La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P.I.C. INTERREG III – A 2000/2006 GRECIA / ITALIA Giornata informativa ai Lead Partners ed ai Partners di progetto italiani Bari, 3 luglio 2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P.I.C. INTERREG III – A 2000/2006 GRECIA / ITALIA Giornata informativa ai Lead Partners ed ai Partners di progetto italiani Bari, 3 luglio 2007."— Transcript della presentazione:

1 P.I.C. INTERREG III – A 2000/2006 GRECIA / ITALIA Giornata informativa ai Lead Partners ed ai Partners di progetto italiani Bari, 3 luglio 2007

2 Progetti approvati e ammessi a finanziamento n. 81 Totale risorse assegnate ,23

3 P.I.C. INTERREG III – A 2000/2006 GRECIA / ITALIA risorse per Assistenza Tecnica ,17

4 P.I.C. INTERREG III – A 2000/2006 GRECIA / ITALIA Riferimenti Bernardo Notarangelo – Dirigente Responsabile tel – fax Simonetta Trivelli – Responsabile attuazione tel – fax Giuseppe Aprile – Responsabile Pagamenti / Controlli/Certificazione tel – fax Assistenza Tecnica: Mario De Bellis tel Anna Maria Zonno tel Anna Maria Zonno tel

5 P.I.C. INTERREG III – A 2000/2006 GRECIA / ITALIA RESPONSABILI ATTUAZIONE MISURE Mis. 1.1 e mis. 1.2 – Giuseppe Totaro – Settore LL.PP.Mis. 1.1 e mis. 1.2 – Giuseppe Totaro – Settore LL.PP. Tel – – Mis. 2.1 e mis. 2.2 – Egidia Grieco – Settore IndustriaMis. 2.1 e mis. 2.2 – Egidia Grieco – Settore Industria Tel – – Mis. 3.1 (az. 1,2) - Anna Salierno – Settore PescaMis. 3.1 (az. 1,2) - Anna Salierno – Settore Pesca Tel – – Mis. 3.1 (az. 3,4,5) – Maria Lucia Meterangelo – Settore AmbienteMis. 3.1 (az. 3,4,5) – Maria Lucia Meterangelo – Settore Ambiente Tel – – Mis Maria Sgobba – Settore BB.CCMis Maria Sgobba – Settore BB.CC Tel – –

6 Riferimenti normativi Reg.to CE 1260/1999 Reg.to CE 1793/1999 Reg.to CE 1159/1999 Reg.to CE 438/2001 Reg.to CE 448/2004 Complemento di Programmazione Manuale di Rendicontazione D.lgs. 163/2006 Norme sulla Contabilità di Stato

7 COMPITI DEL BENEFICIARIO FINALE (L.P.) 1.REDAZIONE, COMPLETA, IN ITALIANO E IN GRECO DEI RAPPORTI DI AVANZAMENTO TRIMESTRALI; 2.SORVEGLIANZA, CONTROLLO E SOLLECITI NEI CONFRONTI DEI PROJECT PARTNERS 3.VALIDAZIONE DELLE SPESE DEI PROJECT PARTNERS

8 ULTERIORI COMPITI DEL BENEFICIARIO FINALE (L.P.) 1.Garantire la trasparenza delle attività e laccessibilità ai documenti relativi al progetto 2. Garantire la tracciabilità dei flussi finanziari allinterno dei propri documenti contabili 3. Verificare che lo stesso sia garantito dai P.P. 4. Garantire adeguata pubblicità allintervento dei Fondi strutturali per il finanziamento dellattività progettuale

9 PAGAMENTI LEAD E PROJECT PARTNERS ITALIANI 35% a seguito della Rendicontazione degli Importi già erogati 25% A TITOLO DI ANTICIPAZIONE 30% a seguito della Rendicontazione della anticipazione 10% A saldo e previa Approvazione della Rendicontazione complessiva

10 FLUSSO FINANZIARIO PROGETTI CON L.P. ITALIANI Autorità di Pagamento Trasferisce la quota FESR – ITALIA al M.E.F. – IG.R.U.E. COMMISSIONE U.E. Trasferisce il FESR, Totale, alla Autorità di Pagamento M.E.F. I.G.R.U.E. Trasferisce il FESR E LA C.P.N. Alla Regione Puglia REGIONE PUGLIA Trasferisce al L.P. limporto Rendicontato e ammesso a discarico e certificato LEAD PARTNER Riceve i Pagamenti dalla Regione Puglia Trasferisce – pro/quota – ai P.P. sulla base delle attività svolte e rendicontate P.P.

11 FLUSSO FINANZIARIO Progetti con L.P. GRECI e P.P. ITALIANI Autorità di Pagamento Trasferisce la quota FESR – ITALIA al M.E.F. – IG.R.U.E. COMMISSIONE U.E. Trasferisce il FESR, Totale, alla Autorità di Pagamento M.E.F. I.G.R.U.E. Trasferisce il FESR E LA C.P.N. Alla Regione Puglia REGIONE PUGLIA Trasferisce ai P.P. limporto Rendicontato e ammesso a discarico e certificato P.P.

12 RENDICONTAZIONE Progetti con L.P. ITALIANI LEAD PARTNERS VALIDA LE SPESE DEI PARTNERS Assembla le Rendicontazioni Compila il RAPPORTO DI AVANZAMENTO per lAdG AUTORITA DI GESTIONE Certifica le spese dei P.P. Greci e restituisce La CERTIFICAZIONE Responsabile Di Misura Effettua il Controllo documentale e/o in loco Approva la Rendicontazione ed Invia REPORT a Settore Mediterraneo LIQUIDA IL RIMBORSO AL L.P. Settore Mediterraneo sez. Certificazione Effettua il Controllo FISICO/PROCEDURALE Rilascia CERTIFICAZIONE DI SPESA AUTORIZZA IL RESP. MIS. AD EFFETTUARE IL RIMBORSO AL L.P. P.P. It: Predispone i Documenti di Competenza per La rendicontazione LEAD PARTNERS ACQUISISCE LA CERTIFICAZIONE DI TUTTI I PROJECT PARTNERS INVIA IL REPORT DI REND. ALLA AUTORITA DI GESTIONE AUTORITA DI PAGAMENTO Compila la Domanda di Pagamento da inviare P.P. Gr: Predispone i Documenti di Competenza per La rendicontazione COMMISSIONE U.E.

13 RENDICONTAZIONE Progetti con L.P. GRECI e P.P. ITALIANI AUTORITA DI GESTIONE Responsabile Di Misura Effettua il Controllo documentale e/o in loco Approva la Rendicontazione ed Invia REPORT a Settore Mediterraneo Effettua il RIMBORSO (det.Dir) Settore Mediterraneo sez. Certificazione Effettua il Controllo FISICO/PROCEDURALE Rilascia CERTIFICAZIONE DI SPESA AUTORIZZA IL RESP. MIS. AD EFFETTUARE IL RIMBORSO AL P.P. P.P. It: Predispone IL RAPPORTO DI AVANZAMENTO INVIA LA CERTIFICAZIONE AL LEADER PARTNER LEADER PARTNERS ACQUISISCE LA CERTIFICAZIONE DI TUTTI I PROJECT PARTNERS INVIA IL REPORT DI REND. ALLA AUTORITA DI GESTIONE AUTORITA DI PAGAMENTO P.P. Gr: Predispone i Documenti di Competenza per La rendicontazione COMMISSIONE U.E.

14 MODIFICHE AL PROGETTO Oltre il 20% del Budget Ripresentazione del Progetto Riapprovazione del C.C.P. Entro il 10% del Budget complessivo di progetto: Comunicazione alla A.d.G. e Alla Regione Puglia Regola del silenzio/assenso Passati 30 giorni Entro il 20% del Budget: AUTORIZZAZIONE della A.d.G. NO silenzio/assenso Le Modifiche Al Partenariato DEVONO ESSERE Approvate dallA.d.G. e dal C.C.P. Le Modifiche Alla NATURA E SCOPI DEL PROGETTO DEVONO ESSERE SEMPRE Approvate dallA.d.G. e dal C.C.P. Modifiche di natura AMMINISTRATIVA Comunicazione alla A.d.G. E alla Regione Puglia

15 CONTROLLI REGIONE PUGLIA SETTORE MEDITERRANEO Controllo Procedurale/ Finanziario e Fisico ai fini Della Certificazione LEAD PARTNER Effettua il Controllo delle Rendicontazioni Dei P.P. ai fini della validazione delle spese RESPONSABILE MISURA Controllo Amministrativo/Contabile, Finanziario e in loco ai fini della Approvazione della rendicontazione CONTROLLO II° Liv. È in corso di espletamento la Gara per laffidamento Dellattività ULTERIORI, EVENTUALI, CONTROLLI: I.G.R.U.E. D.G. AUDIT – COMM. U.E. CORTE DEI CONTI CORTE DEI CONTI U.E. O.L.A.F. GUARDIA DI FINANZA MAGISTRATURA

16 Sono ammissibili a rendicontazione le spese sostenute dai Beneficiari dei contributi, a far data dal 01/10/2001 Sono ammissibili a rendicontazione le spese sostenute dai Beneficiari dei contributi, a far data dal 01/10/2001 (salvo diverse indicazioni previste dai bandi e/o contratti di fin.to) (salvo diverse indicazioni previste dai bandi e/o contratti di fin.to) Periodo di ammissibilità della spesa Periodo di ammissibilità della spesa

17 Spese per il personale Spese per il personale Incontri conferenze seminari Incontri conferenze seminari Viaggi e trasferte Viaggi e trasferte Promozione e pubblicità Promozione e pubblicità Esperti esterni Esperti esterni Attrezzature e materiali Attrezzature e materiali Costi desercizio Costi desercizio Altre spese ammissibili Altre spese ammissibili Categorie di spesa Categorie di spesa

18 Per essere ammissibile nellambito del Programma Interreg IIIA Grecia / Italia, una spesa deve rispettare le seguenti condizioni: essere strettamente connessa a quanto previsto dal progetto approvato dal Comitato di Pilotaggio e dalla Convenzione di finanziamento; essere strettamente connessa a quanto previsto dal progetto approvato dal Comitato di Pilotaggio e dalla Convenzione di finanziamento; essere strettamente necessaria allo svolgimento del progetto; essere strettamente necessaria allo svolgimento del progetto; corrispondere a pagamenti effettivamente (uscita finanziaria) e definitivamente (iscritta in bilancio, senza possibilità di recupero) sostenuti dal Beneficiario; le spese devono, in altri termini, essere impegnate ed erogate; corrispondere a pagamenti effettivamente (uscita finanziaria) e definitivamente (iscritta in bilancio, senza possibilità di recupero) sostenuti dal Beneficiario; le spese devono, in altri termini, essere impegnate ed erogate; essere ragionevole (importo non superiore a quello medio di mercato) e soddisfare il principio di buona gestione finanziaria, di economicità ed il rapporto costi/benefici; essere ragionevole (importo non superiore a quello medio di mercato) e soddisfare il principio di buona gestione finanziaria, di economicità ed il rapporto costi/benefici; deve essere effettuata nel Periodo di Ammissibilità del progetto; deve essere effettuata nel Periodo di Ammissibilità del progetto; non essere finanziata da altri programmi comunitari o nazionali o comunque con risorse pubbliche; non essere finanziata da altri programmi comunitari o nazionali o comunque con risorse pubbliche; deve rientrare in una delle voci di budget che compongono il Budget di progetto; deve rientrare in una delle voci di budget che compongono il Budget di progetto; essere registrata nella contabilità del Beneficiario ed essere chiaramente identificabile (tenuta di contabilità separata del progetto o utilizzo di un codice che permetta una chiara identificazione della contabilità del progetto); essere registrata nella contabilità del Beneficiario ed essere chiaramente identificabile (tenuta di contabilità separata del progetto o utilizzo di un codice che permetta una chiara identificazione della contabilità del progetto); Criteri generali di ammissibilità della spesa 1

19 essere giustificata da documenti di spesa originali riportanti il timbro di spesa sostenuta con i fondi del Programma Interreg IIIA Grecia / Italia, Misura …, progetto … n. …per importo pari a euro … e data rendicontazione … essere giustificata da documenti di spesa originali riportanti il timbro di spesa sostenuta con i fondi del Programma Interreg IIIA Grecia / Italia, Misura …, progetto … n. …per importo pari a euro … e data rendicontazione … essere sostenuta nel rispetto dei criteri civilistici e fiscali in tema di contabilità e dei regolamenti di contabilità del beneficiario; essere sostenuta nel rispetto dei criteri civilistici e fiscali in tema di contabilità e dei regolamenti di contabilità del beneficiario; essere supportata da Relazioni (a firma del titolare), che specifichi dettagliatamente lattività svolta e la connessione tra la spesa sostenuta e le attività del progetto cui quella spesa si riferisce (pertinenza e conformità della spesa al progetto); essere supportata da Relazioni (a firma del titolare), che specifichi dettagliatamente lattività svolta e la connessione tra la spesa sostenuta e le attività del progetto cui quella spesa si riferisce (pertinenza e conformità della spesa al progetto); essere presentata utilizzando gli appositi format cartacei ed elettronici predisposti dallAutorità di Gestione; essere presentata utilizzando gli appositi format cartacei ed elettronici predisposti dallAutorità di Gestione; essere sostenuta e presentata nel rispetto di una chiara suddivisione delle responsabilità allinterno del partenariato di progetto e supportata da un organigramma che definisca chiaramente per ogni attività svolta allinterno del progetto (tecnico-scientifica, di gestione, di controllo interno, di pagamento, ecc.) chi fa cosa e da documenti che giustifichino in maniera certa eventuali deleghe di responsabilità. essere sostenuta e presentata nel rispetto di una chiara suddivisione delle responsabilità allinterno del partenariato di progetto e supportata da un organigramma che definisca chiaramente per ogni attività svolta allinterno del progetto (tecnico-scientifica, di gestione, di controllo interno, di pagamento, ecc.) chi fa cosa e da documenti che giustifichino in maniera certa eventuali deleghe di responsabilità. Criteri generali di ammissibilità della spesa 2 Criteri generali di ammissibilità della spesa 2

20 Le eventuali entrate generate da una operazione durante il periodo di finanziamento (risorse derivanti dalla vendita, dal noleggio o dalla messa a disposizione di prodotti o servizi) riducono limporto del finanziamento richiesto per il progetto in questione e vengono detratte dalle spese ammissibili del progetto integralmente o pro-rata a seconda se siano generate integralmente o parzialmente dal progetto stesso. Si veda la Norma 2 del Regolamento CE 448/2004 e al Regolamento Generale (1260/1999 Articolo 29). Investimenti generatori di entrate

21 La norma 1.7 del Regolamento 448/04 reca disposizioni in riferimento ai contributi in natura; questi vengono considerati spese ammissibili a condizione che: consistano nella fornitura di terreni o immobili di attrezzature o materiali, attività di ricerca, professionali o prestazioni volontarie non retribuite; non siano collegati a misure di ingegneria finanziaria di cui alle norme 8, 9 e 10 del Regolamento 448/2004; il loro valore possa essere oggetto di revisione contabile e valutazione indipendenti; in caso di apporto di terreni o immobili, il loro valore viene certificato da un professionista qualificato e indipendente o da un ente ufficiale abilitato; in caso di prestazioni volontarie non retribuite, il loro valore venga determinato tenendo conto del tempo effettivamente prestato e delle normali tariffe orarie e giornaliere in vigore per lattività eseguita e si applicano, alloccorrenza, le norme 4, 5 e 6 del Regolamento 448/2004. Contributi in natura

22 Come specificato nel Regolamento CE 448/2004, in particolare nella Norma 7. Iva altre imposte e tasse, lIva può costituire una spesa ammissibile solo se è realmente e definitivamente sostenuta dal beneficiario finale. Di conseguenza lIVA che può essere in qualche modo recuperata, non può essere considerata ammissibile anche se non è effettivamente recuperata dal beneficiario. Ai fini della valutazione di ammissibilità dellIVA è quindi necessario presentare una dichiarazione, anche sotto forma di autocertificazione, a firma del rappresentante legale, che certifichi il regime IVA a cui è sottoposto lEnte/Società beneficiario (si veda Allegato 2). IVA

23 LIRAP può essere considerata ammissibile per la parte percentuale riconducibile esclusivamente agli oneri derivanti da retribuzioni, ai sensi della Norma 7. paragrafo 5 del Reg. CE 448/04, quando siano effettivamente e definitivamente sostenuti dal beneficiario. IRAP

24 Nel caso in cui gli acquisti fossero effettuati avvalendosi della locazione finanziaria o Leasing, si farà riferimento a quanto disciplinato nella Norma n.10 del Regolamento (CE) 448/2004. E importante sottolineare che il canone totale di leasing non può superare il costo che avrebbe comportato la locazione dello stesso materiale e deve essere rapportato al periodo di utilizzo dellattrezzatura stessa riferita alla durata dellazione finanziata.. LEASING

25 Come definito dalla Norma n.1 Spese effettivamente sostenute punto 1.6 del Regolamento CE 448/2004, il costo dellammortamento di immobili o attrezzature è considerato spesa ammissibile a condizione che vi sia un nesso diretto con gli obiettivi delloperazione, che altri finanziamenti nazionali o comunitari non abbiano contribuito agli acquisti degli immobili e/o impianti in questione e che, il costo dellammortamento venga calcolato conformemente alle norme contabili pertinenti e si riferisca esclusivamente al periodo di cofinanziamento delloperazione in questione. Sarà cura del beneficiario, in sede di rendicontazione, riportare i criteri utilizzati per il calcolo. Ammortamento

26 Lacquisto dei beni usati è ritenuto ammissibile ai sensi della Norma 4 del Regolamento CE 448/2004 se sono soddisfatte tre condizioni: Una dichiarazione del venditore che attesti lorigine esatta del bene e certifichi che lo stesso, nel corso degli ultimi sette anni, non ha mai beneficiato di un contributo nazionale o comunitario; Il prezzo del bene usato non deve essere superiore al suo valore di mercato e deve essere inferiore al costo dellanalogo bene nuovo; Le caratteristiche tecniche del bene usato acquisito devono essere adeguate alle esigenze delloperazione ed essere conformi alle norme e standard vigenti. Acquisto di beni durevoli usati

27 A) Il costo del personale interno è dato dalla retribuzione di cui il dipendente utilizzato è in godimento, rapportato al tempo dimpegno effettivo e certificato nel progetto. La retribuzione deve essere rapportata alle giornate o alle ore di impegno nel progetto. Più precisamente limporto totale degli elementi costitutivi della retribuzione in godimento (con esclusione degli elementi mobili, quali le indennità diverse stabilite dal CCNL) e di quella differita (T.F.R. e 14ma) maggiorato degli oneri sociali, fiscali, diviso per le giornate lavorative annuali, moltiplicato per il numero di giorni/ore di impegno nel progetto finanziato, rappresenta il costo imputabile al progetto. Esempio: Stipendio lordo annuo + quota TFR maturata + quota 14ma maturata + Oneri sociali a carico/n. giornate lavorative = costo per giornata Costo per giornata lavorata X n. giornate attribuite al progetto = quota costo imputata al progetto costo del personale 1

28 B) Il personale esterno per prestazioni dopera a tempo determinato e/o continuativa (CO.CO.CO., CO.CO.PRO.) reclutato con procedura ad evidenza pubblica, deve presentare i seguenti documenti giustificativi di spesa: -Documenti relativi alla selezione del personale -Contratto/incarico professionale/ordine di servizio. -CV firmato del soggetto incaricato, che dimostri l idoneità professionale dello stesso alla funzione attribuitagli. -Fotocopia di documento didentità -Report dettagliato dellattività svolta con indicazione anche delle giornate/ore lavorate sul progetto. -Ricevuta/fattura/cedolino paga -Autorizzazione della P.A. (qualora lincaricato sia dipendente pubblico). costo del personale 1

29 Non sono considerate ammissibili spese di diaria di missione sostenute per finalità non strettamente correlate al progetto, spese di straordinario se non sono preventivamente autorizzate, quantificate e collegate direttamente al progetto. Indispensabili ai fini del controllo sono le comunicazioni di eventuali modifiche riguardanti i nominativi del personale utilizzato per il progetto o le modifiche di mansioni esplicitate. costo del personale 2

30 Il costo degli esperti esterni è riferito alle prestazioni professionali, agli assegni per borse di studio, ed altre prestazioni similari, come stabilito dalla normativa in vigore. Per quanto riguarda la natura delle prestazioni espletate, queste potrebbero essere riferite ad esempio a web-designer, studies, relatori per seminari, revisione contabile, management di progetto, consulenza ambientale, monitoraggio, ecc In questo caso il costo attribuibile al progetto è determinato per i prestatori dopera professionale ed a tempo determinato dalle tariffe prestabilite per attività similari dagli albi professionali; nel caso di borse di studio, invece, da quanto predisposto dai regolamenti interni ed alle leggi del settore. costo degli esperti esterni 1

31 Gli importi attribuibili al progetto sono quelli desunti dalla nota di debito o dalla fattura emessa dal soggetto percepente. Tali importi possono essere anche attribuiti in quota parte se il prestatore non effettua la sua opera esclusivamente per il progetto. Nel caso in cui il prestatore non fosse iscritto ad alcun albo professionale, non fossero state prestabilite dallente o dalla società beneficiario del contributo delle tabelle (desumibili dal regolamento contabile, da circolari o da disposizioni del consiglio di amministrazione della società beneficiaria) dalle quali si evinca chiaramente il costo giornaliero minimo e massimo delle prestazioni dopera, nelle attività di verifica e certificazione della spesa si valuterà caso per caso in considerazione del curriculum vitae e delle tariffe di mercato e per un importo complessivo giornaliero non superiore a 1300 euro. costo degli esperti esterni 2

32 Assegno non trasferibile. Bonifico bancario controfirmato dal cassiere e riportante il timbro della banca. Estratto conto bancario riportante bonifico di pagamento con intestatario chiaramente definito. Mandato di pagamento. Documento attestante il versamento degli oneri sociali e fiscali. Documenti giustificativi di pagamento del personale di cui alla lett. B) e degli esperti esterni

33 OBBLIGHI AL 31/12/ I Progetti DEVONO rendicontare, al 31/12/2007, limporto di ,00 ; 2.Il MANCATO RAGGIUNGIMENTO DI TALE LIVELLO DI SPESA COMPORTERA UN TAGLIO, DI PARI IMPORTO DELLE RISORSE DISPONIBILI 3.CIO DETERMINERA UN ABBATTIMENTO DELLE RISORSE ASSEGNATE AI PROGETTI CHE NON RAGGIUNGERANNO IL LIVELLO DI SPESA PREVISTO

34 Grazie per lattenzione e….. Buon lavoro


Scaricare ppt "P.I.C. INTERREG III – A 2000/2006 GRECIA / ITALIA Giornata informativa ai Lead Partners ed ai Partners di progetto italiani Bari, 3 luglio 2007."

Presentazioni simili


Annunci Google