La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Attaccamento e Trauma nella Terapia Familiare e di Coppia secondo il modello delle Relazioni Oggettuali Istituto di Terapia Familiare di Firenze Aprile,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Attaccamento e Trauma nella Terapia Familiare e di Coppia secondo il modello delle Relazioni Oggettuali Istituto di Terapia Familiare di Firenze Aprile,"— Transcript della presentazione:

1 Attaccamento e Trauma nella Terapia Familiare e di Coppia secondo il modello delle Relazioni Oggettuali Istituto di Terapia Familiare di Firenze Aprile, 2005 David E. Scharff, M. D. Jill Savege Scharff, M. D. International Psychotherapy Institute

2 Sviluppo degli affetti e terapia (Schore) Sviluppo precoce del lobo sinistro del cervello Ripetizione nel tempo Importanza di affetti corrisposti o non corrisposti nelle relazioni familiari e di

3

4

5

6 Teoria dellattaccamento (Bowlby, Ainsworth) Tipi: Sicuro Insicuro - Evitante Insicuro - Ambivalente Disorganizzato/Disorientato (Traumatico)

7 Teoria dellAttaccamento (Bowlby, Ainsworth) Attaccamento Adulto (Principale) Attaccamento nelle coppie Corrispondenza tra diversi tipi di attaccamento Separazioni e ricongiungimenti Terapeuta e separazione

8 Fonagy, Jurist, Gergely & Target 2003 Trasformazione della Teoria dellAttaccamento nella Teoria della Crescita Mentale –Mentalizzazione –Funzione Riflessiva –Meccanismo di Interpretazione Interpersonale –Regolazione degli Affetti –Sviluppo del Sè

9 Funzioni Evolutive dellAttaccamento Bowlby: Sopravvivenza nel mondo selvaggio Fonagy et al: Costruzione di una mente che conosce se stessa e gli altri.

10 Origine Sociale della regolazione degli affetti Dalla Co-regolazione alla Ipso-regolazione Schema di sviluppo della regolazione degli affetti –Co-Regolazione: Marcamento, Contingenza, Fare-coppia Marcamento come contingente e lo stesso 0-3 mesi –Cambio nelle preferenze del bambino a 3 mesi: Adesso vuole Non-Contingente Quasi lo stesso, ma chiaramente qualcosa di diverso risposta della madre –La madre regola gli affetti negativi

11 Affetti di 1° e 2° ordine Tompkins, Ekman Emozioni Universali Primarie: Felicità, tristezza, rabbia, paura, disgusto, sorpresa –Riconoscibili dalle espressioni facciali, espressioni vocali Affetti di secondo ordine –Piu complessi, sottili –Vergogna, Piacere, Invidia, etc.

12 Genetica Vs. Ambiente sociale Studi Precedenti: Maggior parte della varianza dovuta a diverse dotazioni genetiche La critica di Fonagy: gli studi hanno usato ambienti sociali errati –Lambiente sociale appropriato e linterazione mentale precoce che sviluppa una mente capace di filtrare e dare significato –Rischio o protezione dellespressione genetica –Esempio: Le scimmie ADD di Suomi

13 La funzione Riflessiva nellinfanzia Come sistema di controllo Come equivalenza psichica Un modo per fare finta di Giocosità e visione alternativa della mente propria del bambino Il trauma restringe la giocosità e accresce la prevalenza di equivalenza psichica

14 Giocare nella modalità far finta di Sensitizzazione Costruire rappresentazioni Regolazione dello stato Comunicazione Mentalizzazione Avanzamenti cognitivi nella fase Edipica

15 Sviluppo del Sè Fisico – Somatizzazione degli Affetti Sociale Teleologico – circa 1 anno Intenzionale – mesi Rappresentazionale/Autobiografico – 3-4 anni

16 Giocare con la realtà Marcamento e rispecchiamento degli affetti Marcamento della Non-Consequenzialità Disaccoppiamento dalla Realtà Empatia e Gioco far finta di Limportanza delle False Credenze Modo far finta di in psicoterapia

17 Leggere mente, propria e altrui

18 Attaccamento complesso nelle coppie (Fisher & Crandell 2001) Sicuro & Sicuro Sicuro & Insicuro: Lui preoccupato & Lei Sicura Lei preoccupata & Lui sicuro Evitante & Evitante Ansioso & Ansioso Relazione buona A rischio Basso rischio A rischio

19 Modello dellattaccamento adulto a due dimensioni, quattro categorie (Bartholomew, Henderson & Dutton, 2001) Modello Positivo degli Altri Modello Negativo degli Altri Modello Positivo del Sè Modello Negativo del Sè SICURO A proprio agio con lintimità e autonomia nelle relazioni strette. ANSIOSO Ansia nelle relazioni strette Iper-dipendente dagli altri per lautostima e sostegno. DOMINATO DALLA PAURA Paura dellintimità per paura del rifiuto. Socialmente evitante. RIFIUTANTE Denigra limportanza delle relazioni strette Si fida solo di se stesso in modo compulsivo.

20 La dinamica del sistema dellattaccamento sicuro (Bartholomew, Henderson & Dutton, 2001)

21 Attaccamento e Terapia Psicoanalitica Lo scambio verbale, è anche uno scambio di affetti Marcamento Non per davvero in modo simulato Coinvolgimento...

22 Attaccamento e Terapia Psicoanalitica (continuazione) Regolazione emotiva Far notare con con sensibilita lo stato interno Istituzione del 2° ordine delle rappresentazioni Adattamento & trasformazione attraverso lesternalizzazione

23 Attaccamento e Terapia di Coppia Lettura della mente propria e del partner Regolazione degli stati affettivi trasformazione degli affetti da di 1 ° ordine a di 2 ° ordine cambiamento della dinamica del rispecchiarsi: –Dallescalation nellprotrarre Lo stesso alla regolazione del quasi uguale ma chiaramente diverso

24 Attaccamento e Terapia di Coppia (continuazione) Muoversi attraverso Supportare e il Contenere Usare la giocosita per muoversi dallequivalenza psichica al modo simulato Accrescere la Non-consequenzialità, Dis-coppiamento Muoversi dalle espressioni nel corpo per accrescere la funzione riflessiva della coppia

25 Attaccamento e Terapia di Coppia (continuazione) Miglioramento delle funzioni di Supporto e Contenimento della coppia per accrescere la mentalizzazione condivisa.

26 Attaccamento e Abuso Bartholomew, Henderson & Dutton 2001 Rischio di essere abusati Sicuro Evitante Ansioso Pauroso No abuso Lascia il partner abusivo A rischio Rischio minore (a meno che non sia ansioso)

27 Attaccamento e Abuso Bartholomew, Henderson & Dutton 2001 Rischio di perpetrare labuso Sicuro Evitante Ansioso Pauroso Rischio basso Piuttosto lascia la relazione Potenziate Violenza/Abuso Non pretenzioso ? Basso rischio

28 Attaccamento e Abuso Bartholomew, Henderson & Dutton 2001 Risultati di ricerche su coppie abusanti Lui ansioso e Lei ansiosa (il caso piu frequente) Lui ansioso e Lei paurosa (uno stereotipo dellabuso) Lui pauroso e Lei ansiosa (abuso reciproco; più perpetratori tra le donne)

29 Bibliografia Clulow, C. (2001). Adult Attachment and Couple Psychotherapy. New York and London: Brunner/Routledge. Fonagy, P., Gergely, G., Jurist, E., Target, M. (2003) Affect Regulation, Metalization, and the Development of the Self. New York: Other Press. Scharff, D. E. and Scharff, J. S. (1991). Object Relations Couple Therapy. Northvale, NJ: Jason Aronson. Scharff, J. S. and Scharff, D. E. (1998). Object Relations Individual Therapy. Northvale, NJ: Jason Aronson. Scharff, D. E. and Scharff, J. S. (eds.) (In Preparation) Treating Relationships: Advances in Object Relations Couple and Family Therapy.

30 IPI David E. Scharff, M. D. Jill Savege Scharff, M. D. © 2005


Scaricare ppt "Attaccamento e Trauma nella Terapia Familiare e di Coppia secondo il modello delle Relazioni Oggettuali Istituto di Terapia Familiare di Firenze Aprile,"

Presentazioni simili


Annunci Google