La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Maschera con rèservoir non rebreathing Il rèservoir è separato dalla maschera da una valvola ad una via che impedisce il rebreathing. Altre valvole ricoprono.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Maschera con rèservoir non rebreathing Il rèservoir è separato dalla maschera da una valvola ad una via che impedisce il rebreathing. Altre valvole ricoprono."— Transcript della presentazione:

1 Maschera con rèservoir non rebreathing Il rèservoir è separato dalla maschera da una valvola ad una via che impedisce il rebreathing. Altre valvole ricoprono i fori laterali impedendo l’entrata di aria durante l’inspirazione.

2 Maschera di Venturi Stesse caratteristiche della maschera semplice, con l’aggiunta di un foro a cui viene collegato un tubo corrugato, del diametro di 2 cm circa, che termina con una valvola che attraverso il principio di mescolamento permette di variare la concentrazione di O2 somministrata.  Vantaggi:Fornisce una precisa concentrazione di O2.  Svantaggi: fastidiosa come tutte le maschere, impedisce l’alimentazione.

3

4 Catetere transtracheale Permette di somministrare ossigeno direttamente in trachea per mezzo di una tracheostomia.  Vantaggi: dispersione di ossigeno minima per cui si ha un risparmio di ossigeno di circa il 50% rispetto ai sistemi convenzionali.  Svantaggi: aumenta il rischio di infezioni tracheo-bronchiali.

5 Flusso erogato (L/min) % di O2 Cannula nasale Maschera facciale semplice Maschera con rèservoir a parziale rebreathing Maschera con rèservoir non rebreathing Maschera di Venturi24-60 Cateteri transtracheali28-100

6 Educazione alla persona Fornire informazioni riguardo:  Importanza dell’O 2 terapia  Compliance  Posizionamento  Prevenzione

7 Gestione e Prevenzione Profilassi del cavo orale e delle mucose nasali, con prodotti a base acquosa e non alcolica 5-6 volte al giorno per inumidire le mucose e ridurre la possibilità di secchezza. Umidificare l'area inspirata se i flussi sono superiori ai 4 l/min con sistemi a basso flusso, utilizzando acqua sterile bidistillata per prevenire infezioni, da sostituire giornalmente e quando la quantità è inferiore al livello minimo.

8 Monitorare l'integrità cutanea delle zone a contatto del presidio per prevenire lesioni da decubito (prevedere diagnosi di rischio): orecchie, narici e volto durante l'utilizzo della maschera facciale o cannula nasale. Le cannule nasali devono essere posizionate in narice e il tubo non deve stringere sotto il mento. La maschera deve essere posizionata evitando che sfiati dai bordi ed evitando che l’elastico stringa troppo. Può essere anche modellata attraverso la clip metallica all'altezza del naso.

9

10 Garantire la possibilità di movimento utilizzando dei dispositivi di raccordo di una lunghezza corretta. Sostituire i presidi per la somministrazione : ogni 24h nei reparti a rischio e nelle persone con infezioni delle vie respiratorie. In altri casi la sostituzione avviene una volta alla settimana e al bisogno. Aumentare l’introito di liquidi giornaliero per favorire l’idratazione delle mucose. Prestare attenzione al pericolo d'incendio: l'ossigeno é altamente infiammabile.

11 Posizione di Fowler o di semifowler: favorisce l'espansione della gabbia toracica migliorando la respirazione. Monitoraggio di parametri vitali e respiratori, stato di coscienza e caratteristiche della cute all’inizio di ogni turno e al bisogno.

12 Nei neonati


Scaricare ppt "Maschera con rèservoir non rebreathing Il rèservoir è separato dalla maschera da una valvola ad una via che impedisce il rebreathing. Altre valvole ricoprono."

Presentazioni simili


Annunci Google