La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Olimpia Fera1 Benevento e i Longobardi Prof. Olimpia Fera2 I Longobardi, popolo appartenente al ceppo germanico settentrionale, guidati dal re.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Olimpia Fera1 Benevento e i Longobardi Prof. Olimpia Fera2 I Longobardi, popolo appartenente al ceppo germanico settentrionale, guidati dal re."— Transcript della presentazione:

1

2 Prof. Olimpia Fera1 Benevento e i Longobardi

3 Prof. Olimpia Fera2 I Longobardi, popolo appartenente al ceppo germanico settentrionale, guidati dal re Alboino dominarono la penisola italiana dal VI d.c. fino alla fine del VIII sec d.C. Amavano definirsi Winnili cioè guerrieri. Dilagarono nella pianura attraverso l'Emilia, giunsero in Toscana e superando Roma si stanziarono a Benevento. Dilagarono nella pianura attraverso l'Emilia, giunsero in Toscana e superando Roma si stanziarono a Benevento. Dopo aver diviso in ducati il territorio conquistato, scelsero Pavia come capitale e sede del re e dei parlamenti generali. Dopo aver diviso in ducati il territorio conquistato, scelsero Pavia come capitale e sede del re e dei parlamenti generali. Nel VI sec., il re Agilulfo, e sua moglie Teodolinda si convertirono al cattolicesimo seguiti dal loro popolo. Nel VI sec., il re Agilulfo, e sua moglie Teodolinda si convertirono al cattolicesimo seguiti dal loro popolo.

4 Prof. Olimpia Fera3 Benevento divenne così la capitale della Longobardia meridionale.. Benevento divenne così la capitale della Longobardia meridionale.. Una delle più belle città dell'Italia per arte e per cultura. Una delle più belle città dell'Italia per arte e per cultura. Il territorio, con i Longobardi si estese moltissimo e il ducato si arricchì di altri bellissimi luoghi. Il territorio, con i Longobardi si estese moltissimo e il ducato si arricchì di altri bellissimi luoghi. Ne fecero parte lAbruzzo, la Puglia la Lucania, parte della Campania e la Calabria, che contribuirono a far raggiungere grande splendore al Ducato di Benevento. Ne fecero parte lAbruzzo, la Puglia la Lucania, parte della Campania e la Calabria, che contribuirono a far raggiungere grande splendore al Ducato di Benevento.

5 Prof. Olimpia Fera4 Fu durante il dominio longobardo che nacque la leggenda delle streghe. Fu durante il dominio longobardo che nacque la leggenda delle streghe. Le donne longobarde celebravano riti pagani riunendosi fuori dalle mura, intorno al noce sacro a Wothan. Le donne longobarde celebravano riti pagani riunendosi fuori dalle mura, intorno al noce sacro a Wothan. Le urla che emettevano ballando frenetiche danze, furono scambiate per orge sataniche e malefiche. Le urla che emettevano ballando frenetiche danze, furono scambiate per orge sataniche e malefiche. Nel 663, un vescovo beneventano, S.Barbato, alla felice conclusione dell'assedio posto alla città dall'imperatore Costante II, convinse il duca Romoaldo II e la sua gente ad abbattere il noce sacro a Wothan e porre fine ai riti. Nel 663, un vescovo beneventano, S.Barbato, alla felice conclusione dell'assedio posto alla città dall'imperatore Costante II, convinse il duca Romoaldo II e la sua gente ad abbattere il noce sacro a Wothan e porre fine ai riti.

6 Prof. Olimpia Fera5 Con il principato di Arechi II, intelligente ed abile sovrano. Benevento visse la sua epoca d'oro. Con il principato di Arechi II, intelligente ed abile sovrano. Benevento visse la sua epoca d'oro. Si arricchì di monumenti preziosi, di filosofi e sapienti provenienti da ogni parte diventando centro culturale di grande prestigio. Si arricchì di monumenti preziosi, di filosofi e sapienti provenienti da ogni parte diventando centro culturale di grande prestigio. Il sovrano amò circondarsi di artisti e uomini del sapere tra i quali Paolo Diacono, storico della Longobardia, che lo celebrò come elargitore di gioia, di prosperità, di grandezza,esempio di immensa virtù. Il sovrano amò circondarsi di artisti e uomini del sapere tra i quali Paolo Diacono, storico della Longobardia, che lo celebrò come elargitore di gioia, di prosperità, di grandezza,esempio di immensa virtù. Arechi II costruisce la chiesa di Santa Sofia

7 Prof. Olimpia Fera6 Furono abilissimi cesellatori ed artigiani in tutti i campi. Armi, scudi,vestiti, costruiti sempre con ricchezza di particolari. Furono abilissimi cesellatori ed artigiani in tutti i campi. Armi, scudi,vestiti, costruiti sempre con ricchezza di particolari. Splendide opere d artigianato che esprimevano lamore per la natura: aquile, cervi, cinghiali spesso sono rappresentati su croci, incastonate di pietre preziose. Splendide opere d artigianato che esprimevano lamore per la natura: aquile, cervi, cinghiali spesso sono rappresentati su croci, incastonate di pietre preziose. Abilissimi nella scultura, a Benevento è possibile ammirarne una nel chiostro della chiesa di Santa Sofia, dove era badessa Guniberga, sorella di Arechi. Abilissimi nella scultura, a Benevento è possibile ammirarne una nel chiostro della chiesa di Santa Sofia, dove era badessa Guniberga, sorella di Arechi..

8 Prof. Olimpia Fera7 Larte longobarda fu raffinata e splendida come dimostrano tutti i reperti ritrovati. Larte longobarda fu raffinata e splendida come dimostrano tutti i reperti ritrovati. Stupende sono le monete d'oro che raffigurano il duca Arechi II. Stupende sono le monete d'oro che raffigurano il duca Arechi II. Anche i codici, furono vere opere darte in miniatura ed entrano a far parte della biblioteca del signore longobardo. Anche i codici, furono vere opere darte in miniatura ed entrano a far parte della biblioteca del signore longobardo. Tra le sue letture preferite le miscellanee, i libri liturgici, gli scritti agiografici ed i trattati. Tra le sue letture preferite le miscellanee, i libri liturgici, gli scritti agiografici ed i trattati.

9 Prof. Olimpia Fera8 Idearono tecniche originali, come la filigrana, l'agemina, argento laminato su ferro o su bronzo Idearono tecniche originali, come la filigrana, l'agemina, argento laminato su ferro o su bronzo Costruirono, preziosi gioielli, monili meravigliosi con cui amavano abbellire le loro donne. Costruirono, preziosi gioielli, monili meravigliosi con cui amavano abbellire le loro donne. Collane, orecchini, anelli, fibule, cinture,arricchiti da pietre preziose, trovati nelle tombe,sono reperti che testimoniano lelevato livello di lavorazione e creatività raggiunto nellarte orafa dal raffinato popolo dei Longobardi. Collane, orecchini, anelli, fibule, cinture,arricchiti da pietre preziose, trovati nelle tombe,sono reperti che testimoniano lelevato livello di lavorazione e creatività raggiunto nellarte orafa dal raffinato popolo dei Longobardi.

10 Prof. Olimpia Fera9


Scaricare ppt "Prof. Olimpia Fera1 Benevento e i Longobardi Prof. Olimpia Fera2 I Longobardi, popolo appartenente al ceppo germanico settentrionale, guidati dal re."

Presentazioni simili


Annunci Google