La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Annarita Gelasio Roberto Moroni 1 Obiettivi generali di medio-lungo termine Obiettivi generali Iter di redazione del Budget Budget investimenti Budget.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Annarita Gelasio Roberto Moroni 1 Obiettivi generali di medio-lungo termine Obiettivi generali Iter di redazione del Budget Budget investimenti Budget."— Transcript della presentazione:

1 Annarita Gelasio Roberto Moroni 1 Obiettivi generali di medio-lungo termine Obiettivi generali Iter di redazione del Budget Budget investimenti Budget Commerciale Budget delle scorte Budget di produzione Budget altre aree BDG DI VENDITA: PREZZI, VOLUMI E MIX BDG MATERIE PRIME E APPROVV.TI BDG PERSONALE BDG DEI COSTI DI: DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMM. & CONTROLLO DIREZIONE PERSONALE DIREZIONE FINANZIARIA DIREZIONE……. Performance generale Risorse Mercato Sviluppo del personale Innovazione e cambiamento Produttività BDG DEI COSTI COMMER.LI BDG SPESE TECNICHE Budget finanziario Budget globale aziendale RISULTATO OPERATIVO, CASH-FLOW, ROI, QUOTA PENETRAZIONE MERCATO,…

2 Annarita Gelasio Roberto Moroni 2 budget delle vendite budget delle vendite budget dei consumi - materie - manodopera - lavorazioni esterne budget dei consumi - materie - manodopera - lavorazioni esterne BUDGET GENERALE CONTO ECONOMICO PREVENTIVO BUDGET GENERALE CONTO ECONOMICO PREVENTIVO fatturato (A) costo standard del venduto (B) 1° margine di contribuzione (C = A – B) costi variabili di distribuzione (D) 2° margine di contribuzione (E = C – D) costi fissi (F) risultato operativo (G = E – F) oneri finanziari (H) reddito (G – H) fatturato (A) costo standard del venduto (B) 1° margine di contribuzione (C = A – B) costi variabili di distribuzione (D) 2° margine di contribuzione (E = C – D) costi fissi (F) risultato operativo (G = E – F) oneri finanziari (H) reddito (G – H) budget dei volumi di produzione budget dei volumi di produzione budget delle scorte di prodotti budget delle scorte di prodotti budget delle scorte di materie budget delle scorte di materie budget finanziario budget finanziario budget degli acquisti di materie budget degli acquisti di materie budget dei costi variabili di distribuzione budget dei costi variabili di distribuzione budget degli investimenti budget degli investimenti budget degli ammortamenti budget degli ammortamenti budget dei costi fissi - amministrativi - commerciali - industriali budget dei costi fissi - amministrativi - commerciali - industriali

3 Annarita Gelasio Roberto Moroni 3 Budget commerciale I quesiti a cui rispondere: Che cosa venderemo? A chi venderemo? Quanto ricaveremo dalle vendite? Quali costi commerciali dovremo sostenere per realizzare le vendite?

4 Annarita Gelasio Roberto Moroni 4 Budget delle vendite Dimensione reddituale Codici articoli (o prodotti medi),Quantità e Prezzi Unitari: per linea/prodotto, per canale e area di vendita, per cliente, (ogni dimensione rilevante per lazienda, tenendo presente la regola del 20% dei clienti che assorbono l80% dei ricavi)

5 Annarita Gelasio Roberto Moroni 5 Budget delle vendite Una buona previsione della vendite deve sintetizzare le informazioni tratte da ciascuna fonte disponibile: Rilevazione del trend (analisi statistica) Previsioni intermediari (agenti, venditori, clienti); Analisi della concorrenza; Andamento generale del settore e delleconomia nel suo complesso.

6 Annarita Gelasio Roberto Moroni 6 Definite le quantità annuali, si procederà alla mensilizzazione secondo landamento medio degli ultimi tre esercizi e pianificando obiettivi per lanno futuro

7 Annarita Gelasio Roberto Moroni 7 Budget dei costi commerciali Dimensione reddituale COSTI COMMERCIALI = -VARIABILI: provvigioni, trasporti su vendite, sconti -FISSI DIRETTI: pubblicità, fiere, sponsorizzazioni,… -FISSI INDIRETTI: personale, ammortamenti, affitti,… Dimensione dinvestimento INVESTIMENTI IN CAPITALE FISSO: nuovi punti vendita, immobili, Attrezzature, spese pluriennali di pubblicità, per studi e ricerche di Mercato, per impianto ed ampliamento della rete di vendita. INVESTIMENTI IN CAPITALE CIRCOLANTE: scorte, crediti con- cessi alla clientela.

8 Annarita Gelasio Roberto Moroni 8 ATTENZIONE NEL DETERMINARE IL BUDGET DELLE VENDITE ! Infatti: Budget troppo ottimistici comportano eccessivi investimenti di capitale fisso, elevati acquisti, appesantimento dei magazzini, peggioramento della liquidità; Budget eccessivamente prudenziali possono portare a perdite di quote di mercato e/o produzione affrettata.

9 Annarita Gelasio Roberto Moroni 9 Nel determinare il budget delle vendite limprenditore: 1.Può limitarsi a comunicare gli obiettivi (stile autoritario); 2.Può coinvolgere le persone e coordinarle, con facoltà di decidere gli obiettivi di vendita (stile consultivo); 3.Può negoziare continuamente obiettivi con gli attori del processo; 4.Può delegare interamente a terzi come pervenire agli obiettivi di vendita, con diritto di approvazione finale del budget (stile di delega direzionale).

10 Annarita Gelasio Roberto Moroni 10 ESEMPIO DI FORMULAZIONE DI BUDGET DELLE VENDITE ANNUO PER LINEA DI PRODOTTO Budget economico anno distinto per linea di prodotto Descrizione delle voci Yogurt assortiti + naturale Yogurt pro - biotico + kefir Dessert assortiti Yogurt drink assortitiPudding Bakus assortiti TOTALI Pezzi vendibili al giorno 2.376, , , ,3 487,0 582, ,8 Numero giorni lavorativi annui 220,0 220, Pezzi vendibili per anno , , , , , , ,7 Kg. medi per pezzo 1,0 1,00 Kg.vendibili annui , ,7 Prezzi unitari di vendita 1,4 1,6 2,0 1,4 2,34 1,69 Fatturato di budget (pezzi venduti x anno x prezzi unitari)

11 Annarita Gelasio Roberto Moroni 11 Il Budget Economico delle Vendite e dei Costi Commerciali DESCRIZIONE Gelati % Caffè % BUDGET ECONOMICO AL % RICAVI VENDITA GELATI ,85% ,43% RICAVI VENDITA CAFFE' ,79% ,93% ALTRI RICAVI DI VENDITA-VARI ,20% ,48% ,35% SCONTI, ABBUONI E PREMI ,05% , ,71% Totale Ricavi ,00% ,00% ,00% FORZA VENDITA ESTERNA ,42% ,49% ,79% TRASPORTI ESTERNI ,57% ,38% TRASPORTI INTERNI (GEST AUTOCARRI) ,36% ,30% ,47% Totale Costi Diretti Commerciali ,35% ,79% ,64% Ricavi Netti Commerciali ,65% ,21% ,36%

12 Annarita Gelasio Roberto Moroni 12 Anche in questo caso, si procederà poi alla mensilizzazione

13 Annarita Gelasio Roberto Moroni 13

14 Annarita Gelasio Roberto Moroni 14

15 Annarita Gelasio Roberto Moroni 15 IL CONCETTO DI MARGINE DI CONTRIBUZIONE IL MARGINE DI CONTRIBUZIONE PER PRODOTTO - % - TOTALE Descrizione delle voci Prodotto A%Prodotto B%Prodotto C%TOTALI% Prezzo di vendita 1.000,00 100% 1.500,00 100% 800,00 100% 3.300,00 100,00% Costi variabili 600,00 60,00% 800,00 53,33% 500,00 62,50% 1.900,00 57,58% Margine di contribuzione 400,00 40,00% 700,00 46,67% 300,00 37,50% 1.400,00 42,42%

16 Annarita Gelasio Roberto Moroni 16 IL CONCETTO DI MARGINE DI CONTRIBUZIONE IL MARGINE DI CONTRIBUZIONE PER PRODOTTO - % - ORARIO E TOTALE Descrizione delle voci Prodotto A%Prodotto B%Prodotto C%TOTALI% Margine di contribuzione per prodotto 400,00 40,00% 700,00 46,67% 300,00 37,50% 1.400,00 42,42% Tempi di produzione: ore0,25 0,50 0,20 Numero unità di prodotto ottenibili per ora4 2 5 Margine orario di contribuzione per prodotto 1.600,0035,56% 1.400,0031,11% 1.500,0033,33% 4.500,00100%

17 Annarita Gelasio Roberto Moroni 17 Programma produttivo Programma di produzione Programma di vendita = + - Increm.di scorte prod. finiti e in lavoraz. Descrem.di scorte prod. finiti e in lavoraz.

18 Annarita Gelasio Roberto Moroni 18 Budget delle scorte – Budget delle materie prime e degli approvvigionamenti Dimensione reddituale Dimensione dinvestimento INVESTIMENTI IN CAPITALE FISSO: immobili, impianti, macchinari, Studi e ricerche, marchi e brevetti industriali,… INVESTIMENTI IN CAPITALE CIRCOLANTE: scorte semilavorati, Prodotti finiti, materie e merci. COSTI DI PRODUZIONE= - VARIABILI materie prime, di consumo, mano dopera diretta, c/lavorazione.

19 Annarita Gelasio Roberto Moroni 19 Budget delle materie prime e approvv.ti

20 Annarita Gelasio Roberto Moroni 20 Budget del personale: calcolo fabbisogni

21 Annarita Gelasio Roberto Moroni 21 Budget del personale: ore di presenza dipendenti diretti

22 Annarita Gelasio Roberto Moroni 22 Calcolo del costo della manodopera: esempio Retribuzione diretta (ore annuali 2088 per 7,5) ,00 Straordinario 0,00 Totale retribuzione diretta ,00 Retribuzione indiretta: 13° 1.500,00 Totale ,00 Contributi 37,20% 6.383,50 TFR annuale 1.350,00 Totale costo m.o. annuo ,50 IRAP 4,25% 1.057,97 Totale costo m.o. e imposte ,47

23 Annarita Gelasio Roberto Moroni 23 Budget del personale: organico per centro

24 Annarita Gelasio Roberto Moroni 24 Budget del personale: costo per dipendente

25 Annarita Gelasio Roberto Moroni 25 Budget del personale: costo per dipendente

26 Annarita Gelasio Roberto Moroni 26 Budget delle spese gen.li tecniche Dimensione reddituale Dimensione dinvestimento INVESTIMENTI IN CAPITALE FISSO: immobili, impianti, macchinari, Studi e ricerche, marchi e brevetti industriali,… INVESTIMENTI IN CAPITALE CIRCOLANTE: scorte semilavorati, Prodotti finiti, materie e merci. COSTI DI PRODUZIONE= - VARIABILI quota energia variabile,manutenzione,… - FISSI DIRETTI ammortamenti spec., stipendi capo reparto,… - FISSI INDIR. quota fissa energia, affitti industr., ammortamenti, stipendi area produttiva, manutenzione programmata,…

27 Annarita Gelasio Roberto Moroni 27 Budget delle spese generali tecniche attribuite alla produzione Sono le ore risultanti dallesplosione dei cicli in DB per centro, per la previsione di produzione

28 Annarita Gelasio Roberto Moroni 28 Budget dei costi delle altre aree operative Dimensione reddituale Dimensione dinvestimento INVESTIMENTI IN CAPITALE FISSO:immobili, impianti, macchinari, studi e ricerche, nuovo software,… COSTI DI GESTIONE: -FISSI DIRETTI stipendi, consulenze,collaborazioni, servizi vari,… -FISSI INDIR. quota fissa energia, manutenzione programmata,…

29 Annarita Gelasio Roberto Moroni 29 Budget dei costi delle altre aree operative Abbandonare la logica incrementativa! Prevedere ogni voce discrezionale in base ad un progetto (Budget a base zero).

30 Annarita Gelasio Roberto Moroni 30 Conto economico di budget

31 Annarita Gelasio Roberto Moroni 31 Analisi Costo-Volume-Profitto 1° Per prima cosa, riclassifichiamo i nostri conti economici in costi variabili, fissi, finanziari, extra caratteristici ed imposte. Poi calcoliamo i ricavi che ci consentono di coprire tutti i costi aziendali con risultato di esercizio pari a 0.

32 Annarita Gelasio Roberto Moroni 32 Analisi Costo-Volume-Profitto 2° Ricavi di pareggio (BEP)= Costi fissi totali (+oneri finanziari)/Margine di contribuzione in %, in numeri: ( )/0,3456=

33 Annarita Gelasio Roberto Moroni 33 BUDGET DEGLI INVESTIMENTI 1°

34 Annarita Gelasio Roberto Moroni 34 BUDGET DEGLI INVESTIMENTI 2°

35 Annarita Gelasio Roberto Moroni 35

36 Annarita Gelasio Roberto Moroni 36 BUDGET PATRIMONIALE

37 Annarita Gelasio Roberto Moroni 37 Il BUDGET FINANZIARIO - Definizione Traduce i ricavi/costi dellimpresa in entrate ed uscite finanziarie). Serve per controllare a priori il grado di liquidità aziendale e la fattibilità dei programmi economici e degli investimenti.

38 Annarita Gelasio Roberto Moroni 38 Il BUDGET FINANZIARIO - Finalità Il Budget finanziario serve per capire se le fonti interne – capitale proprio – sono sufficienti o meno per foreggiare la gestione aziendale. Se, come spesso accade, è necessario il ricorso a finanziamenti di terzi – bisogna scegliere quelli che si adattano meglio alle necessità dellimpresa.

39 Annarita Gelasio Roberto Moroni 39 Tipologie di Finanziamenti di terzi Finanziamenti di Terzi di Breve termine: Fidi di conto corrente ordinario; Anticipi su fatture; Anticipi ricevute bancarie salvo buon fine; Anticipi su cambiali (sconto, s.b.f. ecc.); Anticipi allesportazione; Finanziamenti medio – lungo termine; Mutui Passivi; Prestiti Obbligazionari.

40 Annarita Gelasio Roberto Moroni 40 Correlazioni Fonti / Impieghi È indispensabile correlare la durata dei finanziamenti a quella degli investimenti; LEGGE AZIENDALE 1.INVESTIMENTI A MEDIO – LUNGO TERMINE FINANZIATI DA CAPITALE PROPRIO E/O FINANZIAMENTI CONSOLIDATI (MUTUI ECC.) 2.ATTIVO CORRENTE IN GRADO DI COPRIRE I DEBITI A BREVE TERMINE.

41 Annarita Gelasio Roberto Moroni 41 Regole da imparare …… ed applicare Attenzione a: 1.Non finanziare investimenti a medio – lungo con prestiti a breve (NO!! Conti correnti ordinari; NO! Conti anticipi fatture e ricevute s.b.f. ecc) 2.Non ricorrere solo a debiti bancari per finanziare lattività!!

42 Annarita Gelasio Roberto Moroni 42 Conseguenze degli accordi di Basilea 2 Con gli accordi di Basilea 2 i finanziamenti saranno concessi in funzione di: Parametri oggettivi (dati di bilancio depositati); Parametri oggettivi (valutazioni del management, storia dellimpresa, tendenze del settore ecc.)

43 Annarita Gelasio Roberto Moroni 43 Il BUDGET di TESORERIA BUDGET DI TESORERIA Società ….; Periodo anno 20.. Descrizione voci Genn. Febb. ….….…. ….…. Nov. Dic. TOTAL I Cassa e Banche TOT.DISP.LIQ.(A) INCASSI: Clienti ordinari Alienazione cespiti Accensione mutui Apporti soci Altri incassi TOTALE INCASSI(B) PAGAMENTI: Fornitori ordinari Fornitori beni strum. Estinzione mutui Altri pagamenti TOT.PAGAMENTI © FONDI DISPONIBILI (A+B-C)

44 Annarita Gelasio Roberto Moroni 44 Il nuovo rapporto Banca - Impresa Il rapporto Banca – Impresa: la necessità di un nuovo approccio La Banca deve diventare interlocutore privilegiato dellimpresa, valutando i progetti di investimento in via preliminare, fornire gli strumenti di finanziamento adeguati, entrare in una logica di Business – Plan. Limpresa deve collaborare con le banche in modo trasparente. In poche parole, impresa e banca devono budgetizzare – controllare – valutare insieme. Sono pronte per accettare questa sfida?


Scaricare ppt "Annarita Gelasio Roberto Moroni 1 Obiettivi generali di medio-lungo termine Obiettivi generali Iter di redazione del Budget Budget investimenti Budget."

Presentazioni simili


Annunci Google