La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Chirurgia mammaria e terapia recettoriale

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Chirurgia mammaria e terapia recettoriale"— Transcript della presentazione:

1 Chirurgia mammaria e terapia recettoriale
Università degli Studi di Udine Facoltà di Medicina e Chirurgia Cattedra di Chirurgia Generale Scuola di specializzazione in Chirurgia Vascolare Direttore Prof. D. De Anna Scuola di specializzazione in Chirurgia generale Clinica chirurgica Direttore Prof. F. Bresadola Chirurgia mammaria e terapia recettoriale

2 Diagnostica Terapeutica Trattamenti integrati
Chirurgia Diagnostica Terapeutica Trattamenti integrati Intervento visibile/mutilante Comunicazione della diagnosi e della terapia

3 Criteri di scelta nel trattamento chirurgico in senologia
Neoplasia: Tipo istologico Dimensioni Localizzazione Caratteristiche biologiche Multifocalità/multicentricità Paziente: Dimensione della mammella Desideri ed aspettative

4 Interventi - Tumorectomia ± repere - Quadrantectomia + LFS
- Quadrantectomia + linfoadenectomia + RT Quadrantectomia + LFS + IORT - Mastectomia skin sparing - Mastectomia semplice Mastectomia radicale - Ricostruzione/rimodellamento Chirurgia Conservativa Ø < 3.5 cm dimensioni mammella unifocale Ø > 3.5 cm dimensioni mammella multicentrico/focale sottoareolare/periferico controindicazioni a RT Chirurgia demolitiva

5 Tumorectomia (± repere) (Eco-guidato, Mx-guidato, RMN-guidato)
Indicazioni focolai di carcinoma intraduttale a basso/medio grado, di piccole dimensioni (≤ 2.5 cm) neoplasie lobulari, iperplasia atipica, nodulo sclero-elastotico, papilloma, microcalcificazioni Lesioni subcliniche

6 Tumorectomia (± repere) (Eco-guidato, Mx-guidato, RMN-guidato)

7 Quadrantectomia + LFS Indicazioni
Carcinoma infiltrante duttale o lobulare Carcinoma duttale in situ ad alto grado Diametro < 2.5 cm (< 3.5 cm in relazione alle dimensioni del seno) LFS +  linfoadenectomia

8 Quadrantectomia + IORT
Indicazioni Tumori duttali infiltranti Diametro inferiore cm Candidati a quadrantectomia Controindicazioni Tumori lobulari e/o con componente in situ LFS positivo Infiltrazione dei margini (> 1.0 cm)

9 Quadrantectomia con linfoadenectomia
Indicazioni Carcinoma infiltrante (duttale o lobulare) e forme miste (CDI+CDIS) con LNS + o metastasi linfonodali accertate Diametro ≤ 3.5 cm

10 Chirurgia conservativa
Esame istologico definitivo (shaving) Allargamenti: Ca su un solo margine Ca a < 3 mm Radicalizzazione Ca su tutti i margini a < 3 mm (spt CaDIS) Dimensioni della ghiandola Tipo di rimodellamento IORT Terapia neoadiuvante fotoallargamento 10

11 Mastectomia semplice Indicazioni Carcinoma intraduttale a basso grado multicentrico o sottoareolare o di Ø ≥ 3.5 cm Carcinoma lobulare in situ (mastectomia bilaterale)

12 Mastectomia skin sparing
Indicazioni Carcinoma infiltrante sottoareolare Ø ≤ 3.5 cm in mammelle medio-piccole Carcinoma non infiltrante duttale ad alto grado (comedocarcinoma) o lobulare (mastectomia bilaterale)

13 Mastectomia radicale Carcinoma infiltrante duttale o lobulare
Indicazioni Carcinoma infiltrante duttale o lobulare Diametro ≥ 3.5 cm

14 Terapia recettoriale ANTIESTROGENI Tamoxifene ANTI-AROMATASI
Legano e inattivano ER, impedendo alla cellula tumorale di utilizzare gli estrogeni Tamoxifene ANTI-AROMATASI Inibizione della sintesi di estrogeni Anastrozolo Letrozolo Examestane Trastuzumab Anticorpo monoclonale ricombinante; Elevata affinità per HER-2  inattivazione  inibizione proliferazione cellulare Conoscenza dello stato recettoriale del tumore (agobiopsia, biopsia chirurgica, pezzo operatorio) Applicabile in caso di neoplasie: - ER/PgR + - HER-2 +

15 Terapia recettoriale - Adiuvante
CDIS Tamoxifene proponibile dopo l’asportazione chirurgica (BCS + RT o mastectomia) nelle pazienti a rischio più elevato, in assenza di controindicazioni al suo utilizzo. CDI Indicata in tutte le pazienti con tumori ormonoresponsivi indipendentemente dallo stato linfonodale, dall’età, dallo stato menopausale e dall’utilizzo o meno della chemioterapia.

16 Terapia recettoriale – Adiuvante Ca invasivo
Tamoxifene (20 mg /die per 5 anni) Trattamento standard in pre-menopausa (± LH-RH analoghi) In post-menopausa: può essere somministrato per 2-3 anni o per 5 anni seguito dagli inibitori dell’aromatasi Iniziato al termine della CT (se prevista) Trastuzumab Associato a CT (successivo o concomitante) Riduzione del rischio di recidiva del 40-50% vs sola CT Aumento della sopravvivenza vs sola CT Durata del trattamento: 1 anno Inibitori dell’aromatasi Prima scelta in donne in post-menopausa con CDI in stadio iniziale Opzioni: - da soli per 5 anni (anastrozolo, letrozolo) - dopo 2-3 anni di Tam fino a 5 anni complessivi (anastrozolo, exemestane) - dopo 5 anni di Tam, per altri 5 anni (letrozolo)

17 Terapia recettoriale – Adiuvante Ca invasivo
Tumore endocri no responsivo Tumore non endo crino responsivo Pre-menopausa Post-menopausa LN – Rischio basso Tam o nulla Tam o AI Rischio medio-alto CT  Tam ± LH-RHa Tam + LH-RHa Tam o LH-RHa CT  Tam o AI C T LN + Linee guida AIOM 2006 Tam: tamoxifene AI: inibitori aromatasi LH-RHa: inibitori LH-RH

18 Terapia recettoriale - Neoadiuvante
Indicazioni tumori localmente avanzati non operabili (stadio III/infiammatorio) tumori operabili ma troppo grandi per BCS (quadrantectomia) CT + trastuzumab Pz non candidate a CT o a intervento chirurgico (anziane > 70 aa, comorbidità): inibitori dell’aromatasi (letrozolo) o, se controindicati, tamoxifene

19 Conclusioni L’intervento chirurgico è stabilito sulla base dei seguenti criteri: - criterio oncologico - età e condizioni cliniche - fattore estetico - preferenze della paziente Il trattamento ormonoterapico dipende da: - stato recettoriale stato menopausale età e comorbidità - stadio di malattia

20 Grazie per l’attenzione
Hanno collaborato: C. Cedolini, R. Molaro


Scaricare ppt "Chirurgia mammaria e terapia recettoriale"

Presentazioni simili


Annunci Google