La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.sa Anna Monguzzi INEMAR Inventario emissioni La stima delle emissioni dagli Aeroporti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.sa Anna Monguzzi INEMAR Inventario emissioni La stima delle emissioni dagli Aeroporti."— Transcript della presentazione:

1 Dott.sa Anna Monguzzi INEMAR Inventario emissioni La stima delle emissioni dagli Aeroporti

2 Atmospheric Emission Inventory Guidebook. Sono state utilizzate le Linee guida dellEEA contenute nel Atmospheric Emission Inventory Guidebook. La classificazione Corinair individua le seguenti attività: Traffico nazionale (ciclo LTO - < 1000 m) Traffico internazionale (ciclo LTO - < 1000 m) Traffico internazionale (ciclo LTO - < 1000 m) Traffico nazionale di crociera (> 1000 m) Traffico internazionale di crociera (> 1000 m) Mezzi di supporto a terra Mezzi di supporto a terra Metodologia di stima

3 Landing/Take off cycles (LTO) Landing/Take off cycles (LTO): include tutte le attività e le operazioni di un aereo al di sotto del limite dei 1000 m., che corrisponde allaltezza standard della zona di rimescolamento Cruise Cruise: comprende le fasi di volo al di sopra dei 1000 m. Il percorso compiuto da un aereo può essere scomposto in due fasi:

4 ciclo LTO Un ciclo LTO è suddiviso in cinque fasi: Approach Approach: misurato dal momento in cui laereo entra nella zona di mescolamento al momento dellatterraggio Taxi/idle in Taxi/idle in: tempo trascorso dopo latterraggio fino a quando laereo viene parcheggiato e i motori vengono spenti Taxi/idle out Taxi/idle out: periodo che intercorre tra lavvio del motore e il decollo Take off Take off: corrisponde alla fase di regolazione finche laereo raggiunge i m. di quota Climb out Climb out: periodo successivo al decollo che termina quando laereo supera la zona di mescolamento Atterraggio Decollo

5 LINATE MALPENSA ORIO AL SERIO numero di voli Per la stima delle emissioni sono stati utilizzati come indicatore il numero di voli avvenuti nel corso del 2003, dettagliati per: Sono stati presi in considerazione gli aeroporti di: codice ICAO tipo di spostamento (decollo o atterraggio) tipo di volo (nazionale/internazionale) ora del giorno

6 Fattori di emissione Sono stati utilizzati i fattori di emissione proposti dal Atmospheric Emission Inventory Guidebook. Alle 210 principali tipologie ICAO circolanti è stato associato uno dei 45 aerei (e fattori di emissione corrispondenti), sulla base del tipo di motore e della relativa potenza. Il fattore di emissione per PM10 e per PM2.5 è stato tratto da EPA.

7 A_FASE_MOVIMENTOA_LUNG_ROTTEA_PERC_ROTTEA_NAZ_VOLIA_TIPO_AEREOA_FEA_VOLI Tabelle INEMAR A_FASE_MOVIMENTOA_LUNG_ROTTEA_PERC_ROTTEA_NAZ_VOLIA_TIPO_AEREOA_FEA_VOLI fasi di movimento ciclo LTOlunghezza rotte per comunepercentuale utilizzo rotte in A e DF.E. per ogni fase ciclo LTONumero movimenti per tipo ICAO, nazionalità, fase movimento ed ora A_FASE_MOVIMENTOA_LUNG_ROTTEA_PERC_ROTTEA_NAZ_VOLIA_TIPO_AEREOA_FEA_VOLI voli nazionali/internazionalielenco tipi ICAO circolanti A_FASE_MOVIMENTOA_LUNG_ROTTEA_PERC_ROTTEA_NAZ_VOLIA_TIPO_AEREOA_FEA_VOLI

8 Algoritmo di stima Per ogni inquinante la stima dellemissione è la seguente: EmA i,j,k,w = FE_AEREI i,j * NUM_MOVIMENTI i,k,w /1000 dove: EmA i,j,k,w = emissioni per ogni codice aereo i, per ogni fase di movimento j, per nazionalità w, nellora k [t/anno] FE_AEREO i,j = fattore di emissione per ogni codice aereo i e per ogni fase di movimento j [kg/volo] NUM_MOVIMENTI i,k,w = numero di movimenti per ogni codice aereo i e per decollo o atterraggio (legati alle fasi di movimento), per ogni nazionalità w, nellora k [voli/ora]

9 Algoritmo di stima Dallesecuzione del sopracitato algoritmo si generano 3 tabelle: A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI_ORA A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI_ORA A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI_AV A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI_AV

10 Algoritmo di stima A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI_ORA Nella tabella A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI_ORA vengono scritte le emissioni totali (di tutti gli aerei sommati indipendentemente dalla tipologia ICAO) distinte per ogni ora dellanno k (EmA_I_O), per aeroporto e con il tipo di emissione (AV per gli aeromobili): EmA_I_O k = i,j,w EmA i,j,k,w

11 Algoritmo di stima A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI Nella tabella A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI vengono scritte le emissioni annue (somma di tutte le emissioni orarie k) distinte per codice aereo ICAO (EmA_I), id_attività (402 o 403 a seconda della nazionalità w del volo), fase di movimento j (decollo o atterraggio) e con il tipo di emissione (AV per gli aeromobili): EmA_I i,j,w = k EmA i,j,k,w

12 Algoritmo di stima Per disaggregare le emissioni del singolo aeroporto nei comuni su cui insistono le rotte degli aerei nelle fasi di atterraggio e decollo, sono stati presi in considerazione i tracciati radar, da cui sono state ottenute: le rotte di volo (SID) e la loro suddivisione per comune (tabella A_LUNGH_ROTTE) la frequenza di percorrenza delle rotte, distinguendo tra arrivi e decolli (tabella A_PERC_ROTTE )

13 Algoritmo di stima lungh_rotta m EmA_I_AV m,w = i,j, EmA_I i,j,w * perc_voli* lungh_rotta m,r A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI_AV Nella tabella A_RIS_AEROPORTI_INTERMEDI_AV vengono riportate le emissioni annue (somma di tutte le emissioni orarie k) distinte per istat comune m (EmA_I_AV), id_attività (402 o 403 a seconda della nazionalità w del volo) e con il tipo di emissione (AV per gli aeromobili):

14 Trattamento dati sono stati decodificati i codici ICAO degli aeroporti assegnando la rispettiva nazionalità e successivamente lID_NAZ attraverso una ricerca internet sui siti: per ciascun codice ICAO è stato identificato il nome del modello di aereo corrispondente, il tipo di motore e la relativa potenza attraverso una ricerca internet sui siti:www.airliners.netwww.jp4.itwww.icao.int/anb/ais/8643/index.cfm

15 Mezzi a terra - Metodologia di stima Per mezzi di supporto a terra (Ground Support Equipment) si intende: il trasporto di passeggeri, equipaggi e bagagli; le attività di assistenza agli aeromobili (rifornimenti, servizi tecnici, deicing, toilette, pulizie cabine, catering); la gestione e manutenzione piste e aree verdi (pulizia piste e piazzale sgombero neve, sfalcio meccanico).

16 Mezzi a terra - Metodologia di stima Non avendo però ottenuto dati sul numero di spostamenti dei mezzi a terra, sul tipo di GSE associato ai diversi tipi di aerei o sul consumo di carburante, sono stati previsti degli spostamenti probabili di mezzi a terra. 3 tipi di mezzi a terra autobus passeggeri, auto di servizio e camion In particolare è stato ipotizzato lutilizzo di 3 tipi di mezzi a terra per ciascuna categoria di aeromobile: autobus passeggeri, auto di servizio e camion. Sono stati quindi utilizzati i fattori di emissioni previsti per questi tipi di mezzi dalla metodologia COPERT III, fissando dei tempi operazionali standard.

17 Mezzi a terra - Metodologia di stima Per ogni inquinante la stima dellemissione secondo è: EmMT z,i,j, K = FE_MT z * TEMPO_SPEC_FUNZ z,i,j /1000 EmMT z,i,j,k = emissioni per ogni mezzo a terra z associato allaereo i, per ogni fase di movimento j nellora k (t/anno) FE_MT z = fattore di emissione per ogni tipo di mezzo a terra z (kg/min) TEMPO_SPEC_FUNZ z,i,j = tempo di funzionamento per il tipo di mezzo a terra z associato allaereo i, per fase movimento j (min)


Scaricare ppt "Dott.sa Anna Monguzzi INEMAR Inventario emissioni La stima delle emissioni dagli Aeroporti."

Presentazioni simili


Annunci Google