La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Convegno La valutazione degli apprendimenti per gli apprendimenti linguistici 9 ottobre 2010 A cura di: Claudia Morganti, Giulia Pipolo Docenti scuola.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Convegno La valutazione degli apprendimenti per gli apprendimenti linguistici 9 ottobre 2010 A cura di: Claudia Morganti, Giulia Pipolo Docenti scuola."— Transcript della presentazione:

1 Convegno La valutazione degli apprendimenti per gli apprendimenti linguistici 9 ottobre 2010 A cura di: Claudia Morganti, Giulia Pipolo Docenti scuola primaria, Lend Firenze

2 Non cè apprendimento senza comprensione Comprensione di un testo = processo dinamico da parte del lettore che integra e trasforma le informazioni linguistico- concettuali ricorrendo alle proprie conoscenze pregresse e agli schemi mentali.

3 Il testo fornisce indizi per comprendere: sia il materiale linguistico ( parole + frasi + periodi); sia la macrostruttura ( tema principale + ordine delle informazioni). Gli indizi nel testo

4 La visibilità degli indizi La selezione dei testi deve seguire criteri di significatività, ricorsività e gradualità nelle varie annualità tali da permettere allalunno una stratificazione di precognizioni atte a rendere visibili e comprensibili gli indizi per una corretta interpretazione del testo.

5 Diverse tipologie testuali fanno esperire varianti linguistiche legate: Alla forma o meglio alla tipologia ( narrativa, descrittiva, argomentativa …), in cui assumono significato la prevalenza di verbi o di nomi o gli avverbi di tempo piuttosto che quelli di luogo; Allo scopo o uso di un testo (personale, pubblico..) in cui assume senso il registro, il destinatario, la situazione); Alla struttura (testi continui e non continui, come tabelle, grafici riferiti alla quotidianità) in cui assumono significato i paragrafi, le colonne, la disposizione sulla pagina, il colore … Le tipologie testuali e le varianti linguistiche

6 Per la forma proponiamo: RICETTE, ISTRUZIONI D USO come … Spunti operativi per prove di lettura Le richieste atte a stimolare la ricerca della struttura(che veicola lo scopo del testo) da parte dellalunno possono riguardare: la divisione in parti a livello grafico; la titolatura; il lessico specifico; i modi verbali e i tempi; le persone verbali; la forma sintetica ; lordine logico.

7 Il testo di istruzioni duso proposto, oltre allapprofondimento della struttura, del linguaggio, dei verbi, del modo e degli apporti iconici, può offrire spunti per approfondire lutilizzo e linteriorizzazione della funzione dellavverbio che completa linformazione data ( in questo caso di tempo, di modo).

8 Per mettere in evidenza lo scopo o uso di un testo (personale, pubblico..) proponiamo … Spunti operativi per prove di lettura Invitiamo lalunno a cogliere in particolare lo scopo dellEcoguida proposta da una nota catena di supermercati analizzando gli indizi offerti dal testo: Slogan pubblicitari; Immagini; Paragrafi, titolazione e contenuti; Ordine logico; Richiami multimediali(sitografia); Simbologia convenzionale.

9 Per la struttura (testi continui, non continui, come tabelle, grafici riferiti alla quotidianità) proponiamo … Il primo testo non continuo tratto dallEcoguida e il secondo testo articolo di cronaca. Chiediamo agli alunni quali messaggi veicolano i testi proposti. Invitiamo lalunno ad osservare: le immagini, le parole, i simboli; a dedurre le informazioni e annotarle in una griglia/tabella; a comprendere lintento dellautore ; a capire chi è il destinatario; ad operare una sintesi sul testo; ad individuare lo slogan intruso(nel primo testo). Spunti operativi per prove di lettura = Una bicicletta 37 LATTINE = Una caffettiera

10

11

12 La rivalutazione di temi e contenuti permette la formazione di schemi culturali e facilita il passaggio dalle parole-frasi (strumenti linguistici) alla costruzione di immagini mentali anche attraverso la NEGOZIAZIONE DEI SIGNIFICATI. Nel momento in cui costruisce una prova di lettura linsegnante deve aver chiaro loggetto della valutazione e se il testo è adatto allinterazione verbale oppure alla lettura silenziosa o di gruppo, alla scrittura. La scelta del testo, dei codici espressivi e le modalità di lettura da mettere in atto Le attività di seguito proposte, già presentate durante il 5° SEMINARIO NAZIONALE SUL CURRICOLO VERTICALE del CIDI (Firenze, 9 maggio 2010), sono delle esemplificazioni sullutilizzo di diversi codici espressivi che favoriscono - nelle proposte di lettura - linterazione tra le abilità linguistiche, aspetto necessario alla comprensione di un testo( iconico, narrativo …).

13 Indovinello senza fine Modello di vestito che si allunga e si allarga allinfinito. Non perde bottoni, non ragna sui calzoni, esente da macchie e da strappi, s indossa allasilo e cresce un po per anno senza perdere un filo. […] CHE COSÈ?? Le modiste, Paul Signac,1885 Lovale delle apparizioni, Carlo Carrà,1918 Quadro I, Piet Mondrian,1921 Quadro con macchia rossa, E.Vasilij Kandinskij,1914 Diversi cerchi, E.Vasilij Kandinskij,1926

14 Che vestito è? Secondo me, il vestito sono io che cresco anno per anno … Il vestito crescerà insieme a me e mi seguirà sempre e io lo migliorerò seguendo i miei sogni. Se il mio sogno si avvererà diventerò una guardia forestale.... Nel futuro forse avrò dei vestiti da palestra o da maestra. Quale può essere il titolo? Il mistero del vestito. Il vestito senza fine. Il vestito elastico che dura per tutta la vita. Il mio modello di vestito è … Sono diventata una chef, sto cucinando la pasta al ragù, ecco un po di peperoncino e, via, servito nel piatto! Sono a Parigi nel ristorante più gettonato,sono indaffaratissima,sono vestita con un vestito rosso con su scritto Buon Natale… Non pensate che io faccia soltanto la chef! Sono pure una pianista quindi ora devo scappare sono arrivata al concerto e devo suonare un brano di Beethoven … Vi chiederete comè andata? Da favola! Ora mi stanno tirando fiori e rose,li raccolgo tutti faccio linchino e me ne vado. È stato mitico, il mio giorno più bello.

15 Classifica: 1.Quadro con macchia rossa 2. Diversi cerchi 3. Le modiste 4. Quadro I 5. Ovale delle apparizioni Conclusioni: Al top della classifica troviamo le opere di Kandijnskij al primo posto Quadro con macchia rossa,al secondo posto Diversi cerchi, perché stimolano molto di più la nostra immaginazione. Pareri diversi … Il quadro che mi ha colpito è la macchia rossa. Quando lho visto ho provato tristezza perché il giallo, il bianco e i colori scuri mi suscitano malinconia, tristezza. Dentro ci vedo un uccellino azzurro, una strada con due bambini, il corpo di una gru; poi ci vedo un tucano, linterno di un leone. Sopra le ali del tucano ci vedo due fatine piccole piccole che giocano spensierate, un prato con dei ciuffetti verdi e la terra coperta di foglie; inoltre una piccola tartaruga dentro un contenitore arancione di vetro trasparente, un serpente bianco con delle strisce e con un occhio gigante giallo ocra. (Francesca VB) A me è piaciuto LOvale delle apparizioni perché mi fa pensare allamicizia ; sono tutti insieme a fare dei vestiti e riesco a percepire una bella sensazione.( Francesca VA)

16 Ti sembra impossibile comprendere certe espressioni difficili di un testo? Leggi ciò che le precede e ciò che le segue, poi prova a spiegare con parole tue! Utilizza la PARA-FRASI Frasi che parano frasi difficili Frasi che sostituiscono Frasi che spiegano

17 Al fine di stimolare il reasoning ovvero la capacità di ragionare sul testo, occorre selezionare la tipologia di quesiti da proporre mettendo in disparte le informazioni esplicite per favorire la capacità di fare inferenze semplici (su brevi segmenti di testo) o complesse ( su parti più estese di testo). Le prime permettono al lettore di: Comprendere il significato delle parole nel contesto; Riconoscere la progressione degli eventi e le relazioni di causa-effetto; Paragonare e contrapporre. Le seconde permettono di: Riconoscere lidea principale, il titolo, largomento; Prevedere sviluppi; Trarre conclusioni. Spunti operativi per una prova di lettura di un testo narrativo – descrittivo Italo Calvino, Il barone rampante

18 Nel costruire gli item di comprensione del testo occorre essere consapevoli dei possibili ostacoli che si possono incontrare: Linformazione richiesta può essere familiare o astratta; i distrattori possono presentarsi quasi esatti o palesemente erronei; la corrispondenza tra i dati forniti nella domanda e i dati da ricercare nel testo (il dato e il nuovo). Spunti operativi per la costruzione degli item di una prova di lettura in un testo narrativo – descrittivo Italo Calvino, Il barone rampante

19 Leggi il seguente brano e rispondi alle domande che lo seguono Il feroce gatto selvatico (tratto da Italo Calvino, Il Barone rampante, Einaudi, Torino, 1957) Il bosco era fitto, impraticabile. Cosimo doveva aprirsi la strada a colpi di spadino, e a poco a poco dimenticava ogni sua mania, tutto preso dai problemi cui via via si trovava di fronte e da una paura ( che non voleva riconoscere ma cera) di star troppo allontanandosi dai luoghi familiari. Così facendosi largo nel folto, giunse nel punto dove vide due occhi che lo fissavano, gialli, tra le foglie, dritto davanti a sé. Cosimo mise avanti lo spadino, scostò un ramo, lo lasciò ritornare piano al suo posto. Trasse un sospiro di sollievo, rise del timore provato; aveva visto di chi erano quegli occhi gialli, erano dun gatto. Limmagine del gatto, appena vista scostando il ramo, restava nitida nella sua mente, e dopo un momento Cosimo era di nuovo tremante di paura. Perché quel gatto, in tutto uguale a un gatto, era un gatto terribile, spaventoso, da mettersi a gridare al solo vederlo. Non si può dire cosa avesse di tanto spaventoso: era una specie di soriano, più grosso di tutti i soriani, ma questo non voleva dire niente, era terribile nei baffi dritti come aculei districe, nel soffio che si sentiva quasi più con la vista che con ludito uscire tra una doppia fila di denti affilati come uncini; negli orecchi che erano qualcosa di più che aguzzi, erano due fiamme di tensione, guernite duna falsamente tenue peluria; nel pelo, tutto ritto, che gonfiava attorno al collo rattratto un collare biondo, e di lì si dipartivano le strie che fremevano sui fianchi come carezzandosi da sé; nella coda ferma in una posa così innaturale da parere insostenibile:

20 a tutto questo che Cosimo aveva visto in un secondo dietro il ramo subito lasciato tornare al proprio posto saggiungeva quello che non aveva fatto in tempo a vedere ma simmaginava: il ciuffo esagerato di pelo che attorno alle zampe mascherava la forza lancinante degli unghielli, pronti a scagliarsi contro di lui; e quello che vedeva ancora: le iridi gialle che lo fissavano tra le foglie ruotando intorno alla pupilla nera; e quello che sentiva: il bofonchio sempre più cupo e intenso; tutto questo gli fece capire di trovarsi davanti al più feroce gatto selvatico del bosco. Tacevano tutti i cinguettii ed i frulli. Saltò, il gatto selvatico, ma non contro il ragazzo, un salto quasi verticale, che stupì Cosimo più che spaventarlo. Lo spavento venne dopo, vedendosi il felino su un ramo proprio sopra la sua testa. Era là, rattratto, ne vedeva la pancia dal lungo pelo quasi bianco, le zampe tese con le unghie piantate nel legno, mentre inarcava il dorso e faceva: fff… e si preparava certo a piombare su di lui. Cosimo, con un perfetto movimento neppure ragionato, passò su di un ramo più basso. Fff… fff… fece il gatto selvatico, e ad ognuno dei fff… faceva un salto, uno in là uno in qua, e si ritrovò sul ramo sopra Cosimo. Mio fratello ripeté la sua mossa, ma venne a trovarsi a cavalcioni del ramo più basso di quel faggio. Sotto, il salto fino a terra era di una certa altezza, ma non tanto che non fosse preferibile saltar giù piuttosto che aspettare cosa avrebbe fatto la bestia, appena avesse finito demettere quello straziante suono tra il soffio e il gnaulio. Cosimo sollevò una gamba, quasi fosse per saltar giù, ma come in lui si scontrassero due istinti – quello naturale di porsi in salvo e quello dellostinazione di non scendere a costo della vita – strinse nello stesso tempo le cosce e le ginocchia al ramo; al gatto parve che fosse quello il momento di buttarsi, mentre il ragazzo era lì oscillante; gli volò addosso in un arruffio di pelo, unghie irte e soffio;

21 Cosimo non seppe far di meglio che chiudere gli occhi e avanzare lo spadino, una mossa da scemo, che il gatto facilmente evitò e gli fu sulla testa, sicuro di portarlo giù con sé sotto le unghie. Unartigliata prese Cosimo sulla guancia, ma invece di cadere, serrato comera al ramo coi ginocchi, sallungò riverso lungo il ramo. Tutto il contrario di quel che saspettava il gatto, il quale si trovò sbalestrato di fianco, a cader lui. Volle trattenersi, piantare gli unghielli nel ramo, ed in quel guizzo girò su se stesso nellaria: un secondo, quanto bastò a Cosimo, in un improvviso slancio di vittoria, per avventargli contro un a – fondo nella pancia e infilarlo gnaulante allo spadino. Era salvo, lordo di sangue, con la bestia selvatica stecchita sullo spadino come su uno spiedo, e una guancia strappata da sotto locchio al mento da una triplice unghiata. Urlava di dolore e di vittoria e non capiva niente e si teneva stretto al ramo, alla spada, al cadavere di gatto, nel momento disperato di chi ha vinto la prima volta ed ora sa che strazio è vincere, e sa che è ormai impegnato a continuare la via che ha scelto e non gli sarà dato lo scampo di chi fallisce. Così lo vidi arrivare per le piante, tutto insanguinato fin sul panciotto, il codino disfatto sotto il tricorno sformato, e reggeva per la coda quel gatto selvatico morto che adesso pareva un gatto e basta.

22 ITEM POSSIBILI Il bosco era fitto, impraticabile. Cosimo doveva aprirsi la strada a colpi di spadino …, tutto preso dai problemi cui via via si trovava di fronte e da una paura ( che non voleva riconoscere ma cera) di star troppo allontanandosi dai luoghi familiari. Così facendosi largo nel folto, giunse nel punto dove vide due occhi che lo fissavano, gialli, tra le foglie, dritto davanti a sé. Cosimo mise avanti lo spadino, scostò un ramo, lo lasciò ritornare piano al suo posto. Trasse un sospiro di sollievo, rise del timore provato; aveva visto di chi erano quegli occhi gialli, erano dun gatto. Leggi con attenzione la porzione di testo sopra riportata e rispondi alla domanda contrassegnando con una X la casella giusta (VERO o FALSO) 1. Il protagonista Cosimo si trova nel folto del bosco perché … RISPOSTEVERO FALSO A.Tutto preso dalla rabbia Cosimo non trova più la via di casa. B.Cosimo, nonostante sia spaventato, continua ad avanzare nel bosco per allontanarsi da casa. C. Cosimo vuole vincere la scommessa di superare una prova di coraggio fatta col fratello.

23 2. Leggi con attenzione e scegli la sequenza più adeguata per descrivere le azioni compiute da Cosimo a seguito dello spavento provato. Contrassegna con una X la casella giusta. … Così facendosi largo nel folto, giunse nel punto dove vide due occhi che lo fissavano, gialli, tra le foglie, dritto davanti a sé. Cosimo mise avanti lo spadino, scostò un ramo, lo lasciò ritornare piano al suo posto. Trasse un sospiro di sollievo, rise del timore provato; aveva visto di chi erano quegli occhi gialli, erano dun gatto. RISPOSTE A.Cosimo spezza un ramo con lo spadino e lo lascia cadere per terra ; vede degli occhi gialli e scappa via. B.Cosimo scosta un ramo con lo spadino e cade a terra; si rialza e scoppia a ridere. C. Cosimo rincorre il gatto e lo colpisce con lo spadino. D. Cosimo punta lo spadino in avanti, sposta un ramo e lo lascia tornare al suo posto; alla vista di un gatto si sente sollevato e ride di sé.

24 3. Nella porzione di testo di seguito riportata, lautore descrive un gatto selvatico. In base alle espressioni usate indica quali delle seguenti caratteristiche sono proprie di quel gatto terribile. Metti una crocetta per ogni riga della tabella. … era una specie di soriano, più grosso di tutti i soriani, ma questo non voleva dire niente, era terribile nei baffi dritti come aculei districe, nel soffio che si sentiva quasi più con la vista che con ludito uscire tra una doppia fila di denti affilati come uncini; negli orecchi che erano qualcosa di più che aguzzi, erano due fiamme di tensione, guernite duna falsamente tenue peluria; nel pelo, tutto ritto, che gonfiava attorno al collo rattratto un collare biondo, e di lì si dipartivano le strie che fremevano sui fianchi come carezzandosi da sé; nella coda ferma in una posa così innaturale da parere insostenibile:… RISPOSTESÌNO a. Baffi dritti e appuntiti. b. Dolce miagolio. c. Denti affilatissimi come tanti uncini. d. Pelo caldo, morbido e di colore uniforme. e. Coda rigida, dal pelo arruffato. f. Pelo ritto, gonfio intorno al collo e striato sui fianchi.

25 4. Lespressione sottolineata …, sallungò riverso lungo il ramo... significa: RISPOSTE A.Si distese lungo il ramo piegato allindietro. B.Afferrò il ramo. C.Si alzò verso il ramo più alto. D. Si sdraiò bocconi.

26 5. Nella porzione di testo di seguito riportata la parola che con cosa può essere sostituita? Segna con una X la risposta corretta. … Così lo vidi arrivare per le piante, tutto insanguinato fin sul panciotto, il codino disfatto sotto il tricorno sformato, e reggeva per la coda quel gatto selvatico morto che adesso pareva un gatto e basta. RISPOSTE A.Cosimo. B.Il fratello di Cosimo. C.Il gatto selvatico. D. Una volpe.

27 6. Ti sarai accorto che lepisodio raccontato è ambientato in un tempo passato. Lautore infatti nel descrivere labbigliamento di Cosimo utilizza dei termini specifici che fanno capire lepoca in cui si sono svolti i fatti. Metti una crocetta per ogni riga della tabella. RISPOSTESÌNO a. Pistola b. Panciotto c. Giacca a vento d. Codino e. Tricorno f. Spadino

28 7. Lepisodio che hai letto tratto da Il barone rampante di Italo Calvino è narrato da una persona che ha assistito ai fatti. Chi è tra quelli di seguito elencati? Segna con una X la risposta giusta. RISPOSTE A.Cosimo. B.Il fratello di Cosimo. C.Il padre di Cosimo. D. Lautore del libro.

29 8. Nella porzione di testo di seguito riportata … Cosimo non seppe far di meglio che chiudere gli occhi … quali informazioni di tipo grammaticale si possono ricavare o no dalla parola chiudere? Metti una crocetta per ogni riga della tabella. RISPOSTESÌNO a. TEMPO b. NUMERO c. PERSONA d. MODO e. GRADO f. CONIUGAZIONE

30 9. Individua quanti aggettivi ci sono nella seguente espressione … Mio fratello ripeté la sua mossa, ma venne a trovarsi a cavalcioni del ramo più basso di quel faggio. RISPOSTE A.Sei B.Due C.Quattro D. Cinque

31 10. Indica quali parole della seguente porzione di testo sono parti variabili o invariabili del discorso. … Cosimo sollevò una gamba … e strinse le cosce e le ginocchia al ramo. RISPOSTEvariabileinvariabile a. Cosimo b. sollevò c. una d. gamba e. e f. strinse g. le h. cosce i. e l. le m. ginocchia n. al o. ramo

32 11. Nell espressione …(Il gatto) si preparava certo a piombare su di lui … quale tra le seguenti parole non è sinonimo di piombare ? RISPOSTE A.Cadere a piombo B.Calare adagio C.Precipitarsi D. Capitare inatteso

33 12. La similitudine … con la bestia selvatica stecchita sullo spadino come su uno spiedo … da quale delle parole proposte può essere sostituita? RISPOSTE A.Infilzata B.Dimagrita C.Rinsecchita D. Freddata

34 La griglia di correzione Classe: Quinta Prova di Italiano: Testo narrativo Il feroce gatto selvatico Tratto da Il barone rampante di Italo Calvino Uno strumento di valutazione della prova di lettura di un testo narrativo secondo lo schema Invalsi.

35 ITEMRISPOSTA CORRETTA AMBITO DI VALUTAZIONETIPOLOGIA DOMANDAPUNTEGGIO 1 A, B, C A)- F; B) – V; C) – F Comprensione globale del testoVero/Falso3 =(1+1+1) 2DComprensione globale e interpretazione del testo (Ricostruire la sequenza temporale degli eventi) Scelta multipla3 3A)-SÌ; B) –NO; C) –SÌ;D)-NO; E)- SÌ; F)-SÌ Comprensione del lessico(Riconoscere il valore espressivo delle scelte lessicali dellautore) Vero/Falso6=( ) 4AComprensione del lessico(Riconoscere rapporti di sinonimia tra parole o espressioni) Scelta multipla3 5CComprensione dellorganizzazione logica entro e oltre la frase Scelta multipla3 6A)-NO; B)- SÌ; C) –NO;D)- SÌ; E)- SÌ ; F)-SÌ Comprensione del lessico(Individuare il significato nel contesto di parole) Vero/Falso6=( ) 7BComprensione globale (Deduzione di uninformazione dai dati forniti da parti di testo) Scelta multipla3 8A)- SÌ; B)- NO; C) –NO;D)- SÌ; E)- NO ; F)-SÌ Morfologia e sintassi (Riconoscere le informazioni grammaticali date dai morfemi di una parola) Vero/Falso6=( ) 9CMorfologia e sintassi (Riconoscere le categorie grammaticali/Aggettivi) Scelta multipla3 10A)- i; B)- v; C) –i;D)-v; E)- i ; F)- v;G)-v; H)-v;I)-i;L)- v;M)-v;N)-i;O)-v Morfologia e sintassi (Riconoscere le categorie grammaticali/Parti variabili e invariabili del discorso) Vero/Falso13=( ) 11BComprensione locale del testoScelta multipla3 12AComprensione lessicale ( Distinguere tra significato metaforico e significato proprio di una parola o di unespressione) Scelta multipla3


Scaricare ppt "Convegno La valutazione degli apprendimenti per gli apprendimenti linguistici 9 ottobre 2010 A cura di: Claudia Morganti, Giulia Pipolo Docenti scuola."

Presentazioni simili


Annunci Google