La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Policlinico MultiMedica - Sesto San Giovanni (Milano) UF di Medicina Interna – Sezione di Diabetologia Centro per la Prevenzione e la Cura del Piede Diabetico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Policlinico MultiMedica - Sesto San Giovanni (Milano) UF di Medicina Interna – Sezione di Diabetologia Centro per la Prevenzione e la Cura del Piede Diabetico."— Transcript della presentazione:

1 Policlinico MultiMedica - Sesto San Giovanni (Milano) UF di Medicina Interna – Sezione di Diabetologia Centro per la Prevenzione e la Cura del Piede Diabetico Asti Novembre 2003 Diabete e complicanze macrovascolari “Dall’EBM alla definizione dei profili di cura” L’arteriopatia periferica nel diabetico

2 L’arteriopatia nel diabetico è un problema ?

3 AOP nel diabete: prevalenza Palumbo, Peripheral vascular disease and diabetes, 1985 Presente: all’esordio del diabete 8% a 10 anni 15% a 20 anni 45% Palpazione dei Polsi Arteriosi Periferici

4 SC.AR.: STUDIO EPIDEMIOLOGICO MULTICENTRICO SULLA PREVALENZA DI PAD IN DIABETICI NEO-DIAGNOSTICATI PERIODO OTTOBRE-DICEMBRE 2002 RECLUTATI 2559 DIABETICI TIPO 2 CON DIAGNOSI DA NON OLTRE 6 MESI  prima visita in 265 CENTRI DI DIABETOLOGIA In press

5 2559 diabetici tipo 2 di NEODIAGNOSI ARRUOLATI in 265 Centri di Diabetologia ABI < 0.9: % Claudication: % Phemoral pulse absent % Popliteal pulse absent % Posterior tibial pulse absent % Dorsalis pedis pulse absent % In press SCAR: Progetto Nazionale SCreening ARteriopatia

6 AOP NEL DIABETE: PROGRESSIONE La progressione di malattia nel diabete è formidabile: dopo 2 anni l’87% dei soggetti ha una progressione della malattia dimostrabile al Doppler Beach, Diabetes Care 1988 Non diabetici: a 4.5 anni il 50% rimane stazionario o migliora McDaniel, Ann Vasc Surg 1989 La progressione di malattia nel diabete è formidabile: dopo 2 anni l’87% dei soggetti ha una progressione della malattia dimostrabile al Doppler Beach, Diabetes Care 1988 Non diabetici: a 4.5 anni il 50% rimane stazionario o migliora McDaniel, Ann Vasc Surg 1989

7 ARTERIOPATIA DIABETICA  PRECOCE  RAPPORTO M/F 2:1  BILATERALE DISTALE  DISTALE INSIDIOSA PER: NEUROPATIANEUROPATIA CALCIFICAZIONICALCIFICAZIONI INSIDIOSA PER: NEUROPATIANEUROPATIA CALCIFICAZIONICALCIFICAZIONI

8 COINVOLGONO PREFERENZIALMENTE LE ARTERIE SOTTOPOPLITEE: TIBIALE ANTERIORE E POSTERIORE, INTEROSSEA ARTERIOPATIA DIABETICA: LESIONI

9 SONO DI SOLITO MULTISEGMENTALICALCIFICHE ARTERIOPATIA DIABETICA : LESIONI

10 ARTERIOPATIA DIABETICA Kansal NK, Handman A in Veves A, Giurini JM, LoGerfo FW: The diabetic foot, HUMANA PRESS, New Jersey, 2002 PREVALGONO LE OCCLUSIONI RISPETTO ALLE STENOSI

11 I MITI DI ALLORA (?) Le lesioni del piede nei diabeticiLe lesioni del piede nei diabetici sono dovute alla microangiopatia sono dovute alla microangiopatia La rivascolarizzazione soprattutto distale nei diabetici è inutile perché manca il run-offLa rivascolarizzazione soprattutto distale nei diabetici è inutile perché manca il run-off

12 Circulation 36,83-91, 1967

13 New England Journal of Medicine 1984

14 LoGerfo, Cofman: N Engl J Med 1984 “ When modern techniques of arterial reconstruction are used, long-term salvage rates are nearly identical to those in nondiabetics The term “small-vessel disease” inasmuch as it suggests occlusive lesions, is misleading and should not be used to describe vascular disease in the diabetic patients ”

15 Expanded Role of Arterial Reconstruction Massachusetts Health Data Center LoGerfo et al: Arch. Surg. 1992

16 n = (91.3%) AMPUTATI 11 (5.5%) NON RIVASCOLARIZZABILI 19 (8.7%) AMPUTATI 6 (31.6%) RIVASCOLARIZZATI Journal of Internal Medicine, 252, , 2002

17 Arteriopatia Diabetica : le difficoltà SAPERE QUANDO UN PAZIENTE E’ ARTERIOPATICO E’ ARTERIOPATICO

18 QUANDO UN DIABETICO HA L’ARTERIOPATIA ?

19

20 VERO IL PROBLEMA VERO È QUANDO UN PIEDE NON ÈEVIDENTEMENTE ISCHEMICO VERO IL PROBLEMA VERO È QUANDO UN PIEDE NON ÈEVIDENTEMENTE ISCHEMICO ARTERIOPATIA DIABETICA: DIAGNOSI

21 Il piede arteriopatico (ischemico) VISIBILITÀ SPESSO non ha VISIBILITÀ ABI 0.4 TcPO 2 : 22 mmHg

22

23 11 mesi di medicazioni di una “piccola”ulcera della prima articolazione metatarso-falangea In assenza di una corretta diagnosi di ARTERIOPATIA TcPO: 8 mmHg TcPO 2 : 8 mmHg ABI : 0.3

24 ARTERIOPATIA DIABETICA BENDAGGIO IN ARTERIOPATIA NON DIAGNOSTICATA

25 INTERVENTO CHIRURGICO IN PAOD NON DIAGNOSTICATA ARTERIOPATIA DIABETICA

26 DOPO RIVASCOLARIZZAZIONE


Scaricare ppt "Policlinico MultiMedica - Sesto San Giovanni (Milano) UF di Medicina Interna – Sezione di Diabetologia Centro per la Prevenzione e la Cura del Piede Diabetico."

Presentazioni simili


Annunci Google