La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ARON HECTOR SCHMITZ 1861-1928 in arte ITALO SVEVO.

Copie: 1
Italo Svevo LA COSCIENZA DI ZENO. Quando fu realizzata? Iniziata nel 1919… Fu pubblicata nel 1923, a venticinque anni di distanza dallultimo romanzo Senilità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ARON HECTOR SCHMITZ 1861-1928 in arte ITALO SVEVO."— Transcript della presentazione:

1 ARON HECTOR SCHMITZ in arte ITALO SVEVO

2 La nascita di un romanziere allavanguardia DANNUNZIOSVEVO Arte-vita Arte-spettacolo Vita tutta dentro Svolgimento interiore Letteratura-esibizionismo Letteratura-artificio Letteratura-scrittura Letteratura-terapia SublimeUmoristico Registro altoRegistro comico Un vate con laureola Un romanziere sovversivo

3 La scelta dello pseudonimo Un italiano (ITALO) triestino (SVEVO) Trieste, crogiuolo etnico e culturale –Interessi economici legati allAustria –Tensioni tra filoungarici e tendenze nazionalistiche –Studio di autori francesi, russi, tedeschi, scandinavi, inglesi, oltre che italiani –Diverse componenti etniche Maggioranza italiana Proletariato sloveno Minoranza elitaria tedesca Comunità israelita

4 Una vita con il vizio di scrivere 1861: nasce a Trieste Padre commerciante ebreo e cittadino austriaco Madre italiana ebrea Studia in un istituto commerciale a Trieste In collegio in Baviera Giornalista a Trieste Fallimento industria paterna Necessità di famiglia e declassazione Impiegato di banca (non sono nato per il commercio) Autore preferito: Schopenhauer Legge Flaubert, Zola, Darwin Amicizia con il pittore Veruda 1892: morte del padre pubblicazione di Una vita (fiasco) Sfondo autobiografico

5 Una cultura mitteleuropea Il positivismo, Darwin e Marx –Tecniche scientifiche di conoscenza –Rifiuto di unottica idealistica o metafisica –Destino dellumanità nella sua evoluzione e selezione –Lotta per lesistenza Schopenahauer –Voluntas e noluntas –LOTTATORI E CONTEMPLATORI –COSCIENZA CREATRICE o potere immaginativo –Capacità di cogliere gli autoinganni –Carattere effimero dei desideri umani –Coefficiente di coscienza –Inappartenenza e inettitudine

6 Nietzsche –Critica spietata ai valori borghesi –Pluralità dellio Freud –Analisi dellambiguità delluomo –Demistificazione delle razionalizzazioni- giustificazioni –Sì alla psicoanalisi, ma solo come tecnica di conoscenza Dostoevskij / Joyce / Kafka –Analisi profonda dellio –Rinnovamento radicale della struttura narrativa

7

8 Una vita (1892) Canoni naturalistici Spaccato oggettivo del grigiore della vita impiegatizia Novità: analisi psicologica Inettitudine come categoria esistenziale –Inadeguatezza –Malattia –Rinuncia alla volontà (noluntas) Autobiografismo Alfonso fratello di Emilio e di Zeno I SANI vincenti ma inconsapevoli strumenti delle leggi di natura I MALATI INETTI perdenti ma privilegiati dalla coscienza possono scegliere: –La libertà morale (fino al suicidio) –Il sogno, i voli pindarici, lironia

9

10 Incontro con Livia Veneziani 1895: morte della madre Legge romanzieri russi 1896: matrimonio (rito civile) Lidia, lunica grande speranza di felicità 1897: matrimonio (rito religioso) 1898: Senilità Il successo del romanzo fu nullo. Derivava la necessità della rinunzia. La serietà della vita incombeva. Ho eliminato dalla mia vita quella ridicola e dannosa cosa che si chiama letteratura.

11 Senilità (1898) Emilio Brentani (35 anni) Trieste Impiegatuccio pavido e inerte con velleità letterarie Sorella Amalia (figura materna) Amico scultore Stefano Balli (attraente uomo di successo) Angiolina (popolana, spregiudicata e vitale, disinvolta) Morte di Amalia Discidium da Angiolina Trasfigurazione di Angiolina Senilità = condizione psicologica Emilio come Alfonso è un inetto Diviso tra due scopi (successo mondano e letterario) Diviso tra due donne antagoniste Ma compensa con le costruzioni mentali Sa autoingannarsi I malati teorizzano e i sani vivono Focalizzazione interna fissa Il monologo del personaggio col narratore Lironia oggettivante

12

13 1899: salto di classe entra nellindustria del suocero e smette di scrivere (violino) Legge romanzieri inglesi 1906: a Trieste prende lezioni da Joyce che diventa suo amico Legge Freud Viaggi e successo economico

14 La guerra : fabbrica chiusa Liberazione di Trieste 1919: La nazione Un attimo di forte e travolgente passione : La coscienza di Zeno 1923: pubblicazione (silenzio sepolcrale) 1925: omaggio a Italo Svevo (Montale) Intervento salvifico di Joyce 1926: in Francia fascicolo su di lui 1927: conferenza a Milano su Joyce Traduzione francese de La coscienza di Zeno 1928: Profilo autobiografico morte per incidente dauto

15 Italo Svevo LA COSCIENZA DI ZENO

16 R. Magritte Gli amanti 1923

17 Quando fu realizzata? Iniziata nel 1919… Fu pubblicata nel 1923, a venticinque anni di distanza dallultimo romanzo Senilità

18 Perché questo lungo silenzio? Le motivazioni sono di carattere pratico e psicologico: Svevo è un intellettuale non professionista. Abbandona limpiego in banca per lavorare nellindustria del suocero. Ma la causa principale è da attribuirsi… …allinsuccesso dei primi due romanzi e alla totale indifferenza della critica nazionale…

19 …tale insuccesso è dovuto ai seguenti fattori: Svevo realizza un romanzo davanguardia che si discosta dal modello ottocentesco. Propone nei suoi romanzi argomenti e scelte formali lontani dalla tradizione italiana. Apre lo stile e le tematiche ai modelli europei del primo Novecento (Proust, Joyce, Musil, Kafka). Sviluppa una critica nei confronti della classe borghese. Risente dellinfluenza delle correnti filosofiche e culturali del tempo (Schopenhauer, Freud, Darwin).

20 Lapertura di Svevo alle diverse correnti europee e la sua originalità è stata determinata dal clima fervido e inquieto della sua città natale, crocevia di più culture e di fisionomia mitteleuropea: TRIESTE TRIESTE

21 Sintesi del romanzo… Zeno è un ricco triestino che manifesta nel rapporto con se stesso e con gli altri la sua nevrosi. Lincapacità di liberarsi dal vizio del fumo e il continuo fallimento del proposito di fumare lultima sigaretta, lo spingono a sottoporsi ad una cura psicoanalitica. Il dottor S. gli affida, come terapia, il compito di ripercorrere per iscritto il proprio passato. La ricostruzione della sua vita avviene però per salti, in maniera non organica e non del tutto sincera, senza mai arrivare ad un punto risolutivo. Zeno ad un tratto interrompe la terapia e la scrittura dei suoi ricordi per linsofferenza nata nei confronti dello psicanalista e del tipo di cura da questi adottato. Il dottor S. per vendetta pubblicherà il diario di Zeno.

22 Comè strutturata lopera? Si compone di 7 capitoli preceduti da una Prefazione: Preambolo Il fumo La morte di mio padre La storia del mio matrimonio La moglie e lamante Storia di unassociazione commerciale Psico-analisi

23 Caratteristiche principali dellopera: Racconto narrato in prima persona (assenza del narratore oggettivo). Largo uso del monologo interiore (il protagonista analizza se stesso). Struttura aperta: le vicende seguono un percorso tematico e non cronologico (differenza con il romanzo ottocentesco). Ambiguità dei contenuti: ciò che è detto non corrisponde necessariamente a verità. Complessità del rapporto fra sanità e malattia. Nuova considerazione dellinetto.

24 CHI È LINETTO? Linetto è colui che avverte il senso della sconfitta, lamarezza del fallimento e percepisce tutta lambiguità dei suoi rapporti con la società che è oppressiva, alienante, corrotta, priva di ideali, incapace di dare un valore e un significato alla vita delluomo. I protagonisti dei tre romanzi incarnano il ruolo del tipico antieroe sveviano: linetto Una vitaAlfonso Nitti SenilitàEmilio Brentani La coscienza di ZenoZeno Cosini

25 I personaggi sveviani: Sono vinti da uno status psicologico che li rende incapaci di vivere. Sentono il disagio nel rapporto con gli uomini e con la società. Non oppongono valori ideali o alternative, se non la passività, lestraneità, linganno a se stessi e agli altri. In particolare Zeno Cosini…

26 …è lultimo approdo dellantieroe sveviano: la sua inettitudine è un segno positivo di non rassegnazione e di non adattamento ai meccanismi e ai valori alienanti della civiltà contemporanea. Svevo capovolge il rapporto tra sanità e malattia

27 La malattia di Zeno… è incapacità di adeguarsi alla sanità e alla normalità del mondo borghese. Ma in realtà… La sanità del mondo borghese… è la vera malattia.

28 Alla fine del romanzo… Zeno è completamente sano perché definitivamente integrato in un contesto completamente malato

29

30

31

32 IL FUMO

33 Tema principale del capitolo: Il vizio del fumo Fallimento del proposito di fumare lultima sigaretta Nevrotica rivalità col padre Rapporto col tabacco

34 I temi più importanti: GLI ATTI MANCATI GLI ALIBI

35 LA MORTE DI MIO PADRE

36 Tema principale del capitolo: Il complesso edipico Ostilità fra padre e figlio Episodio dello schiaffo del padre

37 Lo schiaffo del padre Descrizione della scena: Zeno è ancora in conflitto con il padre. Il padre si ammala di un edema cerebrale che lo rende privo di coscienza. Il medico ordina lassoluto riposo del paziente. Zeno prende alla lettera tale prescrizione. Il padre prima di morire lascia cadere la mano sulla guancia del figlio. Lo schiaffo fa acuire in Zeno il senso di colpa.

38 Quali sono i temi più importanti del brano preso in esame? IL SENSO DI COLPA LINETTITUDINE


Scaricare ppt "ARON HECTOR SCHMITZ 1861-1928 in arte ITALO SVEVO."

Presentazioni simili


Annunci Google