La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott. E. Tallarita Direttore di Dipartimento di Riabilitazione Azienda Ospedaliera Sant'Anna di Como 55° Congresso Nazionale SNO Como, 24/04/2015 Lombalgia:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott. E. Tallarita Direttore di Dipartimento di Riabilitazione Azienda Ospedaliera Sant'Anna di Como 55° Congresso Nazionale SNO Como, 24/04/2015 Lombalgia:"— Transcript della presentazione:

1 Dott. E. Tallarita Direttore di Dipartimento di Riabilitazione Azienda Ospedaliera Sant'Anna di Como 55° Congresso Nazionale SNO Como, 24/04/2015 Lombalgia: fisioterapia quando, quale, per quanto tempo?

2 La lombalgia Definizione: dolore al rachide lombare. Puo' essere distrettuale ed interessare il rachide lombare, dorso-lombare, lombosacrale o con irradiazione agli arti inferiori Spesso un dolore inizia in un distretto e poi per compenso, interessa altre sedi del rachide (il rachide è una entità cinetica unica).

3 La lombalgia Cause della lombalgia comune aspecifico: ● lo sforzo fisico legato una attività particolarmente pesante ed usurante ● al sollevamento di oggetti di peso eccessivo ● a movimento brusco

4 La lombalgia La lombalgia è un sintomo e non una malattia. Puo' derivare da numerose condizioni morbose sia vertebrali che extravertebrali. E' in costante aumento, anche in relazione al cambiamento delle abitudini di vita, ed il maggiore sviluppo di professioni che costringono a posizioni obbligate per lunghe ore ed a condurre una vita sempre più sedentaria.

5 La lombalgia DI ORIGINE MECCANICA fisio+farmaci DI ORIGINE INFIAMMATORIA farmaci+fisio DA MALATTIE VISCERALI

6 LOMBALGIA DI ORIGINE MECCANICA Lombalgia comune su base muscolare Ernia del disco Spondiloartrosi Fratture vertebrali Instabilità vertebrale Spondilolistesi Stenosi del canale vertebrale Sindrome del piriforme Sindrome delle faccette articolari

7 LOMBALGIA DI ORIGINE MECCANICA Sindrome del piriforme: Il muscolo può andare incontro a contrattura per trauma, eccessivo sforzo, inattività dei muscoli glutei, ma anche a seguito di miositi o dopo interventi all’anca.

8 LOMBALGIA DI ORIGINE NON MECCANICA Patologie reumatiche (A.R., Spondilite anchilosante, Artrite psoriasica, S.di Reiter, Artriti enteropatiche) Patologie settiche (M. di Pott, Discite, Osteomielite vertebrale, Ascesso epidurale) Morbo di Paget

9 LOMBALGIA DA MALATTIE VISCERALI Patologie vascolari (aneurisma dell’aorta addominale) Patologie del pancreas (neoplasie, pancreatite) Patologie retroperitoneali (neoplasie, ematomi,fibrosi) Patologie renali (Neoplasie, calcolosi, pielonefriti etc) Patologie dell’apparato gastrointestinale (neoplasie, ulcera, rettocolite ulcerosa; sindrome colon irritabile) Patologie dell’apparato genitale (neoplasie, dismenorrea, endometriosi, gravidanza extrauterina)

10 Gli obiettivi riabilitativi sono due: risolvere l’episodio doloroso in corso programma di igiene vertebrale che permetta di evitare le recidive DECORSO NATURALE DELLA LOMBALGIA Nel 85%-90% dei casi la guarigione avviene nell’arco di tre mesi circa; il 40%-50% di questi pazienti tendono alla Lombalgia Recidivante. Il 10%-15% dei casi diverranno Lombalgici Cronici con vario grado di invalidità. Lombalgia: la fisioterapia quando?

11 La lombalgia: la fisioterapia quando? ● rachialgia lieve autolimitantesi, gestita dal MMG ● rachialgia acuta moderato-grave, persistente, ricorrente o cronica----> e' meglio inviarla al fisiatra ● 1) inquadramento diagnostico e terapeutico ● 2) evitare medicalizzazione eccessiva ● 3) per evitare la cronicizzazione del dolore

12 Rachialgia Semafori rossi nell’anamnesi Sindrome della cauda equina Pregressi eventi traumatici Febbre Rapida perdita di peso Pregressa neoplasie Patologia autoimmunitaria Uso prolungato di terapia cortisonica

13 Lombalgia: fisioterapia quale lMetodi: ● Back school ● Mc Kenzie/cyriax/ Maitland ● Meziere/Souchard/ Rieducazione Posturale Globale ● Rieducazione Propriocettiva e di Riprogrammazione Senso-Motoria ● Obiettivi riabilitativi nella lombalgia: ridurre dolore – correggere postura Precoce: rispettare la regola del “non dolore”; rilassamento ed allungamento; inizialmente in scarico vertebrale; mobilizzazione dolce e progressiva; stabilizzazione lombosacrale

14 Lombalgia: fisioterapia quale Back school : “la scuola della schiena” nasce con lo scopo di educare ad un uso sano della schiena, attraverso esercizi posture. Essa unisce i contributi della medicina, della chinesiterapia, dell’ergonomia, della psicologia e dell’educazione alla salute Il programma di lavoro personalizzato comprende: - esercizi utili per automatizzare una corretta postura; - esercizi per stabilizzare e proteggere la colonna vertebrale durante gli sforzi; - esercizi per decomprimere i dischi intervertebrali; - esercizi di compenso per riequilibrare la colonna vertebrale quando l’attività lavorativa o sportiva costringe a posizioni o movimenti che alterano le curve fisiologiche; - esercizi di mobilizzazione e di allungamento muscolare

15 Lombalgia: fisioterapia quale POSTURA CORRETTA: QUELLA IN CUI LA COLONNA ASSUME E MANTIENE LE SUE CURVATURE NATURALI

16 Il mal di schiena Il mantenimento di posture scorrette per tempi prolungati

17 La lombalgia: fisioterapia quale Secondo Mézières/ Souchard/ Rieducazione Posturale Globale è infatti la forma a governare la funzione e non il contrario “curare” la persona cercando di ripristinare la simmetria delle parti con un lavoro di rieducazione di tipo posturale attraverso esercizi che favoriscono l’allungamento dei muscoli privi di elasticità. ogni muscolo del corpo è collegato all’altro e sovrapposto come “tegole” di un tetto andando a costituire diverse catene muscolari: Catena posteriore Catena antero-interiore Catena brachiale anteriore Catena anteriore del collo. il trattamento: una successione di posture, proposte dal terapeuta e mantenute dal paziente. Lo scopo delle posture è di allungare le catene muscolari facendo riferimento alla forma perfetta. Muscolo accorciato e contratturato è un muscolo che non lavora

18 Lombalgia: fisioterapia quale Mc Kenzie/Cyriax/ Maitland/ Maigne: visione meccanicista In cui la disfunzione articolare vertebrale crea dolore. - da ernia/protusione discale - dolore che si modifica con il variare delle posture Usano le manipolazioni come mezzo curativo principale associato al mantenimento di posture correttive (iperestensione) o ad infiltrazioni locali o dei punti trigger La terapia meccanica si basa principalmente sull'educazione del paziente e sull'autotrattamento Eventuali controindicazioni alla terapia meccanica (ernie espulse refrattarie, neoplasie, fratture, osteoporosi, spondilodisciti)

19 Lombalgia: fisioterapia quale Definizione di Manipolazione “ MANOVRE ARTICOLARI BREVI E RAPIDE CHE PORTANO UN’ARTICOLAZIONE AL DI LA’ DEL SUO GIOCO FISIOLOGICO, SENZA OLTREPASSARE I SUOI LIMITI ANATOMICI” ( ROBERT MAIGNE ) Il beneficio della Manipolazione si estende a tutte le strutture del metamero: pelle (migliora i “pincè roulè) muscoli (decontrazione dei cordoni) ligamenti,tendini e capsule

20 La lombalgia IL D.I.M. PROVOCA LA CONTRATTURA DELLA MUSCOLATURA INTERVERTEBRALE DESTINATA AL BLOCCO PROTETTIVO DEL MOVIMENTO DOLOROSO NEL SEGMENTO SOFFERENTE

21 La lombalgia Difficoltà di inquadramento diagnostico Nelle patologie viscerali o in generale nelle lesioni dei tessuti molli esiste una dissociazione topografica tra sede anatomica della lesione e localizzazione del dolore (Kellegren J.H. 1938)

22 Lombalgia: fisioterapia quale Strain Counterstrain/riprogrammazione sensori-motoria : tecnica manuale assolutamente indolore e non traumatica per il paziente. L'assoluta mancanza di controindicazioni nell’utilizzo della tecnica su qualunque tipo di paziente. la maggior parte dei dolori muscolo-scheletrici sono causati da un’errata interpretazione del messaggio afferenziale da parte del sistema nervoso spinale; che induce una scarica riflessa nel motoneurone corrispondente, portando ad un errato stato di tensione, creando il circolo vizioso dolore-contrattura-dolore. Al dott. Jones va il merito della scoperta di punti diagnostici disseminati su tutto il corpo, da lui chiamati "Tender Point" (TP) i quali rappresentano specifiche disfunzioni somatiche e guidano l’operatore durante tutta l’esecuzione del trattamento

23 Lombalgia: fisioterapia per quanto tempo? Metodo Feldenkrais processo di apprendimento individuale basato su una stretta integrazione tra movimenti, sensazioni, sentimenti e pensiero che ha come fine il funzionamento efficiente del corpo umano presa di coscienza delle sensazioni provenienti dal proprio corpo e dall’osservazione non del movimento in sé, ma di “come” il movimento viene eseguito con la richiesta sottesa, quindi, di “imparare ad imparare” ed imparare è certamente diverso dal fare! Migliorando la consapevolezza di sé si arriva ad aumentare la maturazione del sistema nervoso e quindi si giunge ad apprendere delle sequenze di movimenti in maniera più efficace di quanto siano lo sforzo e la forza di volontà secondo il principio del minimo dispendio di energia per il massimo d’efficacia. Si acquisiscono via via nuovi schemi di azione che portano a movimenti consapevoli risultanti dall’azione congiunta tra mente e corpo Yoga Bioenergetica il Pilates fornisce all’attività una componente più fisica cercando di concentrare il lavoro sulla zona addominale con particolare cura per l’allungamento e rinforzo muscolare dei paravertebrali Ginnastica dolce

24 Lombalgia: fisioterapia per quanto tempo? Nuoto o esercizi in acqua?: Utile nelle fasi subacute per armonizzare e rilassare muscolatura assiale e degli arti Alternando gli stili, stile libero e dorso Non rinforza i paravertebrali No delfino, rana e farfalla L’istituto scientifico italiano sulla colonna vertebrale Isico ha presentato uno studio all’International Society for the Study of the Lumbar Spine tenutosi dal 13 al 17 maggio a Chicago con come oggetto il nuoto e la scoliosi.

25 Lombalgia: fisioterapia per quanto tempo? Trattamento della Lombalgia con: - Mezzi fisici antalgici: ipertermia, tecarterapia, laser, T.E.N.S., diadynamic, ultrasuoni, magnetoterapia, FREMS. - Massoterapia decontratturante. - Trazione - Mesoterapia/ozonoterapia/agopuntura - infiltrazioni

26 La lombalgia: per quanto tempo? Prevenzione primaria “la soluzione principale per prevenire i disordini alla schiena è probabilmente data dal miglioramento dell’ergonomia del lavoro e delle abituali posture” Smedley J. 1997

27 La lombalgia Grazie per l'attenzione!


Scaricare ppt "Dott. E. Tallarita Direttore di Dipartimento di Riabilitazione Azienda Ospedaliera Sant'Anna di Como 55° Congresso Nazionale SNO Como, 24/04/2015 Lombalgia:"

Presentazioni simili


Annunci Google