La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il modulo polveri fini Anna Fraccaroli. stimare PM10, PM2.5, PM1 e PM0.1 attraverso le distribuzioni granulometriche definite per ogni attività. Emissioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il modulo polveri fini Anna Fraccaroli. stimare PM10, PM2.5, PM1 e PM0.1 attraverso le distribuzioni granulometriche definite per ogni attività. Emissioni."— Transcript della presentazione:

1 Il modulo polveri fini Anna Fraccaroli

2 stimare PM10, PM2.5, PM1 e PM0.1 attraverso le distribuzioni granulometriche definite per ogni attività. Emissioni di polveri fini Metodologia Obiettivo da emissioni misurate da emissioni stimate

3 Tabelle E presente in realtà una sola tabella: DIST_POLVERI (campi: ID_INQUINANTE, ID_ATTIVITA, ID_COMBUSTIBILE, PERC_DIST) che riporta per ogni attività e combustibile la distribuzione granulometrica percentuale dellinquinante rispetto al PTS. Ad esempio: ID_INQUINANTE = 33 ID_ATTIVITA = 209 ID_COMBUSTIBILE = 23 PERC_DIST = 0.45 Il PM2.5 per lattività Cemento con combustibile olio è pari al 45% del PTS.

4 Algoritmo Due possibili casi: Emissioni misurate (M)MG EmissionePTS * perc_dist = Emissione(PM10, PM2.5…) Emissioni stimate (P o D)PG, DG FE_PTS * indicatore* perc_dist = Emissione(PM10, PM2.5…) granulometria

5 Caso particolare Lemissione misurata è di PM10 (e non PTS): EmissionePM10 * perc_dist / perc_dist PM10 = Emissione(PM2.5, PTS …)

6 Risultati Nel caso delle emissioni puntuali il modulo prende in ingresso i dati dalla TABOUTPUT_P e alla fine dei calcoli li riscrive in TABOUTPUT_P (con tipo emissione PG o MG). In questo caso non si hanno le informazioni relative a stabilimento, linea e camino (PUNTUALI_INTERMEDI) Per le diffuse, invece, il modulo legge i dati dalla TABOUTPUT e li riscrive in TABOUTPUT assegnandovi il tipo emissione DG.

7 Esempi – emissioni puntuali Caso 1: solo PTS misurato (tipo emissione M) Si applica la formula EmissionePTS * perc_dist = Emissione(PM10, PM2.5…) e si assegna alle polveri così calcolate il tipo emissione MG.

8 Esempi – emissioni puntuali Caso 2: PTS e PM10 misurati (tipo emissione M) Si applica la formula EmissionePM10 * perc_dist / perc_dist PM10 = Emissione(PM2.5, PM1..) e si assegna alle polveri così calcolate il tipo emissione MG.

9 Esempi – emissioni puntuali Caso 3: nessun tipo di polvere misurato Si applica la formula FE_PTS * indicatore* perc_dist = Emissione(PM10, PM2.5…) e si assegna alle polveri così calcolate il tipo emissione PG.

10 Esempi – emissioni diffuse Un solo caso: nessun tipo di polvere misurato Si applica la formula FE_PTS * indicatore* perc_dist = Emissione(PM10, PM2.5…) e si assegna alle polveri così calcolate il tipo emissione DG.


Scaricare ppt "Il modulo polveri fini Anna Fraccaroli. stimare PM10, PM2.5, PM1 e PM0.1 attraverso le distribuzioni granulometriche definite per ogni attività. Emissioni."

Presentazioni simili


Annunci Google