La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Bertolami Salvatore Johann Gottlieb Fichte (Rammenau, 19 maggio 1762 – Berlino, 27 gennaio 1814) è stato un filosofo tedesco, continuatore del pensiero.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Bertolami Salvatore Johann Gottlieb Fichte (Rammenau, 19 maggio 1762 – Berlino, 27 gennaio 1814) è stato un filosofo tedesco, continuatore del pensiero."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Bertolami Salvatore Johann Gottlieb Fichte (Rammenau, 19 maggio 1762 – Berlino, 27 gennaio 1814) è stato un filosofo tedesco, continuatore del pensiero di Kant e iniziatore dell'idealismo tedesco.

2 Prof. Bertolami Salvatore Morale e politica Scopo della politica è la realizzazione del mondo morale La vita dello Stato non è fra gli scopi assoluti delluomo … ma è un mezzo … per la fondazione di una perfetta società. Lo Stato, come tutti gli istituti umani che sono semplici mezzi, tende al suo annientamento: scopo di ogni governo è rendere superfluo il governo stesso.

3 Prof. Bertolami Salvatore Diritto naturale e positivo Diritto naturale, tendente ad elevare la spiritualità dellUomo verso la libertà assoluta Diritto positivo, tendente a guidare la comunità, con regole terrene, verso la finalità morale

4 Prof. Bertolami Salvatore Stato e contratto Fondamento dello Stato è il contratto tra gli individui, esso si compone di tre parti: 1. Proprietà, ciascuno pone la propria proprietà come pegno per il rispetto di quella altrui; 2. Protezione, si difende la proprietà altrui come con limpegno di reciprocità degli altri; 3. Unione, la volontà di stare insieme a dimostrazione di uninnata socievolezza nellUomo.

5 Prof. Bertolami Salvatore Moralità e religione Sfugge al contratto originario la dimensione intima e personale dellinteriorità: Lessere umano si separa dallessere cittadino, per elevarsi in assoluta libertà alla moralità; ma ciò è possibile soltanto se luomo passa attraverso lo Stato. Il Cristianesimo assumerà una dimensione importante per la progressiva consapevolezza della natura spirituale dellUomo.

6 Prof. Bertolami Salvatore Struttura dello Stato Potere esecutivo, che comprende al suo interno il potere di fare le leggi e quello giudiziario Eforato, potere di controllo dellesecutivo ed espressione diretta della comunità. Esso è composto da cittadini periodicamente chiamati ad esprimersi sulloperato del governo, con possibilità concreta di rimuoverlo dallincarico.

7 Prof. Bertolami Salvatore Forme di Stato Democratiche, con varie formule per la partecipazione alla vita politica Stataliste, con forte centralità dello Stato nella vita politica, civile ed economica

8 Prof. Bertolami Salvatore Forme di governo Monarchiche Repubblicane Democratiche pure (elezioni dirette) Democratiche miste (elezioni non tutte dirette) Aristocratiche pure (governanti cooptati) Aristocratiche miste (governanti cooptati ed eletti) … …

9 Prof. Bertolami Salvatore Decisioni collettive Solo a larghissima maggioranza o meglio allunanimità: Coloro che non sono daccordo possono infatti sempre recedere dal contratto e in tal modo si realizza di fatto, con il loro allontanamento dalla comunità, lunanimità.

10 Prof. Bertolami Salvatore Interventismo statale Non solo a garanzia dei diritti dei singoli e della loro libertà, ma a regolare la vita economica produttiva e la distribuzione della ricchezza secondo principi egualitari Lo Stato attraverso i contratti collettivi e il controllo dei prezzi sul mercato tutela egualmente tutti i cittadini ed eleva il loro livello di vita (funzione morale e spirituale dello Stato)

11 Prof. Bertolami Salvatore Le classi sociali Classi sociali Produttori (proprietari terrieri) Artigiani Operaii e opifices Commercianti

12 Prof. Bertolami Salvatore Classi sociali Produttori o proprietari terrieri; Artigiani, intesi come operai che lavorano presso terzi e come botteghe artigiane che lavorano in proprio; Commercianti, che favoriscono la circolazione delle merci sotto legida dello Stato

13 Prof. Bertolami Salvatore Commercio estero Gli scambi con lestero sono sostanzialmente vietati o fortemente scoraggiati, poiché in passato sono sempre stati fonte di conflittualità e di guerre. Fortemente incoraggiate sono invece gli scambi culturali e scientifici per condividere e diffondere il benessere anche fuorui dal proprio territorio per migliorare i rapporti internazionali. Anche Fichte si dimostra favorevole alla pace perpetua kantiana fondata sulla federazione di Stati, che funzioni come arbitro internazionale e armata di una forza propria per imporre le proprie decisioni ai federati

14 Prof. Bertolami Salvatore Reggenza divina del mondo Come nel mondo dei cieli, in terra sarebbe auspicabile una reggenza divina, retta da un uomo particolarmente colto e consapevole del proprio ruolo in grado di guidare verso la corretta metà la comunità (despota illuminato) Un governo non solo strettamente politico ma in grado anche di educare il popolo. Discorsi alla nazione tedesca

15 Prof. Bertolami Salvatore Riferimenti bibliografici Versuch einer Kritik aller Offenbarung (Saggio di una critica di ogni rivelazione), 1792 Grundlage der gesamten Wissenschaftslehre (Fondamenti dell'intera dottrina della scienza), versioni del 1794, 1798, 1801, 1804, 1810, 1812 Einige Vorlesungen über die Bestimmung des Gelehrten (Lezioni sulla missione del dotto), 1794 Grundlage des Naturrechts (Fondamenti del diritto naturale), 1796 System der Sittenlehre (Sistema della dottrina morale), 1798 Bestimmung des Menschen (La missione dell'uomo), 1801 Philosophie der Maurerei. Briefe an Konstant (Filosofia della massoneria), Grundzüge des gegenwärtigen Zeitalters (I tratti fondamentali dell'età presente), 1805 Anweisung zum seeligen Leben (Introduzione alla vita beata), 1806 Reden an die deutsche Nation (Discorsi alla nazione tedesca),


Scaricare ppt "Prof. Bertolami Salvatore Johann Gottlieb Fichte (Rammenau, 19 maggio 1762 – Berlino, 27 gennaio 1814) è stato un filosofo tedesco, continuatore del pensiero."

Presentazioni simili


Annunci Google