La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIMENSIONAMENTO DI UN GENERATORE SINCRONO Vogliamo dimensionare un alternatore avente i seguenti dati di targa: potenza nominaleS n = 10 MVA tensione nominaleV.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIMENSIONAMENTO DI UN GENERATORE SINCRONO Vogliamo dimensionare un alternatore avente i seguenti dati di targa: potenza nominaleS n = 10 MVA tensione nominaleV."— Transcript della presentazione:

1 DIMENSIONAMENTO DI UN GENERATORE SINCRONO Vogliamo dimensionare un alternatore avente i seguenti dati di targa: potenza nominaleS n = 10 MVA tensione nominaleV n = 6 kV frequenzaf = 50 Hz velocitàn = 750 giri/min fasim = 3 Per prima cosa si determinano le coppie polari p p, nota la frequenza f e la velocità del rotore n: A seconda del numero di paia poli, si sceglierà un rotore liscio o a poli salienti. p p = 4 rotore a POLI SALIENTI

2 DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE Per il dimensionamento preliminare si utilizzano diagrammi empirici che forniscono il coefficiente di dimensionamento c d che lega il volume al traferro alla coppia : Questi diagrammi empirici sono validi per cos 0,8 e frequenze f = Hz e forniscono il valore di c d in funzione del rapporto S n /p. Nel Sistema Internazionale, lunità di misura di c d sarebbe: D = diametro al traferro L = lunghezza lato attivo Invece, nei diagrammi empirici si trova c d in funzione del rapporto S n /p espresso in kVA. Lunità di misura di c d trovato sul diagramma è:

3 DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE Nel nostro caso troviamo: Ricaviamo il volume: Fissato il valore del volume D 2 L, occorre scegliere il rapporto L/D che determina la forma della macchina. Per la scelta del rapporto L/D si usa la formula empirica: scegliamo

4 DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE Ricaviamo : Ricaviamo D e L : Esistono diagrammi empirici che forniscono il valore di B M in funzione del passo polare. Nel nostro caso, si trova: Si fissa un valore dellinduzione massima B M :

5 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE Ipotizzando una distribuzione di B al traferro sinusoidale, si calcola il flusso utile per polo: Per questo calcolo dobbiamo riportarci alle unità di misura del Sistema Internazionale, cioè esprimere L e D in m: Calcoliamo ora il numero di conduttori per fase N, ponendo in prima approssimazione k f f a 1:

6 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE Una volta calcolato il numero di conduttori per fase N è possibile verificare la densità lineare di corrente A. Prima si calcola la corrente di fase (che è uguale a quella di linea, se le fasi dellavvolgimento di statore sono collegate a stella): La densità lineare di corrente A è data da: Esistono diagrammi empirici che forniscono i limiti superiori della densità lineare di corrente A in funzione del passo polare e del numero di poli p. Nel nostro caso, questo limite è di circa 58*10 3 A/m OK!

7 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: SCELTA DEL NUMERO DI CAVE La scelta del numero di cave Q dipende dal passo di dentatura p d, che può valere: con valori crescenti al crescere della potenza della macchina. Nel nostro caso, possiamo scegliere:p d = 30 mm = 0,03 m Il numero di cave Q (che deve essere un numero intero) è dato da: Una volta calcolato il numero di cave Q, bisogna verificare che anche il numero di cave per polo e per fase q sia un numero intero:

8 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: SCELTA DEL NUMERO DI CAVE Infine, deve essere un numero intero anche il numero di conduttori per cava n c : Se si prevede un avvolgimento in doppio strato (specie se si intende impiegare il passo raccorciato) il numero di conduttori per cava n c deve essere pari. Quindi, in questo caso, possiamo scegliere:n c = 2 A questo punto dobbiamo scegliere un valore di q, proviamo con q = 8: Questo valore supera il limite di 58*10 3 A/m non va bene. Proviamo con q = 7.

9 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: SCELTA DEL NUMERO DI CAVE Questo valore non supera il limite di 58*10 3 A/m OK! Il valore di N trovato coincide con quello già calcolato precedentemente. Perciò, i conti già fatti non devono essere rivisti. Nel caso in cui invece avessimo trovato un valore di N diverso dal valore di N calcolato precedentemente, dovremmo rifare i seguenti conti:

10 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: SCELTA DEL NUMERO DI CAVE Lunico conto che deve essere rivisto è il calcolo del numero di cave Q e quindi del passo di dentatura p d : Verifichiamo che:OK!

11 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: PARALLELI DI MACCHINA La parte di un avvolgimento di fase che si trova sotto una coppia polare potrà avere una disposizione di questo tipo (doppio strato, a spirale, embricato, a passo intero): Poiché il numero di poli è p = 8, potremo scegliere di realizzare un numero di paralleli di macchina n p = 2 oppure n p = 4. Se scegliamo n p = 4, avremo un numero di conduttori per cava n c = 4*2 = 8 e una corrente che percorre i conduttori I // = I/4 = 962/4 = 240,5 A. Questa modifica non influenza i conti precedenti: possiamo continuare a considerare un numero di conduttori equivalente n ceq = 2.

12 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: SEZIONE DEI CONDUTTORI La scelta di realizzare o meno dei paralleli di macchina influenza invece la sezione dei conduttori, che si calcola semplicemente a partire da: valore della corrente I calcolato valore della densità di corrente per unità di area scelta, che può variare tra: Se scegliamo J = 3,5 A/mm 2, si ha una sezione dei conduttori:

13 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: FORMA DELLE CAVE La forma delle cave è legata alla potenza della macchina: in bassa tensione: in media tensione: conduttori in filo cave trapezie denti rettangolari conduttori in piattina cave rettangolari denti trapezi w c = larghezza cava w d = larghezza dente p d = passo di dentatura p d = w c + w d

14 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: LUNGHEZZA DEL FERRO DI STATORE Quindi, nel nostro caso, avremo dei conduttori in piattina. Conosciamo la loro sezione, ma per determinare le loro dimensioni (larghezza e altezza) dobbiamo prima calcolare la larghezza della cava w c. Per fare questo, dobbiamo prima fare un passo indietro e introdurre la lunghezza del ferro di statore L f.

15 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: LUNGHEZZA DEL FERRO DI STATORE Il ferro di statore è formato da pacchi di lamierini in Ferro-Silicio (ciascun lamierino ha spessore 0,5 0,65 mm) isolati tra loro, per es. con vernice. Inoltre, per il raffreddamento della macchina, il ferro di statore viene suddiviso in pacchi, separati tra loro da canali di raffreddamento. DiDi L CANALI DI VENTILAZIONE PACCHI MAGNETICI ELEMENTARI TRAFERRO

16 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: LUNGHEZZA DEL FERRO DI STATORE Perciò, la lunghezza del ferro di statore L f deve tener conto di: coefficiente di stipamento dei lamierini k stip, numero di canali di ventilazione n canali, spessore dei canali di ventilazione s canali. L s canali s lam.

17 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: LUNGHEZZA DEL FERRO DI STATORE Coefficiente di stipamento dei lamierini: Spessore dei canali di ventilazione: Spessore dei pacchi di lamierini: Nel nostro caso: L = 640 mm Possiamo scegliere di dividere i lamierini in 6 pacchi, per cui il numero di canali di ventilazione è 5: OK!

18 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: FLUSSO ENTRANTE IN UN DENTE Il flusso utile che entra in un passo di dentatura è: Infatti, nei denti, si va vicino alla saturazione. Se si ammette che tutto il flusso utile che entra in un passo di dentatura passa nel ferro del dente: Per evitare la saturazione, si fissa:

19 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: LARGHEZZA DI UNA CAVA Nel nostro caso, possiamo fissare: Bisogna verificare che: OK! larghezza della cava w c

20 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: DIMENSIONI DELLA PIATTINA A questo punto si possono calcolare le dimensioni delle piattine. Bisogna tener conto che le piattine sono isolate. Per ricavare lo spessore dellisolamento tra conduttore (piattina) e ferro di statore, si utilizza la seguente formula empirica: Nel nostro caso:

21 DIMENSIONAMENTO DELLO STATORE: DIMENSIONI DELLA PIATTINA In realtà le piattine hanno altezze inferiori, per es. 3 mm, perciò dovrò usare più piattine in parallelo …

22 SEZIONE DEI CONDUTTORI DI STATORE Osservazione generale (valida anche per gli asincroni): Per avere conduttori di sezione ridotta, si può operare in due modi: 1.con i paralleli di macchina (solo nel caso in cui la corrente sia troppo elevata): in questo caso i conduttori sono di sezione ridotta perché attraversati da una corrente ridotta I/n pm, dove n pm è il numero di paralleli di macchina; 2.Con i paralleli di cava: ciascun conduttore si suddivide in un numero di conduttori di sezione ridotta che sono collegati in parallelo tra loro. Il numero di paralleli di cava si indica con n pc. Ovviamente, non cambia nulla riguardo il flusso e la f.e.m della macchina. Il numero di conduttori effettivi per ciascuna cava di statore risulta:


Scaricare ppt "DIMENSIONAMENTO DI UN GENERATORE SINCRONO Vogliamo dimensionare un alternatore avente i seguenti dati di targa: potenza nominaleS n = 10 MVA tensione nominaleV."

Presentazioni simili


Annunci Google