La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le dichiarazioni e le garanzie:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le dichiarazioni e le garanzie:"— Transcript della presentazione:

1 Le dichiarazioni e le garanzie:
profili fiscali Riccardo Ubaldini 12 maggio 2010

2 Le garanzie contrattuali
Clausole di garanzia e flussi di pagamento post-closing Natura del pagamento post-closing aggiustamento prezzo indennizzo

3 Le garanzie contrattuali
Fondamento della pretesa dell’acquirente: contratto (sistema di autoregolamentazione degli interessi delle parti al fine di riequilibrare il sinallagma) responsabilità del venditore

4 Le garanzie contrattuali
Aggiustamento prezzo: scostamenti intervenuti tra la data del bilancio ‘garantito’ (di riferimento) e data del closing aggiornamenti per le modifiche intervenute fino alla data del closing a favore/sfavore del venditore

5 Le garanzie contrattuali
Indennizzo: nel caso in cui si palesino passività non incluse del compendio trasferito (ad es. passività sopravvenute connesse a violazioni in materia ambientale, accertamenti fiscali) violazione di garanzie o altri obblighi del venditore ‘unidirezionalità’ del flusso di pagamento

6 Le garanzie contrattuali
Aggiustamento prezzo: assenza (teorica) di limiti temporali. Si tende, tuttavia, a limitare le ipotesi di aggiustamento prezzo a eventi legati all’oggetto compravenduto che siano agevolmente identificabili dall’acquirente

7 Le garanzie contrattuali
Aggiustamento prezzo (aspetti fiscali): per il venditore: effetti reddituali limitati (impatto sul quantum della plusvalenza realizzata dal cedente con evidenziazione di una sopravvenienza passiva, di regola, parzialmente imponibile) rettifica diretta della plusvalenza realizzata qualora l’aggiustamento prezzo sia di competenza del medesimo periodo di imposta della compravendita per acquirente: rettifica del costo

8 Le garanzie contrattuali
Indennizzo: fiscalità piena per il percipiente (risarcimento danno?) deducibilità per il venditore. Possibili contestazioni dell’amministrazione finanziaria in punto di deducibilità del costo sostenuto dal venditore per il pagamento dell’indennizzo? difetto di inerenza?

9 Le garanzie contrattuali
Rischi di ‘riqualificazione’ del provento da parte dell’amministrazione finanziaria? La prassi professionale non qualifica ex-ante le somme in esame Nei ‘tax covenant’ retti dal diritto inglese, ad esempio, le somme in esame vengono imputate ad aggiustamento prezzo

10 Le garanzie contrattuali
Giustificazioni teoriche nella prassi professionale per aggiustamento prezzo: le perdite che danno luogo a pagamento non sono sopravvenute; semplicemente si perviene alla conoscenza delle stesse post-closing. Il pagamento, pertanto, non dovrebbe avere effetti reddituali ma riverberarsi solo sul prezzo dell’oggetto compravenduto (rettifica ‘in conto’ del costo della partecipazione) critica

11 Le garanzie contrattuali
Versamento degli importi in esame in favore: della società acquirente della società compravenduta

12 Le garanzie contrattuali
Un aggiustamento prezzo è concepibile ove corrisposto all’acquirente Un indennizzo può teoricamente essere corrisposto anche alla target (ad es. garanzia ‘reddituale’ che assicuri il rischio di minore redditività futura della target. Rischio di ‘deperimento’ del valore di avviamento)

13 Le garanzie contrattuali
Un indennizzo corrisposto all’acquirente può affluire alla target mediante successivo conferimento a capitale nominale o ‘fuori capitale’ senza transito a conto economico Opportunità/necessità di far confluire il provento alla target al fine di migliorarne il conto economico

14 Le garanzie contrattuali
Un indennizzo corrisposto alla target da luogo ad imposizione stante l’impossibilità di iscriverlo nella categoria degli aggiustamenti prezzo Tassabilità del provento affluito alla target Orientamenti minoritari della prassi professionale: versamenti effettuati da ex socio eseguito per conto dell’acquirente (socio attuale). Intassabilità? Critiche

15 Le garanzie contrattuali
Aspetti elusivi Componenti positivi di reddito (indennizzi) ‘dirottati’ su società che versano in situazione di perdita fiscale (società target versus società acquirente)

16 Le garanzie contrattuali
Clausole di gross-up e compensazione: l’indennizzo è ‘lordizzato’ per tenere conto della imponibilità in capo a chi lo riceve L’indennizzo è decurtato del beneficio fiscale prodotto per effetto della deducibilità della sopravvenienza passiva in capo alla target

17 Le garanzie contrattuali
Aspetti problematici: se il pagamento avviene nei confronti di controparti (acquirenti) non residenti fiscalmente in Italia? Obblighi di sostituzione in capo al venditore? Possibilità di invocare un trattato contro le doppie imposizioni, ove applicabile, da parte del soggetto non residente

18 Le garanzie contrattuali
IRAP: Acquirente classificazione contabile dell’indennizzo tra i proventi straordinari del conto economico principio di correlazione: “i componenti positivi e negativi classificabili in voci del conto economico diverse da quelle indicate al comma 1 concorrono alla formazione della base imponibile se correlati a componenti rilevanti della base imponibile di periodi di imposta precedenti o successivi” (art. 5, comma 4, d.lgs. 446/1997) Se corrisposto alla target?

19 Le garanzie contrattuali
IRAP: Venditore: classificazione contabile dell’indennizzo tra gli straordinari del conto economico principio di correlazione: “i componenti positivi e negativi classificabili in voci del conto economico diverse da quelle indicate al comma 1 concorrono alla formazione della base imponibile se correlati a componenti rilevanti della base imponibile di periodi di imposta precedenti o successivi” (art. 5, comma 4, d.lgs. 446/1997)

20 Le garanzie contrattuali
IVA (art. 15, comma 2, d.p.R. 633/1972): “Non si tiene conto, in diminuzione dell’ammontare imponibile, delle somme addebitate al cedente o prestatore a titolo di penalità per ritardi o altre irregolarità nella esecuzione del contratto”

21 Le garanzie contrattuali di natura fiscale
Natura e finalità Clausole fiscali nei contratti di cessione di partecipazioni/cessione di azienda Conseguenze del mancato adempimento – clausole di indennizzo Il certificato dei carichi pendenti

22 Natura delle clausole R&W
Le clausole R&W di natura fiscale hanno la funzione di fornire un’ulteriore garanzia (garanzia contrattuale) al soggetto acquirente relativamente alle passività fiscali che potrebbero derivare dai beni o dal patrimonio della società o dell’azienda acquistata (beni di secondo grado)

23 Finalità La loro finalità è quella di tenere indenne il compratore da eventuali passività derivanti da contestazioni fiscali che possono non essere coperte dalle garanzie legali

24 Tipologie di contratti oggetto di analisi
Cessione di partecipazioni totalitarie o di controllo Cessione di azienda/ramo di azienda Conferimento di azienda e successiva cessione di partecipazioni

25 Clausole di garanzia Clausole generali
Clausole relative a specifiche situazioni dell’azienda oggetto di acquisizione Clausole di copertura fino al closing Clausole di indennizzo

26 Clausole di garanzia Dichiarazioni generali
Dichiarazioni e Garanzie del Venditore A. presentazione nei termini prescritti e in conformità alle disposizioni di legge di tutte le dichiarazioni fiscali ponendo in essere tutti gli adempimenti previsti in base alle leggi applicabili pagamento di tutte le imposte dovute nei termini di legge

27 Clausole di garanzia Dichiarazioni generali
C. adempimento tempestivo di tutti gli altri obblighi relativi alle imposte dovute (ad es. ritenute) dichiarazione di non sussistenza di (i) contestazioni di carattere fiscale, né di (ii) situazioni che potrebbero originare o costituire il presupposto per contestazioni di carattere fiscale.

28 Clausole di garanzia Dichiarazioni specifiche
Nel caso in cui sussistono in capo alla società o azienda acquisita specifiche situazioni rilevanti ai fini fiscali Dichiarazioni specifiche di garanzia

29 Clausole di garanzia Dichiarazioni specifiche
Esempi Dichiarazione relativa alla presenza di accertamenti e/o contestazioni in corso o prevedibili. In tali ipotesi è opportuno specificare nel contratto o nei suoi allegati la natura e l’ammontare della passività fiscale relativa.

30 Clausole di garanzia Dichiarazioni specifiche
2. Rimborsi e agevolazioni “Il venditore non ha ricevuto rimborsi di imposte, tasse ed altri oneri, né ha fruito di agevolazioni fiscali a cui non aveva diritto o che, comunque, costituiscano aiuto di Stato illegittimo in base alla normativa comunitaria” 3. Condono “Il venditore dichiara di aver corrisposto entro i termini di legge tutte le imposte dovute in ragione dell’adesione al condono di cui all’articolo 9, ovvero dall’art. 9-bis, della legge n. 289 del 27 dicembre 2002, come successivamente modificata, da parte della società, regolando in modo e ai sensi dei suddetti articoli, i suoi obblighi fiscali con riferimento alle imposte sui redditi per il periodo [•]”

31 Clausole di garanzia Dichiarazioni specifiche
Transfer Pricing “I rapporti commerciali e finanziari tra la Società e le altre società del gruppo non residenti sono stati sempre intrattenuti a condizioni di mercato”

32 Clausole di garanzia Copertura fino al closing
Dichiarazioni relative al periodo di “interim management” tra la data di firma del contratto e la data del closing.

33 Clausole di garanzia Copertura fino al closing
Esempi A. l’attività esercitata fino al closing è stata svolta conformemente alle disposizioni di legge B. al passivo della situazione patrimoniale sono stati iscritti fondi sufficienti a coprire le obbligazioni fiscali della società per le quali alla data della firma non era scaduto il termine di pagamento. (“il venditore ha indicato nella Situazione Patrimoniale [•] come debito, ovvero accantonato in tale situazione patrimoniale, fondi sufficienti alla integrale copertura di tutte le imposte per le quali al [•] non era ancora scaduto il termine di pagamento)

34 Clausole di garanzia Copertura fino al closing
Le parti possono convenire di tenere conto, nella determinazione del prezzo, dei risultati reddituali, positivi o negativi, del periodo interinale Aggiustamento prezzo della compravendita Problemi gestionali (determinazione del reddito/perdita del periodo interinale) Determinazione delle imposte relative al periodo interinale

35 Clausole di garanzia Copertura fino al closing
Data del closing Data del closing con previsione di aggiustamento prezzo a seguito di presentazione della dichiarazione Data della presentazione delle dichiarazione dei redditi

36 Clausole di garanzia Imposte relative al periodo interinale
I. Determinazione delle imposte relative al periodo interinale alla data del closing, senza previsione di futuri aggiustamenti: PROS non ho un aggiustamenti prezzo come aggiustamento successivo e ho maggiore certezza CONS se alla fine dell’anno si rincontra qualche errore nella determinazione delle imposte relative al periodo interinale non ho la possibilità di modificare quanto deciso al closing

37 Clausole di garanzia Imposte relative al periodo interinale
II. Determinazione delle imposte alla data del closing con clausola di aggiustamento prezzo dopo predisposizione della dichiarazione dei redditi PROS valutazione successiva con recupero di quanto eventualmente pagato in eccesso o in difetto CONS occorre che sia inserita una clausola che permetta al venditore di verificare la correttezza della dichiarazione dei redditi predisposta dall’acquirente (rectius dalla target).

38 Clausole di garanzia Imposte relative al periodo interinale
III. Determinazione delle imposte alla data di predisposizione della dichiarazione dei redditi PROS certezza nel quantum delle imposte imputate proporzionalmente CONS necessaria previsione di un aggiustamento prezzo e di clausole in cui il venditore prende visione delle dichiarazioni dei redditi la cui predisposizione/presentazione è affidata all’acquirente (rectius alla target)

39 Conseguenze del mancato rispetto delle clausole di garanzia
Mancato rispetto delle garanzie fornite in sede contrattuale Responsabilità del venditore – clausola di indennizzo

40 Clausole di indennizzo
Obbligo generale di indennizzo, in cui il venditore si obbliga a rimborsare al compratore tutte le sopravvenienze passive fiscali relative a qualsiasi imposta e quale che sia l’ente impositore richiedente “Il venditore terrà il compratore indenne e manlevato da: (i) ogni danno, costo, spesa o perdita sostenuto o sofferto da Target a causa di, o derivante dalla, violazione di alcuna delle dichiarazioni e garanzie rese dal venditore in questo contratto; e (ii) ogni danno, costo, spesa o perdita sostenuto o sofferto dal compratore a causa di, o derivante dalla, violazione di alcuna delle dichiarazioni e garanzie rese dal venditore in questo contratto, nella misura in cui tali danni, costi, spese o perdite non siano già stati indennizzati in forza del precedente punto (i)”

41 Funzione delle clausole di indennizzo
Finalità Mantenere indenne l’acquirente dalle passività insorte quale conseguenza della mancata corrispondenza tra quanto dichiarato nella R&W e quanto effettivamente esistente

42 Limitazione della responsabilità in caso di cessione di azienda
Articolo 14 del D.Lgs. 472/1997 limitazione di responsabilità per le passività fiscali pregresse in caso di cessione di azienda

43 Responsabilità ex art. 14 D. Lgs. 472/1997 – C.M. 180/E 13.07.1998
Il cessionario è responsabile, in solido con il cedente, per il pagamento delle imposte e delle sanzioni riferibili a: violazioni commesse nell’anno del trasferimento e nei due anni precedenti violazioni già contestate nel medesimo periodo

44 Responsabilità ex art. 14 D. Lgs. 472/1997 – C.M. 180/E 13.07.1998
Limitazioni alla responsabilità del cessionario: Beneficio della previa escussione del cedente La responsabilità solidale non può eccedere il valore dell’azienda o del ramo acquisito Frode: si presume quando trasferimento dell’azienda entro 6 mesi dalla commissione di una violazione penalmente rilevante

45 Responsabilità ex art. 14 D. Lgs. 472/1997 – C.M. 180/E 13.07.1998
L’obbligazione sussidiaria del cessionario è limitata al debito risultante alla data del trasferimento dal c.d. “certificato dei carichi pendenti” che può essere richiesto: dal cedente; o dal cessionario (col consenso del cedente).

46 Clausola standard per il certificato
“Il venditore si impegna a fare in modo che entro e non oltre il [•] giorno lavorativo che precede la Data di Esecuzione l’acquirente ottenga dalle competenti autorità fiscali un certificato che attesti l’assenza, alla data del [•], di contestazioni fiscali in corso o di debiti fiscali insoddisfatti relativamente all’azienda e consegni all’acquirente tale certificato.”


Scaricare ppt "Le dichiarazioni e le garanzie:"

Presentazioni simili


Annunci Google