La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

No smoking be happy! (campagna di informazione sul fumo)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "No smoking be happy! (campagna di informazione sul fumo)"— Transcript della presentazione:

1 No smoking be happy! (campagna di informazione sul fumo)

2 Entrano le sostanze, contenute nel fumo di sigaretta e che derivano dalla: pianta del tabacco (nicotina, ammine aromatiche) coltivazione (fertilizzanti che contengono Polonio-210 e Cadmio) lavorazione industriale (additivi: mentolo, glicerina) combustione a bassa temperatura del tabacco e della carta che genera prodotti dannosi (CO, benzene) COSA ENTRA NEI POLMONI DI UN FUMATORE? DI UN FUMATORE?

3 cavità nasali faringe laringe trachea polmone bronchi capillari un bronchiolo alveoli Lapparato respiratorio un alveolo O2O2 CO 2 aria le ciglia

4 DIMOSTRAZIONE DELLA BOTTIGLIA

5 FUMO COSA E IL FUMO? vapore acqueo Il fumo di sigaretta è costituito da vapore acqueo e particelle fini da particelle fini. particolato È il particolato contenuto nel fumo, raccolto su un filtro di laboratorio, dopo avere estratto la nicotina e l'acqua. collosa e scura E una sostanza densa, collosa e scura che paralizza e distrugge le ciglia causando enfisema e bronchiti. I componenti del catrame sono collegati ai più gravi rischi più gravi rischi del fumo (cancro). CATRAME COSA E IL CATRAME?

6 CATRAME COSA FA IL CATRAME AI DENTI? Cambia il colore da bianco a giallo-nero FUMO COSA FA IL FUMO ALLA PELLE? La nicotina rende la pelle opaca e aumenta le rughe CATRAME COSA FA IL CATRAME AI POLMONI? Paralizza le ciglia, si deposita sugli alveoli, rende i polmoni rigidi e incapaci di espandersi

7 DIMOSTRAZIONE DELLA SPUGNA

8 FUMO COSA CE NEL FUMO DI UNA SIGARETTA? Il fumo di tabacco contiene circa sostanze chimiche tra cui: irritanti numerose sostanze irritanti (ammoniaca, formaldeide) velenose 400 sostanze velenose (monossido di carbonio, cianuro, arsenico, nicotina) cancerogene 40 sostanze cancerogene (catrame, idrocarburi aromatici, cadmio, benzopirene) Vediamone alcune insieme ai materiali in cui si trovano comunemente

9 Cosa cè nel fumo di una sigaretta? Arsenico veleno Acido stearico candele di cera Ammoniaca detersivi per la casa Acroleina pesticida Benzene additivo per il gasolio Butano gas dellaccendino Naftalene palline di naftalina

10 Cosa cè nel fumo di una sigaretta? Toluene diluente per vernici Cadmio componente delle batterie Monossido di carbonio gas di scarico Esammina ingrediente per esplosivi Protossido dazoto potenziatore per motore auto

11 Cosa cè nel fumo di una sigaretta? Formaldeide liquido per imbalsamare Nicotina droga che dà dipendenza Mercurio sostanza inquinante tossica Acetone solvente per smalto per le unghie Acido cianidrico armi chimiche, camere a gas

12 Cosa cè nel fumo di una sigaretta? Oltre ai già citati: acetone, ammoniaca, benzene, butano, cadmio, monossido di carbonio, formaldeide, acido cianidrico, metanolo, naftalene, nicotina, toluene, Nel fumo ci sono altre sostanze nocive: Fenolo disinfettanti Polonio-210 residuo radiattivo

13 Pagina 28 (17 luglio 1994)

14 VELENI INTELLIGENTI Le multinazionali del tabacco stanno perdendo nei paesi avanzati circa clienti al giorno, a causa di campagne dinformazione come questa. Per aumentare le vendite studiano come: aumentare leffetto della nicotina con laggiunta di sostanze potenzianti sostituire la nicotina con sostanze alternative, che danno ancora dipendenza produrre sigarette più sottili ma con la stessa quantità di catrame e nicotina

15 LA NICOTINA E un alcaloide contenuto nelle foglie del tabacco che da diverse piante (pomodori, patate, peperoni) viene usata come difesa contro gli insetti predatori. E sintetizzata nelle radici e concentrata nelle foglie Costituisce l1% - 8% del tabacco E un potente veleno neurale (blocco della respirazione) (50mg/Kg = dose letale luomo) E impiegata nella composizione degli insetticidi C 10 H 14 N 2 Nicotiana tabacum

16 Inalata con il fumo, la nicotina entra nei polmoni e nello stomaco (soprattutto se si mastica mentre si fuma), da cui passa nella circolazione sanguigna. con la circolazione giunge al cervello in 7 secondi 1) stimola i recettori dellacetilcolina da cui dipende il rilascio di ormoni dello stress (catecolamine, adrenalina) 2) aumenta la dopamina (neurotrasmettitore) la cui deprivazione induce crisi di astinenza 3) induce dipendenza psichica e sintomi di astinenza (irritabilità, cefalea) con un picco a 48-72h con la circolazione giunge a tutti gli organi del corpo 1) aumenta il battito cardiaco (tachicardia) 2) diminuisce il calibro dei vasi sanguigni (vasocostrizione) 3) aumenta la pressione sanguigna (ipertensione) 4) aumenta le secrezioni gastriche (HCl) del 15% (ulcera gastrica) EFFETTI DELLA NICOTINA A BASSE DOSI

17 LA NICOTINA E UNA TRAPPOLA la nicotina è un alcaloide psicoattivo (droga) eccita il sistema nervoso centrale (cervello) modifica la naturale fisiologia cerebrale scatena una serie di reazioni che la rendono indispensabile allorganismo: Si lega a recettori specifici del cervello (area della memoria, apprendimento, senso di soddisfazione) I recettori stimolano laccumulo di dopamina (neurotrasmettitore) che genera nel fumatore un senso di benessere che lo porta a collegare il fumo al piacere L astinenza da nicotina produce irritabilità, ansia, e un impulso a ricorrere di nuovo alle sigarette

18 DIFFERENZE TRA UN NON FUMATORE E UN FUMATORE Macchie di catrame nei polmoni Eccitazione del cervello Affaticamento del cuore Irritazione delle alte vie respiratorie Danni alla mucosa gastrica

19 FUMO IL VIAGGIO DEL FUMO ATTRAVERSO IL CORPO Sono molte le parti del corpo che vengono danneggiate dal fumo – Bocca, gengive, denti alito (i fumatori si riconoscono dallalito) – Vie respiratorie CO fiato corto catrame/ammoniaca bronchite cronica sostanze irritanti asma – Sistema circolatorio, cuore CO affaticamento cardiaco nicotina ipertensione ateriosclerosi trombosi – Cervello emorragia (ictus) – Reni cattivo funzionamento – Polmoni edema, enfisema, cancro

20 NICOTINA E BELLEZZA Come si trasforma la pelle delle fumatrici? La nicotina e gli altri fattori tossici contenuti nei prodotti della combustione del tabacco invecchiano la pelle perché: causano danno vascolare riducono lossigenazione della cute causando il colore grigiastro tipico dei forti fumatori riducono la produzione di collagene, elastina, mucopolisaccaridi riducono il turgore e lelasticità della cute aumentano la vulnerabilità ai danni da raggi ultravioletti

21 SESSUALITA E FUMO Gli effetti più negativi del fumo cronico si esercitano a livello vascolare con conseguenze negative sulla sessualità sia maschile che femminile. uomini: difficoltà di erezione da danno vascolare donne: problemi di fertilità, secchezza vaginale

22 SFATIAMO QUALCHE MITO Laria è così inquinata in città, che il fumo non è un rischio i prodotti della combustione dei carburanti sono diluiti nellaria di città, mentre chi fuma inala in modo diretto e concentrato i derivanti della combustione ci sono 20 p.p.m. di CO nel sangue di chi fuma 20 sigarette al giorno, mentre nel Regno Unito bastano 10 p.p.m. di CO per far chiudere una scuola Tanto io fumo solo spinelli e quelli non contengono nicotina Gli spinelli sono preparati usando marijuana e tabacco e quindi contengono nicotina, bruciano generando tutte le sostanze prodotte dalla combustione e si fumano senza filtro, il che aumenta lassunzione di catrame (per non considerare la presenza di un altro principio stupefacente, lhashish).

23 I giovani non si ammalano per il fumo di sigaretta quanto gli adulti In questo caso, la giovane età è uno svantaggio, perché i ragazzi devono ancora completare il proprio sviluppo psico-fisico. Io fumo solo poche sigarette al giorno: non corro rischi! Il rischio è proporzionale al dosaggio: non esiste quindi una dose sicura. SFATIAMO QUALCHE MITO

24 1. L inquinamento ambientale è più pericoloso del fumo. 2. Le sigarette a basso contenuto di nicotina e catrame (scritto sulla scatola) fanno meno male. 3. Il tumore del polmone è il più frequentemente associato al fumo di sigaretta. 4. Fumare aiuta a perdere peso. 5. Il fumo di sigaretta fa invecchiare precocemente la pelle. Il vero e il falso sul fumo

25 6. Chi non fuma, in una famiglia di fumatori, evita i danni provocati dal fumo. 7. Il fumo causa patologie vascolari in ragazze che usano i contraccettivi orali (pillola). 8. Il fumo di sigaretta contiene solo sostanze irritanti. 9. Fumare in gravidanza non è rischioso. 10. Il fumo anticipa la menopausa. 11. Il carcinoma mammario non ha alcuna connessione con il vizio del fumo. Il vero e il falso sul fumo

26 Origine e diffusione del tabacco 1000: Nelle civiltà precolombiane il tabacco viene usato nei cerimoniali d'iniziazione e dagli stregoni 1492: Colombo scopre che i nativi Arawak fumano foglie 1493: Rodrigo de Jerez torna in Europa e fuma. Si usa il tabacco come medicinale viene chiamato "erba santa" 1518: Juan de Grijalva scopre in Messico l'uso di una cannuccia ripiena di tabacco 1550: Il tabacco viene introdotto in tutta Europa da un missionario spagnolo, che donò alcuni semi al futuro imperatore Carlo V 1674: nasce in Francia il primo monopolio 1685: La sigaretta in origine era un prodotto di scarto: i resti di tabacco, derivati dalla produzione di sigari, venivano avvolti in una cartina e fumati 1784: nasce a Siviglia la prima fabbrica moderna di sigarette 1853: durante la guerra di Crimea i soldati francesi, inglesi, e turchi che combatterono alleati contro i russi, ne appresero l'usanza 1856: comincia la produzione europea di sigarette 1895: anche in Italia si forma il monopolio

27 Chi ha interesse alla diffusione del tabacco? Napoleone davanti alla richiesta di proibire il fumo aveva risposto: Sono pronto ad abolire il fumo, che fa male, in cambio di qualsiasi altra merce che faccia bene e che dia allo stato gli stessi introiti. i fabbricanti di sigarette: in 100 anni hanno reso planetario il vizio del fumo mettendo sul mercato pacchetti già confezionati gli Stati che hanno nelle tasse sul tabacco una fonte primaria di entrate

28 American Brands British American Tobacco Hanson Philip Morris Rembrandt RJR Nabisco LE INDUSTRIE CHE FANNO AFFARI SUL TABACCO Solo l'industria americana del tabacco controlla un mercato di 50 mld di $ l'anno. Le 6 multinazionali del tabacco

29

30 Prima produttrice mondiale di sigarette Produce molte delle marche di sigarette vendute Fatturato netto: 55 miliardi di euro Volume di sigarette vendute: 850 miliardi Dipendenti: Presente in 68 paesi del mondo Stabilimenti produttivi: 59 in 32 paesi Altre attività: settore alimentare (Kraft) e della Birra (Miller) (entrambe finanziate con i profitti del tabacco) Prodotti commercializzati in Italia: sigarette (Marlboro, Philip Morris, Diana, Muratti, Merit, Chesterfield) cioccolato (Milka, Cote dOr, Toblerone, Suchard) formaggi (Invernizzi, Philadelphia, Kraft) COSA E LA PHILIP MORRIS? (dati 2007)

31 Solo le compagnie americane spendono 11 miliardi di $ in pubblicità al giorno, più di quanto il governo USA spende per la prevenzione del fumo in un anno. Nel nord del mondo il consumo di tabacco è in diminuzione: le multinazionali del tabacco cercano di espandersi nei paesi in via di sviluppo attraverso aggressive campagne pubblicitarie mirate soprattutto a donne e minorenni. Minorenni (3 volte più sensibili degli adulti alla pubblicità) (sigarette da adolescenti, mentolo, cartoons) Donne (sigarette light e slim, profumate, controllo peso) 10 LOOKFIRE NEL MIRINO DELLIMPERO DEL TABACCO

32 TOBACCO-FREE YOUTH

33

34

35 COME USCIRE DAL MIRINO Minorenne che non fuma!

36 IL MONOPOLIO DEL TABACCO Un affare di stato Un Monopolio di Stato si realizza quando lo Stato si riserva il diritto esclusivo di vendere un determinato bene o servizio Secondo la Banca Mondiale, l'aumento dei prezzi dei prodotti del tabacco è il modo piú efficace per prevenire il tabagismo Tasse attualmente sono pari al 57% del prezzo del pacchetto e l'obiettivo dellUE è farle passare al 63% nel Obiettivo UE: raggiungere un calo del consumo di tabacco del 10% nei prossimi 5 anni.

37 LE TASSE SUL TABACCO POTREBBERO ESSERE UTILI PER FINANZIARE CAMPAGNE ANTI-FUMO (Peccato non vengano usate per questo) Tasse sul tabacco Spese per il controllo del tabagismo Paesi a basso reddito Paesi a medio reddito Paesi ad alto reddito (0,29%) (0,02%) (0,01%)

38 E SE LE TASSE SUL TABACCO FOSSERO USATE INTERAMENTE PER CURARE I MALATI DA FUMO? Il costo sanitario delle cure dei malati da fumo è così elevato che per pareggiare i conti un pacchetto dovrebbe costare dai 15 ai 20 euro.

39

40

41

42 RIASSUMIAMO: PERCHÉ IL FUMO FA MALE? La dipendenza da tabacco è una malattia che comporta danni accertati per la salute. Al fumo sono connesse: 1) più del 25% di tutte le forme di cancro sono causate dal fumo (polmone, esofago, stomaco, laringe, seno, collo dellutero, vescica, rene, pancreas) 2) gravi patologie cardio-cerebrovascolari (infarto miocardico, ictus) 3) malattie croniche dell'apparato respiratorio (bronchiti di tipo asmatico ed enfisematoso)

43 RIASSUMIAMO: PERCHÉ IL FUMO FA MALE? La dipendenza da tabacco è una malattia che comporta danni accertati per la salute. Al fumo sono connesse: 4) danni vascolari e respiratori con conseguenze negative sulla vita quotidiana e di relazione (fiatone, calo delle prestazioni sportive, calo della potenza sessuale) 5) danni a livello di estetica personale (carie, ingiallimento denti, gengiviti invecchiamento precoce della pelle) 6) una serie di disturbi femminili (inibizione della ovulazione, aumento aborti spontanei, malformazione feto, anticipo della menopausa)

44 La saggezza sta nellimparare che cosa lasciar perdere (William James, Principi di Psicologia 1890)

45 10 buoni motivi per smettere di fumare

46 Per migliorare il tuo sorriso Per riuscire a rilassarti Per correre più forte Per ritrovare il piacere di un alito fresco Per andare più veloce in bicicletta Per ritrovare la percezione dei sapori Per regalarsi un vero piacere coi soldi risparmiati Per non essere schiava di una foglia secca Per essere desempio ai tuoi amici Per boicottare una multinazionale

47 I primi benefici dellaver smesso

48 I DIRITTI DEI NON FUMATORI essere liberi da qualsiasi sostanza che crei assuefazione e dipendenza come la nicotina (diritto alla libertà) essere considerati belli, sexi, forti e indipendenti anche senza fumare (diritto alla diversità) criticare chi fuma in loro presenza (diritto alla parola) essere ascoltati se dicono che il fumo dà fastidio (diritto allascolto) respirare aria pulita ovunque, soprattutto nell'ambiente domestico (diritto allaria pulita) essere informati sui danni fisici ed estetici che il fumo può provocare (diritto allinformazione) correre e fare sport senza tossire o avere attacchi d'asma provocati dal fumo passivo (diritto al gioco)

49 Sigaretta? NO! ……. Io preferisco correre Sigaretta? NO! ….. Io ci tengo allalito Sigaretta? NO! ….. Io ci tengo allalito Sigaretta? NO! ….. Io preferisco ……………..


Scaricare ppt "No smoking be happy! (campagna di informazione sul fumo)"

Presentazioni simili


Annunci Google