La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PRATICA E ANALISI CRITICA DEI SISTEMI DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA E AMBIENTALE: IL PROTOCOLLO ITACA APPLICATO A UN CASO DI EDILIZIA RESIDENZIALE IN MILANO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PRATICA E ANALISI CRITICA DEI SISTEMI DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA E AMBIENTALE: IL PROTOCOLLO ITACA APPLICATO A UN CASO DI EDILIZIA RESIDENZIALE IN MILANO."— Transcript della presentazione:

1 PRATICA E ANALISI CRITICA DEI SISTEMI DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA E AMBIENTALE: IL PROTOCOLLO ITACA APPLICATO A UN CASO DI EDILIZIA RESIDENZIALE IN MILANO Fabio Del Vecchio mat

2 Nome relatore 2 Indice Fabio Del Vecchio mat Indice: 1.Il Protocollo ITACA 2.Il meccanismo di certificazione ITACA 3.Esempi di schede di valutazione 4.Strategie progettuali migliorative 5.Minimizzazione dei costi 6.Critiche al Protocollo

3 Nome relatore 3 Il Protocollo ITACA Fabio Del Vecchio mat GBC ITACA “Istituto per l’innovazione e la trasparenza per gli appalti e la compatibilità ambientale” Vantaggi Scala di valutazione Aree di valutazione Analisi sull’intero ciclo di vita dell’edificio Da meccanismo internazionale Flessibilità dei metodi di misura Qualità ambientale est. Consumo di risorse Carichi ambientali Qualità dell’ambiente int. Qualità del servizio Trasporti Qualità della gestione

4 Nome relatore 4 …nel dettaglio delle aree di valutazione Fabio Del Vecchio mat Aree di valutazione: Sono “famiglie” omogenee di indicatori Peso relativo di ciascuna area Scheda di valutazione e per ogni criterio e sottocriterio Forniscono punteggi qualitativi o quantitativi

5 Nome relatore 5 Il meccanismo di certificazione ITACA Fabio Del Vecchio mat Progettazione Valutazione Rispetto livelli minimi NO Documenti: risultati valutazione SI Richiesta GBC Richiesta Finanziamenti Valutazione documenti Valutazione Ente SI NO

6 Nome relatore 6 Esempio: scheda di valutazione… Fabio Del Vecchio mat CONTROLLO DEI FLUSSI D’ARIA Area di valutazione 1: Qualità degli ambienti esterni Categoria di requisito 1.1: Comfort ambientale interno Esigenza: Garantire che gli spazi interni siano in condizioni accettabili di ventilazione in funzione delle necessità e delle condizioni. Indicatore di prestazione: Presenza/assenza di strategie per favorire la ventilazione. Unità di misura: ( / )

7 Nome relatore 7 …punteggio: positivo! Fabio Del Vecchio mat Punteggio caso di studio: +5 SW

8 Nome relatore 8 Esempio: scheda di valutazione con punteggio nullo Fabio Del Vecchio mat ISOLAMENTO ACUSTICO DA CALPESTIO E DA AGENTI ATMOSFERICI Area di valutazione 4: Qualità ambiente interno Categoria di requisito 4.2: Comfort acustico Esigenza: Ridurre al minimo la trasmissione del rumore di tipo impattivo proveniente da locali posti al di sopra dell’ambiente. Indicatore di prestazione: Presenza/assenza di strategie per la riduzione del rumore da calpestio. Unità di misura: (dB) Punteggio caso di studio: 0

9 Nome relatore 9 Soluzione progettuale e relativi costi Fabio Del Vecchio mat Punteggio migliorato caso di studio: +5 Pannello fono-assorbente: ∆Lw=25-30 dB Spessore: 30-50mm Densità: 600 kg/mc Costo: 25-30€/mq

10 Nome relatore 10 Fabio Del Vecchio mat Qualità ambientale esterna P. itacaP. suggerito Comfort termico degli spazi esterni13 Controllo dei flussi d'aria55 Comfort visico-percettivo55 Inquinamento acustico-22 inquinamento atmosferico3 Inquinamento elettromagnetico11 03 Iquinamento del suolo-23 Inquinamento delle acque33 Inquinamento luminso33 Integrazione con l'ambiente naturale33 Integrazione con l'ambiente costruito55 Reti infrastrutturali44

11 Nome relatore 11 Fabio Del Vecchio mat Consumo di risorse P. itacaP. suggerito Isolamento termico03 Sistemi solari passivi55 Produzione acqua sanitaria33 Energia eletrica03 Energia inglobata-21 Variazione del valore ecologico del sito33 Consumo netto di acqua potabile03 Riutilizzo di strutture esistenti00 Riutilizzo di materiali presenti sul sito03 Utilizzo di materiali locali/regionali03 Uso di materiali di provenienza esterna al sito03 Riciclabilità dei materiali13 Ecolabeling03

12 Nome relatore 12 Fabio Del Vecchio mat Carichi ambientali P. itacaP. suggerito Emissine di CO244 Emissione di gas che contribuisce all'acidificazione55 Gestione acque piovane03 Riuso delle acque grigie03 Permeabilità delle superfici calpestabili03 Rifiuti solidi da costruzione03 Rifiuti solidi da demolizione00 Area di raccolta centralizzata per rifiuti non organici33 Area di raccolta centralizzata per rifiuti organici33 Interferenza nella fruizione della luce naturale-2 Erosione del suolo03

13 Nome relatore 13 Fabio Del Vecchio mat Qualità ambiente interno P. itacaP. suggerito Illuminazione naturale13 Penetrazione diretta della radiazione solare22 Uniformità d'illuminamento03 Illuminazione artificiale parti comuni03 Isolamento acustico di facciata03 Isolamento acustico delle partizioni interne13 Isolamento acustico da calpestio03 Isolamento acustico dei sistemi tecnici33 Temperatura dell'aria nel periodo invernale44 Temperatura delle superfici interne nel periodo invernale45 Inerzia termica44 Controllo dell'umidità delle pareti33 Fibre minerali35 VOC13 Radon-23 Ricambi d'aria33 Estrazione d'aria dai locali privi di ventilazione33 Campi elettrici e magnetici a frequenza industriale03 Campi elettromagnetici ad alta frequenza03

14 Nome relatore 14 Fabio Del Vecchio mat Qualità del servizio, Qualità della gestione, Trasporti P. itacaP. suggerito Protezione dell'involucro33 Accessibilià dell'involucro05 Accessibilità ai sistemi tecnici33 Monitoraggio dei consumi33 Aree comuni di svago55 Flessibilità degli spazi interni35 Spazi multifunzionali comuni33 P. itacaP. suggerito Disponibilità documentazione tecnica dell'edificio03 Manuale d'uso per gli utenti03 Programmazione delle manutenzioni33 Sicurezza dell'edificio35 P. itacaP. suggerito Integrazione con il trasporto pubblico33 Misure per favorire il trasporto alternativo13 Prossimità ai servizi locali55

15 Nome relatore 15 Conclusioni: “Quando è conveniente applicare le migliorie discusse?” Fabio Del Vecchio mat

16 Nome relatore 16 Conclusioni: “Quando è conveniente applicare le migliorie discusse?” Fabio Del Vecchio mat Aree di valutazione: a. Qualità ambientale esterna; b. Consumo di risorse; c. Carichi ambientali; d. Qualità ambiente interna; e. Qualità del servizio; f. Qualità della gestione; g. Trasporti. 1,8 3,0 3,4

17 Nome relatore 17 Critiche al Protocollo ITACA Fabio Del Vecchio mat CRITICHE: Moda della “bioedilizia” Voluminoso, forse pletorico Mancanza univocità Tendenza a ribasso dei punteggi causa eccesso di cautela, in assenza di strumentazione MEGLIO: Pochi e semplici indicatori più oggettivi

18 Nome relatore 18 Grazie per l’attenzione Fabio Del Vecchio Fabio Del Vecchio mat


Scaricare ppt "PRATICA E ANALISI CRITICA DEI SISTEMI DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA E AMBIENTALE: IL PROTOCOLLO ITACA APPLICATO A UN CASO DI EDILIZIA RESIDENZIALE IN MILANO."

Presentazioni simili


Annunci Google