La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lattività scrittoria dei monasteri nei primi secoli dalla caduta dellimpero romano doccidente L accoglienza della lingua e della cultura latina da parte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lattività scrittoria dei monasteri nei primi secoli dalla caduta dellimpero romano doccidente L accoglienza della lingua e della cultura latina da parte."— Transcript della presentazione:

1 Lattività scrittoria dei monasteri nei primi secoli dalla caduta dellimpero romano doccidente L accoglienza della lingua e della cultura latina da parte dei cristiani costituisce la premessa dellintensa attività scrittoria dei monasteri che, a partire dal VI secolo cominciarono a sorgere in tutta Europa. a cura di Andrea L. e Manuel M.

2 Padre del monachesimo occidentale fu San Benedetto da Norcia, fondatore dellabbazia di Montecassino, ancora oggi centro attivo di preghiera e di cultura. La Regula da lui istituita, basata sul celeberrimo motto Ora et Labora valorizza moltissimo il lavoro sia manuale che intellettuale, tanto che in Europa i monasteri benedettini assunsero un ruolo fondamentale nel recupero delleconomia, della società e della cultura.

3 M entre aiutavano e reintegravano vagabondi e contadini in fuga, restituendo alla coltivazione le terre abbandonate, i monaci riuscirono anche nellimpresa di conservare e ricopiare le opere di tutti gli autori latini. I monaci addetti a questo compito venivano chiamati amanuensi. Fu la loro attività, ispirata allottica cristiana secondo cui ogni aspetto della realtà manifesta la gloria di Dio, ad aver salvato gran parte del patrimonio culturale della classicità.

4 L atteggiamento positivo verso tutti gli autori, non solo quelli religiosi, nella convinzione che in ciascuno ci fosse un riverbero della verità, consentì la trasmissione dei testi classici, anche profani, come le Commedie di Plauto o le Metamorfosi di Ovidio Le Metamorfosi di Ovidio; XI sec.

5 N ella nostra penisola uno dei monasteri più importanti fu quello di Bobbio che ebbe la stessa importanza nel settentrione quanta ne ebbe il moanstero di Montecassino nel meridione. Il monastero di Bobbio venne fondato da San Colombano nel 613, su concessione dei re Longobardi. Anche Bobbio ebbe un rinomato Scriptorium, ma i suoi libri, principalmente di origine irlandese, furono successivamente dispersi in varie Biblioteche Europee.

6 I monaci irlandesi elaborarono una scrittura libraria di particolare valore artistico. Ne sono testimoni il celebre Book of Kells e lEvangelario di Lindsfarne. I l Libro di Kells (Book of Kells), è un manoscritto magnificamente decorato, realizzato da monaci irlandesi intorno all'800. Per l'eccellenza tecnica della sua realizzazione e la sua grande bellezza, questo capolavoro dell'arte irlandese è considerato da molti studiosi una delle più importanti opere d'arte medievali. Contiene la traduzione latina dei quattro Vangeli, accompagnati da note introduttive ed esplicative, il tutto corredato da numerose illustrazioni e miniature riccamente colorate. Attualmente è in mostra permanente alla biblioteca del Trinity College di Dublino.

7 In questi libri le lettere non sono solo segni grafici funzionali alla scrittura, bensì valgono come figure simbolo di realtà sacre.


Scaricare ppt "Lattività scrittoria dei monasteri nei primi secoli dalla caduta dellimpero romano doccidente L accoglienza della lingua e della cultura latina da parte."

Presentazioni simili


Annunci Google