La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tecniche di Alimentazione e di Allevamento del Bovino di Razza Marchigiana Prof. Paolo Polidori Dipartimento di Scienze Ambientali Università di Camerino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tecniche di Alimentazione e di Allevamento del Bovino di Razza Marchigiana Prof. Paolo Polidori Dipartimento di Scienze Ambientali Università di Camerino."— Transcript della presentazione:

1 Tecniche di Alimentazione e di Allevamento del Bovino di Razza Marchigiana Prof. Paolo Polidori Dipartimento di Scienze Ambientali Università di Camerino

2 Distribuzione Patrimonio Bovino Nazionale (Rapporto ISMEA, 2006) Lombardia22% Veneto19% Piemonte16% Sicilia7% Sardegna6% Emilia Romagna5% Altre25% Totale capi Capi per produzione carne 48%

3 Consistenze Statistiche Razze Bovine Autoctone da Carne ( ) RazzaCapi iscritti L.G. Chianina Marchigiana Romagnola Maremmana8.812 Podolica Piemontese Fonti: - Fonti: -

4 Consistenza razza Marchigiana nella Regione Marche ( ) Allevamenti1.157 Vacche Giovenche2.728 Giovane bestiame Tori325 Totale Fonte:

5 Consistenza del Patrimonio Bovino della Regione Marche PesaroAncona Macerata Ascoli Piceno Totale Fonte: Taurus, 1994, Suppl. 1

6 Bilancio Approvvigionamenti Carni Bovine in Italia (.000 tonnellate) Produz. interna Macellaz. Bestiame estero Importaz. carni Export carni Consumo kg/capite 25,023,124,124,624,2 Autoappr 61,9%69,7%67,2%65,4%65,9%

7 Produzione di Carne Nazionale (Rapporto ISMEA, 2006) Var. % 06/05 Var. % 06/97 bovina ,7- 4,3 suina ,911,7 avicoli ,8- 19,7 Ovini caprini ,9- 18,9

8 Razza Marchigiana Deriva dallincrocio fra popolazione locale di ceppo Podolico con le razze Chianina e Romagnola, rispetto alle quali mostra caratteristiche intermedie. Mantello bianco, con sfumature grigie (più nei maschi) e pigmentazione nera. Corna rivolte verso lalto. Vitello colore fromentino alla nascita. Peso toro adulto: Kg. Peso vacca adulta: Kg. Peso vitello alla nascita: Kg

9

10

11

12 Dati Riproduttivi Razza precoce – il vitello raggiunge i Kg a mesi di età. Ottimo sviluppo masse muscolari buone valutazioni (griglia SEUROP) Resa al macello: 66-67% Incrementi medi giornalieri: 2 Kg/d

13 Requisiti per Libro Genealogico Età (mesi) Altezza (cm) Peso (kg)

14 Confronto tra razze da carne PiemonteseChianinaMarchigianaPodolica Interparto (gg) Anni di carriera vacche Età primo parto (mesi) Età vendita vitelloni (mesi)

15 Confronto rese produttive PiemonteseChianinaMarchigianaPodolica Peso medio vitellone (kg) Prezzo medio (euro/kg) 3,503,783,242,37 Prezzo medio bestiame vita (euro/kg) 3,393,473,192,37 Prezzo medio vacche riforma (euro n.d.

16 ALIMENTAZIONE DEL VITELLONE DA CARNE Confronto tra razioni per capi di peso superiore a 400 kg

17 Composizione media razione – Foraggi (kg/capo/gg) PiemonteseChianinaMarchigianaPodolica Silomais2,23,4 Fieno2,03,74,13,0 Paglia0,21,00,72,1 Polpe secche 0,20,1 Totale foraggi 4,68,14,95,1

18 Composizione media razione – Concentrati (kg/capo/gg) PiemonteseChianinaMarchigianaPodolica Farina mais 3,32,21,91,1 Farina orzo 0,32,020,3 Soia 0,40,60,4 Crusca 0,60,50,60,4 Favino 0,31 Nuclei 1,00,1 Mangimi composti 0,75,5 Totale 5,65,76,67,6

19 Composizione media razione – Foraggi (kg/capo/gg) Pezzata RossaGaronnese Silomais7,42,2 Pastone0,71,7 Polpe bietola1,70,1 Paglia0,60,8 Fieno1,0 Totale10,55,8

20 Composizione media razione – Concentrati (kg/capo/gg) Pezzata RossaGaronnese Farina mais2,51,4 Crusca0,30,2 Farina soia0,70,5 Nuclei proteici0,60,3 Mangimi composti 0,63,5 Polpe essiccate0,70,2 Totale mangimi5,26,1

21 Casi confermati di BSE in Europa Totale dal 1987 Regno Unito Belgio Francia Irlanda Italia Portugal Spagna Svizzera Dati aggiornati al 05/11/2007

22 Casi confermati di BSE fuori Europa Totale dal 1987 Canada Israele Japan Oman USA Isole Falkland Dati aggiornati al 05/11/2007

23 Razze bovine positive al test Prionics in Italia Totale142 Frisona93 Bruna25 Pezzata rossa10 Piemontese3 Limousine2 Pezzata nera2 Rendena1 Romagnola1 Meticci5

24 Conclusioni La Marchigiana si conferma unottima razza bovina da carne. La qualità delle produzioni ottenute sono competitive con le altre razze autoctone. La razza Marchigiana si presta bene allallevamento biologico nei pascoli dellAppennino. La storia della zootecnia marchigiana è strettamente connessa con levoluzione di questa razza.

25 Grazie dellattenzione


Scaricare ppt "Tecniche di Alimentazione e di Allevamento del Bovino di Razza Marchigiana Prof. Paolo Polidori Dipartimento di Scienze Ambientali Università di Camerino."

Presentazioni simili


Annunci Google