La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Microbiologia e Virologia, A.O. Ospedali Riuniti di Bergamo Infezioni I microrganismi responsabili e le resistenze Antonio Goglio Resistenze_SIMG_2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Microbiologia e Virologia, A.O. Ospedali Riuniti di Bergamo Infezioni I microrganismi responsabili e le resistenze Antonio Goglio Resistenze_SIMG_2011."— Transcript della presentazione:

1 1 Microbiologia e Virologia, A.O. Ospedali Riuniti di Bergamo Infezioni I microrganismi responsabili e le resistenze Antonio Goglio Resistenze_SIMG_2011

2  “Nei paesi ad alto sviluppo socio – economico le malattie infettive non rappresentano più una priorità” OMS, 1978

3 3 Mortalità per malattie infettive negli Stati Uniti ( ) JAMA 1996; 275: and unpublished CDC data Frequenza di mortalità Decessi per persone Anno

4 4 Entrando nel nuovo millennio, dobbiamo rinnovare il nostro impegno per la prevenzione ed il controllo delle malattie infettive, riconoscendo che la competizione tra gli uomini e i microbi continuerà per lungo tempo, nella nostra vita e in quella dei nostri figli Jeffrey P. Koplan, Director, CDC

5 5 Le sfide Nuovi patogeni o patogeni riemergenti Infezioni ospedaliere La resistenza agli antibiotici Il bioterrorismo OMS 1994

6 6 Il problema delle resistenze La resistenza agli agenti antibatterici è oggi uno dei maggiori problemi di salute pubblica L’incidenza delle resistenze è aumentata in modo allarmante negli ultimi anni Con l’emergenza dei ceppi multiresistenti, i medici si trovano ad affrontare infezioni che rispondono solo a farmaci costosi o tossici, o per le quali non vi è terapia efficace Il tempo per l’autocompiacimento è passato, vi è necessità di una maggiore vigilanza e di misure urgenti OMS 1994

7 7 WHO / OMS The WHO has designated April 7 as World Health Day and under the slogan "No action today, no cure tomorrow" it is campaigning about the risks of life-saving antibiotics losing their healing power.

8 8 Thornsberry C., 1998; Edmond M., CID, 1999; MMWR, 1997 Trend nelle resistenze ai Gram+, USA %\t di patogeni resistenti agli antibiotici MRSE MRSA DRSP VRE VISA VRSA 2002

9 9 XX Batteri sensibili Batteri di nuova resistenza Batteri resistenti Trasferimento genico della resistenza La diffusione delle resistenze

10 10 La pressione selettiva L’esposizione dei batteri ad un antibiotico favorisce la selezione dei mutanti resistenti La riduzione della pressione selettiva può, invece, favorire il ripristino della piena attività dell’antibiotico OMS 1994

11 11 x x x x x x x x x x x x Rari Ceppi ResistentiI ceppi Resistenti predominano Esposizione all’antibiotico La pressione selettiva

12 12 Antibiotic Pressure and Streptococcal Resistance Albrich WC e al, Emerging Infectious Diseases, 2004

13 13 La pressione selettiva (2) Non essendo possibile sospendere l’uso degli antibiotici, il WHO ne raccomanda un uso più mirato e selettivo (in ambito umano, ma anche veterinario e in agricoltura). OMS 1994

14 14 Terapia empirica: come scegliere l’antibiotico nel paziente critico ? Con il singolo malato - garantire la TERAPIA MIGLIORE Con tutti gli altri pazienti - NON SELEZIONARE RESISTENZE - GARANTIRE L’INTEGRITA’ dell’ECOSISTEMA MALATTIA di BASE ETA’ del PAZIENTE FATTORI di RISCHIO SPECIFICI GRADING di GRAVITA’ CLINICA DATI della SORVEGLIANZA delle RESISTENZE + Cortesia dr Bombana

15 15 Terapia appropriata o non appropriata: tassi di mortalità Luna et al Ibrahim et al Alvarez-Lerma Rello et al Mortalità (%) Terapia appropiata Terapia inappropiata Garnacho-Montero et al Vallés et al Rello et al. Am J Respir Crit Care Med 1997; Alvarez-Lerma Intensive Care Med 1996; Ibrahim et al. Chest 2000; Luna et al. Chest 1997; Garnacho-Montero et al. Crit Care Med 2003; Vallés et al. Chest 2003

16 16 Gli antimicrobici Negli anni tutti i batteri sono diventati resistenti ad antibiotici cui erano prima sensibili e, viceversa, tutti gli antibiotici hanno perso attività nei confronti di batteri su cui prima erano efficaci. OMS 1994

17 17 Gram neg. (Riuniti, 2010), % ceppi sensibili

18 18 Gram positivi – Sensibilità %

19 19 Gli antimicrobici (2) L’aumento di batteri antibiotico-resistenti non si è accompagnato alla disponibilità di nuovi antibiotici, anzi lo sviluppo di nuovi antibiotici si è ridotto drammaticamente nell’ultima decade OMS 1994

20 20 Recent History of Antiinfective-Drug Discovery NEJM, 2007

21 21 I maggiori problemi di resistenza S. aureus alla meticillina, S. pneumoniae alla penicillina, Enterococcus spp. a vancomicina e teicoplanina, Enterobatteri alle cefalosporine di 3a generazione (ESBL), Batteri gram positivi e gram negativi ai chinoloni Pseudomonas aeruginosa.

22 22 Evoluzione della resistenza in S. aureus S. aureus vancomcino- resistente 1950s Penicillina Meticillina (cefalosporine) Vancomicina S. aureus penicillino-resistente S. aureus meticillino-resistente (MRSA) 1970s s Enterococchi Vancomicino-resistenti (VRE) S. aureus Vancomicino- resistente intermedio (VISA) 2002

23 23 S.aureus, meticillino sensibile vs resistente: sensibilità agli altri antibiotici Ospedali Riuniti, 2005

24 24 Staphylococcus aureus: proportion of invasive isolates resistant to oxacillin (MRSA), 2004 EARSS, report 2004

25 25 The prevalence of methicillin resistance among S. aureus blood isolates in Europe Clinical Microbiology and Infection, Volume 12 Supplement 1, 2006

26 26 Urinocolture (da mitto intermedio), non duplicati, E.coli

27 27 Infectious Diseases Society of America Guidelines for the Diagnosis and Treatment of Asymptomatic Bacteriuria in Adults (IDSA). Nicolle e al. CID Pyuria accompanying asymptomatic bacteriuria is not an indication for antimicrobial treatment (A-II). 6. Screening for or treatment of asymptomatic bacteriuria is not recommended for the following persons: Premenopausal, nonpregnant women (A-I). Diabetic women (A-I). Older persons living in the community (A-II). Elderly, institutionalized subjects (A-I). Persons with spinal cord injury (A-II). Catheterized patients while the catheter remains in situ (A-I).

28 28 Infectious Diseases Society of America Guidelines for the Diagnosis and Treatment of Asymptomatic Bacteriuria in Adults. Nicolle e al. CID 2005

29 29 Infectious Diseases Society of America Guidelines for the Diagnosis and Treatment of Asymptomatic Bacteriuria in Adults (IDSA). Nicolle e al. CID 2005

30 30 Percentuale di sensibilità di Acinetobacter baumanni anni

31 31 EL, Grecia; CZ, Repubblica Ceca; HU, Ungheria; NL, Olanda; SE, Svezia; No, Norvegia

32 32

33 33


Scaricare ppt "1 Microbiologia e Virologia, A.O. Ospedali Riuniti di Bergamo Infezioni I microrganismi responsabili e le resistenze Antonio Goglio Resistenze_SIMG_2011."

Presentazioni simili


Annunci Google