La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RIFLESSIONI su GRAVIDANZA e PARTO AT TIVO Dott. Massimo Pietrangeli Neonatologo Pediatra Perfezionato in Scienze Motorie Pediatria O.C. di Pescara - A.U.S.L.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RIFLESSIONI su GRAVIDANZA e PARTO AT TIVO Dott. Massimo Pietrangeli Neonatologo Pediatra Perfezionato in Scienze Motorie Pediatria O.C. di Pescara - A.U.S.L."— Transcript della presentazione:

1 RIFLESSIONI su GRAVIDANZA e PARTO AT TIVO Dott. Massimo Pietrangeli Neonatologo Pediatra Perfezionato in Scienze Motorie Pediatria O.C. di Pescara - A.U.S.L. di PESCARA Ass. Sportiva e Socioculturale di Acquaticità e Medicina Naturale AcquaMeNa Ass. Sportiva e Socioculturale di Acquaticità e Medicina Naturale AcquaMeNa

2 INCONTRI CON LE GESTANTI AUSL di PESCARA - DSB di CEPAGATTI Dott.ssa LuciaRomandini - DSB - Dott.ssa Lucia Romandini - DSB - Specialista in Igiene e Prevenzione Ambientale - Responsabile del DSB Prof. Dott. Raffaele Lotti Primario Ostetricia e Ginecologia Ospedale Civile di Pescara Ost. Maria Colasante Ostetrica Ospedaliera O.C. Pescara - Presidente Collegio Ordine Ostetriche Ost.che Fabiola Mancini - Monica Sablone - Giovanna Abruzzese Ostetriche Ospedaliere O.C. Pescara Dott. Massimo Pietrangeli - DSB - Neonatologo Specialista in Cl. Pediatrica Perfezionato in Scienze Motorie Dott. Jafar G. Khaligh - DSB - Specialista in Cl. Ostetrica Ginecologica GESTANTI e NEO-MAMME Le Protagoniste dell evento Nascita

3 GESTANTE e D.S.B. Dottoressa Lucia Romandini Dottoressa Lucia Romandini Specialista in Igiene e Prevenzione Amb. Resp. del DSB di Cepagatti Specialista in Igiene e Prevenzione Amb. Resp. del DSB di Cepagatti Ci parlerà dei rapporti della gestante con il DSB, delle fondamentali norme igieniche da rispettare in gravidanza, di lavoro e gravidanza, di come attualmente il DSB cerca di andare incontro alle esigenze della donna gravida, e di cosa si potrà fare in seguito per migliorare ulteriormente lassistenza a questa categoria di utenti.

4 IGIENE PERSONALE - Consigli Nessuna controindicazione per bagno e doccia Nessuna controindicazione per bagno e doccia Evitare tinture e permanente Evitare tinture e permanente Abbigliamento comodo e largo, che non stringa la vita o la radice degli arti inferiori Abbigliamento comodo e largo, che non stringa la vita o la radice degli arti inferiori Lareola può essere trattata con creme emollienti per prepararla allallattamento e prevenire la formazione di ragadi Lareola può essere trattata con creme emollienti per prepararla allallattamento e prevenire la formazione di ragadi

5 ABITUDINI VOLUTTUARIE Modeste quantità di alcool ( 1 bicchiere di vino / die ) sono consentite Modeste quantità di alcool ( 1 bicchiere di vino / die ) sono consentite Evitare Superalcoolici e il fumo ( anche in allattamento ) : eccesso di alcool o tabacco possono portare gravi I.U.G.R. ( rit. accresc.) Evitare Superalcoolici e il fumo ( anche in allattamento ) : eccesso di alcool o tabacco possono portare gravi I.U.G.R. ( rit. accresc.) Le Droghe possono determinare I.U.G.R. E Sindrome da Astinenza nel neonato Le Droghe possono determinare I.U.G.R. E Sindrome da Astinenza nel neonato

6 ATTIVITA FISICA La gravida DEVE continuare a PRATICARE UNA NORMALE ATTIVITA FISICA, MA La gravida DEVE continuare a PRATICARE UNA NORMALE ATTIVITA FISICA, MA SENZA MAI AFFATICARSI Passeggiate, Bicicletta - fino al 5°-6°mese -, Palestra con moderazione ( meglio se con esercizi mirati di Stretching ) Passeggiate, Bicicletta - fino al 5°-6°mese -, Palestra con moderazione ( meglio se con esercizi mirati di Stretching ) Nuoto, anche fino al termine, meglio se con attività specifiche per aumentare Nuoto, anche fino al termine, meglio se con attività specifiche per aumentare >elasticità muscolare - specie mm. perineali >flessibilità scheletrica e migliorare le tecniche di rilassamento tecniche di rilassamento

7 VIAGGI E permesso guidare lauto, ma … E permesso guidare lauto, ma … Frazionare con soste i lunghi viaggi Frazionare con soste i lunghi viaggi Certificati per viaggi in aereo Certificati per viaggi in aereo VACANZE : evitare esposizioni troppo prolungate al sole ( squilibri vascolari ) e soggiorni a quote > 1400 metri VACANZE : evitare esposizioni troppo prolungate al sole ( squilibri vascolari ) e soggiorni a quote > 1400 metri

8 ATTIVITA SESSUALE Non vi sono controindicazioni Non vi sono controindicazioni

9 LAVORO E GRAVIDANZA Tranne che in caso di lavori particolarmente pesanti o nocivi, lastensione dal lavoro è prevista per gli ultimi 1-2 mesi prima e i primi 3-4 mesi dopo la presunta data del parto Tranne che in caso di lavori particolarmente pesanti o nocivi, lastensione dal lavoro è prevista per gli ultimi 1-2 mesi prima e i primi 3-4 mesi dopo la presunta data del parto Sono previsti anticipi in deroga se : Sono previsti anticipi in deroga se : - Serie complicazioni per la gestazione - Sfavorevoli condizioni ambientali - Impossibilità di destinare la lavoratrice ad altre mansioni, se le sue sono pesanti

10 ALIMENTAZIONE peso graduale e compreso tra 9 e 12 peso graduale e compreso tra 9 e 12 Dalla 28° sett. : ca. g.250 / sett. è normale ( periodo di massimo accrescimento fetale ) Dalla 28° sett. : ca. g.250 / sett. è normale ( periodo di massimo accrescimento fetale ) Razione Calorica giornaliera : ca. 300 Kcal Razione Calorica giornaliera : ca. 300 Kcal Fabbisogno Ferro e Acido Folico Fabbisogno Ferro e Acido Folico Se Eccesso Ponderale : Dieta max ca Kcal Se Eccesso Ponderale : Dieta max ca Kcal Mai scendere sotto le 1500 Kcal Mai scendere sotto le 1500 Kcal

11 PER IL PROSSIMO FUTURO Strutturare e potenziare Strutturare e potenziare CORSI PER GESTANTI, anche CORSI PER GESTANTI, anche in acqua, per in acqua, per INFORMARE / FORMARE INFORMARE / FORMARE PREPARARE PREPARARE DARE SOSTEGNO DARE SOSTEGNO

12 Grazie per lattenzione !

13 RIFLESSIONI sulla GRAVIDANZA e sul PARTO ATTIVO Dott. Massimo Pietrangeli Dott. Massimo Pietrangeli Neonatologo Pediatra Perfezionato in Scienze Motorie Considerazioni personali sulla GRAVIDANZA e sul PARTO ATTIVO, frutto della esperienza lavorativa in Neonatologia – Terapia Intensiva Neonatale, in Pediatria, dei Corsi di Preparazione in Acqua al Parto e dei Corsi di Preparazione in Acqua al Parto e dei Corsi del M.I.P.A. ( Mov. Int. Parto Attivo ). Corsi del M.I.P.A. ( Mov. Int. Parto Attivo ).

14 DEFINIZIONE dell O.M.S. suOBIETTIVO DELLE CURE PERINATALI IL FINE DI UNA MODERNA MEDICINA PERINATALE E QUELLO DI OTTENERE UNA MAMMA ED UN BIMBO IN PERFETTA SALUTE, CON IL LIVELLO DI CURE PIU BASSO COMPATIBILE CON LA SICUREZZA IL FINE DI UNA MODERNA MEDICINA PERINATALE E QUELLO DI OTTENERE UNA MAMMA ED UN BIMBO IN PERFETTA SALUTE, CON IL LIVELLO DI CURE PIU BASSO COMPATIBILE CON LA SICUREZZA

15 COMPITO DI TUTTI GLI OPERATORI DEL SETTORE M-I PROMUOVERE LA NATURALEZZA E LA FISIOLOGICITA DELLA GRAVIDANZA E PROMUOVERE LA NATURALEZZA E LA FISIOLOGICITA DELLA GRAVIDANZA E DELL EVENTO NASCITA

16 INDICE DI APPROPRIATEZZA CLINICA A seconda che sia dellO.M.S. o del nostro Ministero della salute, il c.d. INDICE DI APPROPRIATEZZA CLINICA cambia : A seconda che sia dellO.M.S. o del nostro Ministero della salute, il c.d. INDICE DI APPROPRIATEZZA CLINICA cambia : secondo lO.M.S., esso è del 10-15%, dovendo intendersi il 10% per le strutture di I° e II° livello e secondo lO.M.S., esso è del 10-15%, dovendo intendersi il 10% per le strutture di I° e II° livello e il 15% per le strutture di III° livello il 15% per le strutture di III° livello secondo il M.d.S., esso è del 15-20% ( più o meno la media europea ) secondo il M.d.S., esso è del 15-20% ( più o meno la media europea )

17 USO IMPROPRIO DEL CESAREO ( Dati Ist. Sup. Sanità ) TASSI DI PARTI CESAREI : TASSI DI PARTI CESAREI : alla fine degli ANNI 60 il tasso era ca. al 5%, alla fine degli ANNI 60 il tasso era ca. al 5%, alla fine degli ANNI 70 il tasso era ca. al 15% e alla fine degli ANNI 70 il tasso era ca. al 15% e alla fine degli ANNI 80 il tasso era ca. al 25% alla fine degli ANNI 80 il tasso era ca. al 25% Oggi abbiamo raggiunto ca. il 35%, con punte che sfiorano il 70% !!! Oggi abbiamo raggiunto ca. il 35%, con punte che sfiorano il 70% !!! Ogni anno vengono effettuati in Italia circa TC, di cui ( >60%) IMPROPRI Ogni anno vengono effettuati in Italia circa TC, di cui ( >60%) IMPROPRI

18 CESAREI INAPPROPRIATI OVVERO SUPERFLUI, PER ANNO, IN ITALIA

19 O.M.S. : Keeping birth normal ! RINORMALIZZIAMO LA NASCITA !

20 Tab. 1: Distribuzione regionale dei parti totali e dei parti cesarei in strutture pubbliche e private – anno 2000 Fonte: Scheda di dimissione ospedaliera 2000 numero in % sul totale dei parti numero in % sul totale dei parti numero in % sul totale dei parti PIEMONTE , ,3 V. D'AOSTA ,6 LOMBARDIA , , ,8 P.A. BOLZANO , ,8 P.A. TRENTO ,6 VENETO ,4 FRIULI V. G , ,6 LIGURIA ,8 EMILIA R , , ,0 TOSCANA , ,5 UMBRIA ,5 MARCHE , ,2 LAZIO , , ,2 ABRUZZO , ,9 MOLISE ,8 CAMPANIA , ,7 PUGLIA , , ,1 BASILICATA ,5 CALABRIA , ,3 SICILIA , ,9 SARDEGNA , ,6 TOTALE , , ,6 in strutture private accreditate PARTI CESAREI in strutture private Regione PARTI TOTALI in strutture pubbliche in strutture pubbliche in strutture private accreditate in strutture private totale

21 COSA DICE IL MINISTERO SALUTE il fenomeno è oggetto di attenzione da parte del Ministero della Salute che, nello schema di PIANO SANITARIO NAZIONALE , ha fissato come uno degli obiettivi primari DIMINUIRE LA FREQUENZA DEI PARTI PER TAGLIO CESAREO, E RIDURRE LE FORTI DIFFERENZE REGIONALI ATTUALMENTE ESISTENTI, ARRIVANDO ENTRO IL TRIENNIO AD UN VALORE NAZIONALE PARI AL 20%, IN LINEA CON I VALORI MEDI DEGLI ALTRI PAESI EUROPEI, ANCHE TRAMITE UNA REVISIONE DEL D.R.G. RELATIVO. il fenomeno è oggetto di attenzione da parte del Ministero della Salute che, nello schema di PIANO SANITARIO NAZIONALE , ha fissato come uno degli obiettivi primari DIMINUIRE LA FREQUENZA DEI PARTI PER TAGLIO CESAREO, E RIDURRE LE FORTI DIFFERENZE REGIONALI ATTUALMENTE ESISTENTI, ARRIVANDO ENTRO IL TRIENNIO AD UN VALORE NAZIONALE PARI AL 20%, IN LINEA CON I VALORI MEDI DEGLI ALTRI PAESI EUROPEI, ANCHE TRAMITE UNA REVISIONE DEL D.R.G. RELATIVO.

22 RACCOMANDAZIONI SUL TC SENZA INDICAZIONI MEDICHE – F.I.G.O In ambito medico cè preoccupazione per laumento dei TC In ambito medico cè preoccupazione per laumento dei TC Rispetto al parto naturale il cesareo è più costoso economicamente e comporta maggiori rischi di salute per la madre e per il neonato Rispetto al parto naturale il cesareo è più costoso economicamente e comporta maggiori rischi di salute per la madre e per il neonato Gli operatori sanitari hanno lobbligo professionale di non nuocere e quindi anche lobbligo morale di favorire luso appropriato delle risorse Gli operatori sanitari hanno lobbligo professionale di non nuocere e quindi anche lobbligo morale di favorire luso appropriato delle risorse

23 RACCOMANDAZIONI F.I.G.O. (%) Gli operatori sanitari non possono essere obbligati ad effettuare procedure prive di sicuri benefici medici Gli operatori sanitari non possono essere obbligati ad effettuare procedure prive di sicuri benefici medici Attualmente mancano evidenze circa i vantaggi del taglio cesareo sul parto naturale, al contrario le evidenze disponibili mostrano che il parto naturale è più vantaggioso a breve e a lungo termine sia per la madre che per il neonato Attualmente mancano evidenze circa i vantaggi del taglio cesareo sul parto naturale, al contrario le evidenze disponibili mostrano che il parto naturale è più vantaggioso a breve e a lungo termine sia per la madre che per il neonato Tutti gli operatori sanitari hanno lobbligo di informare le donne e discutere con loro questi aspetti. Tutti gli operatori sanitari hanno lobbligo di informare le donne e discutere con loro questi aspetti.

24 CONCLUSIONI della F.I.G.O. Alla luce delle evidenze disponibili, un cesareo senza indicazione medica NON E ETICAMENTE GIUSTIFICABILE. Alla luce delle evidenze disponibili, un cesareo senza indicazione medica NON E ETICAMENTE GIUSTIFICABILE.

25 COSA DICE L I.S.S. La percentuale di tagli cesarei, in continuo aumento nel nostro Paese (11,2% nel 1980 e 33,2% del 2000) rappresenta la manifestazione più esasperata dell eccesso di medicalizzazione del percorso nascitaLa percentuale di tagli cesarei, in continuo aumento nel nostro Paese (11,2% nel 1980 e 33,2% del 2000) rappresenta la manifestazione più esasperata dell eccesso di medicalizzazione del percorso nascita Prof. Michele Grandolfo Prof. Serena Donati Laboratorio di Epidemiologia e Biostatistica Laboratorio di Epidemiologia e Biostatistica dell ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA dell ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA

26 ECCESSO DI MEDICALIZZAZIONE DELL INTERO PERCORSO NASCITA ECCESSO DI MEDICALIZZAZIONE DELL INTERO PERCORSO NASCITA Se il tasso di cesarei ne è la manifestazione più esasperata, non è però lunica manifestazione della medicalizzazione dellintero Percorso Nascita Se il tasso di cesarei ne è la manifestazione più esasperata, non è però lunica manifestazione della medicalizzazione dellintero Percorso Nascita

27 ABUSO del CESAREO : DI CHI LA COLPA ? OSTETRICHE ? PAPA, NONNI ? ANESTESISTI? MAMME ? MEDICI ?

28 SE LE DONNE, GRAZIE AD UNA INFORMAZIONE CHIARA, VERITIERA E COMPLETA, FOSSERO DAVVERO BEN INFORMATE E DUNQUE PIENAMENTE CONSAPEVOLI DEI RISCHI CHE IL CESAREO FA CORRERE A LORO E AI LORO BAMBINI, NON SCEGLIEREBBERO LORO STESSE - COME INVECE OGGI ACCADE - IL CESAREO, E QUESTO VALE ANCHE - COME VEDREMO - PER LANALGESIA PERIDURALE !!! SE LE DONNE, GRAZIE AD UNA INFORMAZIONE CHIARA, VERITIERA E COMPLETA, FOSSERO DAVVERO BEN INFORMATE E DUNQUE PIENAMENTE CONSAPEVOLI DEI RISCHI CHE IL CESAREO FA CORRERE A LORO E AI LORO BAMBINI, NON SCEGLIEREBBERO LORO STESSE - COME INVECE OGGI ACCADE - IL CESAREO, E QUESTO VALE ANCHE - COME VEDREMO - PER LANALGESIA PERIDURALE !!!

29 LE RACCOMANDAZIONI O.M.S. SULLA NASCITA Tutti gli Ospedali devono garantire ed offrire unassistenza appropriata basata sulle evidenze scientifiche. Tutti gli Ospedali devono garantire ed offrire unassistenza appropriata basata sulle evidenze scientifiche. Qualsiasi procedura deve essere : dimostrata scientificamente SICURA, socialmente accettabile, economicamente realistica Qualsiasi procedura deve essere : dimostrata scientificamente SICURA, socialmente accettabile, economicamente realistica Ogni interferenza con il PROCESSO NATURALE e FISIOLOGICO della gravidanza, parto e post-partum deve essere dimostrata utile. Ogni interferenza con il PROCESSO NATURALE e FISIOLOGICO della gravidanza, parto e post-partum deve essere dimostrata utile. Presenza di un familiare durante tutto il travaglio e il parto Presenza di un familiare durante tutto il travaglio e il parto Supporto emozionale da parte dellOstetrica Supporto emozionale da parte dellOstetrica La donna deve partecipare alle decisioni La donna deve partecipare alle decisioni Libertà di movimento e posizione Libertà di movimento e posizione NON uso sistematico, di routine, della cardiotocografia NON uso sistematico, di routine, della cardiotocografia NON uso di : tricotomia, clistere e digiuno NON uso di : tricotomia, clistere e digiuno NON uso sistematico dellamnioressi precoce NON uso sistematico dellamnioressi precoce NON uso sistematico dellinduzione ( < 10% ) NON uso sistematico dellinduzione ( < 10% ) NON uso sistematico di analgesici NON uso sistematico di analgesici NON uso sistematico dellepisiotomia ( < 5% ) NON uso sistematico dellepisiotomia ( < 5% ) Incoraggiare il parto vaginale dopo un cesareo ( > 75% ) Incoraggiare il parto vaginale dopo un cesareo ( > 75% ) NON uso sistematico della Manovra di Kristeller NON uso sistematico della Manovra di Kristeller Taglio cesareo max 10% nei I°-II° Livello e 15% nei III° Livello Taglio cesareo max 10% nei I°-II° Livello e 15% nei III° Livello Il neonato deve restare con la madre Il neonato deve restare con la madre Inizio immediato dellallattamento al seno entro i primi 30 Inizio immediato dellallattamento al seno entro i primi 30

30 ALLA LUCE DI TUTTO CIO IL TC NON E UNA MODALITA DI NASCITA COME UNALTRA, MA UN INTERVENTO DI CHIRURGIA MAGGIORE SULL ADDOME, IL TC NON E UNA MODALITA DI NASCITA COME UNALTRA, MA UN INTERVENTO DI CHIRURGIA MAGGIORE SULL ADDOME, E COME TALE VA CONSIDERATO !

31 OGNI PARTO E UNA STORIA A SE Ogni Nascita è unesperienza Ogni Nascita è unesperienza potenzialmente meravigliosa. potenzialmente meravigliosa. Ogni Nascita è una sfida. Ogni Nascita è una sfida. Ogni Mamma è diversa. Ogni Mamma è diversa. Ogni Travaglio è diverso. Ogni Travaglio è diverso. Ogni Parto è diverso. Ogni Parto è diverso. Ogni Bimbo è diverso. Ogni Bimbo è diverso.

32 Lo sguardo del bimbo appena nato non ha la memoria del passato, né la pretesa del futuro : è Presente Giordana Valli Lo sguardo del bimbo appena nato non ha la memoria del passato, né la pretesa del futuro : è Presente Giordana Valli E PRESENTE : E IL PRESENTE, E TUTTO IL RESTO NON CONTA. LA MADRE, AL SOLO VEDERLO, DIMENTICA ISTANTANEAMENTE TUTTE LE SOFFERENZE E I DOLORI PATITI, ED IN QUEL MOMENTO E LI, CON LUI E SOLO PER LUI, PER QUEL SUO SE. E PRESENTE : E IL PRESENTE, E TUTTO IL RESTO NON CONTA. LA MADRE, AL SOLO VEDERLO, DIMENTICA ISTANTANEAMENTE TUTTE LE SOFFERENZE E I DOLORI PATITI, ED IN QUEL MOMENTO E LI, CON LUI E SOLO PER LUI, PER QUEL SUO SE.

33 IMPORTANZA DEL BONDING Il Bonding non è utile solo al bambino : lo è, in senso assoluto, come e più anche per la madre : in mancanza di esso, molte magie non si compiono, ed è molto difficile e laborioso ricreare una perfetta armonia di questa particolarissima diade madre-bambino che in realtà, quando il legame non si spezza, è una diade che però agisce e sente come una monade, come un tuttuno. Il Bonding non è utile solo al bambino : lo è, in senso assoluto, come e più anche per la madre : in mancanza di esso, molte magie non si compiono, ed è molto difficile e laborioso ricreare una perfetta armonia di questa particolarissima diade madre-bambino che in realtà, quando il legame non si spezza, è una diade che però agisce e sente come una monade, come un tuttuno.

34 NON SPEZZIAMO QUEL FILO ! In assenza del bonding, non sono poche le mamme che ammettono o dicono spontaneamente di non avere una accettazione piena, completa, del loro bimbo e, pur non comprendendone la ragione e non sapendosene spiegare i motivi, ciò crea in loro dei fortissimi SENSI DI COLPA, che spesso amplificano a dismisura la non rara DEPRESSIONE POST-PARTUM, potendone essere in alcuni casi se non LA causa almeno una importante concausa. In assenza del bonding, non sono poche le mamme che ammettono o dicono spontaneamente di non avere una accettazione piena, completa, del loro bimbo e, pur non comprendendone la ragione e non sapendosene spiegare i motivi, ciò crea in loro dei fortissimi SENSI DI COLPA, che spesso amplificano a dismisura la non rara DEPRESSIONE POST-PARTUM, potendone essere in alcuni casi se non LA causa almeno una importante concausa.

35 BAMBINI DIFFICILI (?) I bambini che non hanno avuto lopportunità di stare con la madre subito dopo la nascita, spesso presentano dei disturbi che sono conseguenti alla negazione del bonding : sono spesso bambini che - specie quando vengono portati dopo molte ore o talora molti giorni alla madre - non si attaccano bene al seno, non succhiano bene, sono molto irritabili, dormono poco e male e piangono molto : tutto ciò aumenta la distanza e il senso di inadeguatezza materna. I bambini che non hanno avuto lopportunità di stare con la madre subito dopo la nascita, spesso presentano dei disturbi che sono conseguenti alla negazione del bonding : sono spesso bambini che - specie quando vengono portati dopo molte ore o talora molti giorni alla madre - non si attaccano bene al seno, non succhiano bene, sono molto irritabili, dormono poco e male e piangono molto : tutto ciò aumenta la distanza e il senso di inadeguatezza materna.

36 DOLORE : NON CRIMINALIZZARLO IL DOLORE E UNA COMPONENTE DEL PARTO, NON LUNICA, e pertanto NON E GIUSTO CRIMINALIZZARLO, NE FARGLI ASSUMERE UN IMPORTANZA ECCESSIVA, SMISURATA, IN CONFRONTO A TUTTI GLI ALTRI ASPETTI CHE, IN UNA GRAVIDANZA, UN TRAVAGLIO E UN PARTO VISSUTI SERENAMENTE, LO PREVARICANO AMPIAMENTE PER INTENSITA E IMPORTANZA. IL DOLORE E UNA COMPONENTE DEL PARTO, NON LUNICA, e pertanto NON E GIUSTO CRIMINALIZZARLO, NE FARGLI ASSUMERE UN IMPORTANZA ECCESSIVA, SMISURATA, IN CONFRONTO A TUTTI GLI ALTRI ASPETTI CHE, IN UNA GRAVIDANZA, UN TRAVAGLIO E UN PARTO VISSUTI SERENAMENTE, LO PREVARICANO AMPIAMENTE PER INTENSITA E IMPORTANZA.

37 NON CE SOLO IL DOLORE …! Un parto naturale, vaginale, per il quale la donna è naturalmente predisposta, prevede una donna forte, naturalmente ed istintivamente capace di partorire. Un parto naturale, vaginale, per il quale la donna è naturalmente predisposta, prevede una donna forte, naturalmente ed istintivamente capace di partorire. Il parto vaginale - riferiscono le donne - comprende comunque, nonostante o a prescindere dal dolore, delle sensazioni fisiche, fisiologiche, emotive e spirituali esaltanti, di piacere esaltante che la madre può sperimentare unicamente in quel modo e in quel momento, un momento unico che ricorderà per sempre. Il parto vaginale - riferiscono le donne - comprende comunque, nonostante o a prescindere dal dolore, delle sensazioni fisiche, fisiologiche, emotive e spirituali esaltanti, di piacere esaltante che la madre può sperimentare unicamente in quel modo e in quel momento, un momento unico che ricorderà per sempre.

38 LA GRAVIDANZA Oggigiorno viene vissuta troppo spesso come uno stato semipatologico, o comunque non fisiologico, o comunque non fisiologico, anziché come stato naturale della vita di una donna … La colpa principale ( non unica ) di ciò è della ECCESSIVA MEDICALIZZAZIONE … ECCESSIVA MEDICALIZZAZIONE … … problema anche in altri ambiti d. medicina.

39 ALTRI FATTORI NEGATIVI Eccesso di ansia personale Eccesso di ansia personale Ansia dei familiari e/o ambientale Ansia dei familiari e/o ambientale Scarsità di informazione Scarsità di informazione Eccesso di informazione Eccesso di informazione Precedenti esperienze negative (anche altrui) Precedenti esperienze negative (anche altrui) Fobie innate / paura dell handicap Fobie innate / paura dell handicap Situazione affettiva familiare carente Situazione affettiva familiare carente Insicurezza per fattori socio-economici Insicurezza per fattori socio-economici Primiparità / Gemellarità / Pregressi aborti Primiparità / Gemellarità / Pregressi aborti

40 ECCESSO di MEDICALIZZAZIONE ECCESSO di MEDICALIZZAZIONE Esagerato numero di esami laboratoristici e strumentali spesso inutili e non sempre innocui, talora anche potenzialmente nocivi Esagerato numero di esami laboratoristici e strumentali spesso inutili e non sempre innocui, talora anche potenzialmente nocivi Inappropriata adozione di precauzioni eccessive ( limitazioni dietetiche o della mobilità prescritte senza reale necessità… ) Inappropriata adozione di precauzioni eccessive ( limitazioni dietetiche o della mobilità prescritte senza reale necessità… ) Inappropriata prescrizione di farmaci e/o integratori etc… Inappropriata prescrizione di farmaci e/o integratori etc… SELF - THERAPY impropria SELF - THERAPY impropria

41 ECCESSO di MEDICALIZZAZIONE ECCESSO di MEDICALIZZAZIONE Non sempre lesecuzione di tantissimi esami aumenta il grado di sicurezza : spesso, al contrario, aumenta insicurezza e ansia, anche quella del medico ! Non sempre lesecuzione di tantissimi esami aumenta il grado di sicurezza : spesso, al contrario, aumenta insicurezza e ansia, anche quella del medico ! Spesso un esame tira laltro( Tri-t Amnioc.) Spesso un esame tira laltro( Tri-t Amnioc.) Non è bene abituarsi a ragionare nei termini di forse sto poco bene, fino a prova contraria, ma esattamente allopposto : bisogna pensare fino a prova contraria, sto bene… !!! Non è bene abituarsi a ragionare nei termini di forse sto poco bene, fino a prova contraria, ma esattamente allopposto : bisogna pensare fino a prova contraria, sto bene… !!! Questo varrà anche per il bambino !!! Questo varrà anche per il bambino !!!

42 PRECISIAMO CHE Condanniamo GLI ECCESSI, e cerchiamo di evitare quelli, non un congruo e adeguato numero di visite ed esami da eseguire in una gravidanza fisiologica Condanniamo GLI ECCESSI, e cerchiamo di evitare quelli, non un congruo e adeguato numero di visite ed esami da eseguire in una gravidanza fisiologica Le gravidanze fisiologiche sono ancora, grazie al Cielo, la stragrande maggioranza !!! Le gravidanze fisiologiche sono ancora, grazie al Cielo, la stragrande maggioranza !!! Il ricorso realmente motivato al CESAREO è stimato attorno al 15% dei casi, e in Italia, purtroppo, si abusa nella sua scelta … Il ricorso realmente motivato al CESAREO è stimato attorno al 15% dei casi, e in Italia, purtroppo, si abusa nella sua scelta … … E la tendenza volge allaumento !!!

43 INDICAZIONI al CESAREO Vi sono Vi sono INDICAZIONI ASSOLUTE : POCHE E BEN DEFINITE situazioni in cui è realmente INDISPENSABILE il ricorso al cesareo, e di cui si parla preventivamente col neonatologo, INDICAZIONI ASSOLUTE : POCHE E BEN DEFINITE situazioni in cui è realmente INDISPENSABILE il ricorso al cesareo, e di cui si parla preventivamente col neonatologo, e INDICAZIONI RELATIVE : INDICAZIONI RELATIVE : casi in cui il ricorso ad esso è più o meno CONSIGLIABILE e dipende da scelte che i medici e lostetrica fanno al momento su ogni singola paziente casi in cui il ricorso ad esso è più o meno CONSIGLIABILE e dipende da scelte che i medici e lostetrica fanno al momento su ogni singola paziente ?

44 PARTO E DIRITTO ALLA PRIVACY Posto che il parto sia una prova, una fortissima e temibile prova per la donna, DEVE RIMANERE - QUANDO POSSIBILE E QUANTO PIU POSSIBILE - UNA PROVA CON SE STESSA, NON UNA ODIOSA PROVA D ESAME DAVANTI AD UN NUMEROSO PUBBLICO : E QUESTO CHE SPESSO FACCIAMO DIVENTARE PER LA DONNA IL PARTO, CON UNA PRESENZA ECCESSIVA ED INVASIVA. Posto che il parto sia una prova, una fortissima e temibile prova per la donna, DEVE RIMANERE - QUANDO POSSIBILE E QUANTO PIU POSSIBILE - UNA PROVA CON SE STESSA, NON UNA ODIOSA PROVA D ESAME DAVANTI AD UN NUMEROSO PUBBLICO : E QUESTO CHE SPESSO FACCIAMO DIVENTARE PER LA DONNA IL PARTO, CON UNA PRESENZA ECCESSIVA ED INVASIVA.

45 CONVINZIONE NEI PROPRI MEZZI Lelemento Psicologico è quello che maggiormente determina la buona riuscita del parto. Una donna convinta dei propri mezzi, quasi sempre ce la farà senza aiuti farmacologici, peridurale, tagli, manovre di Kristeller e cesarei, dunque si ribadisce il ruolo e LIMPORTANZA DI UNA INFORMAZIONE PUNTUALE, CORRETTA E COMPLETA, DEL SOSTEGNO SAPIENTE E DISCRETO DELLOSTETRICA E DI QUELLO AMOREVOLE DI UN PARTNER. Lelemento Psicologico è quello che maggiormente determina la buona riuscita del parto. Una donna convinta dei propri mezzi, quasi sempre ce la farà senza aiuti farmacologici, peridurale, tagli, manovre di Kristeller e cesarei, dunque si ribadisce il ruolo e LIMPORTANZA DI UNA INFORMAZIONE PUNTUALE, CORRETTA E COMPLETA, DEL SOSTEGNO SAPIENTE E DISCRETO DELLOSTETRICA E DI QUELLO AMOREVOLE DI UN PARTNER.

46 RUOLO CHIAVE DELLOSTETRICA Lostetrica è la chiave per permettere la sopravvivenza del parto naturale perché, al contrario del medico, sa attendere senza diventare troppo presto operativa. Lostetrica è la chiave per permettere la sopravvivenza del parto naturale perché, al contrario del medico, sa attendere senza diventare troppo presto operativa.

47 NON PROMETTIAMO LA LUNA CREARE DELLE ENORMI ASPETTATIVE DI CERTEZZA CHE OGGETTIVAMENTE NESSUN ESSERE UMANO PUO GARANTIRE E UN ERRORE ABBASTANZA FREQUENTE CREARE DELLE ENORMI ASPETTATIVE DI CERTEZZA CHE OGGETTIVAMENTE NESSUN ESSERE UMANO PUO GARANTIRE E UN ERRORE ABBASTANZA FREQUENTE Vi è dunque, nella Medicina in generale, un grande squilibrio tra un Vi è dunque, nella Medicina in generale, un grande squilibrio tra un SENSO DI INFINITA POTENZA, che spesso ci porta fuori strada, e un SENSO DI INFINITA POTENZA, che spesso ci porta fuori strada, e un SENSO DEL LIMITE che, viceversa, ci tiene con i piedi per terra e ci consente di fare molte cose per bene, limitando gli errori. SENSO DEL LIMITE che, viceversa, ci tiene con i piedi per terra e ci consente di fare molte cose per bene, limitando gli errori.

48 L OSTETRICIA DIFENSIVA Più si promette, Più si promette, più si è interventisti con eccessi di visite ed esami, più si è interventisti con eccessi di visite ed esami, più si produce dipendenza, più si produce dipendenza, più le cose vanno male quanto a vertenze legali. più le cose vanno male quanto a vertenze legali.

49 VERTENZE GIUDIZIARIE E TC LOSTETRICIA DIFENSIVA NON E LEFFETTO, MA LA CAUSA DEI PROCEDIMENTI PENALI, ANCHE SE LIMPOSTAZIONE DI QUESTI VA RIFORMATA : LOSTETRICIA DIFENSIVA NON E LEFFETTO, MA LA CAUSA DEI PROCEDIMENTI PENALI, ANCHE SE LIMPOSTAZIONE DI QUESTI VA RIFORMATA : PIU CESAREI => PIU CAUSE !!! PIU CESAREI => PIU CAUSE !!! PROPRIO PER LA MAGGIOR PERICOLOSITA DEL CESAREO RISPETTO AL PARTO VAGINALE.

50 MEDICO ED ESAMI IL PROCESSO DECISIONALE DEL MEDICO NON DEVE DIPENDERE IN MANIERA ECCESSIVA DALLE MACCHINE IL PROCESSO DECISIONALE DEL MEDICO NON DEVE DIPENDERE IN MANIERA ECCESSIVA DALLE MACCHINE

51 NON SOSTITUIRSI ALLA NATURA Leccesso di fiducia nei mezzi diagnostici esterni alla propria persona porta sempre a fare delle cose inappropriate. Leccesso di fiducia nei mezzi diagnostici esterni alla propria persona porta sempre a fare delle cose inappropriate. La madre, a furia di vedere e rivedere il bambino tramite la macchina, perde - non si sottovaluti il problema - la raffinatissima capacità di sentire il prodotto del suo concepimento sperimentandola solo con il suo corpo e la sua mente, e tra laltro diventa smisuratamente dipendente da quella macchina che tanto la rassicura sulla vitalità del suo bimbo. La madre, a furia di vedere e rivedere il bambino tramite la macchina, perde - non si sottovaluti il problema - la raffinatissima capacità di sentire il prodotto del suo concepimento sperimentandola solo con il suo corpo e la sua mente, e tra laltro diventa smisuratamente dipendente da quella macchina che tanto la rassicura sulla vitalità del suo bimbo.

52 Quella raffinatissima sensibilità si è sviluppata nel corso di milioni di anni, ed è alla base del nostro stesso essere al mondo, ma ne stiamo minando lesistenza in quanto, come tutte le funzioni che non si esercitano, rischia di essere dimenticata e dunque scartata dalla evoluzione filogenetica della Natura. Quella raffinatissima sensibilità si è sviluppata nel corso di milioni di anni, ed è alla base del nostro stesso essere al mondo, ma ne stiamo minando lesistenza in quanto, come tutte le funzioni che non si esercitano, rischia di essere dimenticata e dunque scartata dalla evoluzione filogenetica della Natura. Una donna sa e deve poter sentire il suo bambino anche solo sulla propria capacità corporea : NON deve essere la macchina a dirle come sta il bambino!!! Una donna sa e deve poter sentire il suo bambino anche solo sulla propria capacità corporea : NON deve essere la macchina a dirle come sta il bambino!!!

53 EMPOWERMENT Il nostro intervento deve essere sempre tale da Il nostro intervento deve essere sempre tale da NON ANNULLARE MAI IL SENSO DI POTENZA DELLA DONNA ma, al contrario, sostenere ed accrescere la CONSAPEVOLEZZA DELLA SUA INNATA CONSAPEVOLEZZA DELLA SUA INNATA - CAPACITA - COMPETENZA ISTINTUALE - FORZA FISICA E PSICHICA

54 LOSTETRICA BRAVA, ESPERTA, ALLENATA - ED E PER QUESTO CHE LA SUA E UNARTE PIU CHE UNA PROFESSIONE - E PERFETTAMENTE IN GRADO DI DISTINGUERE SE IL GRIDO DELLA DONNA CHE HA DI FRONTE E FISIOLOGICO O PATOLOGICO, E PUO SENZALTRO ESSERE LEI - QUANDO OCCORRE - A CONSIGLIARE CON DOLCEZZA LA STESSA PER IL CESAREO LOSTETRICA BRAVA, ESPERTA, ALLENATA - ED E PER QUESTO CHE LA SUA E UNARTE PIU CHE UNA PROFESSIONE - E PERFETTAMENTE IN GRADO DI DISTINGUERE SE IL GRIDO DELLA DONNA CHE HA DI FRONTE E FISIOLOGICO O PATOLOGICO, E PUO SENZALTRO ESSERE LEI - QUANDO OCCORRE - A CONSIGLIARE CON DOLCEZZA LA STESSA PER IL CESAREO

55 RUOLO DELL OSTETRICA Per i motivi accennati, occorre riconoscere il ruolo fondamentale dell OSTETRICA come operatrice autonoma in grado di gestire gravidanze, parti e puerpèri fisiologici in ospedale e a casa, e di offrire in tal modo la continuità di una assistenza personalizzata.

56 I VANTAGGI DELL ACQUA Nellambito del parto attivo, un ruolo particolare può essere giocato dall ACQUA. Nellambito del parto attivo, un ruolo particolare può essere giocato dall ACQUA. LACQUA IN GRAVIDANZA, TRAVAGLIO E/O PARTO LACQUA IN GRAVIDANZA, TRAVAGLIO E/O PARTO Anche su questo argomento, vi sono oramai numerosissimi studi e dati statistici che ne certificano lassoluta sicurezza e ne garantiscono i numerosi vantaggi. Anche su questo argomento, vi sono oramai numerosissimi studi e dati statistici che ne certificano lassoluta sicurezza e ne garantiscono i numerosi vantaggi. Ovunque venga reso disponibile lutilizzo dellacqua nel travaglio e nel parto, si sono drasticamente ridotti : Ovunque venga reso disponibile lutilizzo dellacqua nel travaglio e nel parto, si sono drasticamente ridotti : CESAREI CESAREI EPISIOTOMIE e LACERAZIONI DI III° E IV° GRADO EPISIOTOMIE e LACERAZIONI DI III° E IV° GRADO ANALGESIE PERIDURALI e ANALGESIE PERIDURALI e INDUZIONI OSSITOCINICHE INDUZIONI OSSITOCINICHE

57 I MIRACOLI POSSIBILI A Cosenza, dopo lintroduzione del parto attivo e delluso dellacqua in travaglio e parto, in ospedale si sono verificati i seguenti miracoli: A Cosenza, dopo lintroduzione del parto attivo e delluso dellacqua in travaglio e parto, in ospedale si sono verificati i seguenti miracoli: CESAREI nel 1997 CESAREI nel 2003 CESAREI nel 1997 CESAREI nel ,1% ( !!! ) 26,9% 43,1% ( !!! ) 26,9% FORCIPI nel 1997 FORCIPI nel 2003 FORCIPI nel 1997 FORCIPI nel ,4% 1% 3,4% 1% EPISIOTOMIE nel 1997 EPISIOTOMIE nel 2003 EPISIOTOMIE nel 1997 EPISIOTOMIE nel % ( !!! )15% 87% ( !!! )15% In soli 6 anni, il numero di cesarei si è quasi dimezzato, in quel reparto, e In soli 6 anni, il numero di cesarei si è quasi dimezzato, in quel reparto, e le episiotomie sono state ridotte di quasi 6 volte ! le episiotomie sono state ridotte di quasi 6 volte !

58 TRAVAGLIO E/O PARTO IN ACQUA la partoriente può comunque godere di tutti gli enormi benefici di un travaglio in acqua e poi partorire - se non se la sente di farlo in acqua - a secco, nelle immediate vicinanze% la partoriente può comunque godere di tutti gli enormi benefici di un travaglio in acqua e poi partorire - se non se la sente di farlo in acqua - a secco, nelle immediate vicinanze%

59 TRAVAGLIO E/O PARTO IN ACQUA E, sempre per questo motivo, è addirittura meglio che ella non manifesti questa sua intenzione ad altri per non sentirsi poi schiava di un progetto % E, sempre per questo motivo, è addirittura meglio che ella non manifesti questa sua intenzione ad altri per non sentirsi poi schiava di un progetto %

60 TRAVAGLIO E/O PARTO IN ACQUA Lacqua deve essere UNA delle potenziali scelte, non LA scelta, e deve essere sempre la donna a scegliere in che modo travagliare e partorire, senza condizionamenti da parte degli operatori e del partner, potendo recedere dalle sue decisioni e variarle in qualsiasi momento lo voglia % Lacqua deve essere UNA delle potenziali scelte, non LA scelta, e deve essere sempre la donna a scegliere in che modo travagliare e partorire, senza condizionamenti da parte degli operatori e del partner, potendo recedere dalle sue decisioni e variarle in qualsiasi momento lo voglia %

61 Lacqua deve essere offerta dalle strutture sanitarie non come uno specchietto per le allodole, con una insistenza che può talora essere addirittura sospetta, ma come una ottima opportunità di parto attivo che può essere incredibilmente dolce, rilassante e profondamente coinvolgente al punto di non dover fare ricorso a nessuna analgesia.% Lacqua deve essere offerta dalle strutture sanitarie non come uno specchietto per le allodole, con una insistenza che può talora essere addirittura sospetta, ma come una ottima opportunità di parto attivo che può essere incredibilmente dolce, rilassante e profondamente coinvolgente al punto di non dover fare ricorso a nessuna analgesia.%

62 Non cè, né ci deve essere - dunque - nessuna sensazionalità nel presentare lintroduzione dellacqua nelle Maternità, dal momento che è la cosa più naturale del mondo Non cè, né ci deve essere - dunque - nessuna sensazionalità nel presentare lintroduzione dellacqua nelle Maternità, dal momento che è la cosa più naturale del mondo

63 IL MEGLIO DELLACQUA Il più utile degli effetti dellacqua ? Il più utile degli effetti dellacqua ? Il suo effetto di PROTEZIONE DELLA PARTORIENTE DAI MEDICI, DALLE OSTETRICHE, DALLE PROCEDURE MEDICHE ED OSTETRICHE E DAGLI SGUARDI INDESIDERATI, fondamentale per far restare il parto VERAMENTE fisiologico. fondamentale per far restare il parto VERAMENTE fisiologico.

64 Le POSIZIONI del PARTO tra SCIENZA e TABU La posizione classica adottata oggi per il parto è - in realtà - una innovazione della moderna Ostetricia. La posizione classica adottata oggi per il parto è - in realtà - una innovazione della moderna Ostetricia. PRIMA NON SI PARTORIVA COSI ! PRIMA NON SI PARTORIVA COSI ! Tale innovazione non sarebbe mai venuta in mente ad alcuna donna, in quanto Tale innovazione non sarebbe mai venuta in mente ad alcuna donna, in quanto la posizione che una donna assumeva ed assumerebbe normalmente, spontaneamente, è quella accovacciata o semiseduta, non già assolutamente quella supina a gambe levate.

65 ABBANDONO DELLA FRETTA Abbiamo il DOVERE DI ESCLUDERE LA FRETTA quando ci occupiamo di una gravidanza, di un travaglio e di un parto. Abbiamo il DOVERE DI ESCLUDERE LA FRETTA quando ci occupiamo di una gravidanza, di un travaglio e di un parto. IN QUESTO PERIODO IN QUESTO PERIODO IL TEMPO NON PUO ESSERE QUELLO DELLOROLOGIO. IN QUESTO PERIODO MAGICO PER LA DONNA, IN QUESTO PERIODO MAGICO PER LA DONNA, IL TEMPO DEVE ESSERE QUELLO DELLOROLOGIO BIOLOGICO !!!

66 LA DONNA HA VOGLIA DI LA DONNA HA VOGLIA DI PRENDERSI IL SUO TEMPO PRENDERSI IL SUO TEMPO LA DONNA HA BISOGNO DI LA DONNA HA BISOGNO DI PRENDERSI IL SUO TEMPO PRENDERSI IL SUO TEMPO LA DONNA HA DIRITTO DI LA DONNA HA DIRITTO DI PRENDERSI IL SUO TEMPO PRENDERSI IL SUO TEMPO LA DONNA DEVE PRENDERSI IL LA DONNA DEVE PRENDERSI IL SUO TEMPO SUO TEMPO

67 Un ritorno al passato, alla Saggezza del passato, alla rivisitazione delle tecniche dolci, un abbandono della fretta, un lasciare il tempo meccanico per il Tempo Biologico, durante gravidanza, travaglio e parto, con il ritorno ad un pieno riconoscimento del ruolo centrale dellostetrica nei parti fisiologici, e ad un maggior rispetto per lindividuo Donna, è la cosa più saggia ed auspicabile che il Sistema Sanitario possa fare per umanizzare la Nascita e migliorarne gli esiti. Un ritorno al passato, alla Saggezza del passato, alla rivisitazione delle tecniche dolci, un abbandono della fretta, un lasciare il tempo meccanico per il Tempo Biologico, durante gravidanza, travaglio e parto, con il ritorno ad un pieno riconoscimento del ruolo centrale dellostetrica nei parti fisiologici, e ad un maggior rispetto per lindividuo Donna, è la cosa più saggia ed auspicabile che il Sistema Sanitario possa fare per umanizzare la Nascita e migliorarne gli esiti.

68 PER CAMBIARE LE COSE NON OCCORRONO GRANDI STRUTTURE GRANDI STRUTTURE GRANDI MEZZI GRANDI MEZZI GRANDI IMPEGNI GRANDI IMPEGNI GRANDI RIVOLUZIONI GRANDI RIVOLUZIONI ( eccetto quella culturale ! ) ( eccetto quella culturale ! )

69 PER CAMBIARE LE COSE BASTA UN PO DI … CONVINCIMENTO CONVINCIMENTO BUON SENSO BUON SENSO ELASTICITA MENTALE ELASTICITA MENTALE RISPETTO e RISPETTO e AMORE per le MAMME AMORE per le MAMME BUONA VOLONTA BUONA VOLONTA

70 Associazione Sportiva Socioculturale Il Delfino Si batte per questi e altri problemi del mondo Materno-Infantile Si batte per questi e altri problemi del mondo Materno-Infantile

71 IL PARTO ATTIVO E un parto fisiologico in cui, E un parto fisiologico in cui, come sempre dovrebbe essere come sempre dovrebbe essere ma non sempre è, la neomamma si appropria del proprio ruolo di Protagonista, e viene riconosciuto il ruolo fondamentale dellostetrica.

72 IL PARTO ATTIVO E un parto in cui alla gestante viene lasciata la massima autonomia nella scelta delle posizioni da tenere e dei movimenti da compiere, sia nella fase dilatante che in quella espulsiva del travaglio E un parto in cui alla gestante viene lasciata la massima autonomia nella scelta delle posizioni da tenere e dei movimenti da compiere, sia nella fase dilatante che in quella espulsiva del travaglio (confidando nel suo innato istinto di … (confidando nel suo innato istinto di … … mammifero … mammifero dotato anche della facoltà di partorire !) senza prescrizioni e obblighi assoluti da parte degli operatori sanitari.

73 IL PARTO ATTIVO E E dunque un parto fisiologico in cui la gestante ha piena fiducia in unoperatrice che la conosce così bene, e in cui lostetrica si assume pienamente le sue responsabilità di leader nel sostegno alle modalità del travaglio e del parto, prendendo le decisioni al riguardo in base alle proprie conoscenze ed esperienze e al dialogo col personale medico e la donna.

74 INDICAZIONI ( ASSOLUTE?) Gravi patologie cardiache, respiratorie, renali, epatiche, metaboliche Gravi patologie cardiache, respiratorie, renali, epatiche, metaboliche AIDS e serie patologie infettive AIDS e serie patologie infettive Patologie neoplastiche Patologie neoplastiche Diabete SCOMPENSATO Diabete SCOMPENSATO Immunopatie ( alcune ) Immunopatie ( alcune ) Malattie ematiche ( ) Malattie ematiche ( ) Patologie neurol. o psic. ( ) Patologie neurol. o psic. ( ) Sproporzioni feto-pelviche Sproporzioni feto-pelviche Problemi placentari Problemi placentari Distocia estemporanea Distocia estemporanea Precedente cesareo ( ??? ) Precedente cesareo ( ??? ) Grave prematurità Grave prematurità Malformazioni fetali varie ( muscolo – scheletriche, gastroenteriche, renali,spina bifida e altre neurologiche) Malformazioni fetali varie ( muscolo – scheletriche, gastroenteriche, renali,spina bifida e altre neurologiche) Cardiopatie fetali ( alcune ) Cardiopatie fetali ( alcune ) Rischio di M.E.N. Rischio di M.E.N. Neonato macrosomico > 4,5 Neonato macrosomico > 4,5 Infezioni fetali Infezioni fetali Pluri -gemellarità Pluri -gemellarità Posiz. anomale Posiz. anomale Nodi veri del cordone omb. Nodi veri del cordone omb. Sofferenza in utero Sofferenza in utero Idrope fetale Idrope fetale MATERNEFETALI

75 Grazie per lattenzione !

76 PRO e CONTRO delle VARIE MODALITA di PARTO Ci parlerà di indicazioni e controindicazioni, aspetti positivi e problemi potenziali delle varie modalità di parto, con riferimento in particolare alle principali tecniche analgesiche. Dott. Jafar G. Khaligh Specialista in Clinica Ostetrica e Ginecologica

77 LE FASI DEL PARTO NATURALE Le fasi del parto hanno una durata che varia a seconda che la donna sia alla sua prima gravidanza oppure no Le fasi del parto hanno una durata che varia a seconda che la donna sia alla sua prima gravidanza oppure no Se la donna è infatti primipara, in media il tempo che occorre potrebbe essere più lungo Se la donna è infatti primipara, in media il tempo che occorre potrebbe essere più lungo

78 PERIODO PRODROMICO Dura dalle 5 alle 8 ore circa Dura dalle 5 alle 8 ore circa Contrazioni via via più ritmiche e dolorose Contrazioni via via più ritmiche e dolorose Appianamento del collo dellutero Appianamento del collo dellutero Perdita del tappo mucoso Perdita del tappo mucoso

79 PERIODO DILATANTE Dura dalle 2 alle 5 ore circa Dura dalle 2 alle 5 ore circa Contrazioni più dolorose e ravvicinate Contrazioni più dolorose e ravvicinate Dilatazione del collo dellutero Dilatazione del collo dellutero Impegno della parte presentata ( testa ) Impegno della parte presentata ( testa )

80 PERIODO ESPULSIVO Dura circa Dura circa Contrazioni alla massima intensità Contrazioni alla massima intensità Spinta consensuale alle contrazioni Spinta consensuale alle contrazioni Il bimbo attraversa il canale del parto fino ad uscire copletamente Il bimbo attraversa il canale del parto fino ad uscire copletamente

81 PERIODO DEL SECONDAMENTO Dura in media Dura in media Espulsione di placenta ed annessi fetali Espulsione di placenta ed annessi fetali Contrazione rapida uterina e conseguente arresto dellemorragia nellarea di impianto placentare Contrazione rapida uterina e conseguente arresto dellemorragia nellarea di impianto placentare

82 PARTO INDOTTO O PILOTATO In alcuni casi il b. viene fatto nascere senza attendere che il parto si avvii spontaneamente, usando specifici FF. ( Ossitocina o PG-gel ) In alcuni casi il b. viene fatto nascere senza attendere che il parto si avvii spontaneamente, usando specifici FF. ( Ossitocina o PG-gel ) INDICAZIONI : INDICAZIONI : - Diabete o Ipertensione materna - Eccessiva riduzione del Liquido Amniotico - Liquido tinto di meconio ( amnioscopia ) - Dilatazione passiva del collo dellutero - Gravidanza oltre la 41-42° settimana

83 PARTO CESAREO E un intervento di chirurgia addominale maggiore, che dovrebbe essere praticato qualora la nascita per via vaginale sia pericolosa o impossibile. Si ricorre però al cesareo troppo frequentemente. A volte viene assecondata la donna che lo richiede, anche se non vi sono motivi strettamente medici E un intervento di chirurgia addominale maggiore, che dovrebbe essere praticato qualora la nascita per via vaginale sia pericolosa o impossibile. Si ricorre però al cesareo troppo frequentemente. A volte viene assecondata la donna che lo richiede, anche se non vi sono motivi strettamente medici

84 INDICAZIONI ASSOLUTE AL TC Sproporzione feto-pelvica Sproporzione feto-pelvica Placenta previa centrale o marginale Placenta previa centrale o marginale Distacco intempestivo di placenta Distacco intempestivo di placenta Sofferenza fetale Sofferenza fetale Prolasso di funicolo Prolasso di funicolo Anomalie della presentazione Anomalie della presentazione Tumori pelvici previ Tumori pelvici previ

85 INDICAZIONI RELATIVE AL TC Presentazione podalica nelle primipare Presentazione podalica nelle primipare Primiparità in pz. attempata ( >35 anni ) Primiparità in pz. attempata ( >35 anni ) Gravidanza protratta, dopo fallimento della induzione con ossitocici Gravidanza protratta, dopo fallimento della induzione con ossitocici Pregressi interventi isterotomici ( miomectomie, metroplastiche, tagli cesarei -30%- ) Pregressi interventi isterotomici ( miomectomie, metroplastiche, tagli cesarei -30%- )

86 ANALGESIA PD : INDICAZIONI Patologie internistiche in cui è necessario evitare lo stress del travaglio : Insufficienza cardiaca, Insufficienza Respiratoria, rischi di problemi neurovascolari Patologie internistiche in cui è necessario evitare lo stress del travaglio : Insufficienza cardiaca, Insufficienza Respiratoria, rischi di problemi neurovascolari Sofferenza fisica che la donna percepisca come assolutamente insopportabile Sofferenza fisica che la donna percepisca come assolutamente insopportabile Ansia o paura intensissime anche soltanto nellattesa del dolore da parto, non controllabili Ansia o paura intensissime anche soltanto nellattesa del dolore da parto, non controllabili Gravidanze plurigemellari Gravidanze plurigemellari Pre-eclampsia Pre-eclampsia Travaglio abortivo : sapendo di dover partorire un feto morto, la soglia di sopportazione del dolore è - ovviamente - molto bassa, e vi è una profonda sofferenza psicologica della donna Travaglio abortivo : sapendo di dover partorire un feto morto, la soglia di sopportazione del dolore è - ovviamente - molto bassa, e vi è una profonda sofferenza psicologica della donna

87 ANALGESIA PD : CONTROINDICAZIONI Emorragia materna in atto Emorragia materna in atto Coagulopatia materna Coagulopatia materna Infezione nei pressi o sulla sede di inserzione dellago per la PD Infezione nei pressi o sulla sede di inserzione dellago per la PD Setticemia materna Setticemia materna Febbre non diagnosticata e non trattata Febbre non diagnosticata e non trattata

88 RISCHI DELLA PERIDURALE I RISCHI della peridurale possono incidere, fondamentalmente e profondamente, su : I RISCHI della peridurale possono incidere, fondamentalmente e profondamente, su : MADRE MADRE BAMBINO BAMBINO BONDING ( e, dunque, sulla relazione BONDING ( e, dunque, sulla relazione madre-bambino ) madre-bambino ) AVVIO DELLALLATAMENTO AL SENO AVVIO DELLALLATAMENTO AL SENO

89 COMPLICANZE MATERNE TARDIVE Cefalee da Puntura Lombare Cefalee da Puntura Lombare > Sacralgia e Dorsalgia > Sacralgia e Dorsalgia Ascesso o Meningite ( molto rari ) Ascesso o Meningite ( molto rari ) Deficit neurologici permanenti ( molto rari ) Deficit neurologici permanenti ( molto rari )

90 EVENTO FISIOLOGICO EVENTO MEDICO Vi sono quindi le possibili COMPLICANZE, immediate o tardive, che riguardano ancora la madre, il bambino, e il loro rapporto, ed implicano quasi sempre lavvio di una serie di PROCEDURE MEDICHE a cascata, che trasforma inevitabilmente ( e innegabilmente ) levento fisiologico in EVENTO MEDICO Vi sono quindi le possibili COMPLICANZE, immediate o tardive, che riguardano ancora la madre, il bambino, e il loro rapporto, ed implicano quasi sempre lavvio di una serie di PROCEDURE MEDICHE a cascata, che trasforma inevitabilmente ( e innegabilmente ) levento fisiologico in EVENTO MEDICO

91 Grazie per lattenzione !

92 LOSTETRICA NEGLI ANNI Ost. Maria Colasante Ost. Maria Colasante Responsabile Sala Parto Ostetricia O.C. Pescara Presidente del Collegio delle Ostetriche - Provincia di Pescara Cenni sugli aspetti storici della professione ostetrica e sui suoi cambiamenti negli anni. Cenni sugli aspetti storici della professione ostetrica e sui suoi cambiamenti negli anni.

93 CENNI STORICI Già gli Egiziani si occupavano di problemi ostetrici e ginecologici anche importanti

94 CENNI STORICI Nella Bibbia si legge che quando il Faraone ordinò alle levatrici ebree di uccidere tutti i nati maschi, queste risposero: Le donne ebree non sono come le egiziane : sono piene di vitalità ; prima che arrivi presso di loro la levatrice, hanno già partorito !Nella Bibbia si legge che quando il Faraone ordinò alle levatrici ebree di uccidere tutti i nati maschi, queste risposero: Le donne ebree non sono come le egiziane : sono piene di vitalità ; prima che arrivi presso di loro la levatrice, hanno già partorito ! Dio beneficò le levatrici, il popolo crebbe e divenne molto forte.

95 CENNI STORICI Socrate si definisce ostetrico delle anime perché faceva venir fuori dalla mente dei discepoli le concezioni filosofiche, nella stessa maniera in cui sua madre aiutava i feti ad uscire dallutero materno.

96 AVEVANO GLI OCCHI IN CIMA ALLE DITA Visitavano molto poco, maavevano gli occhi in cima alle dita e sapevano vedere il feto nellutero. Visitavano molto poco, maavevano gli occhi in cima alle dita e sapevano vedere il feto nellutero.

97 LA REGOLA DELLE 3 P Pazienza, Pazienza, pazienza, pazienza, pazienza, prudenza, prudenza, prudenza, e ancora pazienza, pazienza, prudenza, prudenza, prudenza, e ancora pazienza, pazienza, pazienza, pazienza. pazienza. x

98 OSTETRICA: UNA PROFESSIONE EMBLEMATICA Tutte le ostetriche, anche le più anziane, hanno sempre la loro borsa a portata di mano. La partoriente che bussasse alla loro porta potrebbe sempre contare su di loro. Tutte le ostetriche, anche le più anziane, hanno sempre la loro borsa a portata di mano. La partoriente che bussasse alla loro porta potrebbe sempre contare su di loro.

99 PRATICA ed ESPERIENZA TEORIA

100 Grazie per lattenzione !

101 IL RUOLO DELL OSTETRICA Ost. Fabiola Mancini Ostetrica O.C. Pescara Ruolo / autonomia dellostetrica nella conduzione di gravidanze, travagli e parti fisiologici. Ruolo / autonomia dellostetrica nella conduzione di gravidanze, travagli e parti fisiologici.

102 RUOLO/AUTONOMIA DELLOSTETRICA NELLA GRAVIDANZA, NEL PARTO E NEL PUERPERIO FISIOLOGICI RUOLO/AUTONOMIA DELLOSTETRICA NELLA GRAVIDANZA, NEL PARTO E NEL PUERPERIO FISIOLOGICI

103 LEGGE N°42/99 DEFINISCE LOSTETRICA UN PROFESSIONISTA SANITARIO DOTATO DI AUTONOMIA DECISIONALE, DI INDIPENDENZA CULTURALE E OPERATIVA E DI RESPONSABILITA PROFESSIONALE LEGGE N°42/99 DEFINISCE LOSTETRICA UN PROFESSIONISTA SANITARIO DOTATO DI AUTONOMIA DECISIONALE, DI INDIPENDENZA CULTURALE E OPERATIVA E DI RESPONSABILITA PROFESSIONALE

104 DECRETO MINISTERIALE DEL RELATIVO PROFILO PROFESSIONALE N° 740/94 ART 1 : E INDIVIDUATA LA FIGURA DELLOSTETRICA CON IL SEGUENTE PROFILO : LOSTETRICA E L OPERATORE SANITARIO CHE, IN POSSESSO DEL DIPLOMA UNIVERSITARIO ABILITANTE E DELL ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE, ASSISTE E CONSIGLIA LA DONNA NEL PERIODO DELLA GRAVIDANZA, DURANTE IL PARTO E NEL PUERPERIO, CONDUCE E PORTA A TERMINE PARTI EUTOCICI CON PROPRIA RESPONSABILITA E PRESTA ASSISTENZA AL NEONATO E INDIVIDUATA LA FIGURA DELLOSTETRICA CON IL SEGUENTE PROFILO : LOSTETRICA E L OPERATORE SANITARIO CHE, IN POSSESSO DEL DIPLOMA UNIVERSITARIO ABILITANTE E DELL ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE, ASSISTE E CONSIGLIA LA DONNA NEL PERIODO DELLA GRAVIDANZA, DURANTE IL PARTO E NEL PUERPERIO, CONDUCE E PORTA A TERMINE PARTI EUTOCICI CON PROPRIA RESPONSABILITA E PRESTA ASSISTENZA AL NEONATO

105 MIDWIFERY, ARTE E SCIENZA LA MIDWIFERY E LINSIEME DELLE - CONOSCENZE TEORICO-PRATICHE - SAPERE - - DELLE ABILITA - FARE - - DEGLI ATTEGGIAMENTI - SAPER ESSERE - PECULIARI DELLA PROFESSIONE OSTETRICA. ARTE INGEGNO, MANUALITA, ESPERIENZA SCIENZA LEGGI, NOZIONI, CONTENUTI, SAPERE DI FONDO DELLOSTETRICA SAPERE DI FONDO DELLOSTETRICA

106 PRATICARE LA MIDWIFERY SIGNIFICA: FORNIRE INFORMAZIONI RIGUARDO ALLA MATERNITA E ALLA PATERNITA RESPONSABILI FORNIRE INFORMAZIONI RIGUARDO ALLA MATERNITA E ALLA PATERNITA RESPONSABILI PREPARARE LA COPPIA A DIVENTARE GENITORI PREPARARE LA COPPIA A DIVENTARE GENITORI RISPONDERE AI BISOGNI DI SALUTE DELLA DONNA RELATIVI AL RISPONDERE AI BISOGNI DI SALUTE DELLA DONNA RELATIVI AL CONCEPIMENTO, ALLA GRAVIDANZA, E AL PARTO EROGARE ASSISTENZA AL FETO, AL NEONATO, ALLA GESTANTE, ALLA PARTORIENTE ED ALLA COPPIA % EROGARE ASSISTENZA AL FETO, AL NEONATO, ALLA GESTANTE, ALLA PARTORIENTE ED ALLA COPPIA %

107 PRATICARE LA MIDWIFERY SIGNIFICA: OCCUPARSI IN PIENA AUTONOMIA E RESPONSABILITA DELLA DONNA NELLA GRAVIDANZA NORMALE E DI CONDURRE E PORTARE A TERMINE I PARTI FISIOLOGICI OCCUPARSI IN PIENA AUTONOMIA E RESPONSABILITA DELLA DONNA NELLA GRAVIDANZA NORMALE E DI CONDURRE E PORTARE A TERMINE I PARTI FISIOLOGICI INDIVIDUARE PRECOCEMENTE LE CONDIZIONI CHE DEVIANO DALLA NORMALITA E PRATICARE LE OPPORTUNE MANOVRE DI EMERGENZA/URGENZA INDIVIDUARE PRECOCEMENTE LE CONDIZIONI CHE DEVIANO DALLA NORMALITA E PRATICARE LE OPPORTUNE MANOVRE DI EMERGENZA/URGENZA PRESERVARE LA NATURALITA DELLEVENTO NASCITA PRESERVARE LA NATURALITA DELLEVENTO NASCITA

108 ASSISTENZA OSTETRICA PRENDERSI CURA DELLA DONNA DA UN PUNTO DI VISTA GLOBALE CLINICO - MIDWIFERY CURE - DI SOSTEGNO E SUPPORTO - MIDWIFERY CARE - EDUCATIVO E FORMATIVO - MIDWIFERY EDUCATOR -

109 ASSISTENZA OSTETRICA APPROCCIO GLOBALE : SODDISFARE BISOGNI DI NATURA FISICA, PSICOLOGICA, SOCIALE ED EMOZIONALE DELLA DONNA E DELLA COPPIA DURANTE IL PERCORSO DELLA NASCITA

110 CHI E L OSTETRICA ? E LA FIGURA PROFESSIONALE PER ECCELLENZA PIU VICINA ALLA DONNA IN TANTI MOMENTI DEL SUO PERCORSO DI SALUTE (FERTILITA, GRAVIDANZA, PARTO, PUERPERIO, MENOPAUSA) %

111 LA PECULIARITA DELLOSTETRICA E QUELLA DI POTENZIARE LA NATURALE CAPACITA DELLA DONNA DI FARE UN FIGLIO, DI METTERLO AL MONDO E DI NUTRIRLO, CREANDO CON LEI UNA RELAZIONE DI EMPATIA %

112 L OSTETRICA E GARANTE DELLA FISIOLOGIA E DEL BENESSERE DELLA DONNA, QUANTO IL MEDICO LO E DELLA EVENTUALE PATOLOGIA

113 RUOLO DELL OSTETRICA PRECISAZIONI Quanto affermato NON deve condurre assolutamente a ipotizzare una posizione conflittuale dell ostetrica ( assolutamente inutile, improduttiva se non nociva ai fini dellassistenza e pertanto non auspicabile !!! ) con il personale medico, il quale tutto deve operare con il massimo spirito di collaborazione possibile, ma è pur vero che IN UN PARTO EUTOCICO, FISIOLOGICO, la conduzione va affidata allostetrica.

114 VIENE DEFINITO NORMALE IL PARTO CHE INIZIA SPONTANEAMENTE, A BASSO RISCHIO ALLINIZIO DEL TRAVAGLIO E CHE SI MANTIENE TALE FINO AL PARTO. IL FETO VIENE ESPULSO SPONTANEAMENTE, IN PRESENTAZIONE DI VERTICE, TRA LA 37ª E LA 42ª SETTIMANA GESTAZIONALE. DOPO LA NASCITA MADRE E FIGLIO GODONO DI BUONA SALUTE. VIENE DEFINITO NORMALE IL PARTO CHE INIZIA SPONTANEAMENTE, A BASSO RISCHIO ALLINIZIO DEL TRAVAGLIO E CHE SI MANTIENE TALE FINO AL PARTO. IL FETO VIENE ESPULSO SPONTANEAMENTE, IN PRESENTAZIONE DI VERTICE, TRA LA 37ª E LA 42ª SETTIMANA GESTAZIONALE. DOPO LA NASCITA MADRE E FIGLIO GODONO DI BUONA SALUTE.

115 COMPITI DELL OSTETRICA CONTROLLI PERIODICI, ESAMI DI CONTROLLO VALUTA IL BENESSERE DELLA MAMMA E DEL BAMBINO RILIEVO DI EVENTUALI FATTORI DI RISCHIO E RICHIESTA DI CONSULENZA ALLO SPECIALISTA CORSI DI PREPARAZIONE AL PARTO PREPARAZIONE DELLA COPPIA A DIVENTARE GENITORI IN GRAVIDANZA IN GRAVIDANZA

116 NEL TRAVAGLIO E NEL PARTO CONTROLLA I PARAMETRI MATERNI E FETALI CONTROLLA LANDAMENTO DELLE CONTRAZIONI E LE CONDIZIONI DEL NASCITURO SEGUENDOLO NEL CANALE DEL PARTO CONSIGLIA E RASSICURA LA DONNA SIA A LIVELLO FISICO, SIA A LIVELLO EMOTIVO CON PAZIENZA E DOLCEZZA AIUTA A CONTENERE LANSIA E ALLEVIARE IL DOLORE PROPONE LE POSIZIONI E LE MODALITA PER AIUTARE IL BAMBINO A NASCERE, LIMITANDO GLI INTERVENTI MEDICI (SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI, EPISIOTOMIA, RICORSO ALLANALGESIA E AL PARTO OPERATIVO ) SECONDAMENTO

117 NEL PUERPERIO E ALLATTAMENTO FAVORISCE LALLATTAMENTO CON LATTACCO PRECOCE DEL BAMBINO AL SENO AIUTA AD ACCUDIRE CON SICUREZZA IL NEONATO PROMUOVE IL BENESSERE PSICOFISICO DELLA DONNA E DEL BAMBINO AIUTA LA DONNA NEL NUOVO MESTIERE DI MAMMA ACCOMPAGNA LA DONNA IN UN PERIODO DI CAMBIAMENTI FISICI, PSICOLOGICI E LOGISTICI SCONVOLGENTI

118 Grazie per lattenzione !

119 IL PARTO ATTIVO : UTOPIA o REALTA ? Ci parlerà delle esperienze maturate anche nel frequentare i Corsi del Movimento Internazionale Parto Attivo, e di cosa si fa o si pensa di poter fare praticamente per andare sempre di più nella direzione di una assistenza al parto che migliori ancora sotto il profilo di un maggior rispetto della sensibilità, della autonomia e delle aspettative della gestante. Ost.ca Monica Sablone Ostetrica O.C. Pescara Ostetrica O.C. Pescara

120 LE RACCOMANDAZIONI O.M.S. SULLA NASCITA Tutti gli Ospedali devono garantire ed offrire unassistenza appropriata basata sulle evidenze scientifiche. Tutti gli Ospedali devono garantire ed offrire unassistenza appropriata basata sulle evidenze scientifiche. Qualsiasi procedura deve essere : dimostrata scientificamente SICURA, socialmente accettabile, economicamente realistica Qualsiasi procedura deve essere : dimostrata scientificamente SICURA, socialmente accettabile, economicamente realistica Ogni interferenza con il PROCESSO NATURALE e FISIOLOGICO della gravidanza, parto e post-partum deve essere dimostrata utile. Ogni interferenza con il PROCESSO NATURALE e FISIOLOGICO della gravidanza, parto e post-partum deve essere dimostrata utile. Presenza di un familiare durante tutto il travaglio e il parto Presenza di un familiare durante tutto il travaglio e il parto Supporto emozionale da parte dellOstetrica Supporto emozionale da parte dellOstetrica La donna deve partecipare alle decisioni La donna deve partecipare alle decisioni Libertà di movimento e posizione Libertà di movimento e posizione NON uso sistematico, di routine, della cardiotocografia NON uso sistematico, di routine, della cardiotocografia NON uso di : tricotomia, clistere e digiuno NON uso di : tricotomia, clistere e digiuno NON uso sistematico dellamnioressi precoce NON uso sistematico dellamnioressi precoce NON uso sistematico dellinduzione ( < 10% ) NON uso sistematico dellinduzione ( < 10% ) NON uso sistematico di analgesici NON uso sistematico di analgesici NON uso sistematico dellepisiotomia ( < 5% ) NON uso sistematico dellepisiotomia ( < 5% ) Incoraggiare il parto vaginale dopo un cesareo ( > 75% ) Incoraggiare il parto vaginale dopo un cesareo ( > 75% ) NON uso sistematico della Manovra di Kristeller NON uso sistematico della Manovra di Kristeller Taglio cesareo max 10% nei I°-II° Livello e 15% nei III° Livello Taglio cesareo max 10% nei I°-II° Livello e 15% nei III° Livello Il neonato deve restare con la madre Il neonato deve restare con la madre Inizio immediato dellallattamento al seno entro i primi 30 Inizio immediato dellallattamento al seno entro i primi 30

121 PARTO EVENTO FORTE E GLOBALE SOGGETTIVO ED INTENSO, PER EMOZIONI POSITIVE GIOIAEUFORIA SENSO DI COMPLETEZZA UNIONE AMOREFORZAENERGIAPOTENZALIBERAZIONE EMOZIONI NEGATIVE PAURAIMPOTENZASEPARAZIONEVERGOGNADOLOREDELUSIONESOLITUDINEABBANDONO

122 PARTO ATTIVO DONNA PROTAGONISTA DONNA PROTAGONISTA AL CENTRO DEL SUO TRAVAGLIO E DEL SUO PARTO AL CENTRO DEL SUO TRAVAGLIO E DEL SUO PARTO SCEGLIE LE MODALITA E IL LUOGO DEL PARTO (OSPEDALE, CLINICA, CASA) SCEGLIE LE MODALITA E IL LUOGO DEL PARTO (OSPEDALE, CLINICA, CASA) MANTIENE LA PROPRIA AUTONOMIA GESTIONALE MANTIENE LA PROPRIA AUTONOMIA GESTIONALE

123 IL PARTO ATTIVO E un parto in cui la gestante viene possibilmente seguita dallostetrica che più e più volte lha consigliata, incoraggiata e visitata in gravidanza, E un parto in cui la gestante viene possibilmente seguita dallostetrica che più e più volte lha consigliata, incoraggiata e visitata in gravidanza, e che dunque la conosce bene sia dal punto di vista clinico e anatomico che sotto il profilo psicologico, con i suoi punti deboli e i suoi PUNTI DI FORZA.

124 LA DONNA E ACCOMPAGNATA DAGLI OPERATORI ( OSTETRICHE, MEDICI, INFERMIERE, PUERICULTRICI) CHE GUIDANO INCORAGGIANO SORVEGLIANO CON OCCHI ESPERTI TUTTI I PASSAGGI DI QUESTO PERCORSO

125 OSTETRICA PROMOTRICE DI SALUTE FACILITATRICE DEL PARTO DA OB-STARE = STARE DAVANTI : AIUTA, ASCOLTA E SORVEGLIA FIGURA PROFESSIONALE SPECIFICA LEVATRICE SAPERE ANTICO OSTETRICA SAPERE MODERNO

126 SITUAZIONE ATTUALE MAMMA E BAMBINO NON SONO PROTAGONISTI MAMMA E BAMBINO NON SONO PROTAGONISTI - ECCESSO DI BARRIERE - ECCESSO DI BARRIERE ( CLISTERE, RASATURA DEL PUBE, COPRISCARPE ) CHE ( CLISTERE, RASATURA DEL PUBE, COPRISCARPE ) CHE SPERSONALIZZANO E SPAVENTANO SPERSONALIZZANO E SPAVENTANO - DONNA CASO PAZIENTE - DONNA CASO PAZIENTE - POSIZIONE SUPINA - POSIZIONE SUPINA - MONITORIZZAZIONE CONTINUA - MONITORIZZAZIONE CONTINUA - FLEBOCLISI - FLEBOCLISI

127 DONNA ( SPESSO ) PASSIVA INCAPACE DI TROVARE IN SE LA FORZA INCAPACE DI TROVARE IN SE LA FORZA ( IMPREPARAZIONE ) ( IMPREPARAZIONE ) INCAPACE DI AFFRONTARE IL DOLORE INCAPACE DI AFFRONTARE IL DOLORE ( SCARSA PREPARAZIONE SPECIFICA ) ( SCARSA PREPARAZIONE SPECIFICA ) INCAPACE DI AVERE TUTTE LE POTENZIALITA PER FARCELA INCAPACE DI AVERE TUTTE LE POTENZIALITA PER FARCELA SOTTOMESSA, ABBATTUTA, DEMOTIVATA, SOTTOMESSA, ABBATTUTA, DEMOTIVATA, SPAVENTATA SPAVENTATA

128 DONNA ATTIVA PROTAGONISTA PROTAGONISTA SI INFORMA, SCEGLIE, DECIDE PREFERISCE LE POSIZIONI VERTICALI PREFERISCE LE POSIZIONI VERTICALI

129 PARTO ATTIVO/PERCHE E MEGLIO PARTO IN PIEDI O ACCOVACCIATO PARTO IN PIEDI O ACCOVACCIATO AUMENTO DI 1-2 CM DEI DIAMETRI ANTERO- POSTERIORE E TRASVERSO ( UNA CIFRA!!! ) AUMENTO DI 1-2 CM DEI DIAMETRI ANTERO- POSTERIORE E TRASVERSO ( UNA CIFRA!!! ) AUMENTO DEL 28% DELL INGRESSO PELVICO AUMENTO DEL 28% DELL INGRESSO PELVICO CONTRAZIONI UTERINE MAGGIORI, PIU FREQUENTI E PIU REGOLARI CONTRAZIONI UTERINE MAGGIORI, PIU FREQUENTI E PIU REGOLARI DILATAZIONE MAGGIORE DILATAZIONE MAGGIORE POSIZIONI PIU COMODE, MENO DOLOROSE E STRESSANTI, CON RICORSO MINORE AGLI ANALGESICI POSIZIONI PIU COMODE, MENO DOLOROSE E STRESSANTI, CON RICORSO MINORE AGLI ANALGESICI CONDIZIONI DEL NEONATO MIGLIORI CONDIZIONI DEL NEONATO MIGLIORI I E II PERIODO DEL TRAVAGLIO PIU BREVI I E II PERIODO DEL TRAVAGLIO PIU BREVI DONNE PIU ATTIVE PERCHE PIU LIBERE DI MUOVERSI DONNE PIU ATTIVE PERCHE PIU LIBERE DI MUOVERSI

130 POSIZIONI. 2 F FORZA DI GRAVITA La forza di gravità, nel caso la donna sia accovacciata o semiseduta, AIUTA, AGEVOLA lespulsione del feto : sia perché la madre può sviluppare una forza maggiore puntando bene i piedi a terra, sia perché in queste posizioni tale forza asseconda anche lo sforzo che anche il feto esprime per nascere. Nella posizione supina odierna, la forza di gravità non può aiutare né la madre né il bimbo !

131 POSIZIONI. 3 POSIZIONI. 3 MOBILITA DELL OSSO SACRO MOBILITA DELL OSSO SACRO L osso sacro può avere una mobilità passiva e dunque, con l impegno della testa del feto e il suo passaggio attraverso il canale del parto, esso può spostarsi all indietro, con un escursione di qualche centimetro. Tale aumento del diametro porta anche a un considerevole aumento della CIRCONFERENZA del canale del parto : CIRCONFERENZA=2 π r. L osso sacro può avere una mobilità passiva e dunque, con l impegno della testa del feto e il suo passaggio attraverso il canale del parto, esso può spostarsi all indietro, con un escursione di qualche centimetro. Tale aumento del diametro porta anche a un considerevole aumento della CIRCONFERENZA del canale del parto : CIRCONFERENZA=2 π r. Quando la partoriente è sdraiata supina, tale mobilità è minima o nulla, il canale è più stretto, e madre e bimbo soffrono… Quando la partoriente è sdraiata supina, tale mobilità è minima o nulla, il canale è più stretto, e madre e bimbo soffrono…

132 POSIZIONI. 4 POSIZIONI. 4 ( segue ) ( segue ) In tale condizione, alla madre viene richiesto uno sforzo assolutamente molto maggiore di quello che sarebbe necessario per partorire in una posizione fisiologica, naturale. Così, si stanca maggiormente e si sfinisce prima. Anche al bimbo viene richiesto uno sforzo antigravitario e dunque maggiore. Se vi associamo lostacolo del mancato spostamento del sacro, capiremo il perchè di molte sofferenze !!!

133 POSIZIONI. 5 POSIZIONI. 5 ( segue ) ( segue ) In tali condizioni, sarebbe addirittura strano se il feto non presentasse almeno i segni di una iniziale sofferenza, e per questo motivo lEPISIOTOMIA DIVENTA QUASI LA NORMA o si deve decidere troppo spesso per il CESAREO.

134 PARTO ATTIVO : UTOPIA O REALTA AMBIENTE AMBIENTE DONNA DONNA OPERATORI OPERATORI

135 BISOGNI SPECIFICI DELLE COPPIE INTIMITA, GENTILEZZA, DISPONIBILITA INTIMITA, GENTILEZZA, DISPONIBILITA RISPETTO DEI TEMPI, SICUREZZA, FIDUCIA, INCORAGGIAMENTO RISPETTO DEI TEMPI, SICUREZZA, FIDUCIA, INCORAGGIAMENTO POSSIBILITA DI ESSERE SEGUITA DALLO STESSO MEDICO-OSTETRICA POSSIBILITA DI ESSERE SEGUITA DALLO STESSO MEDICO-OSTETRICA LIBERTA DI MOVIMENTO E DI POSIZIONE LIBERTA DI MOVIMENTO E DI POSIZIONE MASSAGGI MASSAGGI INFORMAZIONE SU FARMACI E PROCEDURE INFORMAZIONE SU FARMACI E PROCEDURE ACCOGLIENZA DOLCE PER IL BAMBINO CON ATTACCAMENTO PRECOCE E ROOMING-IN ACCOGLIENZA DOLCE PER IL BAMBINO CON ATTACCAMENTO PRECOCE E ROOMING-IN POSSIBILITA DELLA FIGURA DI SOSTEGNO (PARTNER, AMICA, OSTETRICA) POSSIBILITA DELLA FIGURA DI SOSTEGNO (PARTNER, AMICA, OSTETRICA)

136 PRATICHE DA ABBANDONARE, ALLA LUCE DELL EVIDENZA SCIENTIFICA LASCIARE LA DONNA SOLA DURANTE IL TRAVAGLIO LASCIARE LA DONNA SOLA DURANTE IL TRAVAGLIO RICOVERARE ROUTINARIAMENTE TUTTE LE DONNE PER IL PARTO RICOVERARE ROUTINARIAMENTE TUTTE LE DONNE PER IL PARTO INDURRE ROUTINARIAMENTE IL TRAVAGLIO PRIMA DELLA 42° SETTIMANA INDURRE ROUTINARIAMENTE IL TRAVAGLIO PRIMA DELLA 42° SETTIMANA TRICOTOMIA ROUTINARIA PRIMA DEL PARTO TRICOTOMIA ROUTINARIA PRIMA DEL PARTO PORRE UN LIMITE ARBITRARIO ALLA SECONDA FASE DEL TRAVAGLIO PORRE UN LIMITE ARBITRARIO ALLA SECONDA FASE DEL TRAVAGLIO MONITORAGGIO CONTINUO DEL BCF MONITORAGGIO CONTINUO DEL BCF LIMITARE LA POSSIBILITA DI MOVIMENTO DURANTE IL TRAVAGLIO E IL PARTO % LIMITARE LA POSSIBILITA DI MOVIMENTO DURANTE IL TRAVAGLIO E IL PARTO %

137 SOMMINISTRARE ROUTINARIAMENTE SEDATIVI O TRANQUILLANTI DURANTE IL PARTO SOMMINISTRARE ROUTINARIAMENTE SEDATIVI O TRANQUILLANTI DURANTE IL PARTO INDURRE IL TRAVAGLIO IN CASO DI ROTTURA PRECOCE DELLE MEMBRANE A TERMINE INDURRE IL TRAVAGLIO IN CASO DI ROTTURA PRECOCE DELLE MEMBRANE A TERMINE DIRIGERE LE SPINTE DURANTE IL PERIODO ESPULSIVO DIRIGERE LE SPINTE DURANTE IL PERIODO ESPULSIVO ESEGUIRE LEPISIOTOMIA DI ROUTINE ESEGUIRE LEPISIOTOMIA DI ROUTINE RIPETERE UN CESAREO DOPO UN PRECEDENTE CESAREO RIPETERE UN CESAREO DOPO UN PRECEDENTE CESAREO SEPARARE LA MADRE E IL BAMBINO SANO DOPO IL PARTO SEPARARE LA MADRE E IL BAMBINO SANO DOPO IL PARTO %

138 PARTO A PESCARA LIBERTA DI MOVIMENTO IN TRAVAGLIO LIBERTA DI MOVIMENTO IN TRAVAGLIO PRESENZA DELLA FIGURA DI SOSTEGNO PRESENZA DELLA FIGURA DI SOSTEGNO USO MODERATO DI OSSITOCINA USO MODERATO DI OSSITOCINA INDUZIONE DEL PARTO NON PRIMA DELLA 42° SETTIMANA INDUZIONE DEL PARTO NON PRIMA DELLA 42° SETTIMANA NELLA PROM : INDUZIONE NON PRIMA DELLE 24 ORE NELLA PROM : INDUZIONE NON PRIMA DELLE 24 ORE ATTACCAMENTO PRECOCE AL SENO ATTACCAMENTO PRECOCE AL SENO ALLATTAMENTO PIU FISIOLOGICO ( ORARI PIU LIBERI, POSSIBILMENTE SENZA AGGIUNTE, STANZA PER L ALLATTAMENTO ) ALLATTAMENTO PIU FISIOLOGICO ( ORARI PIU LIBERI, POSSIBILMENTE SENZA AGGIUNTE, STANZA PER L ALLATTAMENTO ) PARTO VAGINALE DOPO PREGRESSO TC PARTO VAGINALE DOPO PREGRESSO TC

139 Grazie per lattenzione !

140 COSA CHIEDONO LE MAMME Ci parlerà delle domande più ricorrenti che le mamme rivolgono alle ostetriche. Ost. Giovanna Abruzzese Ostetrica

141 Grazie per lattenzione !

142 IL PARERE delle MAMME Ci parleranno di : Sensazioni, considerazioni e osservazioni sullo stato dei fatti. Consigli e richieste su possibili miglioramenti dell assistenza in gravidanza e al parto. Signore : …………………………………. …………………………………. …………………………………. NEO-MAMME

143 Grazie per lattenzione !

144 GRAVIDANZA E PARTO NEL TERZO MILLENNIO Prof. Dott. Raffaele Lotti Primario Ostetricia e Ginecologia Ospedale Civile di Pescara Ci parlerà dellevoluzione dellOstetricia e dei suoi progressi più significativi, ma anche - alla luce della propria esperienza - delle sue carenze e dei suoi limiti, e di quanto sia a volte eticamente e praticamente pericoloso tentare di forzare i limiti imposti dalla Natura, sostituendosi ad essa.

145

146 Prof. Dott. Raffaele Lotti Primario Ostetrico O.C. Pescara GRAVIDANZA E PARTO NEL TERZO MILLENNIO. CONCLUSIONI

147 Buon Natale, Felice 2010, e… …Buone Nascite !!!


Scaricare ppt "RIFLESSIONI su GRAVIDANZA e PARTO AT TIVO Dott. Massimo Pietrangeli Neonatologo Pediatra Perfezionato in Scienze Motorie Pediatria O.C. di Pescara - A.U.S.L."

Presentazioni simili


Annunci Google