La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Razionale dell’uso di Ig sottocute nella terapia della CIDP Dario Cocito Dipartimento di Neuroscienze Università di Torino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Razionale dell’uso di Ig sottocute nella terapia della CIDP Dario Cocito Dipartimento di Neuroscienze Università di Torino."— Transcript della presentazione:

1 Razionale dell’uso di Ig sottocute nella terapia della CIDP Dario Cocito Dipartimento di Neuroscienze Università di Torino

2 Dichiarazione di conflitto di interessi Dario Cocito dichiara che negli ultimi due anni ha avuto i seguenti rapporti anche di finanziamento con soggetti portatori di interessi commerciali in campo sanitario: Kedrion per progetti di ricerca CSL Behring. per progetti di ricerca Baxter. per collaborazione scientifica _________________________________________ Terza Riunione Annuale dell’Associazione italiana per lo studio del Sistema Nervoso Periferico Verona, aprile 2013

3 Svantaggi IVIg Elevati picchi plasmatici, associati a rari, ma importanti effetti collaterali Peggiore qualità di vita legata all’ospedalizzazione Necessità di ripetuti accessi venosi Elevati costi diretti e indiretti (personale sanitario, spostamenti, giornate lavorative perse)

4 Le SCIg sono un’alternativa? Certamente nelle immunodeficienze primarie e secondarie - documentata efficacia - sicure - migliorano la soddisfazione e QoL - in molti paesi sono la terapia standard A favore di un loro impiego nelle neuropatie disimmuni croniche (CIDP e MMN) - case reports e studi in aperto - possibilità di infusione rapida - preparati ad elevata concentrazione

5 Quali vantaggi per le SCIg? Alte concentrazioni plasmatiche in assenza di picchi Ridotto o assente wearing-off Migliore qualità di vita e minor costi Ridotti o assenti effetti collaterali sistemici MA - possibilità di effetti collaterali locali - necessità di infondere SC notevoli quantità di liquidi - alta frequenza di somministrazione

6 87 pazienti: (66 CIDP - 21 MMN)

7 Conclusioni studio a 4 mesi

8 Analisi dati a lungo termine (paper submitted) CAMPIONE: -65 pazienti (45 CIDP e 20 MMN) FOLLOW-UP: ± months (range: 6-65)

9 ADERENZA ALLA TERAPIA 4 mesi: 100% 12 mesi: 92.2% 18 mesi: 87.3% 24 mesi: 77.5%

10 INCREMENTO DOSAGGIO CIDP: 4.4% MMN: 25%

11 Conclusioni: -Aderenza alla terapia ≥ 77% a 24 mesi -CIDP / MMN  differente risposta -Miglioramento alle scale LQI -2 drop-out per eff. collaterali Analisi dati a lungo termine

12 Quanto costa un grammo di Immunoglobulina? 45.6 E/gr, secondo l’ultima gara regionale (Piemonte) 30 E/gr, è il prezzo che viene caricato all’ospedale nell’ambito dello “scambio plasma” E LE SCIG? 49,2 E/gr (Hizentra) Un paziente CIDP di 70 Kg necessita di circa 70 gr di Ig ogni 30 giorni (3.192 E/ E/3.444 E )

13

14 Quindi: ulteriore risparmio a favore delle SCIg dei costi indiretti

15

16 1)Scig 2 somministrazione/sett. dall’8° giorno dopo IVIG 2)Uguale dosaggio -Maggiore è il livello plasmatico più rapida è la clearance -Prima della infusione con IVIg (30 gg dopo la penultima) i livelli di IgG sono normali -Dopo 168 gg di SCIg i livelli di IgG sono > al limite di normalità: effetto accumulo?

17

18 Erdita Peci Emanuela Spagone Simona Rigaldo Aristide Merola Alberto Romagnolo Maurizio Zibetti Paola Milla


Scaricare ppt "Razionale dell’uso di Ig sottocute nella terapia della CIDP Dario Cocito Dipartimento di Neuroscienze Università di Torino."

Presentazioni simili


Annunci Google