La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gennaro Liguori Società Triveneta di Chirurgia. Mestre 7 Novembre 2009 Gennaro Liguori Dipartimento di Chirurgia Generale e Toracica – Università di Trieste.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gennaro Liguori Società Triveneta di Chirurgia. Mestre 7 Novembre 2009 Gennaro Liguori Dipartimento di Chirurgia Generale e Toracica – Università di Trieste."— Transcript della presentazione:

1 Gennaro Liguori Società Triveneta di Chirurgia. Mestre 7 Novembre 2009 Gennaro Liguori Dipartimento di Chirurgia Generale e Toracica – Università di Trieste Stanno aumentando i traumi del torace ?

2 2 INFORTUNI SUL LAVORO A TRIESTE (INPS) ANNO 2002 –Denunciati: 5928 –Indennizzati in permanente: 165 –Mortali indennizzati: 6 ANNO 2006 –Denunciati: 4991 –Indennizzati in permanente: 136 –Mortali indennizzati: 1

3 3 INFORTUNI SUL LAVORO A VENEZIA (INPS) 2002 –Denunciati: –Indennizzati in permanente: 340 –Mortali indennizzati: –Denunciati: –Indennizzati in permanente: 374 –Mortali indennizzati: 16

4 4 INCIDENTI STRADALI IN ITALIA ( ISTAT ) ANNO INCIDENTI MORT.% , , , , , , , ,2

5 5 The fatal injuries of car drivers Ndiaye e coll., Forensic Science International 184:21-27, 2009 Dal 1996 al 2004 nel dip. del Rodano (1.6 mil.) 383 guidatori deceduti Riduzione dal 2003 ¾ morti sulla scena Sedi: torace (62%), cranio (49%), addome (10%), colonna (9%). Nel torace: lembo mobile, emotorace, pnx.

6 6 Ruolo degli air-bags di nuova generazione Tra i bambini seduti sul sedile anteriori il rischio di incidenti mortali si è dimezzato Tra i guidatori e i passeggeri adulti seduti sul sedile anteriore non si è registrata una caduta di protezione Il rischio di traumi toracici gravi è aumentato nei guidatori senza cinture di sicurezza

7 7 The relationship between age and serious injury in motor vehicle crashes Craig D. Newgard, Accident Analysis & Prevention Volume 40, Issue 4 July 2008, Pages ,156 pazienti –In 14,128 (2%) AIS 3 –3981 decessi Mortalità/età –15-49 a. (0.3%) –50-59 a. (0.7%) –60-69 a. (0.9%) –70-79 a. (1.1%) –80-89 a. (2.8%)

8 8 Defining the older crash victim: The relationship between age and serious injury in motor vehicle crashes Craig D. Newgard, Accident Analysis & Prevention Volume 40, Issue 4 July 2008, Pages a

9 9 Crash and Occupant Predictors of Pulmonary Contusion OConnor e coll. The Journal of Trauma: April Volume 66 - Issue 4 - pp ,184 casi. Età media 38 a. 80% guidatori Mortalità 16%. 49% senza cinture di sicurezza Trauma toracico 1,131 (52%), PC 379. Fattori di rischio: age 45 kmh, scontro frontale contro ogetti fissi

10 10 Risk Factors for 24-Hour mortality After Traumatic Rib Fractures Yung-Chang Lien Ann Thorac Surg 2009;88: Su 18,856 p. con fratture costali, 459 (2.4%) deceduti entro 24 ore dal ricovero. Fattori di rischio: – Almeno 6 fratture costali mortalita x3 – Emopneumotorace. Trauma cranico, lesioni epatiche, lesioni cuore, età >74 a.

11 INCIDENTI FATALI SU QUAD BIKE WEST VIRGINIA

12 12 Traumi da compressione del torace e delladdome nel 36% dei casi Alcool+ nel 50% dei deceduti L88% di questi avevano un tasso alcoolico superiore al limite legale Un abuso di droghe fu identificato nel 21% dei deceduti –marijuana (11%); oppioidi (7%); diazepam (6%); cocaine (2%)

13 The magnitude of acute and chronic alcohol abuse in trauma patients. Rivara FP Arch Surg Aug;128(8):907-12; Seattle 657 p. di età maggiore di 18 anni – 47.0% BAC positivo – 35.8% intossicati (BAC > 100 mg/dL) –I p. intossicati erano prevalentemente tra i 25 e i 34 anni, maschi, non bianchi. –La maggior parte dei p. intossicati presentavano ferite da coltello. –¾ dei p. intossicati erano alcoolisti cronici

14 Cocaine Use in Trauma: Effect on Injuries and Outcomes Hadjizacharia, P e coll.The Journal of trauma, 2009, vol. 66, no2, pp p. test della cocaina positivo e 4,846 test-negativo Mortalità 6.5% vs. 6.2%; (p = 0.81) ISS >25 59% vs. 54%; (p = 0.70 Complicazioni 4% vs 3.6% (p = 0.72), Incidenza di polmonite significativamente più alta nei p. con test per la cocaina positivo test-positive patients (p = 0.04)..

15 15 30 years of polytrauma care: An analysis of the change in strategies and results Probst e coll. - Hannover - Injury 2009 Jan;40(1): (decade I; n=1469) (decade II; n=1937) (decade III; n=1443) –65% lesioni cerebrali –58% trauma toracico –81% fratture degli arti

16 16 Trattamento preospedaliero Probst e coll. - Hannover - Injury 2009 Jan;40(1): Fluidoterapia sul campo – (decade I) 80 % – (decade II) 97 % – (decade III) 98 % Drenaggio toracico Intubazione I: 41%, I: 82% II: 83%, II: 94% III: 27% III: 59%

17 Sul luogo dellincidente A: Pervietà delle vie aeree B: Respirazione C: Circolazione D: Disabilità E: Esposizione

18 COMPLICANZE DELLA CRICOTIROIDOTOMIA Falsa strada Aspirazione Lacerazione della trachea. Lacerazione dellesofago. Emorragia - ematoma. Enfisema mediastinico. Stenosi sottoglottica

19 Pre-hospital thoracostomy: indications and complications. Aylwin CJ e coll. Ann R Coll Surg Engl Jan;90(1): toracostomie sul campo 28 (31%) tubi erano malposizionati 15 (17%) hanno richiesto il riposizionamento Complicanze 9 (14)% 6 (9%) classificate come maggiori 3 hanno richiesto trattamento chirurgico

20 Sul luogo dellincidente A: Pervietà delle vie aeree B: Respirazione C: Circolazione D: Disabilità E: Esposizione

21 RIANIMAZIONE NORMOTENSIVA VANTAGGI: –Garantisce una migliore perfusione tissutale –Permette di eseguire procedure diagnostiche –Permette di valutare la risposta emodinamica SVANTAGGI –Rischio di aumentare la perdita ematica –Rischio di ripresa di unemorragia temporaneamente tamponata –Rischio di diluizione dei fattori di coagulazione –Rischio di aggravare lipotermia traumatica

22 LA TRIADE LETALE IPOTERMIA COAGULOPATIA ACIDOSI

23 RIANIMAZIONE IPOTENSIVA E una strategia che rinvia o restringe la somministrazione di liquidi fintanto che lemorragia non è stata controllata, anche accettando un limitato periodo di perfusione tissutale subottimale

24 Sul luogo dellincidente Sul luogo dellincidente i manuali PHTLS e BATLS prevedono una rianimazione ipotensiva

25 Approccio differenziato The massively bleeding patient scandinavian guidelines – 2008 Trauma chiuso con sospetto di lesione cerebrale Infusione rapida di aliquote di 500 ml di soluzione isotonica per mantenere la pressione sistolica > 110 mm Hg.

26 Approccio differenziato The massively bleeding patient scandinavian guidelines – 2008 Trauma chiuso senza sospetto di lesione cerebrale Infusione rapida di aliquote di 500 ml di soluzione isotonica per ripristinare il polso periferico mantenendo la pressione sistolica < 90 mm Hg.

27 Approccio differenziato The massively bleeding patient scandinavian guidelines – 2008 Trauma penetrante Infusione di quote di 500 ml di soluzione isotonica per ripristinare lapertura degli occhi alla stimulazione con o senza polso periferico, mantenendo la pressione sistolica <90 mm Hg. Per brevi distanze valutare il load and go

28 28 CONCLUSIONI I traumi stradali stanno dimunuendo in Italia ed in Europa Un aumento relativo dei traumi toracici è possibile in rapporto ad alcuni fattori di rischio Il perfezionamento organizzativo del 118 ed i progressi dei protocolli del soccorso sul campo hanno ridotto la mortalità preospedaliera


Scaricare ppt "Gennaro Liguori Società Triveneta di Chirurgia. Mestre 7 Novembre 2009 Gennaro Liguori Dipartimento di Chirurgia Generale e Toracica – Università di Trieste."

Presentazioni simili


Annunci Google