La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La Scuola fa bene a tutti: stadi di sviluppo del linguaggio scritto obiettivi di potenziamento Dr.ssa Arianna Pasqualotto, Logopedista UOS Età Infantile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La Scuola fa bene a tutti: stadi di sviluppo del linguaggio scritto obiettivi di potenziamento Dr.ssa Arianna Pasqualotto, Logopedista UOS Età Infantile."— Transcript della presentazione:

1 1 La Scuola fa bene a tutti: stadi di sviluppo del linguaggio scritto obiettivi di potenziamento Dr.ssa Arianna Pasqualotto, Logopedista UOS Età Infantile di Martellago, ULSS 13 Dr.ssa Raffaela Zanon, Logopedista

2 COME si impara a leggere e a scrivere? R. Zanon

3 Le modalità con un cui un bambino impara a leggere seguono delle tappe più o meno costanti ed universali. Il modello evolutivo che descrive in maniera accurata le tappe dello sviluppo dell’apprendimento della lettura è quello proposto da Uta Frith. Secondo questo modello lo sviluppo delle abilità di lettura segue l’evolversi di quattro stadi o fasi. R. Zanon

4 Livelli di apprendimento della lingua scritta (Uta Frith 1985) Il modello di Frith, essendo un modello a stadi, ipotizza un andamento gerarchico dell'apprendimento della lettura, vale a dire che se il bambino non ha raggiunto le acquisizioni dello stadio logografico non sarà in grado di acquisire competenze dello stadio successivo. R. Zanon

5 Modello di apprendimento della lingua italiana (Uta Frith 1985) Fase logografica Fase alfabetica Fase ortografica Fase lessicale Legge e scrive parole in modo globale basandosi su indici visivi. È come se riconoscesse una figura. Fase pre alfabetica – pre fonetica Si iniziano ad applicare regole di conversione fonema/grafema e grafema/fonema. È in grado di scrivere parole come PANE il n. delle lettere corrisponde al n. dei suoni È in grado di scrivere parole con parti complesse (digrammi e trigrammi). Distingue GHIRO/GIRO BACHI/BACI Le parole vengono lette e scritte senza bisogno di trasformazioni parziali. E’ necessario raggiungere questa fase per scrivere LUNA/L’UNA; HANNO/ANNO

6 STADIO LOGOGRAFICO Fase prealfabetica – prefonetica.  Coincide con l’età prescolare.  Non c’è corrispondenza lettera-suono.  Impara a riconoscere un piccolo insieme di parole basandosi su indici visivi  E’ come se riconoscesse una figura. (non conosce le regole ortografiche né fonologiche delle parole che legge). R. Zanon

7 STADIO ALFABETICO Comincia a costruire il meccanismo di conversione lettera – suono. E’ in grado di scrivere parole come PANE (il numero delle lettere corrisponde al numero dei suoni). R. Zanon

8 STADIO ORTOGRAFICO E’ in grado di scrivere parole che contengono digrammi e trigrammi. Impara le regolarità della propria lingua. Il meccanismo di conversione grafema/fonema si fa più complesso ed egli diviene capace di leggere suoni più complessi rendendo più veloce la lettura. Distingue GIRO / GHIRO BACI / BACHI R. Zanon

9 STADIO LESSICALE Da lettore esperto riconosce parole intere senza recuperare il fonema associato al grafema. Attinge direttamente dal lessico interno E’ necessario raggiungere questa fase per scrivere correttamente LUNA / L’UNA HANNO / ANNO D’ORSO / DORSO ( omofone non omografe) R. Zanon

10 IMPORTANTE!!! Nel processo evolutivo di acquisizione della lettura è fondamentale la fase alfabetica durante la quale attraverso un’analisi visiva delle singole lettere il bambino opera una conversione fonema-grafema. È chiaro che qualsiasi debolezza del sistema di rappresentazione fonologica rende più difficile l’apprendimento della lettura R. Zanon

11 IL PERCORSO DI ACQUISIZIONE DELLA SCRITTURA (Ferreiro-Teberosky) Livello preconvenzionale Livello convenzionale - sillabico Livello convenzionale sillabico - alfabetico Livello convenzionale - alfabetico R. Zanon

12 Il bambino utilizza grafemi grafemi a caso (la parola “SOLE” non è stata dettata) R. Zanon

13 LIVELLO PRECONVENZIONALE il segmento scritto diventa un particolare disegno della realtà lo sforzo cognitivo che caratterizza questa fase è quella della differenziazione i significati che intende rappresentare corrispondono ad una configurazione diversa non c’è valore sonoro convenzionale. I bambini usano grafemi a caso R. Zanon

14 Il bambino utilizza grafema un grafema per ogni sillaba R. Zanon

15 SILLABICO ciò che è rappresentato nella scrittura non è più l’oggetto ma la parola sforzo cognitivo è la stabilità i bambini scoprono il rapporto tra suono e segno tracciano un segno per ogni sillaba della parola R. Zanon

16

17 SILLABICO ALFABETICO è una fase transitoria è una struttura che contiene già delle ipotesi adulte i bambini scrivono una parola con due segni R. Zanon

18 Si evidenziano errorisuono errori di suono e riduzioni gruppo riduzioni di gruppo R. Zanon

19 ALFABETICO in questa fase i bambini sono impegnati a completare la loro conoscenza delle regole di trascrizione i bambini scrivono tutte le sillabe con almeno due segni rimangono da risolvere i problemi relativi alle sillabe che si scrivono con più di due segni e dei suoni che si scrivono con più di un segno /sc/; /gl/; le sillabe che si scrivono con più di due segni /stra/; /stram/; /sta/ R. Zanon

20 Come si può intervenire? intervenire? R. Zanon

21 PER COMINCIARE BENE Uso dello stampato maiuscolo: - è il carattere più semplice - più lineare - formato da linee e cerchi - non ha caratteri confondibili - è di facile esecuzione Presentazione di un solo carattere Lo stampato minuscolo dopo che tutti i suoni compresi quelli complessi sono stati presentati Indicazioni per la scrittura: movimento della mano, direzione del gesto, altezza Per lo stampato maiuscolo utilizzare quaderni da 1 cm I suoni più difficili hanno bisogno di più tempo Insegnare a scrivere con un metodo che utilizzi la sillaba Proporre ogni giorno a tutta la classe giochi linguistici per migliorare la competenza fonologica Lasciare leggere per anticipazione leggere ad alta voce ai bambini lasciare tempo ogni giorno per la lettura individuale silenziosa e “gratuita” R. Zanon

22 LIVELLO PRECONVENZIONALE OBIETTIVO scoprire il valore sonoro convenzionale cioè la corrispondenza suono segno ATTRAVERSO materiale figurato analisi sillabica sintesi sillabica riconoscimento della sillaba iniziale, finale, intermedia molto lavoro a livello orale attraverso le sillabe scritte, con parole ad alta frequenza d’uso, poi media, poi bassa bisillabe piane, trisillabe, ecc R. Zanon

23 LIVELLO CONVENZIONALE SILLABICO OBIETTIVO: scoprire le unità costruttive della sillaba (unità minime-fonemi) ATTRAVERSO materiale figurato lavoro a livello orale i fonemi scritti riconoscimento del fonema iniziale e finale analisi e sintesi fonemica composizione R. Zanon

24 LIVELLO ALFABETICO OBIETTIVO: scoprire il valore sonoro convenzionale complesso cioè padroneggiare la segmentazione e la fusione di parole più complesse per lunghezza e struttura avere controllo sull’ordine dei grafemi nelle parole ATTRAVERSO : analisi e sintesi fonologica dei gruppi consonantici analisi e sintesi fonologica di parole con gruppi consonantici controllo dell’ordine dei grafemi parole con completamenti (cosa manca) materiale figurato lavoro a livello orale fonemi scritti parole ad alta frequenza d’uso lavoro con le griglie R. Zanon

25 Esempi di materiali

26

27

28 BIBLIOGRAFIA Sviluppare le abilita di letto-scrittura – vol.1 e 2 – Antoniotti, Pulga, Turello- ed. Erickson LA DISLESSIA RACCONTATA AGLI INSEGNANTI – Come riconoscerla. Cosa fare in classe. A cura dell’Associazione Italiana Dislessia. Ed. Libriliberi LA DISLESSIA RACCONTATA AGLI INSEGNANTI 2 – prima elementare: prove d’ingresso e proposte di lavoro. A cura dell’Associazione italiana dislessia – ed. Libriliberi DISLESSIA LAVORO FONOLOGICO – tra scuola dell’infanzia e scuola primaria. Esperienze. A cura di M. Meloni. Associazione Italiana Dislessia. Ed Libriliberi GIOCARE CON LE PAROLE- training fonologico per parlare meglio e prepararsi a scrivere. Autori E. Perrotta, e M. Brignola. Erickson. I FONEMI ALL’OMBRA DELLA LUCE- un metodo facilitato per l’apprendimento della lettura e della scrittura. Autore E. Angiporti. Immagini, sillabe e lettere mobile per costruire le parole in allegato al testo. APPRENDERE A LEGGERE E A SCRIVERE – LA LETTURA APPRENDERE A LEGGERE E A SCRIVERE – LA SCRITURA Autori G. stella e J. Pippo – Ed. Omega LE DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO DELLA LETTURA E DELLA SCRITTURA. Strategie per il recupeo del primo ciclo della scuola elementare. In allegato materiale figurato per attività fonologiche. Autori A. Biancardi e G. Stella. Ed Omega DISLESSIA E TRATTAMENTO SUBLESSICALE – Attività di recupero su analisi sillabica, gruppi consonantici e composizione di parole. Autori : S. Cazzaniga, A.M. Re, C. Cornoldi, S. Poli e P. Tressoldi. R. Zanon


Scaricare ppt "1 La Scuola fa bene a tutti: stadi di sviluppo del linguaggio scritto obiettivi di potenziamento Dr.ssa Arianna Pasqualotto, Logopedista UOS Età Infantile."

Presentazioni simili


Annunci Google