La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mutamento del Mercato – Ruoli e Opportunità dei Nuovi Key Players Milano, 16 settembre 2008 Emanuele Rosenberg Colorni Head of Banking Practice IL PRODOTTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mutamento del Mercato – Ruoli e Opportunità dei Nuovi Key Players Milano, 16 settembre 2008 Emanuele Rosenberg Colorni Head of Banking Practice IL PRODOTTO."— Transcript della presentazione:

1 Mutamento del Mercato – Ruoli e Opportunità dei Nuovi Key Players Milano, 16 settembre 2008 Emanuele Rosenberg Colorni Head of Banking Practice IL PRODOTTO MUTUO COME DRIVER DI SVILUPPO DELLINTERA GAMMA DEI PRODOTTI CHE COMPONGONO LA RELAZIONE GRUPPO CREDITIZIO - CLIENTE AZIENDA

2 2 EXECUTIVE SUMMARY

3 3 Il prodotto mutuo per le imprese è diventato un importante driver di sviluppo a causa di elementi evolutivi di mercato e di strategia aziendale dellintero gruppo creditizio Landamento nel 2008 dellattività di lending mostra un maggior sviluppo del comparto a MLT, in particolare in ambito corporate Il prodotto mutuo, opportunamente articolato, si presta a rispondere ad unampia gamma di bisogni La redditività per le banche rappresentata dal prodotto scaturisce non solo da elementi commissionali e di margine di interesse prevedibili nel medio-lungo termine, ma anche da elementi transazionali, di servizio e di cross selling I finanziamenti a MLT sono perfettamente integrati nel portafoglio prodotti di ogni istituto, avendo ormai superato qualsiasi specializzazione esterna (precedente normativa Istituti di Credito Ordinari – Istituti di Credito Speciale) o divisione organizzativa interna (Sezioni Separate) Cambio di cultura: visione di lungo periodo nella pianificazione strategica ed economico-finanziaria dellazienda cliente nella relazione banca impresa

4 4 SOMMARIO 1) I DATI CHIAVE DEL MERCATO 2) LE CARATTERISTICHE VINCENTI DEL PRODOTTO MUTUO: ARTICOLAZIONE E FLESSIBILITA 3) LA REDDITIVITA DIRETTA ED INDIRETTA DEL FINANZIAMENTO A LUNGO TERMINE

5 5 1) I DATI CHIAVE DEL MERCATO

6 6 Negli ultimi mesi osserviamo una diminuzione dei tassi di crescita aggregati, con un aumento degli impieghi a MLT e una riduzione degli impieghi a breve A maggio (rispetto al mese prec.): Impieghi a breve – 8,7 mldImpieghi a breve – 8,7 mld Impieghi a MLT + 8,6 mldImpieghi a MLT + 8,6 mld Avvertenza: i dati esposti non tengono conto dellattività di cartolarizzazione che, ridottasi alla fine del 2007, ha cominciato a riprendere a partire dal secondo trimestre 2008 Fonte: BI luglio 2008

7 7 I tassi di crescita anno su anno del totale impieghi a maggio scendono sotto il 10% per la prima volta dopo un lungo periodo di sviluppo a due cifre … Fonte: BI luglio 2008

8 8 … ma con una significativa differenza tra famiglie consumatrici e imprese Fonte: BI luglio 2008

9 9 In ambito corporate, come negli ultimi anni, il tasso di crescita annuale rilevato a fine a maggio resta superiore all11%, con una significativa differenza quanto al profilo evolutivo dei diversi comparti settoriali Fonte: BI luglio 2008

10 10 2) LE CARATTERISTICHE VINCENTI DEL PRODOTTO MUTUO: ARTICOLAZIONE E FLESSIBILITA

11 11 Il finanziamento a MLT in ambito corporate: una forma di intervento modulabile Per tipologia di garanzia Per tipologia impegni Per scopo finanziamento Per struttura delloperazione Per potenziale di cross selling verso altri prodotti

12 12 Il finanziamento a MLT in ambito corporate: una forma di intervento modulabile per tipologia di garanzia Ipoteca su beni aziendali (max LTV correlato a rating / durata / importo) Privilegio speciale su beni mobili non registrati Pegno su titoli o denaro Fideiussione primaria banca / assicurazione Cessione o postergazione di crediti SSG (chirografario) Novità Bersani: la cancellazione dellipoteca a debito estinto può essere richiesta in Conservatoria senza lintervento notarile

13 13 Il finanziamento a MLT in ambito corporate: una forma di finanziamento modulabile per tipologia impegni covenants economico-finanziari : forniscono la possibilità alla banca di intraprendere azioni creditizie (rinegoziazione finanziamento / risoluzione anticipata) in relazione alla variazione nel tempo del profilo di rischio covenants commerciali: permettono di correlare il pricing del finanziamento allandamento nel tempo del merito creditizio covenants contrattuali (es: impegni di canalizzazione, obblighi di fare / non fare): possono avere un impatto sia sulla gestione del rischio, sia sulla redditività

14 14 Il finanziamento a MLT in ambito corporate: una forma di finanziamento modulabile per scopo finanziamento Acquisto / costruzione di nuovi stabilimenti / locali comm.li Ristrutturazione / ampliamento di immobilizzazioni esistenti Formazione o ricostituzione di scorte Acquisizione di immobilizzazioni immateriali (es. marchi, brevetti, studi) Certificazione della qualità aziendale Integrazione o reintegro del capitale circolante Consolidamento delle passività a breve termine Acquisizione di aziende o partecipazione azionarie o in JV (acquisition financing) Project financing

15 15 Il finanziamento a MLT in ambito corporate: una forma di finanziamento modulabile per struttura delloperazione Durata (min. 18 mesi, max generalmente 12 anni) Modalità di erogazione: In unica soluzione o a stato avanzamento lavori (edilizio) In più soluzioni (linee di credito stand by) Modalità di rimborso capitale: Secondo un piano di ammortamento (con/senza preammortamento), a rate trimestrali o semestrali In unica soluzione alla scadenza (bullet) Struttura rata (a quote di capitale costante / crescenti / decrescenti) Tipologia di tasso (fisso / variabile, in base alleuribor di periodo) Divisa di erogazione / rimborso

16 16 Il finanziamento a MLT in ambito corporate: una forma di finanziamento modulabile per prodotti di cross selling nello stesso ambito organizzativo apertura nuove relazioni operazioni in derivati a copertura (es. Irs, cap, collar) sviluppo operatività commerciale e cash management (pag. stipendi, fornitori, F24, ritiro/incasso riba, rimesse dirette) trade financing in altri ambiti org.vi private banking leasing factoring convenzionamento dipendenti (coinvolgimento retail) gestione immobiliare gestione parco auto FIDELIZZAZIONE nel medio-lungo termine … a seconda della struttura del gruppo creditizio

17 17 3) LA REDDITIVITA DIRETTA ED INDIRETTA DEL FINANZIAMENTO A MEDIO-LUNGO TERMINE

18 18 Il finanziamento a MLT in ambito corporate: quale redditività ? Un esempio numerico: DATI FINANZIAMENTO A MLT IPOTECARIO RATING: BBB (PD: 0,18%) LGD FINANZIAMENTO IPOTECARIO (STIMA): 16% RIMBORSO: BULLET EAD: 100% IMPORTO FIN.TO: 1 MLN. DURATA: 7 ANNI P.A. STIMATA: euro SCOPO: RIPRISTINO CIRCOLANTE RIMBORSO: BULLET

19 19 SPREAD: 1,20% (CORRISPONDENTE AD UN UTILE PER LA BANCA STIMABILE IN CIRCA 0,90% SULLEURIBOR) COMMISSIONE DI CONCESSIONE: 0,50% SULLEROGATO (5.000 euro) DIRITTI DI ISTRUTTORIA: EURO Il finanziamento a MLT in ambito corporate: quale redditività ? Un esempio numerico: IMPATTO EC. DIRETTO TOTALE IMPATTO ECONOMICO DIRETTO: EURO

20 20 UTILE NETTO INTEREST RATE SWAP: euro MANTENIMENTO RELAZIONE NEL MLT CANALIZZAZIONE INCASSI: transazionale (cash management) margine di interesse (giacenze) OPPORTUNITA DI CROSS SELLING STAKEHOLDERS OPPORTUNITA DI ATTIVITA DI RISTRUTTURAZIONE COPERTURA IRS Il finanziamento a MLT in ambito corporate: quale redditività ? Un esempio numerico: IMPATTO EC. INDIRETTO TOTALE IMPATTO ECONOMICO INDIRETTO: da stimare in funzione di settore di appartenenza / tipologia di azienda / compagnie sociale / personale

21 21 ConsulenzaRicerca Contatti per banking practice:


Scaricare ppt "Mutamento del Mercato – Ruoli e Opportunità dei Nuovi Key Players Milano, 16 settembre 2008 Emanuele Rosenberg Colorni Head of Banking Practice IL PRODOTTO."

Presentazioni simili


Annunci Google