La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MO VIMIENTO JO VENES DE LA CA LLE movimento giovani della strada CITTÀ DEL GUATEMALA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MO VIMIENTO JO VENES DE LA CA LLE movimento giovani della strada CITTÀ DEL GUATEMALA."— Transcript della presentazione:

1 MO VIMIENTO JO VENES DE LA CA LLE movimento giovani della strada CITTÀ DEL GUATEMALA

2 IL GUATEMALA STATO DEL CENTROAMERICA

3 Si chiamano Mayra, Lorena, Alejandro… LA STRADA - 1

4 LA STRADA - 2 …sono le ragazze e i ragazzi che, a gruppi, vivono nelle strade di Città del Guatemala, per mancanza di famiglia o per fuggire dalle condizioni di vita insopportabili nelle baraccopoli così vivono milioni di loro coetanei nelle metropoli sudamericane, africane e asiatiche, ma anche europee fanno parte dellumanità perdente e marginale il mondo dell'economia globale e liberista li crea e li riproduce sono visti come problema di ordine pubblico da controllare e reprimere con la violenza

5 LA STRADA - 3

6 LA STRADA - 4 Già a 5/10 anni si trovano a vivere nella strada dopo essere fuggiti da una casa umile dove la degenerazione e la violenza (anche sessuale) segnano le loro giovani vite Molti di loro inalano colla e solvente che permette loro di sopportare più facilmente il freddo della notte, la solitudine, la violenza diffusa, la mancanza di attenzione della società

7 LA STRADA – 5 per procurarsi il poco denaro per mangiare imparano: - a mendicare - a fare piccoli furti - a prostituirsi (specialmente le ragazze molto spesso obbligate) nella strada trovano altri come loro per sopravvivere e affrontare uniti la solitudine e lesclusione sociale si uniscono in gruppi

8 LA STRADA - 6

9 LA STRADA - 7 La strada è la loro casa: luogo di difficile e drammatica sopravvivenza ma anche di incontro, relazione, affettività, amicizia I tentativi di strapparli alla strada e riportarli nelle istituzioni falliscono: non rimangono nelle case-famiglia non si sottopongono alle regole degli adulti vogliono decidere della propria vita non si separano dal compagno/a e dai loro figli

10 I SOGNI IMPOSSIBILI… - 1 Nella strada, un giorno, Maira e compagni fanno un incontro importante: un professore universitario, mezzo belga e mezzo italiano, Gérard Lutte. Lui sta ad ascoltare i loro racconti: - di miseria e violenza - ma anche di speranza e di futuro

11 I SOGNI IMPOSSIBILI…- 2

12 I SOGNI IMPOSSIBILI… - 3 Da allora inizia un processo di liberazione, personale e di gruppo, che li porta a decidere del proprio destino. Prendono coscienza che: la solitudine, la povertà, la droga, la violenza, il razzismo e lo sfruttamento non sono fatti naturali e inevitabili, ma prodotti di un mondo e di una società ingiusti è possibile costruire insieme un progetto alternativo di vita basato sull'amicizia liberatrice e i suoi valori: la fiducia, la sincerità, la parità, il rispetto e la condivisione

13 …DIVENTANO REALTÀ - 1 così, con l'appoggio e l'amicizia di adulti e giovani di altri paesi, nasce il MO VIMIENTO JO VENES DE LA CA LLE (MOJOCA) che comincia ad organizzarsi e a progettare il proprio futuro a partire dalla strada

14 …DIVENTANO REALTÀ - 2 Alcuni anni fa si è realizzato uno di questi sogni: l acquisto della casa dellamicizia

15 …DIVENTANO REALTÀ - 3

16 …DIVENTANO REALTÀ - 4 Durante il giorno nella casa si svolgono molte attività: ogni giorno per coloro che hanno scelto di far parte del movimento ogni settimana per quelli che sono in qualche modo interessati alla vita del movimento La casa è frequentata ogni giorno da 60 – 70 giovani

17 …DIVENTANO REALTÀ - 5 I loro diritti: usufruire dei servizi igienici, dei lavabi, delle docce consumare i pasti (vengono serviti circa 50 pasti al giorno) essere assistiti da medici e psicologi usufruire dellassistenza legale

18 lavatoi …DIVENTANO REALTÀ - 6

19 pasti …DIVENTANO REALTÀ - 7

20 …DIVENTANO REALTÀ - 8 I loro doveri: tenere in ordine la casa rispettare le norme di convivenza elaborate da loro stessi farsi carico di loro stessi e delle loro compagne/i di strada

21 pulizia …DIVENTANO REALTÀ - 9

22 …DIVENTANO REALTÀ - 10 Le loro opportunità: partecipare ai corsi di alfabetizzazione, di istruzione, di formazione professionale (circa 50 giovani) partecipare ai laboratori di produzione artigianale (circa 25 apprendisti falegnami, panettieri-pasticceri, cuochi, sarti)

23 scuola in strada …DIVENTANO REALTÀ – 11

24 scuola nella casa …DIVENTANO REALTÀ – 12

25 falegnameria …DIVENTANO REALTÀ – 13

26 sartoria …DIVENTANO REALTÀ – 14

27 panetteria-pasticceria …DIVENTANO REALTÀ – 15

28 cucina …DIVENTANO REALTÀ – 16

29 …DIVENTANO REALTÀ - 17 Lautogestione: eleggono il loro coordinamento si radunano in assemblea per le decisioni importanti si autogestiscono nella casa e nella strada usciti dalla strada, ritornano nella strada per condividere l'amicizia con chi vi è rimasto

30 riunioni …DIVENTANO REALTÀ – 18

31 …DIVENTANO REALTÀ - 19 molti giovani partecipano a corsi esterni di istruzione scolastica e formazione professionale diversi si inseriscono in attività lavorative esterne alcuni arrivano allautosufficienza per quanto riguarda lavoro e casa

32 …DIVENTANO REALTÀ - 20 Le ragazze uscite dalla strada: hanno formato il gruppo LAS QUETZALITAS (il quetzal è lo splendido uccello simbolo del movimento) che conta circa 30 ragazze e 60 bambini allinterno del gruppo, hanno modo di parlare e di affrontare insieme i loro problemi specifici, anche di giovani madri

33 …DIVENTANO REALTÀ - 21

34 …DIVENTANO REALTÀ - 22 Le Quetzalitas si riuniscono ogni due domeniche alla mattina, per tempo, nella casa del Movimento, con molti bambini e bambine, i loro figli, per: - stare insieme - mangiare - passare il giorno in un luogo protetto e amichevole

35 …DIVENTANO REALTÀ - 23

36 …DIVENTANO REALTÀ – 24 I bambini delle Quetzalitas, circa 60, si sono dati il nome di Mariposas Essi ricevono un sostegno economico che: consente loro di uscire dal circolo vizioso dellanalfabetismo e dellignoranza, attraverso la frequentazione del nido dinfanzia, dellasilo, e della scuola elementare permette alle madri di lavorare

37 …DIVENTANO REALTÀ – 25

38 …DIVENTANO REALTÀ - 26

39 …DIVENTANO REALTÀ - 27 Anche i ragazzi (una quindicina) hanno formato un loro gruppo, analogo a quello delle Quetzalitas, denominato: NUOVA GENERAZIONE

40 …DIVENTANO REALTÀ - 28

41 …DIVENTANO REALTÀ - 29 Dal 2006 il movimento è completamente autogestito dai ragazzi di strada Gli adulti sono solo consiglieri

42 …DIVENTANO REALTÀ - 30 Nel 2006 è stata inaugurata una seconda casa: la casa 8 marzo, che ospita per un periodo: le ragazze che vogliono uscire di strada con i loro figli le ragazze incinte le ragazze in emergenza: gravi problemi di salute, violenza, pericolo di morte

43 …DIVENTANO REALTÀ - 31

44 …DIVENTANO REALTÀ - 32

45 …DIVENTANO REALTÀ – 33 Nel 2007 è stata inaugurata una terza casa, per i ragazzi, simile alla casa delle ragazze LA CASA DEGLI AMICI

46 DIVENTANO REALTÀ - 34

47 DIVENTANO REALTÀ - 35

48 Nel 2010 sono nati i Laboratori Solidali Mojoca per produrre e vendere pane, pizza, pasticceria, gelati, prodotti di sartoria, prodotti di falegnameria, e dare così uno sbocco lavorativo ai giovani del Mojoca. DIVENTANO REALTÀ - 36

49 Nel 2013 nella casa 8 marzo è stata aperta una pizzeria con produzione e vendita di pizze e gaufrettes DIVENTANO REALTÀ - 37

50 …DIVENTANO REALTÀ - 38 Più di 1000 giovani hanno avuto rapporti con il movimento da quando è nato: alcune/i non ce l'hanno fatta alcune/i vivono tra strada e casa molte/i sono uscite/i dalla strada molte/molti sono diventate/i responsabili di attività formative e produttive

51 LE RETI DI AMICIZIA - 1 Sono nate, in appoggio al movimento, due reti di amicizia con le ragazze e i ragazzi di strada: una in Belgio una in Italia (Amistrada) Sono composte di: singoli (diverse centinaia) coppie (diverse decine) gruppi (alcune decine) Sostengono le attività del movimento: con impegno di volontariato con impegno finanziario

52 Premio Città di Ferrara per la difesa dei diritti umani nel mondo ( $) Primo Premio tra i progetti per reintegro sociale dei minori in difficoltà Comitato Lecchese per la pace e la cooperazione tra i popoli (15.000) LE RETI DI AMICIZIA - 2

53 PER COLLABORARE ALLA RETE - 1 Se sei interessata/o ad appoggiare il movimento ti suggeriamo le seguenti forme di impegno: volontariato economico

54 PER COLLABORARE ALLA RETE - 2 Volontariato: organizzare un gruppo di amicizia far conoscere la condizione delle ragazze/i allargare la solidarietà diventare socia/o svolgere un lavoro volontario per la rete

55 PER COLLABORARE ALLA RETE - 3

56 PER COLLABORARE ALLA RETE - 4 Impegno economico: scelta del 5 per 1000 per Amistrada c.f ; contributo libero una o più volte lanno; contributo (anche parziale) a: - spese dei pasti per 50 ragazze/i (85 / giorno) - adozione a distanza di un figlio di ragazze di strada (25 / mese) - borsa di studio scolastica (50 /mese), universitaria (75 / mese) - salario per di un giovane del coordinamento (250 / mese) - funzionamento della casa 8 marzo (500 / mese) - funzionamento della casa degli amici (500 / mese) versamenti su CCP n o bonifico a Banco Posta - codice IBAN: Paese Check Cin ABI CAB CONTO CORRENTE IT 55 Z entrambi intestati a: RETE DI AMICIZIA CON LE RAGAZZE E I RAGAZZI DI STRADA, AMISTRADA ONLUS, via Ostiense 152/b, ROMA

57 PER COLLABORARE ALLA RETE - 5 Il funzionamento del movimento in Guatemala richiede circa /anno, così coperti : circa /anno dal Guatemala circa /anno dal Belgio circa /anno dallItalia

58 PER INFORMARSI Sito web: Bollettini: Las Quetzalitas Libro: Principesse e sognatori nelle strade in Guatemala, 15,00 Video 1 (VHS o DVD): La loro storia si scrive nella strada, Mirna e Mayra ci raccontano la strada, 5,00 Video 2 (DVD): Principesse e sognatori nelle strade del Guatemala, 10,00 Video 3 (DVD): Educazione è amicizia e libertà, 10,00 minimo Puoi richiederli al comitato di gestione


Scaricare ppt "MO VIMIENTO JO VENES DE LA CA LLE movimento giovani della strada CITTÀ DEL GUATEMALA."

Presentazioni simili


Annunci Google