La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © 2004 - The McGraw-Hill Companies srl Analisi microeconomica del turismo Capitolo 9 – Il mercato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © 2004 - The McGraw-Hill Companies srl Analisi microeconomica del turismo Capitolo 9 – Il mercato."— Transcript della presentazione:

1 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Analisi microeconomica del turismo Capitolo 9 – Il mercato turistico Struttura del mercato Concorrenza perfetta (ipotesi quasi insostenibile nel turismo) Concorrenza monopolistica (alberghi e agenzie di viaggio) Oligopolio (tour operator) Monopolio (gestione parchi / musei) Rilevanza delle strategie di integrazione: verticale ed orizzontale Verticale: fusione, acquisizione Per economie di scala e di scopo Orizzontale: cooperazione contrattuale (joint venture, franchising, leasing, management)

2 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Il monopolio = RT - CT = pQ - C(Q) La condizione di max. del profitto conduce al seguente equilibrio (p - C) / p = (indice di Lerner) In monopolio: (p - C) / p = 1 / Se ci sono rendimenti costanti di scala: = elasticità della domanda: variabile fondamentale che spiega il mark-up. Dipende da (i) struttura di mercato; (ii) strategia dei concorrenti su mercati paralleli; (iii) differenziazione; (iv) presenza di sostituti.

3 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Mercati nazionali ed internazionali Definizione economica di mercato internazionale: Se il tasso di cambio è una variabile strategica turismo internazionale Importanza del tasso di cambio: il caso dei T.O. Aspettativa di apprezzamento / deprezzamento Possibilità di guadagno; Diversificazione per il contenimento del rischio. Esempio: T.O. che offre due viaggi in due località diverse che, per lincertezza sui tassi di cambio, possono avere rendimento incerto (50% di prob. per ogni esito) HR = $ LR = $ 2.000

4 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Mercati nazionali ed internazionali Due strategie A. Specializzazione EV = $ VAR = B. Diversificazione (25% di prob. che entrambi gli eventi siano negativi, 25% che entrambi siano positivi, 50% che uno sia positivo e laltro negativo) EV = $ VAR = Il rischio è minore se si attua una strategia di diversificazione Importanza della distribuzione e della commercializzazione

5 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Differenziazione verticale La qualità è un elemento fondamentale dellanalisi: Concorrenza sulla differenziazione (e non sul prezzo), Turismo come bene di lusso. Differenziazione: (i) Orizzontale; (ii) verticale. Cause (i) Strategia dimpresa; (ii) Elementi soggettivi del turista. Proprietà di finitezza: in caso di differenziazione verticale, esiste un limite superiore al numero di imprese che convivono in equilibrio, data qualsiasi dimensione del mercato Importanza della distribuzione del reddito

6 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Differenziazione verticale Differenziazione verticale: x 3 e x 4 Differenziazione orizzontale: x 1 e x 2

7 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Differenziazione orizzontale Influenza i costi di produzione modello di concorrenza monopolistica Gioco a tre stadi: 1. Decisione di entrare; 2. La localizzazione spaziale; 3. La politica di prezzo. Variabili fondamentali: Distribuzione delle preferenze dei turisti; Costo dellinsoddisfazione; Costo di produzione; Strategia dei concorrenti. Proliferazione dei prodotti e produzione differenziata

8 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl

9 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Modelli con informazione asimmetrica Informazione incompleta e informazione asimmetrica Azzardo morale i) Azione nascosta; ii) Informazione nascosta. Selezione avversa Il prezzo seleziona male la qualità del prodotto Il mercato può cessare di esistere (il mercato dei bidoni) Alberghi di alta (HQ) e di bassa (LQ) qualità V H = 200; V L = 100; P H R = 240; P L R = 120 A. Senza asimmetrie: 100 < P L < 120; 200 < P H < 240 B. Asimmetria: il turista non conosce la qualità P M R =180 Il mercato cessa di esistere

10 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Modelli con segnalazione Rimedi alle asimmetrie informative: esiste, a determinate condizioni, un incentivo a rivelare linformazione privata: (i) Segnalazione; (ii) Reputazione. Modello di Spence: ipotesi fondamentale: il costo del segnale deve essere minore per lalbergo HQ Separating Equilibrium o pooling equilibrium Esiste incentivo alla segnalazione solo per HQ mentre LQ hanno convenienza a intralciare le pratiche di segnalazione Esempio: le stelle per gli alberghi Il segnale è credibile (evita pooling) a due condizioni: 1. La struttura dei costi di acquisizione è inversamente correlata alla qualità; 2. Le stelle devono essere attribuite in corrispondenza a determinati valori di significatività.

11 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Modelli con reputazione La valutazione avviene sulla base della qualità osservata in passato (contratto implicito) Ricerca di un equilibrio reputazionale: R t = Qual t-1 Due condizioni di mantenimento dellequilibrio: 1. Di breve periodo: non deterioramento della qualità Il profitto atteso nel futuro devessere maggiore dellextra profitto che si otterrebbe nel breve; 2. Di lungo periodo: libera entrata nel mercato Il prezzo deve eccedere il costo per impedire il deterioramento della qualità incassa un premio per la qualità; Allinizio dellinvestimento: profitti negativi.

12 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Search, experience e credence goods Modello di ricerca del turista consumatore; La natura di experience good giustifica la presenza sul mercato di un numero relativamente più elevato di LQ; Opportunismo più frequente sui mercati che lavorano con prenotazioni a distanza; Ruolo delle agenzie e delle informazioni a priori; Determinazione del prezzo: 1. Solo informazione completa garantisce la legge di Jevons; 2. Informazione incompleta giustifica lesistenza di prezzi diversi; 3. Esiste convenienza a rendere costosa linformazione; 4. Le differenze di prezzo variano inversamente rispetto a k e rispetto alla durata media dellesperienza turistica.

13 Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © The McGraw-Hill Companies srl Il mercato turistico - Search, experience e credence goods


Scaricare ppt "Economia del turismo – G. Candela, P. FiginiCopyright © 2004 - The McGraw-Hill Companies srl Analisi microeconomica del turismo Capitolo 9 – Il mercato."

Presentazioni simili


Annunci Google