La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Herbert Marcuse Storia della filosofia contemporanea.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Herbert Marcuse Storia della filosofia contemporanea."— Transcript della presentazione:

1 1 Herbert Marcuse Storia della filosofia contemporanea

2 2 Herbert Marcuse ( ) Scuola di Francoforte – teoria critica della società – modello ideale e utopico di società libera e disalienata Marcuse: tentativo di sintesi fra marxismo e freudismo – polemica contro la società repressiva – difesa dellindividuo e delle sue istanze di felicità Opere – Ragione e rivoluzione, 1941 – Eros e civiltà, 1955 – Luomo a una dimensione, 1964

3 3 Eros e civiltà Ripresa di Freud – la civiltà si basa sulla repressione degli istinti (eros: ricerca del piacere) – per sviluppare la produttività e mantenere lordine, la civiltà deve impedire agli individui di dare libero sfogo alle proprie pulsioni Contro Freud – non è la civiltà come tale a essere repressiva – ma è la società di classe a essere repressiva

4 4 Critica della società repressiva Per Marcuse bisogna distinguere tra – rimozione di base (dose minima di controllo degli istinti indispensabile alla vita sociale) – repressione addizionale (surplus di rimozione richiesto dalla civiltà capitalistica) La società capitalistica di classe è asservita al principio di prestazione – impiegare tutte le energie psico-fisiche per scopi produttivi e lavorativi

5 5 Il principio di prestazione Riduce il singolo a entità-per-produrre Reprime le richieste di felicità e di piacere – diserotizzazione del corpo umano – tirannide genitale (riduzione della sessualità a puro fatto genitale e procreativo) Invece di godere con gli altri del proprio stare al mondo, scopo della vita è diventato lavorare e produrre – fatto accettato come naturale (vivere è una colpa) – autorepressione dellindividuo represso

6 6 Il ritorno del represso Il principio di prestazione non riesce a reprimere completamente limpulso al piacere La memoria del represso linconscio e le sue fantasie Il ritorno del represso arte – desiderio di libertà – creatività non alienata Arte contro filosofia – Orfeo e Narciso contro Prometeo

7 7 La società utopica Il principio di prestazione ha creato le condizioni storiche per la sua stessa abolizione Sviluppo tecnologico: premessa per una diminuzione della quantità di energia investita nel lavoro, a vantaggio delleros Risessualizzazione della persona – il corpo di nuovo organo di piacere (e non di fatica) Esistenza come gioco – trasformazione del lavoro in gioco (attività libera e creatrice)

8 8 La critica della società capitalistica fa apparire razionale ciò che è irrazionale stordisce lindividuo (consumismo) produce unamministrazione totale dellesistenza – democrazia e pluralismo: illusioni – le decisioni restano nelle mani di pochi – cè una tolleranza repressiva (non si mette in discussione il sistema) – la libertà sessuale è illusoria (desublimazione repressiva) Lindividuo a una dimensione (alienato) – identifica ragione (ciò che deve essere) e realtà (ciò che è) – non riesce a vedere altri possibili modi di esistere

9 9 Il grande rifiuto Contraddizione della società tecnologica – potenziale possesso dei mezzi capaci di soddisfare i bisogni fondamentali degli uomini – indirizzo conservatore della politica nega agli uni lappagamento dei bisogni primari stordisce gli altri con linduzione di bisogni fittizi Opposizione totale al sistema (grande rifiuto): tradurre lutopia in realtà Soggetto rivoluzionario – gruppi esclusi dalla società opulenta (sottoproletari, studenti, poveri del terzo mondo)

10 10 Interiorizzando ciò che è bello e privo di scopo e facendone, assieme alle qualità della validità universale e vincolante e della bellezza sublime, i valori culturali della borghesia, si costruisce nella cultura un regno di apparente unità e di apparente libertà, in cui i rapporti antagonistici che reggono lesistenza devono essere inquadrati e pacificati. La cultura approva e tiene celate le nuove condizioni sociali di vita. […] La cultura deve compenetrare e nobilitare il mondo dato, non crearne uno nuovo al suo posto. Così essa eleva lindividuo, senza però liberarlo dal suo effettivo avvilimento. […] Cultura e società, 1937

11 11 Si è fatto ricorso alla libertà dellanima per giustificare la miseria, il martirio e la servitù del corpo. […] Lanima ha soprattutto la funzione di elevazione agli ideali, senza che essa insista perché siano realizzati. Lanima ha leffetto di tranquillizzare. […] Le gioie dellanima costano meno di quelle del corpo: sono meno pericolose e vengono concesse volentieri. […] Lanima fa diventare cedevoli e docili, ossequienti ai dati di fatto […] così lanima ha potuto trovare accesso, come fattore utile, nella tecnica del controllo delle masse Cultura e società, 1937


Scaricare ppt "1 Herbert Marcuse Storia della filosofia contemporanea."

Presentazioni simili


Annunci Google