La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FORMAZIONE E SVILUPPO PROFESSIONALE DEI DOCENTI NEI PROGETTI STRESA-NAPOA Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FORMAZIONE E SVILUPPO PROFESSIONALE DEI DOCENTI NEI PROGETTI STRESA-NAPOA Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005."— Transcript della presentazione:

1 FORMAZIONE E SVILUPPO PROFESSIONALE DEI DOCENTI NEI PROGETTI STRESA-NAPOA Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005

2 IL PROGETTO STRESA Strumenti per lEfficacia della scuola e lAutovalutazione 2 Giovanna Barzanò Emanuela Brumana, Senigallia, Maggio 2005 ISTITUTI (Direzioni Didattiche, Istituti Comprensivi, Scuole Secondarie I grado,ISIS) 33 CLASSI ALUNNI INSEGNANTI Progetto per il miglioramento della qualità della scuola: Autovalutazione e feed-back dei processi Contesto sociale e culturale Sviluppo professionale degli operatori

3 IL PROGETTO NAPOA 1-2 Nuovi Apprendimenti Per lOrganizzazione che Apprende FSE di sistema Tema: organizzazione che apprende Azioni Ricerca teorica Indagini empiriche Ricerca azione Formazione (2750 ore, 1750 partecipanti) 3 Giovanna Barzanò Emanuela Brumana, Senigallia, Maggio 2005 SCUOLE Rete STRESA – 37 Istituzioni Scolastiche Rete SUSFOL – 11 Istituzioni Scolastiche ENTI E ASSOCIA ZIONI ENAIP di Lovere Bergamo 2000 ASCOM – Associazione dei COMmercianti di Bergamo Ente Bilaterale Commercio e Turismo di Bergamo ENTI PUBBLICI Comunità Montana Alto Sebino Comunità Montana Monte Bronzone e Basso Sebino Ufficio formazione dellAzienda Ospedaliera di Bergamo

4 MOTIVI CONDUTTORI DELLA PARTNERSHIP Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005-Fonte OCSE 4 Creare nuovi servizi, nuove iniziative Valorizzare/estendere i servizi esistenti Produrre nuovi materiali Cercare nuove risorse Cercare/condividere fonti di informazione Cercare/condividere consulenze Creare/condividere punti di riferimento comuni Promuovere, organizzare confronti Promuovere/sostenere dinamiche interno/esterno Stabilire strategie Condividere rischi Cercare nuove risorse Creare un marchio

5 COSTI E BENEFICI DELLA PARTNERSHIP 5 Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005-Fonte OCSE CostiBenefici - Scarso apprendimento, ripetitività- Opportunità di apprendimento e sviluppo di competenze -Perdita di tempo, risorse - Incremento di risorse di materiali, di status, legittimità - Perdita di autonomia- Maggiore credibilità, potere negoziale, apertura a nuovi contatti - Perdita di stabilità, disorientamento- Capacità di affrontare lincertezza, di risolvere problemi complessi - Conflitti sugli obiettivi e i metodi- Supporto reciproco, sinergia di gruppo, relazioni di lavoro armoniose - Ritardi nelle soluzioni, problemi di coordinamento - Risposta rapida al cambiamento, incremento tecnologico

6 DIMENSIONI DELLA PARTNERSHIP Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005-Fonte OCSE 6 SCOPO - Locale - Regionale - Nazionale - Transnazionale SETTORE - Stesso settore - Settori diversi DURATA - Tempo definito - Lungo termine MOTIVI - Atto volontario - Aggregazione automatica - Partnership imposta CONTROLLO/GESTIONE - Partecipativo orizzontale - Distribuzione razionale dellautorità - Gerarchico GOVERNO - Associazione debole - Associazione a forte coesione, regolamentata SCALA - Listituzione nel suo complesso - Una specifica area di lavoro comuna COINVOLGIMENTO/ COOPERAZIONE - Livello di scambio ristretto - Livello di scambio e integrazione elevato

7 PARTECIPAZIONE LE RAGIONI DELLADESIONE GLI INTENTI STRATEGICI LINTEGRAZIONE DEGLI INTENTI Motivazioni Spazi dazione individuali Nuovo sapere Nuove procedure 7 Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005-Fonte OCSE

8 ALCUNE PREMESSE DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE IN RETE 8 Giovanna Barzanò Emanuela Brumana, Senigallia, Maggio 2005 Un progetto di rete crea una cornice particolare per le attività di formazione produce una cultura che integra molteplicità e unicità determina un contesto stabile nel tempo per sostenere le dinamiche dellinnovazione e del cambiamento rafforza il coordinamento, la leadership distribuita, la valorizzazione ed il riconoscimento di ciascuno

9 COMPONENTI DELLA PROPOSTA DI SVILUPPO PROFESSIONALE DI STRESA-NAPOA 2002/2005 Corsi di rete Centralizzati, partecipanti di diverse scuole della rete per favorire il confronto tra scuole su temi di interesse comune; (circa 200 partecipanti ogni anno). Corsi di scuola per docenti della stessa scuola per approfondire i temi di interesse comune allinterno dellistituto curandone la contestualizzazione ; (circa 250 partecipanti ogni anno). Gruppi di ricerca- azione Gruppi di analisi dei risultati, conduzione di indagini specifiche, costruzione di strumenti (circa 250 partecipanti ogni anno). Seminari Incontri e conversazioni tematici con gli esperti del Progetto dislocati nelle differenti realtà territoriali (circa 600 partecipanti ogni anno). Convegni Aperti alle scuole della rete e no, costruiti approfondendo i temi della formazione in un teatro più ampio (circa 500 partecipanti ogni anno). Giovanna Barzanò Emanuela Brumana, Senigallia, Maggio

10 TEMI & MODI DELLA FORMAZIONE NAPOA-STRESA : alcuni esempi (2002/2005 ) TEMA CHIAVECONVEGNISEMINARIWORKSHOP LA SCUOLA COME ORGANIZZAZIONE CHE APPRENDE Prospettive di innovazione Le competenze Docenti esperti ICT e didattica Scuola e orientamento Scuola e lavoro Autovalutazione e qualità Tecnologie e metodi LA QUALITA DELL EDUCAZIONE Interpretare la qualità delleducazione Processi di qualità Utilizzazione del tempo- scuola La relazione docente-alunno Il tempo della ri- creazione New Learning – nuove competenze CAMBIAMENTO E COMPLESSITA Polifonia ovvero esercizi per una consapevolezza della complessità Nuovi ambienti di apprendimento Losservazione fra pari La psicologia del web Comprendere e valutare linnovazione e il cambiamento Curricolo e competenze per insegnare la storia La pensabilità dellesperienza scolastica Aver cura di sé per aver cura degli altri Le abilità trasversali IL MAESTRO E LALLIEVO NELLA VITA, NELLARTE, NELLA PROFESSIONE, NELLEDUCAZIONE Il maestro e lallievo: insegnare è apprendere Contesti e atmosfere per insegnare e apprendere Linguaggi abituali e linguaggi in-abituali: educazione e ricerca La bottega dellarte La bottega di direzione dorchestra La bottega di tai chi Giovanna Barzanò Emanuela Brumana, Senigallia, Maggio

11 CORSI DI FORMAZIONE DI RETE E DI SCUOLA Valutazione e autovalutazione nella scuola:concetti chiave Uso dei dati dellautovalutazione: le modalità di restituzione Losservazione fra pari Oggi interrogazione di storia Insegnare ed apprendere con le nuove tecnologie Apprendimento attivo e strategie di insegnamento New learning Il cooperative learning Classi virtuali Il rapporto docente alunno Le relazioni fra adulti Il riconoscimento La documentazione efficace Certificare la Qualità Cultura e identità della scuola Blob: immagini, suggestioni, percorsi Giovanna Barzanò Emanuela Brumana, Senigallia, Maggio

12 I CORSI RESIDENZIALI ANNOTEMACORSIDOCENTI 2001/02 La scuola come organizzazione che apprende: - La verifica e la valutazione degli apprendimenti Apprendimento attivo e strategie di insegnamento La progettazione retroattiva Funzioni di sistema, compiti competenze e responsabilità Conflitti,dinamiche ed obiettivi comuni /03 Qualità delleducazione:le relazioni nel processo di insegnamento/apprendimento /04 Insegnare e apprendere: prendersi cura della propria conoscenza e di quella degli altri in una comunita di pratiche /05 Il riconoscimento, presupposto di vivibilità e di vitalità dei gruppi Giovanna Barzanò Emanuela Brumana, Senigallia, Maggio scuola estiva su temi generali e centrali per la rete per gruppi di almeno 8/12 docenti per scuola teatro di confronto e dialogo per la crescita della rete momento di valorizzazione e riprogettazione del lavoro

13 LA FORMAZIONE IN RETE NAPOA-STRESA percorsi in realizzazione Costruire uno spazio plurale e condiviso per far dialogare i saperi interni delle organizzazioni, le culture delle scuole Realizzare un ambiente di conversazione dove si sviluppano proposte coordinate su temi-chiave Valorizzare lutilizzazione di proposte teoriche che servono per comprendere lesperienza,riconoscere ed ampliare le prospettive dellagire 13 Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005

14 FORMAZIONE STRESA-NAPOA gli strumenti Attenzione allarchitettura dei contenuti (successione, concatenazione, sviluppo) Varietà di approcci e metodi di approfondimento Visibilità complessiva dei percorsi (documentazione, leggibilità esterna) Rapporti continuativi e con intensa interattività orizzontale con esperti e consulenti Valorizzazione delle dinamiche di partecipazione (criteri, aspetti affettivi e relazionali Creazione di un patrimonio di strumenti concettuali disponibili (testi, trascrizioni, interviste) Analisi dei bisogni centrata sullosservazione dinamica delle attività e lascolto delle proposte in itinere. 14 Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005


Scaricare ppt "FORMAZIONE E SVILUPPO PROFESSIONALE DEI DOCENTI NEI PROGETTI STRESA-NAPOA Giovanna Barzanò Emanuela Brumana Senigallia, Maggio 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google