La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le fondazioni comunitarie e i professionisti Nuove opportunità per offrire servizi ai propri clienti Como, 24 ottobre 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le fondazioni comunitarie e i professionisti Nuove opportunità per offrire servizi ai propri clienti Como, 24 ottobre 2005."— Transcript della presentazione:

1 Le fondazioni comunitarie e i professionisti Nuove opportunità per offrire servizi ai propri clienti Como, 24 ottobre 2005

2 Le fondazioni comunitarie Sono degli enti che si pongono fra le organizzazioni nonprofit che realizzano progetti dutilità sociale e i donatori, al fine di assistere questi ultimi nelle loro attività filantropiche. La loro missione è promuovere la cultura del dono rimuovendo ogni ostacolo ed aiutando i donatori nella realizzazione dei loro obiettivi.

3 Quanto utilizzarle Quando il donatore non ha un rapporto privilegiato con unorganizzazione specifica di cui si fida e che ha deciso di sostenere; Quando lattività filantropica del donatore diventa complessa per numero di contributi e per obiettivi da perseguire.

4 I benefici Massimizzazione dei benefici fiscali Opportunità di comunicazione Gestione dei rapporti con le nonprofit Possibilità di partnership con altri donatori Semplicità Massima garanzia Servizi personalizzati Costi ridotti

5 Massimizzazione dei benefici fiscali Possibilità di gestire le proprie donazioni per competenza e non per cassa; Possibilità di utilizzare risorse disponibili a seguito di un annata eccezionale, anche in una pluralità di periodi dimposta; Possibilità di ottenere il beneficio fiscale per il finanziamento di progetti dutilità sociale realizzati da enti non onlus; Tutela assoluta nei confronti di sanzioni da parte del fisco per le erogazioni a favore di soggetti per cui non era previsto il beneficio fiscale; Semplificazione burocratica.

6 Opportunità di comunicazione Sito web della fondazione, con possibilità: –di inserire il proprio logo; –di creare link da e verso il proprio sito; –di pubblicare una presentazione; –di illustrare tutte le iniziative sostenute. Rapporto annuale della fondazione con spazio ad hoc; Possibilità di utilizzare i rapporti privilegiati della fondazione con la stampa locale; In alternativa garanzia del più totale anonimato.

7 Gestione dei rapporti colle nonprofit Sfruttare la conoscenza unica che la fondazione ha delle nonprofit; Dirottare sulla fondazione tutte le richieste di contributo da parte delle nonprofit; Scaricare sulla fondazione lonere di dire di no; Ottenere tramite la fondazione la rendicontazione di quanto realizzato.

8 Rapporti con altri donatori Rapporto privilegiato con la fondazione: –finanziare progetti già selezionati, incrementando limpatto delle proprie erogazioni; –individuare iniziative di comune interesse. Possibilità di stabilire rapporti con altri donatori che hanno obiettivi simili ai propri per dar vita a progetti comuni.

9 Semplicità operative Semplice donazione modale, che, nel caso provenga dal reddito del donante, non necessita nemmeno dellatto pubblico. Non ci sono altri oneri amministrativi: –Riconoscimento da parte dellente pubblico; –Iscrizione al registro delle onlus; –Creazione di un consiglio damministrazione; –Creazione di un collegio dei revisori; –Predisposizione dei bilanci; –Adempimenti burocratici: privacy, sicurezza sul lavoro, rendicontazione campagne di raccolta, ecc.

10 Massima garanzia Da un punto di vista legale il comma terzo dellart. 793 del c.c. stabilisce che nel caso di donazione modale per ladempimento dellonere può agire, oltre il donante, qualsiasi interessato, anche durante la vita del donante stesso; Da un punto di vista operativo, la fondazione per poter raccogliere donazioni, deve operare nella massima trasparenza e deve gestire al meglio, anche le donazioni più vecchie, in quanto i nuovi donatori, prima di partecipare alloperazione, verificheranno quando è accaduto a quelli che li hanno preceduti; Nel caso gli obiettivi del fondo dovessero diventare impossibili, la fondazione è in grado di trovare alternative senza richiedere lintervento dellente pubblico.

11 Servizi personalizzati La fondazione è al servizio dei donatori ed è dotata dalla massima flessibilità. Il suo obiettivo è quello di aiutare il donante a perseguire le sue finalità tenendo conto: –dei suoi interessi ed esigenze; –delle sue disponibilità finanziarie: tipo di dono (denaro, titoli, beni, assicurazioni); quantità; tempi; –di quanto vuole essere coinvolto nella gestione delle attività filantropiche.

12 I prodotti principali Creazione di fondi, ossia di contenitori ad hoc, ognuno con una propria identità e finalità, che vengono alimentati dai donatori e le cui disponibilità servono per finanziare iniziative dutilità sociale; Lindividuazione di progetti meritevoli, anche attraverso lemissione di bandi pubblici.

13 Caratteristiche dei fondi Hanno un nome (il donatore, una persona a lui cara, la finalità del fondo). Possono essere: –patrimoniali e perenni: viene creato un patrimonio di cui solo frutti possono essere utilizzati per le erogazioni; –derogazione: le donazioni sono destinate allerogazione in un tempo relativamente breve; –a tempo: viene costituito un patrimonio che, entro un termine stabilito dovrà essere erogato assieme alle rendite; –una combinazione delle soluzioni precedenti.

14 Le finalità dei fondi Le finalità sono decise dal donatore al momento della costituzione e possono essere: –assolutamente generiche: lintera comunità; –un determinato settore dinteresse: lambiente; –un determinato territorio: il comune di….; –una o più organizzazioni nonprofit stabilite a priori dal donante; –una persona specifica (dopo di noi)

15 Il coinvolgimento del donante Partecipazione diretta in prima persona nellindividuazione dei beneficiari dei contributi; Partecipazione dei propri familiari o di altre persone di sua fiducia nellindividuazione dei beneficiari dei contributi; Delega alla fonazione di individuare i beneficiari sulla base delle indicazioni date al momento della costituzione del fondo

16 Altre caratteristiche dei fondi Possibilità di costituirli attraverso una campagna pubblica di raccolta; Possibilità di costituirli in memoria di una persona scomparsa; Possibilità di permettere ad altri soggetti di contribuire con le proprie donazioni allincremento del fondo.

17 Le erogazioni Lindividuazione dei beneficiari dei contributi può avvenire: direttamente grazie ai rapporti e alle conoscenze dirette del donante e della fondazione; utilizzando bandi pubblici al fine di individuare una pluralità di iniziative che rispondano alle esigenze del donante.

18 I bandi Elaborazione del testo; Divulgazione; Raccolta delle domande; Istruttoria; Selezione dei beneficiari; Raccolta della rendicontazione; Pagamenti; Valutazione ex post. La fondazione ha una competenza specifica nella gestione di bandi e il donante può decidere se e come intervenire nelle sue varie fasi:

19 I bandi con raccolta I bandi con raccolta sono bandi in cui lerogazione del contributo è subordinata al fatto che pervengano alla fondazione donazioni a favore di quel progetto. Le donazioni raccolte possono andare ad incrementare il contributo a favore dellente o servire per costituire un fondo patrimoniale con finalità specifiche

20 I benefici dei bandi con raccolta Indicatore del consenso reale che una determinata iniziativa suscita allinterno della comunità; Occasione di sensibilizzazione e di informazione su quanto si vuole realizzare; Coinvolgimento di altri donatori per: –Creazione delle condizioni di sostenibilità; –Maggiore trasparenza nella propria attività erogativa; –Coinvolgimento di clienti, personale e fornitori per migliorare i rapporti coi pubblici di riferimento.

21 I costi Per i fondi patrimoniali lo 0,5% del valore del patrimonio (è stato calcolato che quanto le fondazioni saranno a regime, grazie alleconomie di scala sugli investimenti e sulla gestione, un fondo di 1 milione di euro potrà erogare quanto una fondazione di 5 milioni di euro); Per i fondi derogazione che finanziano progetti già selezionati dalla fondazione nessuno costo (solo le rendite maturate fra il momento della donazione e leffettiva erogazione del contributo); Per i fondi con esigenze specifiche (bandi propri, individuazione di progetti con caratteristiche particolari) i costi verranno concordati di volta in volta col donatore.

22 Le partnership coi professionisti Attraverso una partnership con una fondazione i professionisti possono: avere informazioni aggiornate su tutte le novità e le opportunità relative alle erogazioni liberali; offrire ai propri clienti la possibilità di usufruire di tutti questi benefici; non doversi preoccupare di nulla.

23 Per maggiori informazioni Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus, via Raimondi, 1 - Como –tel ; Fax –Sito: – Bernardino Casadei, Fondazione Cariplo, Via Manin, 23 - Milano –tel ; Fax –Sito: –


Scaricare ppt "Le fondazioni comunitarie e i professionisti Nuove opportunità per offrire servizi ai propri clienti Como, 24 ottobre 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google