La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alfabeto dell´autismo Vickie McLendon, BCABA ElaineJohnson, BCABA Bay District Schools Autism Team 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alfabeto dell´autismo Vickie McLendon, BCABA ElaineJohnson, BCABA Bay District Schools Autism Team 1."— Transcript della presentazione:

1 Alfabeto dell´autismo Vickie McLendon, BCABA ElaineJohnson, BCABA Bay District Schools Autism Team 1

2 Che cos´è l´autismo? Disturbo neurologico che dura tutta la vita Influisce le capacità di: comunicare capire la lingua giocare e interreagire in società Di solito si manifesta intorno al terzo anno della vita 2

3 Disabilità di diverse gravità Diversi influssi nel caso di ogni individuo Diversi gradi di disabilità Spesso si manifesta insieme ad altre disabilità 3

4 Disturbo pervasivo dello sviluppo (PDD) Un insieme di disturbi caratterizzati da uno sviluppo ritardato di socializzazione e di comunicazione 4

5 Il termine l´autismo comprende: Disturbo autistico Sindrome di Asperger Altri disturbi pervasivi dello sviluppo non specificati (PDD/NOS) Sindorme di Rett Disturbo di disintegrazione infantile (CDD, Sindrome di Heller) 5

6 Prevalenza 2007 Centro del controllo di malattie: 1 bambino su 150 in America soffre di uno dei disturbi del spettro autistico (ASD) Organizzazione americana per l´autismo: il problema dell´autismo concerne 1,5 million degli americani e delle loro famiglie Durante questo giorno almeno 50 famiglie negli Stati Uniti sapranno che il loro bambino soffre dell´autismo (ASA) 6

7 Segni premonitori dell´ASD (dai bambini entro i 24 mesi di età) Assenza di un sorriso espressivo oppure di altre espressioni calorose e vivaci della faccia a 6 mesi di età; Assenza della ripetizione di suoni, sorrisi e di altre espressioni della faccia a 9 mesi di età; Assenza del canticchiare a 12 mesi di età; 7

8 Non risponde al suo nome a 12 mesi di età; Assenza dei gesti (indicazione, saluti con la mano) a 12 mesi di età; Nessuna parola intera a 16 mesi di età; Nessun tentativo di usare oggetti a 18 mesi di età; Nessuna frasi spontanea di due parole (non l´ecolalia) a 24 mesi di età; Qualsiasi perdita di capacità linguistiche e sociali a qualsiasi età (FIRST WORDS Project, the Early Social Interaction Project, and FSU CARD) 8

9 Quali sono le cause? Rimangono sconosciute Studiosi credono che ci sia un forte influsso di fattori genetici e tutta una serie di possibili fattori esterni e di iniziatori dall´ambiente Non è provocato da un trattamento cattivo dei genitori 9

10 Come viene diagnosticato l´autismo? Attraverso un´osservazione di comunicazione, comportamento e degli stadi di sviluppo Non esistono test diagnostici Criteri diagnostici del disturbo autistico sono definiti nel manuale DSM IV 10

11 Caratteristica Autismo è un disturbo con diversi gradi di disabilità che si manifesta attraverso diverse caratteristiche: 1. Comportamento sociale atipico (assenza della comprensione sociale, pochi interessi per altri) 2. Disturbi legati alla comunicazione e a capacità linguistiche 3. Limitato repertorio d´interessi, attività e problemi con lo sviluppo dell´immaginazione e del gioco. 11

12 Interessi degli altri / sviluppo sociale Mancanza di reciprocità sociale, empatia e di capacità di rendersi conto della diversa prospettiva degli altri Mancanze nel creare dei rapporti con i coetanei Assenza del cercare spontaneamente la partecipazione alla felicità, interessi e successi. 12

13 Comunicazione: Insufficiente comprensione della reciprocità in comunicazione Difficoltà nel capire e nel uso di segnali non verbali Qualche volta la loro manifestazione linguistica può sembrare incomprensibile Incapacità di capire concetti linguistici astratti Interpretazione molto concreta e letterale 13

14 Comunicazione (continuazione) Non devono capire a che cosa serve la lingua Difficoltà con controllo dell´intensità della voce, cadenza e l´intonazione Possono apparire ecolalie oppure l´uso ripetitivo di frasi sentite Possono avere un ampio lessico ma manca la capacità di usarlo bene Rispondono alle domande con difficoltà 14

15 Sensi: vista e olfatto Possono essere molto sensibili Possono chiedere una dieta specifica Spesso sono molto restrittivi per quanto riguarda cambi, possono mangiare gli stessi piati alla stessa ora. 15

16 Tatto Appare un´avversione al contatto anche leggero e a certi tessuti Possono cercare un abbraccio forte Possono avere dei problemi con l´adattamento di vestiti al tempo Possono essere affascinati dal tocco di certe superfici 16

17 Vista Possono avere sguardi particolari Possono mettere cose in una linea Gli può dare fastidio la luce (a fluorescenza) Possono avere una vista distratta 17

18 Udito Abbiamo la capacità di filtrare rumori, persone con autismo ogni tanto non dispongono di questa capacità Possono concentrarsi sulle informazioni sbagliate Il loro udito si può trovare nello stato come se ascoltaste tutte le radio in un momento Possono udire a scelta Certi suoni gli possono dare disturbo 18

19 Necessità di uguaglianza Di solito sono resistenti a cambi Creano una routine velocemente Possono avere la necessità di ripetizione prima di continuare con un´attività Possono avere una piccola quantità oppure solo un ambito d´interessi in cui sono molto bravi. 19

20 Altre caratteristiche Gioco è il lavoro e al contrario Problemi di generalizzazione Atteggiamento insopprimibile Sviluppo sproporzionato Difficoltà negli spostamenti Problemi con tempo libero (TEACCH) 20

21 Caratteristiche collaterali dell´ASD È possibile osservare uno o più di uno degli atteggiamenti successivi: Breve attenzione/ iperattività/ impetuosità Aggressione Comportamento autodistruttivo Esplosioni di rabbia, cambiamenti di comportamento Assenza di paura dei pericoli 21

22 Ostacoli nell´imparere: Dificoltà nel capire (mascherata da un grande lessico) Progettazione, organizzazione e superamento degli ostacoli. Conoscenza di che cosa fare, come, quando, come iniziare e finire. Generalizzazione e applicazione di capacità alle situazioni nuove. 22

23 Insegnamento con successo: Allestimento di un´aula in maniera che si aumenti la comprensione di quello che si aspetta. Fornimento di istruzioni dirette allo scopo di imaparare a comunicare e abilità sociali. Uso di sussidi visuali come sono calendari avvenimenti, carte ausiliari, storie. Generalizzazione pianificata delle competenze 23

24 Insegnamento con successo: Aspetto di una classe: Principi del TEACCH che comprendono sussidi visuali e calendari. Studenti stabiliscono la disposizione dell´aula Fornire condizioni per dare istruzioni ad uno dopo l´altro e dentro piccoli gruppi. 24

25 Organizzazione dell´aula: 25

26 26

27 Limiti fisici: 27

28 Insegnamento con successo: Consigli per l´insegnamento: Spiegate e descrivete le attività e regole Cercate di essere più semplici, chiari e positivi nel dare istruzioni Una grande quantità di lodi e premi materiali per reazioni giuste e adeguate Intercettate motivatori urgenti, seguite che cosa attira l´attenzione del bambino Promuovete spontaneità! (Solutions for Language Training by Dr. Partington) 28

29 Strategie di come promuovere certi tipi di comportamento Assumete l´approccio proattivo (non prendetela personalmente). Assicuratevi che i bambini hanno a disposizione i sussidi visuali adeguati, l´ambiente adatto e il supporto sociale. Usate uno stile di comportamento tranquillo, prevedibile ma flessibile insieme alla pazienza e carità. 29

30 Componenti fondamentali d´istruzione Concilio nazionale di ricerca (2001): Programmi d´intervenzione appena viene costatata la diagnosi dell´ASD Un´inclusione attiva in un intensivo programma istruttivo (per tutto il giorno scolastico e tutto l´anno) Insegnamento ripetitivo organizzato a brevi intervalli con l´istruzione uno dopo l´altro o in piccoli gruppi 30

31 Componimenti fondamentali d´istruzione (continuazione) Inserimento della famiglia Meccanismi di controllo del programma e della progressione di un bambino con successive modifiche adeguate 31

32 Vi servono altre informazioni? CARD (Center for Autism and Related Disabilities) Catherine Maurices book: Behavioral Intervention For Young Children With Autism Assessment of Basic Language and Learning Skills by Drs. Mark Sunberg and Jim Partington ABA program at FSU Autism Society of America 32

33 Fonti Autism Society of America Teaching Tools for Young Children TEACCH (Treatment and Education of Autistic and related Communication handicapped Children) How to Be a Para Pro- A Comprehensive Training Manual for Paraprofessionals by Diane Twachtman-Cullen The Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders-Fourth Edition (DSM IV) by American Psychiatric Association Center for Autism and Related Disabilities Solutions for Language Training by Dr. James Partington First Words Project, the Early Social Interaction Project, and FSU CARD 33

34 I bambini sono sempre i bambini! 34

35 35

36 36

37 37

38 38

39 39

40 40

41 41

42 42

43 43

44 44

45 45

46 46

47 47

48 48

49 49

50 50


Scaricare ppt "Alfabeto dell´autismo Vickie McLendon, BCABA ElaineJohnson, BCABA Bay District Schools Autism Team 1."

Presentazioni simili


Annunci Google