La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Oscillazioni a grande scala CLIMATOLOGIA Prof. Carlo Bisci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Oscillazioni a grande scala CLIMATOLOGIA Prof. Carlo Bisci."— Transcript della presentazione:

1 Oscillazioni a grande scala CLIMATOLOGIA Prof. Carlo Bisci

2 Oscillazioni conosciute ENSO – El Niño Southern Oscillation PDO – Pacific Decadal Oscillation NAO – North Atlantic Oscillation AO – Arctic Oscillation QBO – Quasi-Biennial Oscillation

3 ENSO – El Niño Southern Oscillation In condizioni normali, la temperatura superficiale del Pacifico equatoriale è maggiore ad ovest. Durante il fenomeno di El Niño il riscaldamento si estende alla parte orientale. Le condizioni normali esasperate, con un gradiente termico est-ovest maggiore, sono state definite La Niña.

4

5

6

7

8

9

10

11 PDO – Pacific Decadal Oscillation La PDO è unoscillazione delle temperature dellacqua riscontrate nellOceano Pacifico a latitudini maggiori di 20°.

12

13 NAO – North Atlantic Oscillation Nel il missionario H.E. Saabye notò che ad inverni rigidi in Groenlandia corrispondevano inverni miti in Danimarca, e viceversa.

14 NAO + NAO -

15 L'indice NAO è basato sulla differenza di pressione ridotta al livello del mare tra due stazioni situate in prossimità dei "centri di azione" (l'Islanda e le Azzorre). La stazione a nord è Stykkisholmur in Islanda; quella a sud è Ponta Delgada (Azzorre), Lisbona (Portogallo) oppure Gibilterra.

16 Esempio di teleconnessione con la NAO La NAO ha un forte impatto climatico sullOceano Atlantico settentrionale e sulle terre circostanti. E un fattore che controlla fortemente molte variabili meteorologiche, come venti, temperature e precipitazioni, che hanno una notevole ricaduta socio-economica su energia, agricoltura, industria, traffico e salute in tutta lEuropa e nel Nord America.

17 AO – Arctic Oscillation LOscillazione Artica consiste in variazioni della pressione atmosferica nelle aree polari: a pressioni particolarmente alte corrisponde la fase negativa (a destra), a diminuzioni della pressione quella positiva (a sinistra).

18 AO + a sinistra AO – a destra

19

20 Nel recente passato si è osservata una prevalenza di fasi negative, mentre dal 1970 circa si assiste a una pressoché costante fase positiva.

21 QBO – Quasi-Biennial Oscillation La QBO consiste in una oscillazione abbastanza regolare dei venti stratosferici alle basse latitudini con un periodo di mesi. La QBO causa rimescolamenti nellozonosfera, determina variazioni nei monsoni ed influenza la circolazione stratosferica invernale nellemisfero nord.


Scaricare ppt "Oscillazioni a grande scala CLIMATOLOGIA Prof. Carlo Bisci."

Presentazioni simili


Annunci Google