La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le risorse elettroniche fra Copyright e licenze di utilizzo: opportunità e vincoli per i servizi di biblioteca Bologna, 21 maggio 2009 Licenze e modelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le risorse elettroniche fra Copyright e licenze di utilizzo: opportunità e vincoli per i servizi di biblioteca Bologna, 21 maggio 2009 Licenze e modelli."— Transcript della presentazione:

1 Le risorse elettroniche fra Copyright e licenze di utilizzo: opportunità e vincoli per i servizi di biblioteca Bologna, 21 maggio 2009 Licenze e modelli contrattuali open access per l’autore nell'editoria scientifica Antonella De Robbio CAB Centro di Ateneo per le Biblioteche Università degli Studi di Padova

2 Titolarità del diritto
I diritti sono dell’autore L’autore può cedere i diritti in molti modi tutti o solo alcuni a vari soggetti (proprio ente anche) in modo eclusivo o non-esclusivo trasferimento/licenza a pubblicare momento del trasferimento diritti Solo chi detiene i diritti può apporre una licenza al documento La licenza stabilisce le condizioni d’uso di quel documento verso gli utenti

3 Managing Intellectual Property A guide to strategic decision-making in universities’ (2002), published by The UK Patents Office

4 Licenze aperte? Sì grazie…
License to publish Transfer of copyright consapevolezza Autore riuso output didattica ricerca Titolarità del diritto edizioni successive Editore tradizionale Università Archivio Istituzionale Pre-print Post-print Versione editoriale mandato Editore OA biblioteca Open access licence Licenze CC educazione utenti Utenti uso corretto nel rispetto dei diritti

5 The work-for-hire doctrine
Negli Stati Uniti, alcuni esperti legali sostengono che la proprietà intellettuale di tutti i lavori prodotti entro gli atenei è di competenza delle istituzioni accademiche in quanto tale materia ricade, secondo la legge statunitense che regola il copyright, sotto la dottrina nota come "the work-for-hire doctrine" o opera prodotta nell’ambito di un lavoro dipendente. In Europa tale dottrina si applica a solo due tipologie di materiali, i software e le banche dati e comunque in relazione ad un rapporto di lavoro di tipo “dipendente” che non sembra configurabile nel rapporto di lavoro di un docente, assai diverso a livello contrattuale

6 Cessione dei diritti all’ente
Molte università straniere hanno già predisposto un proprio modello di licenza attraverso il quale l’autore cede all’istituzione alcuni dei diritti esclusivi sui suoi articoli (che deve quindi essersi a sua volta riservato). La cessione dei diritti al proprio ateneo avviene sempre in forma non-esclusiva perché diversamente non sarebbe possibile la pubblicazione in una rivista esterna all’istituzione.

7 Non tutto il mondo e-pub è chiuso
Università che propongono licenze o schemi di contratto (esempio trentino!) Solitamente sono le stesse università che hanno politiche mandatarie per il self-archving Modelli di licenze tipo JISC/SURF Addendum al contratto editoriale Guida all’autore SPARC Toolkit per autori Editori Open Access: lasciano il copyright all’autore (o all’ente) Editori che adottano licenze OA – CC Editori che adottano licenze “aperte” anche se non standard Editori tradizionali: alcuni stanno rimodellando i loro trasfer agremeent Toolkit per editori

8 La percezione dell’autore al riuso dei propri materiali
Indagine JISC/SURF 'Towards good practices of copyright in Open Access Journals'  web survey su autori di articoli pubblicati in riviste OA (Biomed Central journals, PLoS Biology e PloS Medicine,  BMJ e EJCL). 355 autori hanno partecipato (29%)

9 4 modelli di licenza per 4 differenti accordi sui diritti
The attribution licence: copyright mantenuto dall’autore che autorizza all’uso e riuso (compresi usi commericali) – basata su Creative Commons (editori OA: PLoS e BioMedCentral) Diritti di riutilizzo e rielaborazione limitati alle licenze OA - modello basato Creative Commons Share alike L’autore mantiene tutti o gran parte dei diritti. Usi scolastici consentiti e liberi per gli utenti, ma gli altri usi sono regolati dal permesso che l’autore stabilisce nella licenza. Solitamente questo modello viene usato per periodici in formato solo elettronico gestiti dagli stessi autori accademici senza coinvolgere editori commerciali Licenza esclusiva: il copyright può essere ritenuto dall’autore, ma vengono trasferiti i diritti di sfruttamento economico all’editore attraverso un accordo contrattuale che può limitare gli usi all’autore Il modello riconosce l’importanza dei flussi di guadagno agli editori e alle società scientifiche.

10 Licenza esclusiva o trasferimento di diritti?
Lieve differenza tra licenza esclusiva e pieno trasferimento dei diritti Il livello di ritenzione dei diritti da parte dell’autore dipende dal singolo accordo contrattuale Sottoscrivere una licenza è comunque percepito come più favorevole che il trasferimento del copyright all’editore poiché tutti i diritti non sono esplicitamente menzionati nella licenza e quindi potrebbero rimanere in capo all’autore

11 Al momento della pubblicazione di un articolo in una rivista tradizionale, l’autore deve prestare molta attenzione ai seguenti punti: l’autore rimane il titolare di tutti i diritti sull’opera. Il diritto d’autore spetta sempre all’autore (pubblicazione senza cessione dei diritti); l’autore autorizza l’editore a riprodurre e distribuire l’opera scientifica oggetto dell’accordo, concedendo tramite licenza solo quei diritti necessari alla pubblicazione; la licenza è valida dal momento in cui l’editore dichiara la sua volontà di pubblicare l’articolo [cioè solo dopo peer-review e accettazione definitiva]; l’autore deposita la versione definitiva dell’articolo [versione editoriale] nel formato in cui l’articolo sarà pubblicato dalla rivista; il deposito dell’articolo in un repository istituzionale o disciplinare pubblicamente accessibile avviene immediatamente dopo la pubblicazione dell’articolo nella rivista; il deposito ad accesso aperto dell’opera può essere posticipato al massimo entro sei mesi dalla pubblicazione.

12 Per scopi didattici o di ricerca
Il diritto di riprodurre l’articolo integralmente o in parte e di distribuirlo o metterlo a disposizione del pubblico in formato cartaceo o digitale, con possibilità di includerlo all’interno di una dispensa o un’antologia, per scopi didattici o di ricerca all’interno dell’istituzione presso la quale l’autore presta servizio o delle istituzioni alla quale è affiliato.

13 Per favorire la disseminazione
Il diritto di caricare l’articolo o di concedere all’istituzione dell’autore (o ad altre organizzazioni affiliate) un’autorizzazione per caricare l’articolo, all’interno di: una rete chiusa istituzionale (i.e. intranet) un repository istituzionale o disciplinare pubblicamente accessibile –come PubMed Central e altri repository internazionali PubMed Central – fornendo un link all’articolo pubblicato nella pagina web dell’editore. L’upload dell’articolo in una rete chiusa o in un repository deve avvenire nel periodo immediatamente successivo alla pubblicazione della rivista nella quale l’articolo è stato inserito (a meno che l’autore e l’editore non abbiano concordato in forma scritta un periodo di embargo per un massimo di sei mesi).

14 Riutilizzi, uso personale, altri usi
Per favorire un riutilizzo futuro - Il diritto di riutilizzare l’articolo intero o parti di esso in una dissertazione, in una dispensa o in altre opere. Per uso personale - Il diritto di presentare l’articolo ad un meeting o ad una conferenza e di consegnare una copia dell’articolo ai delegati che partecipano al meeting Per uso destinato agli utenti finali - Il diritto di autorizzare gli utenti finali dell’istituzione presso la quale l’autore presta servizio o di un’altra organizzazione affiliata a copiare, usare, distribuire, trasmettere e mostrare l’opera pubblicamente e a creare e distribuire opere derivate.

15 Per favorire la conservazione
Il diritto di rilasciare alla propria istituzione o ad altre organizzazioni affiliate l’autorizzazione di riprodurre l’articolo per prevenirne il deterioramento o, nel caso in cui l’originale sia conservato in un formato obsoleto per il quale non si abbia a disposizione la tecnologia necessaria per utilizzarlo, per garantire la disponibilità dell’articolo in futuro per scopi didattici e di ricerca.

16

17 BioMed Central Open Access license agreement
Anyone is free: to copy, distribute, and display the work; to make derivative works; to make commercial use of the work; Under the following conditions: Attribution the original author must be given credit; for any reuse or distribution, it must be made clear to others what the license terms of this work are; any of these conditions can be waived if the authors gives permission. Identica alla 'Creative Commons Attribution License'

18 Le Creative Commons Public Licenses (CCPL) italiane
Commons Deed (ovvero i riassunti delle licenze) e Legal Code delle licenze Versione 2.5 Attribuzione 2.5 [Commons Deed] [Legal Code] Attribuzione - Non opere derivate 2.5 [Commons Deed] [Legal Code] Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 [Commons Deed] [Legal Code] Attribuzione - Non commerciale 2.5 [Commons Deed] [Legal Code] Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 [Commons Deed] [Legal Code] Attribuzione - Condividi allo stesso modo 2.5 [Commons Deed] [Legal Code] Links Source URL: http://www.creativecommons.it/Licenze

19

20

21 Traditional Full Copyright Transfer Agreements
1. American Geophysical Union 2. Academic Press 3. Elsevier Science 4. Springer-Verlag 5. Science

22 Il trasferimento di copyright

23 Publishing agreements OA
ACM - Copyright Policy (version 4) Clinical Medicine Various American Physical Society Nature Emerald Sage British Medical Journal

24

25 Modelli di licenza differenziati verso l’OA
Transfer with Author Retaining Some Rights to the Work American Physical Society American Astronomical Society Society of Photo-Optical Instrumentation Engineers American Society of Civil Engineers Author Retains Copyright and Range of Non-Commercial Uses Internet Journal of Chemistry Association of Learned and Professional Society Publishers Author Retains Copyright and Unlimited Rights After First Publication in Journal Journal of Machine Learning Author or Publisher Retains Copyright but Licenses Work to the Public Domain Public Library of Science

26

27

28

29

30 Richiesta permesso, pagamento e embargo: 3
Editori che consentono il deposito delle loro versioni pubblicate in PDF negli archivi istituzionali IR Senza restrizioni: 71 Embargo 6 mesi: 5 Embargo 12 mesi: 9 Embargo mesi: 6 Embargo 4 anni e oltre: 3 Richiesta permesso: 12 Richiesta permesso, pagamento e embargo: 3 su 595 editori [01/05/2009] 15%

31 Se non vi è mandato nelle policies…
in assenza di una politica mandataria vi sono varie possibilità per l’autore di riservare per sé e per la propria istituzione parte dei diritti di sfruttamento economico. Una di queste è l’Addendum al contratto di edizione, strumento giuridico che può aiutare ad incidere in questo complicato scenario. Sparc e Science Commons hanno sviluppato un modello di addendum che l’autore dovrebbe fare includere nel contratto di edizione. L’addendum può essere variamente modulato: l’autore si riserva il diritto di creare opere derivate, di riprodurre, distribuire, rappresentare, comunicare la propria opera all’interno della propria attività didattica o di ricerca. I vari modelli a disposizione dell’autore differiscono rispetto al momento in cui la versione finale dell’articolo viene resa pubblica (accesso immediato o embargo) e rispetto alla volontà o meno di autorizzare i lettori ad eventuali riutilizzi dell’opera.

32

33

34 La licence to publish di SURF e JISC
il diritto d’autore resti agli autori l’autore garantisca all’editore solo quei diritti necessari alla pubblicazione (riproduzione comunicazione ecc.) la licenza diviene effettiva immediatamente dopo che l’articolo è stato accettato per la pubblicazione l’autore deposita l’articolo nella versione dell’editore (versione 3) nell’archivio istituzionale della propria istituzione il deposito avviene contestualmente alla pubblicazione dell’articolo è possibile un embargo di un periodo massimo di 6 mesi

35 Surf Foundation: indagine rivolta a 47 editori tradizionali non OA
Parere sui principi della licenza per pubblicare (license to publish) JISC/SURF • l'autore ritiene il copyright del suo lavoro e concede all'editore i diritti per la pubblicazione del lavoro • l'autore può liberamente depositare l'articolo in un archivio di ricerca con embargo al massimo di 6 mesi. Un terzo degli editori intervistati in questo studio già permette il deposito negli archivi aperti (Vedi Romeo Sherpa) e la loro policy e' compatibile con i principi della Licenza to Publish. Più o meno la stessa precentuale usa una License to Publish invece che la cessione dei diritti.

36

37

38

39

40 Autore accademico che vuole pubblicare un articolo
In un periodico tradizionale In un periodico Open Access Quali sono le politiche di ateneo? Il deposito nell’IR è obbligatorio? Quali sono I periodici OA nella tua disciplina / campo di studio? Chi paga la tassa (fee)? Quali modelli © ua il periodico OA ? Usa il © toolkit per: Vedere se il contratto editoriale (publishing agreement) incontra I tuoi bisogni come autore Comporre la tua propria licensing agreement scaricare il modello di licensing agreement Quale è la politica © dell’editore? Copyright Knowledge Bank o SHERPA Copyright Knowledge Bank Usa una licenza Creative Commons Se non sei d’accordo Se vuoi /necessità di depositare il tuo articolo nell’IR / self archive


Scaricare ppt "Le risorse elettroniche fra Copyright e licenze di utilizzo: opportunità e vincoli per i servizi di biblioteca Bologna, 21 maggio 2009 Licenze e modelli."

Presentazioni simili


Annunci Google