La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 5. Un po di cronologia: dallalto… 843 Trattato di Verdun –divisione del patrimonio carolingio tra i figli ed eredi 877 Capitolare di Kiersy –Carlo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 5. Un po di cronologia: dallalto… 843 Trattato di Verdun –divisione del patrimonio carolingio tra i figli ed eredi 877 Capitolare di Kiersy –Carlo."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 5

2 Un po di cronologia: dallalto… 843 Trattato di Verdun –divisione del patrimonio carolingio tra i figli ed eredi 877 Capitolare di Kiersy –Carlo il Calvo rende ereditari i feudi maggiori = in capite –1037 constitutio de feudis: Corrado 2° il Salico la estende anche ai minori Basilikà=Hexàbiblos di Leone 6° il Filosofo –legislazione sostitutiva della compilazione giustinianea –non applicata in Occidente perchè eretica 936 Translatio imperii –fine della dinastia carolingia di Franconia –subentra la casa di Sassonia con Ottone 1° 992 Patto commerciale da pari a pari con Bisanzio

3 Genova espande i commerci in concorrenza con Venezia nel Levante 1054 scisma dOriente –tra papa Leone 9° e limperatore bizantino Michele Cerulario per questioni di predominio gerarchico tra il vescovo di Roma e quello di Bisanzio prima crociata e Regno latino di Gerusalemme –i Veneziani forniscono armi e noleggiano navi in cambio di corrispettivi e privilegi commerciali –Arsenale come impresa pubblica –rovina di antiche famiglie tribunizie (Orseolo, Flabianico, Candiano) –Emersione di nuove famiglie mercantili fondazione delluniversità a Bologna …al basso medioevo

4 Rialto emporio mediterraneo Rialto diventa un importante porto mercantile Il fisco esige dazi (imposte indirette) di entrata, transito e uscita su prodotti Provenienti –dalla terraferma italica –dalle aree nordiche e francesi In direzione –dellimpero bizantino / della Romània –dei territori islamici mediorientali e nordafricani e viceversa

5 Fonti di diritto 1- (se ci sono) delibere normative del placito -- esempi: 876, divieto di commerciare in schiavi 960, divieto di commerciare in schiavi e altri beni (il doge promette di multare i violatori) 971, divieto di vendere materiale bellico ai Saraceni 998, divieto di eccitare tumulti nel Palazzo (il placito promette di pagare le multe previste) 2- (se cè) accordo espresso tra le parti (= lex contractus) 3- usus patriae (= consuetudine nazionale), a base teodosiana ma con apporti eterogenei -- esempio: 976, quietanza di Waldrada vedova del doge assassinato Pietro Candiano 4°

6 Iniziativa economica privata (liniziativa pubblica seguirà poco più tardi) Modelli negoziali molto liberi Staccati dalla tradizione consuetudinaria a base teodosiana Attenti alle condizioni attuali dei traffici Ricchi di apporti consuetudinari diversi (longobardi, franchi, greco-bizantini, islamici, visigoti)

7 Finanziamenti ad alto rischio –di naufragi –di pirateria –di congiuntura sfavorevole Quindi attenzione a: –Prevenire dubbi interpretativi –Modalità alternative di esecuzione delle prestazioni per il caso di imprevisti –Clausole penali o compromissorie per risolvere stragiudizialmente le controversie –Tassi di interesse e penali per inadempimento gravosi

8 Nolo di ancora Archivio di Stato di Venezia, San Zaccaria, busta 34 pergg. Testo latino edito in Tipologie di documenti commerciali veneziani. Nolo, mutuo, prestito a cambio marittimo, colleganza. Atlante diplomatico, a cura di Giustiniana Migliardi ORiordan con la collaborazione di Alessandra Schiavon, Venezia 1988, pagg

9 Nolo di ancora, 1118 In nomine domini Dei et salvatoris nostri Ihesu Christi. Anno ab incarnatione eiusdem Redemptoris nostri millesimo centesimo octavo decimo, mense februarii, indicione duodecima, in Bari. +Nel nome del Signore Dio e salvatore nostro Gesù Cristo. Nellanno dallincarnazione del nostro Redentore millecentodiciotto, nel mese di febbraio (more veneto, lanno inizia il primo marzo), indizione dodicesima, a Bari. Quando e dove?

10 Le parti, loggetto, il titolo Manifesti sumus nos Iohannes Mauroceno de duabus partibus et ego Vivianus da Molino de media sorte et ego Matheus Mastroscoli de alia media sorte cum nostris heredibus quia recepimus de te Petrus Caraciacanape de Torcello modo habitator in Rivoalto et tuis heredibus tres partes de anchora ad nabulum in taxegio de Damnniates in nave ubi nauclerus vadit Vitalis Navigaioso, pesante ipsa anchora libras ducentas septuaginta et ipse Vitalis Navigaioso habet duas partes in ipsa anchora. * Dichiariamo noi Giovanni Morosini per due quote e io Viviano da Molin per mezza quota e io Matteo Mastroscoli per unaltra mezza quota (co-noleggiatori) con i nostri eredi di aver ricevuto a nolo da te Piero Caraciacanape di Torcello, precedentemente residente a Rialto, e dai tuoi eredi (noleggiante) * tre quote di unancora (oggetto) a nolo (= affitto marittimo; forma contrattuale) per la navigazione di Damietta con la nave sulla quale sarà capitano Vitale Navigaioso (condizione di efficacia) pesante la detta ancora duecentosettanta libbre (specifica tecnica) * e lo stesso Vitale Navigaioso ha due quote della detta ancora (co-noleggiatore)

11 Laccordo Unde nabulum nos suprascripti tibi vel tuo misso revertentes nos de Damniates in Constantinopolim dare debemus ad racionem quantum vobis evenerit de bizanciis duos perperos bonos et si, quod absit, a mare vel gente ipsa anchora perdita fuerit et fuerit clarefactum, tunc alias tres partes de ancora tantum pesantem quantum ipsa fuit, dare et restituere promittimus cum dato suo nabulo in eodem Constantinopoli. Dal quale nolo (= a corrispettivo del quale nolo) noi soprascritti a te o a un tuo rappresentante ritornando da Damietta a Costantinopoli dovremo dare secondo conteggio quanto vi spetterà di due bisanti perperi buoni e se, che non sia (= speriamo di no), per causa di mare (= a causa di naufragio) o di genti (= a causa di atti di pirateria) la detta ancora sarà andata persa e ciò sia stato accertato, allora promettiamo di dare e restituire altre tre quote di unancora pesante tanto quanto era quella. insieme al suo nolo stabilito, nella sopradetta Costantinopoli.

12 Clausola penale Quod si, cum reversi fuerimus de ipso taxegio et predictam tuam anchoram tibi vel tuo misso non reddiderimus cum deliberato suo nabulo ut supra legitur, tunc omnia in duplo caput et prode cum nostris heredibus tibi et tuis heredibus dare et reddere promittimus de terris et casis nostris vel de omnibus que habere visi fuerimus in hoc seculo. Che se poi, quando saremo ritornati dalla detta navigazione e non avremo restituito a te o a un tuo rappresentante la predetta tua ancora con il suo nolo stabilito, come sopra si legge, allora promettiamo con i nostri eredi di dare e restituire integralmente a te e ai tuoi eredi il doppio del capitale (= del valore dellancora) e del profitto (= dellimporto del nolo) (rispondendone) con le nostre terre e case e ogni bene di cui saremo titolari in questo mondo.

13 Sottoscrizioni Signum manus suprascriptorum Iohannes, Vivianus, Matheus qui hec fieri rogaverunt. +Ego Vitalis testis. +Ego Dominicus testis. +Ego Stephanus testis. Notitia testium id est. Vitalis Navigaioso. Dominicus Entio. Stephanus Guriano. Ego Martinus presbiter Sulmulo scripsi, complevi et roboravi. Firma di mano dei soprascritti Giovanni, Viviano, Matteo che chiesero che fosse redatto questo documento. +Io Vitale testimone. +Io Domenico testimone. +Io Stefano testimone. Questa è la lista dei testimoni. Vitale Navigaioso. Domenico Entio. Stefano Guriano. Io Martino prete a Sulmulo ho scritto, completato e certificato.

14 +Io Giovanni Barzigesso ho visto e letto che loriginale di questa copia contiene tanto in questa quanto in quella e ne firmo la testimonianza. +Io Enrico Steno quanto ho visto nelloriginale lo testifico nella copia. +Io Giovanni Scandolaro quanto ho visto nelloriginale lo testifico nella copia. +Io Michele Caraciacanape suddiacono e notaio ho redatto questa copia durante lanno del Signore millecentoquaranta, nel mese di agosto, indizione terza, e non ho aggiunto nè tolto nulla, ma come ho trovato nelloriginale ho copiato e certificato. +Ego Iohannes Barzigessus vidi et legi matrem istius exempli tantum continet in ista quantum in illa testis subscripsi. +Ego Henricus Steno sicut vidi in matre ita testifica in filia. +Ego Iohannes Scandolarus sicut vidit in matre ita testificor in filia +Ego Michael Caraciacanape subdiaconus et notarius hoc exemplum exemplavi percurrente anno Domini millesimo centesimo quadragesimo, mense augusti, indicione tercia, nec ampliavi nec minui, sed prout reperi in matre in filia explevi et roboravi. Autenticazione di copia, 1140

15 Analisi Ancore metalliche rare e costose (si usano spesso pietre, meno sicure ed efficienti) Investimento redditizio ma gravoso Società di gestione per lacquisto e il nolo Società mercantili per la navigazione Livello di rischio definito dalla rotta e dal capitano Obbligazioni trasmissibili agli eredi (sia attive che passive) Vincolo patrimoniale a garanzia del debito Indicazione della valuta (è merce, non divisa) Modalità di adempimento alternativa a mani di un procuratore

16 Altre forme negoziali cartula promissionis = assunzione di impegno uni- o bilaterale cartula recordacionis = precostituzione di prova, in specie di costituzione di garanzia personale cartula caucionis = precostituzione di prova dellavvenuto adempimento (= quietanza) cartula libelli = costituzione di diritti di sfruttamento agrario contro canone ricognitivo (= livello) commissarìa = amministrazione di patrimonio giacente per morte o assenza rappresentanza della moglie per il marito assente


Scaricare ppt "Lezione 5. Un po di cronologia: dallalto… 843 Trattato di Verdun –divisione del patrimonio carolingio tra i figli ed eredi 877 Capitolare di Kiersy –Carlo."

Presentazioni simili


Annunci Google