La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Classificazione, Diagnostica Michele Capozzi Reparto di Ortopedia e Traumatologia Resp. Dr. M. Capozzi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Classificazione, Diagnostica Michele Capozzi Reparto di Ortopedia e Traumatologia Resp. Dr. M. Capozzi."— Transcript della presentazione:

1 Classificazione, Diagnostica Michele Capozzi Reparto di Ortopedia e Traumatologia Resp. Dr. M. Capozzi

2 Castel del Monte – Bari 1996 (per gentile concessione di S. Bello)... non programmare un intervento equivale a programmarne il suo fallimento! H. Wagner H. Wagner CONCLUSIONI

3 La classificazione è un orientamento, una necessità, in particolare per gli autori anglo-sassoni, di assimilare La Frattura ad un gruppo di fratture e … proporne la relativa soluzione

4 Epidemiologia Fratture Peri Protesiche Spalla: fratture rare (incidenza 0.5 – 3%) fratture rare (incidenza 0.5 – 3%) difficili per il paziente e per il chirurgo difficili per il paziente e per il chirurgo fratture dellomero fratture dellomero

5 Classificazioni Groh GI, Rockwood CA et al.: AAOS, 1994 I: prossimale allapice dello Stelo I: prossimale allapice dello Stelo II: allapice dello stelo Stelo II: allapice dello stelo Stelo III: distale allapice dello stelo III: distale allapice dello stelo Wright TW, Cofield RH: JBJS Am, 1995 A: dallapice dello Stelo prossimalmente A: dallapice dello Stelo prossimalmente B: dallapice dello Stelo distalmente B: dallapice dello Stelo distalmente C: distale allo Stelo protesico C: distale allo Stelo protesico Basate sulla Sede Anatomica della Frattura

6 Classificazione Campbell JT, et al.: JSES, 1998

7 TIPO: trasversa, obliqua, spirale, comminuta TIPO: trasversa, obliqua, spirale, comminuta SEDE: A – B – C – D (basata su rilievi intraoperatori e su Rx) SEDE: A – B – C – D (basata su rilievi intraoperatori e su Rx) OSTEOPENIA – OSTEOPOROSI: 75% (30% gravi) OSTEOPENIA – OSTEOPOROSI: 75% (30% gravi) 5 MECCANISMI EZIO-PATOGENETICI 5 MECCANISMI EZIO-PATOGENETICI

8 MECCANISMI EZIO-PATOGENETICI INTRA-OPERATORI INTRA-OPERATORI (Bonutti PM, Hawkins RJ, JBJS Am: 1992) (Bonutti PM, Hawkins RJ, JBJS Am: 1992) overzealous reaming overzealous reaming overzealous impaction overzealous impaction overzealous manipulation overzealous manipulation POST-OPERATORI POST-OPERATORI (Boyd AD et al. JBJS Am: 1992) (Boyd AD et al. JBJS Am: 1992) caduta accidentale caduta accidentale incidente stradale motocicli incidente stradale motocicli

9 PATOGENESI caduta caduta frattura inevitabile o intenzionale durante revisione (i.e. rimozione di uno stelo fisso) frattura inevitabile o intenzionale durante revisione (i.e. rimozione di uno stelo fisso) eccessiva extrarotazione del braccio per difficile esposizione (grandi muscoli, cicatrici pregresse) eccessiva extrarotazione del braccio per difficile esposizione (grandi muscoli, cicatrici pregresse) eccessivo alesaggio endosteale (stress-riser formation frattura spirale) eccessivo alesaggio endosteale (stress-riser formation frattura spirale) sovradimensionamento di broccia e stelo (hoop stress frattura trasversa od obliqua) sovradimensionamento di broccia e stelo (hoop stress frattura trasversa od obliqua) Campbell JT, et al.: JSES, 1998

10 Worland RL: JSES, 1999 Classificazione

11 Classificazione Worland 1999 A: intorno alla tuberosità A: intorno alla tuberosità B1: frattura spirale intorno allo stelo (stabile) B1: frattura spirale intorno allo stelo (stabile) B2: frattura obliqua corta o trasversa intorno allapice dello stelo (stabile) B2: frattura obliqua corta o trasversa intorno allapice dello stelo (stabile) B3: frattura intorno allo stelo (instabile) B3: frattura intorno allo stelo (instabile) C: frattura distale allapice dello stelo C: frattura distale allapice dello stelo Basata su Sede anatomica e Stabilità dellimpianto

12 Wright TW, Cofield RH: JBJS Am, 1995 e 2009 Intra e post operatorie Intra e post operatorie Range di complessità: Range di complessità: non dislocata - stabile non dislocata - stabile comminuta – altamente instabile comminuta – altamente instabile Comorbilità Comorbilità Classificazione

13 Frattura intra-operatoria + frequenti + frequenti generalmente osso intorno alla protesi generalmente osso intorno alla protesi + frequenti nelle revisioni + frequenti nelle revisioni stabile o instabile stabile o instabile Stabile: quando si impatta la broccia o lo stelo nel colpo finale frattura metafisaria con minima dislocazione frattura benigna con minimo trattamento cerchiaggio o fissazione interna

14 Instabili: quando si alesa il canale diafisario (lomero non è il femore) o quando non cè una completa esposizione rotazione dellomero durante la dislocazione e la riduzione dellimpianto o nel tentativo di esposizione della glenoide fratture lunghe (oblique e/o spirali) estese oltre lapice dello stelo omerale impianto instabile long stem e cerchiaggi

15 Frattura post-operatoria trauma a bassa energia trauma a bassa energia + frequentemente distale alla protesi + frequentemente distale alla protesi omero a rischio: omero a rischio: cattiva qualità dellosso cattiva qualità dellosso eccessivo alesaggio eccessivo alesaggio pz. con A.R. con protesi di spalla e gomito omolaterali pz. con A.R. con protesi di spalla e gomito omolaterali la protesi inversa è più a rischio di frattura per la natura constrained della protesi la protesi inversa è più a rischio di frattura per la natura constrained della protesi

16 età avanzata età avanzata osteoporosi osteoporosi A.R. A.R. sesso femminile sesso femminile precedente frattura omero prossimale precedente frattura omero prossimale revisione protesica revisione protesica Paziente Chirurgo Difficile o poco estesa esposizione Comorbilità (Boyd AD et al.: JBJS Am, 1992)

17 Valutazione Diagnostica

18 Rx di buona qualità Rx di buona qualità A-P lunga A-P lunga A-P in R. E. a 40° lunga A-P in R. E. a 40° lunga Ascellare lunga Ascellare lunga Laterale dellomero lunga Laterale dellomero lunga

19 Se limpianto andava male prima della frattura Se limpianto andava male prima della frattura TC (valutazione glena e cuffia dei rotatori) TC (valutazione glena e cuffia dei rotatori) VES e PCR (rischio dinfezione) VES e PCR (rischio dinfezione)

20 La complicanza FppS è insolita, ma è in aumento il numero di componenti omerali che si impiantano e cè lincremento delle aspettative di vita che potrebbero portare + anziani osteoporotici e di sesso femminile prevalente ad incrementare il numero di complicanze traumatiche… La complicanza FppS è insolita, ma è in aumento il numero di componenti omerali che si impiantano e cè lincremento delle aspettative di vita che potrebbero portare + anziani osteoporotici e di sesso femminile prevalente ad incrementare il numero di complicanze traumatiche… … aumentata incidenza per laumento degli impianti non cementati, per cui il chirurgo ricerca il press-fit Considerazioni Finali

21 Castel del Monte – Bari 1996 (per gentile concessione di S. Bello)... non programmare un intervento equivale a programmarne il suo fallimento! H. Wagner H. Wagner


Scaricare ppt "Classificazione, Diagnostica Michele Capozzi Reparto di Ortopedia e Traumatologia Resp. Dr. M. Capozzi."

Presentazioni simili


Annunci Google