA 14261,86 G.B ,64 U.S.A ,50GERMANIA19382,00

9 LA DURA (A REGIME) RIFORMA DINI DEL 1995 Nel 1995 sono stati creati 3 tipi di pensionati: I FORTUNATI DEL REGIME RETRIBUTIVO1) Il 31/12/95 avevano più di 18 anni di anzianità contributiva 2)I MENO FORTUNATI DEL REGIME MISTO Il 31/12/95 avevano meno di 18 anni di anzianità contributiva GLI SFORTUNATI DEL REGIME CONTRIBUTIVO 3) Hanno iniziato a lavorare dopo il 31/12/95

10 SI PASSA DAL SISTEMA RETRIBUTIVO CHE HA DATO POCO A TANTI E TANTO A POCHI AL SISTEMA CONTRIBUTIVO CHE DARÁ POCO A TUTTI IL PARADOSSO DELLE RIFORME

11 Peso % N° pensionati Importo lordo mensile Fino a 999 Peso % Spesa Importo MEDIO Importo MEDIO Da a ,3 41,6 21,3 46, e più 14,132, Fonte: INPS LE BRICIOLE A TANTI, IL PANE A POCHI

12 IL FISCO INCENTIVA LA PENSIONE PRIVATA 1)CONTRIBUTI DEDUCIBILI SINO A UN MASSIMO DI 5.164,57 EURO = LIRE 2)RENDIMENTI ANNUI TASSATI ALLA FONTE CON LALIQUOTA RIDOTTA DELL11% 3)PRESTAZIONI FINALI (RENDITA E CAPITALE) TASSATI ALLA FONTE CON ALIQUOTE VARIABILI DAL 15% AL 9% A SECONDA DELLA DURATA DELLINVESTIMENTO

13 IL FISCO INTELLIGENTE CON LA DURATA CRESCENTE LA RITENUTA DIMPOSTA È DECRESCENTE RITENUTA DIMPOSTA DURATA DEL FP O DEL PIP 2512,0 3010,5 359,0 1515,0 2013,5 (ANNI) (%)

14 LA MATEMATICA NON E UNOPINIONE LASCIARE IL TFR IN AZIENDA VUOL DIRE: 1)OTTENERE UN BASSO RENDIMENTO (1,5% + 75% DEL TASSO DI INFLAZIONE) 2)REGALARE TANTI SOLDI AL FISCO

15 1)HO MINORE AUTOFINANZIAMENTO OGGI, MA TANTO DEBITO IN MENO DOMANI SE NON CHIEDO I SOLDI PER IL TFR ALLA BANCA 2)HO UN MAGGIORE RISPARMIO FISCALE, CONTRIBUTIVO E QUINDI FINANZIARIO 3)NON PRODUCO UN DANNO FINANZIARIO AI MIEI DIPENDENTI E PERTANTO FACCIO I LORO INTERESSI LA GIUSTA RIFLESSIONE DELLIMPRENDITORE PREVIDENTE LA GIUSTA RIFLESSIONE DELLIMPRENDITORE PREVIDENTE SE CEDO IL TFR:

16 IL RISPARMIO PER LIMPRENDITORE IPOTESI: 10 DIPENDENTI CON STIPENDI LORDI DI EURO TRASFERIMENTO A FONDI PENSIONE O POLIZZE PREVIDENZIALI DEL TFR (EURO ) SENZA CHIEDERE UN PRESTITO BANCARIO Minori oneri impropri Minori interessi passivi Fine del premio allINPS Minore IRES Risparmio TOTALE

17 CHI HA PIÙ BISOGNO DI ESSERE SALVATO? SOPRATTUTTO I LAVORATORI CON REDDITO MEDIO-ALTO CHE SARANNO PENALIZZATI DALLA PREVIDENZA PUBBLICA PER CONSENTIRE ALLINPS DI AUMENTARE GRADUALMENTE LE PENSIONI BASSE.

18 LITALIA È APPENA ALLINIZIO 2001 N° di partecipanti ai fondi pensione (in milioni) ,1 2,4 2,6 2,7 3,0 3,2 4,6

19 MA CHI PAGHERÀ LA PENSIONE PRIVATA? LO SVILUPPO DELLECONOMIA MONDIALE MA CHI PAGHERÀ LA PENSIONE PRIVATA? LO SVILUPPO DELLECONOMIA MONDIALE GUERRA FREDDA ANNI 50 ANNI 60 ANNI 70 DIALOGO ANNI 80 COOPERAZIONE ANNI 90 INTEGRAZIONE ECONOMICA CRESCENTE 21º SECOLO – IL SECOLO GLOBALE

20 DAL LAGO ALLOCEANO SINO A 30 ANNI FA LECONOMIA MONDIALE ERA TRAINATA SOLO DA 31 PAESI. IL 75% DEL PIL GLOBALE ERA PRODOTTO E CONSUMATO DAL 20% DELLA POPOLAZIONE MONDIALE. IL RESTANTE 80% VIVEVA CON IL 25%.

21 IL VIAGGIO NELLOCEANO È APPENA INIZIATO IL VIAGGIO NELLOCEANO È APPENA INIZIATO A 30 ANNI DAL RISVEGLIO LA SITUAZIONE È LA SEGUENTE (dati al 2007): 31 PAESI15% 56% $ RESTO DEL MONDO 85% 44% $ POPOLAZIONE PILPRO-CAPITE

22 IL SORPASSO E VICINO CRESCITA DEL PIL MONDIALE IN MILIARDI DI $ Fonte: International Monetary Fund 70,8% 29,2% 63,2% 36,8% 63,6% 36,4% 63,8% 35,2% 62,7% 37,3% 58,5% 41,5% 56,3% 43,7%

23 IL MONDO È APPENA ALLALBA DELLO SVILUPPO IL MONDO È APPENA ALLALBA DELLO SVILUPPO (Valore del commercio mondiale in miliardi di $) Miliardi di $ Fonte: WTO

24 ERGO: MAI COME OGGI E RAZIONALE … SODDISFARE ESIGENZE DI LUNGO TERMINE CON INVESTIMENTI COLLEGATI ALLO SVILUPPO DELLECONOMIA MONDIALE


Scaricare ppt "LA VERA VERITA SULLE PENSIONI di GIOVANNI PALLADINO."

Presentazioni simili


Annunci Google