La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ricci Garotti 09 1 Le sfide concettuali del CLIL La lingua non riflette un universo concettuale ma concorre a formarlo (Umberto Eco) Federica Ricci Garotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ricci Garotti 09 1 Le sfide concettuali del CLIL La lingua non riflette un universo concettuale ma concorre a formarlo (Umberto Eco) Federica Ricci Garotti."— Transcript della presentazione:

1 Ricci Garotti 09 1 Le sfide concettuali del CLIL La lingua non riflette un universo concettuale ma concorre a formarlo (Umberto Eco) Federica Ricci Garotti Università Trento (Italia) Roma, 15 maggio 2009

2 Ricci Garotti 092 Il plusvalore del CLIL Esposizione alla LS (Krashen) Input significativo (Krashen) Il senso delluso della lingua (Coonan) Lingua per fare qualcosa daltro (Ricci Garotti) Stimolo allinterazione (Wolff) Le quattro C (Coyle)

3 Ricci Garotti 093 Le 4 C Content (Progression) Cognition (Engagement) Communication (Interaction) Culture (Awareness)

4 Ricci Garotti 094 Alcune domande Devo insegnare la LS? No! il Focus è sulla disciplina Non la LS ma nella LS

5 Ricci Garotti 095 Devo semplificare i contenuti? No: gli obiettivi sono gli stessi che porrei nella L1 Devo solo considerare un processo più lento di apprendimento e una struttura diversa della lezione

6 Ricci Garotti 096 Esiste un metodo CLIL? - Task-based learning - Interazione - Problem-solving - Cooperative learning Coinvolgimento cognitivo

7 Ricci Garotti 097 Attività tipiche Esperimenti Sequenze logico- cronologiche Schematizzazioni Sintesi dei contenuti, dei concetti e dei temi Cause-effetto Tempi-modi

8 Ricci Garotti 098 Esercizi o compito? esercizio = struttura ritualizzata e ripetuta compito = attività "people do in everyday life, at work, at play and in between" (Long, 1985:89)

9 Ricci Garotti 099 Repertorio di tecniche ambiti lessicali-concettuali - puzzle – sequenze di immagini–mappe mentali– diagrammi –storie illustrate –indovinelli – grafici – diagrammi di flusso –ceste di concetti o ipotesi– domino concettuali – quiz –dialogo muto – discussione – dialoghi – conferenze stampa - talk show….

10 Ricci Garotti 0910 La differenza nelle discipline Ogni disciplina esercita un ruolo nello sviluppo delle competenze linguistiche (Coste, 1997) Tutto il sapere è sapere linguistico Sviluppo delle diverse funzioni della lingua?

11 Ricci Garotti 0911 Tratti comuni della lingua Veicolo principale per la comprensione tra gli individui. Simbolo dellidentità. Manifestazione più profonda della cultura. Mezzo per lo sviluppo cognitivo e concettuale: per la scoperta del mondo; per lacquisizione di nuovi concetti.. Strumento per lazione: attraverso la lingua si promette, si chiede, si invita, si offende...

12 Ricci Garotti 0912 Rischi per le lingue minori Ehlich (2005) vede un pericolo per le LM e per il pluriliguismo nella diffusione scientifica solo inglese, nonché una discriminazione culturale; Ammon (2005) ritiene che il CLIL sia unoccasione per le lingue meno studiate Problema di ricerca: le competenze degli studenti CLIL vanno oltre la comunicazione quotidiana strumentale e si avvicinano alla competenza comunicativa scientifica?

13 Ricci Garotti 0913 Lingua della storia, delle scienze e dellarte Rappresentazioni culturali e nazionalizzazioni Postulati, esperienze, sequenze logiche Descrizioni, analisi

14 Ricci Garotti 0914 Tratti comuni della lingua nelle discipline Routine Regolarità Coerenza descrittiva Filo argomentativo Esposizione delle operazioni mentali Saper dire ciò che si vuole dire

15 Ricci Garotti 0915 Tipicità linguistiche delle scienze Osservazione e realizzazione di esperimenti Passaggio analisi-sintesi Esposizione esperienziale Verbalizzazione del ragionamento

16 Ricci Garotti 0916 Il quadrato di Cummins Contenuto + Lingua - Lingua + Contenuto -

17 Ricci Garotti 0917 Classificazione delle attività 1- Attività a bassa richiesta cognitiva + uso limitato della lingua 2- Attività a bassa richiesta cognitiva ma centrate sulla lingua 3 Attività ad alta richiesta cognitiva con uso limitato della lingua 4- Attività ad alta richiesta cognitiva e uso ricco della lingua

18 Ricci Garotti 0918 Con cosa si può cominciare? Esprimere ipotesi e idee (dare lessico-base) Descrivere fatti, esperimenti, immagini Imparare i mezzi per discutere Imparare a spiegare i contenuti Imparare a porre problemi

19 Ricci Garotti 0919 Strutture tipiche della lingua Fare forza, avere forza, possedere forza? … No: esercitare una forza Risultati della forza? No: effetti o cause della forza

20 Ricci Garotti 0920 Porre domande disciplinari Dopo quanto tempo? Per quanto tempo? Quanto veloce? Come si muove/scorre/preme/ spinge/tira…? Cosa mostra/no: Le tabellen Le azioni Le formule I disegni Il film Il grafico …

21 Ricci Garotti 0921 Risolvere e verbalizzare un problema disciplinare Daniel: credo che sono due metri, perché la telecamera …deve guardare qua…e qui…è un metro e lo specchio riflette Ignacio: un metro. Penso che …forse…ah, è lo stesso... Maria: tre metri, forse? Penso che noi non vediamo bene…meglio, vicino allo specchio dove la telecamera è uguale allo specchio… Juan: un metro e mezzo. La telecamera deve stare qui ma se sta indietro.....äh... äh... Allora la foto è …è poi…non chiara….è così, esatto come la telecamera...

22 Ricci Garotti 0922 Presentare i contenuti Modalità di presentazione: 1- Narrazione 2- Esperienza 3 – Visualizzazione Rendere il contenuto comprensibile (Krashen) Aumentare progressivamente la difficoltà cognitiva

23 Ricci Garotti 0923 Strategie non verbali le immagini, sia quelle già predisposte dall'insegnante, ma anche (e soprattutto) quelle disegnate dal discente il diagramma di struttura la azione diretta l'esperimento la regola o legge (nel caso di chimica o biologia) i filmati il diagramma di flusso la mappa mentale

24 Ricci Garotti 0924 Fasi irrinunciabili Pre-fase 1: agganciare lattenzione si distingue dalla fase di preparazione tematica per il forte coinvolgimento psicologico-emotivo degli alunni Test, quiz, scambi di opinioni, esperienze, giochi, indovinelli, questionari su attitudini, empatie, preferenze, interviste, scelte di materiali e/o conoscenze,...

25 Ricci Garotti 0925 Fasi irrinunciabili Pre-fase 2: entrata nel tema Non va confusa con la lezione frontale o la presentazione di contenuti tramite testo. È invece una fase attiva, in cui i dati della fase precedente vengono elaborati e/o arricchiti Interviste, scambi di documenti o/e testi, e/o immagini, abbinamenti, trascrizioni, trasformazioni,...

26 Ricci Garotti 0926 Fasi irrinunciabili Fase compito 1 distribuzione di compiti, materiali, informazioni, … prima elaborazione La didattizzazione qui consiste soprattutto nella organizzazione e distribuzione delle consegne e dei materiali. Precedente a questo stato è losservazione dei dati emergenti dalle due fasi precedenti

27 Ricci Garotti 0927 Fasi irrinunciabili Fase compito 1 distribuzione di compiti, materiali, informazioni, … prima elaborazione La didattizzazione qui consiste soprattutto nella organizzazione e distribuzione delle consegne e dei materiali. Precedente a questo stato è losservazione dei dati emergenti dalle due fasi precedenti

28 Ricci Garotti 0928 Fase compito/2 In questa fase va iniziata losservazione per la valutazione in itinere Fase centrale in cui prevalente deve essere lazione di MASCHERARE IL COMPITO MASCHERARE IL COMPITO

29 Ricci Garotti 0929 MASCHERARE IL COMPITO la chiave del compito non è il prodotto ma la sua costruzione, attraverso attività necessarie per giungere al prodotto Lattenzione del docente nella preparazione deve concentrarsi esattamente su queste attività implicite

30 Ricci Garotti 0930 Post - compito analizzare i passaggi procedurali verificare se cè stata negoziazione, interazione, soluzione di problemi, rimedio di gap informativo procedere allindagine metacognitiva valutare tutti gli elementi

31 Ricci Garotti 0931 Didattizzare un testo autentico Strategie verbali riformulazione dei concetti-chiave testo parallelo espansione interruzione del testo formulazione ipotesi protocollo di lettura

32 Ricci Garotti 0932 Alternative al testo scritto

33 Ricci Garotti 0933 Criteri delle attività CLIL La Visualizzazione, ossia fare grande uso di materiale anche non verbale La Concretizzazione, ossia partire dagli esempi e da situazioni concrete anziché da spiegazioni o enunciati concettuali La Elementarizzazione, ossia fare riferimento perso nale o/e aneddotico a situazioni, persone e gruppi in modo da personificare il più possibile le situazioni e i concetti presentati Dialogicizzazione, ossia rendere la disciplina il più possibile agire significativo

34 Ricci Garotti 0934 Una buona pratica Obiettivo: Elaborare un quadro sintetico delle conoscenze biologiche dalla classicità al XIX secolo Modalità Lezione frontale Materiale autentico Lettura di testi originali Elaborazione di mappe e schemi concettualiIn itinere Obiettivo: le teorie di Lamarck e Darwin Modalità Lavoro a gruppi Comprendere, attraverso ii testi, le basi delle due teorie; operare confronti su entrambe Mappe riportanti i risultati del dibattito Obiettivo: le prove a favore di Darwin; il caso, la variabilità, la diversità dei viventi; il modello, i meccanismi dellevoluzione e lorigine della specie; la storia evolutiva di homo sapiens Modalità Lezione frontale Materiali riportanti esempi reali Lavoro a gruppi Ulteriori materiali solo non verbali: immagini, prevalentemente umoristiche, autentiche Costruzione di un quadro sintetico delle teoria di Darwin Report In itinere - Lezione seminariale-dibattito

35 Ricci Garotti 0935 Una buona pratica Attività Mappe e diagrammi- Talk-show- Costruzione di un diagramma ad albero Test Discussione plenaria – Report - Attribuzione delle parti e dei ruoli per un confronto sui diversi argomenti – Conferenza stampa

36 Ricci Garotti 0936 Descrizione dell'immagine Struttura gerarchica dell'evoluzione Critica dell'immagine e nell'immagine: significato della rappresentazione Talk show in cui ognuno assume uno di questi personaggi e si presenta sostenendo le sue ragioni e il suo modo di essere


Scaricare ppt "Ricci Garotti 09 1 Le sfide concettuali del CLIL La lingua non riflette un universo concettuale ma concorre a formarlo (Umberto Eco) Federica Ricci Garotti."

Presentazioni simili


Annunci Google