La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituzioni di diritto pubblico 08-09 Giuseppe G. De Cesare LORGANIZZAZIONE E LESERCIZIO DEL POTERE POLITICO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituzioni di diritto pubblico 08-09 Giuseppe G. De Cesare LORGANIZZAZIONE E LESERCIZIO DEL POTERE POLITICO."— Transcript della presentazione:

1

2 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare LORGANIZZAZIONE E LESERCIZIO DEL POTERE POLITICO

3 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare 1. I soggetti delle decisioni politiche e la forma di governo 2. Le forme di governo: storia ed evoluzione 3. Le forme di governo: tipologia 4. La forma di governo in Italia: profili storici 5. La forma di governo in Italia: la Costituzione e la prassi 6. La forma di governo in Italia: le trasformazioni

4 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare Locke ( ): Secondo trattato sul governo Montesquieu ( ): Lo spirito delle leggi TEORIE DELLA SEPARAZIONE DEI POTERI

5 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare «Il modo come fra gli organi di una comunità politica organizzata si distribuisce il potere di indirizzo politico, cioè il potere di indirizzarla verso determinati fini generali (fini politici)» «Il modo come fra gli organi di una comunità politica organizzata si distribuisce il potere di indirizzo politico, cioè il potere di indirizzarla verso determinati fini generali (fini politici)» la disciplina giuridica delle modalità di esercizio del potere politico (forma di governo dal punto di vista strutturale- formale) il sistema politico e ciò che lo influenza (forma di governo dal punto di vista funzionale) DEFINIZIONE DI FORMA DI GOVERNO

6 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare governo presidenziale (Costituzione degli Stati Uniti del 1787) dalla monarchia costituzionale al governo parlamentare monista (Inghilterra XVIII-XIX sec.) governo parlamentare dualista (Costituzione della Francia orleanista del 1830) governo semi-presidenziale (Costituzione della V Repubblica francese del 1958) governo direttoriale (Svizzera XIX sec.) FORME DI GOVERNO NELLA STORIA

7 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare Monarchia costituzionale Repubblica presidenzialeRepubblica direttoriale Monarchia orleanista REPUBBLICA SEMI- PRESIDENZIALE a prevalenza presidenziale a prevalenza del governo Monarchia parlamentare Repubblica Parlamentare Governo di gabinetto Governo dassemblea Governo parlamentare razionalizzato Governo con premier elettivo

8 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare il corpo elettorale elegge il presidente e il parlamento il presidente è titolare del potere esecutivo (insieme capo dello stato e capo del governo) il parlamento non può sfiduciare il presidente il presidente non può sciogliere il parlamento LA FORMA DI GOVERNO PRESIDENZIALE

9 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare Il Governo presidenziale Corpo elettorale Presidente (capo dello stato e dellesecutivo) Assemblea

10 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare il corpo elettorale elegge il parlamento lesecutivo (capo dello stato e governo) è collegiale ed è eletto dal parlamento il parlamento non può sfiduciare il governo il governo non può sciogliere il parlamento LA FORMA DI GOVERNO DIRETTORIALE

11 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare GOVERNO DIRETTORIALE Direttorio ( capo dello stato collegiale – governo) Parlamento Corpo elettorale

12 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare il corpo elettorale elegge il parlamento il capo dello stato ha funzioni limitate lesecutivo (primo ministro e gabinetto) si poggia sul rapporto di fiducia con il parlamento il parlamento può sfiduciare il governo il governo può provocare lo scioglimento del parlamento LA FORMA DI GOVERNO PARLAMENTARE

13 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare GOVERNO PARLAMENTARE Presidente Corpo elettorale Parlamento Governo

14 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare il corpo elettorale elegge il presidente e il parlamento il presidente ha funzioni rilevanti anche di indirizzo politico il vertice dellesecutivo è «a due teste» (presidente e primo ministro) il governo è legato al parlamento da rapporto fiduciario il parlamento può sfiduciare il governo il presidente può sciogliere il parlamento LA FORMA DI GOVERNO SEMI-PRESIDENZIALE

15 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare Governo semi-presidenziale Corpo elettorale Presidente Governo Assemblea

16 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare PROFILI STORICI DELLA FORMA DI GOVERNO IN ITALIA PROFILI STORICI DELLA FORMA DI GOVERNO IN ITALIA La forma di governo statutaria MONARCHIA PARLAMENTARE (DUALISTA) MONARCHIA COSTITUZIONALE

17 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare PROFILI STORICI DELLA FORMA DI GOVERNO IN ITALIA La forma di governo repubblicana Assemblea costituente governo parlamentare «da disciplinarsi tuttavia con dispositivi costituzionali idonei a tutelare le esigenze di stabilità dellazione di governo e ad evitare le degenerazioni del parlamentarismo» Costituzione Artt. 92, 94, 95 governo parlamentare a direzione plurima (dissociata)

18 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare Referendum elettorale del 2 giugno 1991: dalle preferenze plurime alla preferenza unica per lelezione della Camera Legge 81/1993: elezione diretta del sindaco e del presidente della provincia Referendum elettorale del 18 aprile 1993: dal proporzionale al maggioritario per lelezione del Senato Legge 276 e legge 277/1993: elezione del Senato e della Camera con sistema prevalentemente maggioritario uninominale Legge 43/1995: elezione dei consigli regionali con indicazione del candidato presidente e premio di maggioranza Legge cost. 1/1999: elezione diretta del presidente della giunta regionale (nelle quindici regioni ordinarie) Legge cost. 2/2001: elezione diretta del presidente della regione (regioni speciali: Sicilia, Sardegna, Friuli-Venezia Giulia, prov. autonoma di Trento) Legge 270/2005: dal maggioritario uninominale al proporzionale con premio RIFORME ELETTORALI E TRASFORMAZIONI DELLA FORMA DI GOVERNO: VERSO GOVERNI DI LEGISLATURA A DIREZIONE MONOCRATICA

19 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare L«INDICAZIONE» DEL CANDIDATO PREMIER Scheda elettorale 13 maggio 2001 (Camera uninominale e Senato) (nome del candidato del collegio)

20 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare BIPOLARISMO E ALTERNANZA Le elezioni politiche: maggioritario uninominale ( ) * (seggi maggioritari + seggi proporzionali) Camera 1994 Senato 1994 Camera 1996 Senato 1996 Camera 2001 Senato 2001 Polo destra 366 (302+64) 156 (128+28) 246 (169+77) 116 (67+49) 368 (282+86) 177 (152+25) Polo sinistra 213 (164+49) 122 (96+26) 320 (262+58) 167 (144+23) 250 (192+58) 128 (77+51) Terzi poli e altri 51 (9+42) 37 (8+29) 64 (44+20) 32 (21+11) 12 (1+11) 10 (3+7)

21 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare Legge 270/2005 Legge 270/2005 (modifiche alle leggi elettorali della Camera e del Senato) «[...] i partiti e i gruppi politici organizzati che si candidano a governare depositano il programma elettorale nel quale dichiarano il nome e cognome della persona da loro indicata come capo della forza politica. I partiti o i gruppi politici organizzati tra loro collegati in coalizione che si candidano a governare depositano un unico programma elettorale nel quale dichiarano il nome e cognome della persona da loro indicata come unico capo della coalizione. Restano ferme le prerogative spettanti al presidente della Repubblica previste dallarticolo 92, secondo comma, della Costituzione» (CD scheda illustrativa – manuale elettorale S scheda illustrativa ) scheda illustrativa manuale elettorale scheda illustrativa scheda illustrativa manuale elettorale scheda illustrativa L«INDICAZIONE DEL CAPO DELLA COALIZIONE» L«INDICAZIONE DEL CAPO DELLA COALIZIONE»

22 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare BIPOLARISMO E ALTERNANZA BIPOLARISMO E ALTERNANZA Le elezioni politiche: proporzionale con premio di maggioranza Le elezioni politiche: proporzionale con premio di maggioranza (2006) Centro-sinistra (coalizione Prodi) Camera 341 seggi Senato 154 seggi Centro-destra (coalizione Berlusconi) Camera 277 seggi Senato 155 seggi SENATORI A VITA SENATORI A VITA

23 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare BIPOLARISMO E ALTERNANZA BIPOLARISMO E ALTERNANZA Le elezioni politiche: proporzionale con premio di maggioranza (13-14 aprile 2008) SILVIO BERLUSCONI Centro-destra VALTER VELTRONI Centro-sinistra PIER FERDINANDO CASINI Udc UNIONE DI CENTRO PARTITO DEMOCRATICO ITALIA DEI VALORI MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA ALL.PER IL SUD LEGA NORD POPOLO DELLA LIBERTA CAMERA Totale Totale 246 Totale 36 SENATO Totale Totale 132 Totale 3 Italia + Estero SENATORI A VITA SENATORI A VITA CAMERA CAMERA Altri: - CAMERA CAMERA SENATO SENATO - SENATO SENATO

24 Istituzioni di diritto pubblico Giuseppe G. De Cesare VERSO UN GOVERNO DI LEGISLATURA A DIREZIONE MONOCRATICA Dichiarazione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al termine delle consultazioni Palazzo del Quirinale, 7 maggio 2008 Dichiarazione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al termine delle consultazioni (Governo Prodi II) Palazzo del Quirinale 16 maggio 2006


Scaricare ppt "Istituzioni di diritto pubblico 08-09 Giuseppe G. De Cesare LORGANIZZAZIONE E LESERCIZIO DEL POTERE POLITICO."

Presentazioni simili


Annunci Google